UniCa UniCa News Notizie Le donne, la colonna vertebrale della società

Le donne, la colonna vertebrale della società

Le parole di Rita Levi Montalcini sono risuonate nell’Aula magna del Rettorato durante la premiazione del percorso/concorso multidisciplinare “Il bello e la sfida di essere donna”. Tutti i nomi dei vincitori ai quali l’Ateneo ha assegnato premi in denaro per aver realizzato video e articoli che promuovono una cultura di rispetto e valorizzazione della figura femminile. Resoconto, GALLERIA FOTOGRAFICA, i VIDEO VINCITORI e la RASSEGNA STAMPA
19 giugno 2019
Foto di gruppo alla fine della cerimonia di premiazione

Tre seminari interdisciplinari e una tavola rotonda: subito dopo, gli 84 studenti che hanno aderito all'invito dell'Ateneo si sono impegnati nella realizzazione di video ed articoli sottoposti alla valutazione della giuria tecnica di esperti

Sergio Nuvoli

Cagliari, 18 giugno 2019 – Sono stati proclamati questo pomeriggio i vincitori del Percorso multidisciplinare/concorso “Il bello e la sfida di essere donna”, organizzato dall’Università di Cagliari per promuovere tra gli studenti una cultura di rispetto e valorizzazione della figura femminile e premiare la creazione e la diffusione di video ed elaborati giornalistici su tematiche inerenti il ruolo della donna nella società odierna, evidenziando le difficoltà che la donna incontra nella realizzazione delle proprie aspirazioni e nella crescita professionale.

Si trattava di frequentare tre seminari e una tavola rotonda e creare un video o un elaborato scritto in stile giornalistico rappresentativo del tema del concorso, riservato agli studenti dell’Università di Cagliari e agli studenti Erasmus attualmente ospiti dell’Ateneo. Hanno partecipato in 84, come ha sintetizzato durante il suo intervento Alessandra Orrù, responsabile dell’Ufficio Relazioni istituzionali e Politiche strategiche.

Un momento della cerimonia di premiazione
Un momento della cerimonia di premiazione
GUARDA L'INTERVENTO DEL RETTORE

Il Rettore: “Dobbiamo renderci conto che esistono ancora tentativi di mantenere la donna in stato di soggezione e di subalternità, ma anche essere consapevoli che anche tanti uomini vogliono far crescere la società nel rispetto dei ruoli di ciascuno"

“Dobbiamo renderci conto che esistono ancora tentativi di mantenere la donna in stato di soggezione e di subalternità – ha detto il Rettore Maria Del Zompo introducendo i lavori - Occorre esserne coscienti, così come essere consapevoli che tanti uomini vogliono contribuire a far crescere la nostra società valorizzando il ruolo di ciascuno”. Quindi una citazione di Rita Levi Montalcini: “Le donne sono la colonna vertebrale della società”.

Ed è stato il Magnifico a consegnare i premi in denaro ai primi classificati individuati dala giuria tecnica, composta dalle giornaliste Roberta Celot e Miriam Mauti e dal docente Massimo Tria: sono stati individuati il primo e il secondo classificato sia per la categoria “video” sia per la categoria “elaborato giornalistico”. Previsti anche due premi “social” in base al numero di like ottenuti dai video sulla pagina del concorso. La prof.ssa Del Zompo era affiancata questo pomeriggio dal Prorettore vicario Francesco Mola, dal responsabile scientifico del progetto Antioco Floris, dalla responsabile del procedimento Alessandra Orrù, e dalle tre relatrici Alessandra Argiolas, Adriana Cammi e Micaela Morelli, presenti in sala anche il Prorettore alla Didattica Ignazio Putzu, il Direttore Generale Aldo Urru e numerosi docenti dell’Ateneo. A seguire l’elenco dei premi.

Elisa Cabras e Cristina Casu premiate dal Rettore: sono loro le prime classificate nella categoria video con "Good Morning"
Elisa Cabras e Cristina Casu premiate dal Rettore: sono loro le prime classificate nella categoria video con "Good Morning"
GUARDA IL VIDEO VINCITORE DELLA CATEGORIA VIDEO, "GOOD MORNING"

Tutti i premi e i riconoscimenti, con le menzioni speciali

Nella categoria video la giuria ha assegnato il primo premio a “Good Morning” di Elisa Cabras e Cristina Casu, e il secondo a “Cactus Girl” di Silvia Atzeni e Elisa Meloni. La categoria elaborati giornalistici ha invece visto sul primo gradino del podio Carla Boasso con l’articolo “La vera impresa? Essere donna”, e sul secondo Sara Congia e Martina Sanna con “Il diritto di essere mediocri”.

Il primo premio social è andato al video “CaRiCa”, realizzato da Carlotta Marina Adina Calamida, Riccardo Cara e Carla Carboni, che ha totalizzato 1391 like, mentre il secondo sarebbe andato a “Good Morning”, ma non essendo cumulabili i vari riconoscimenti, il premio è andato a “Fight for women rights” di Isabella Cabiddu e Sara Puddu.

 

Il Magnifico premia Silvia Atzeni e Elisa Meloni: è loro il filmato secondo classificato nella categoria video, "Cactus Girl"
Il Magnifico premia Silvia Atzeni e Elisa Meloni: è loro il filmato secondo classificato nella categoria video, "Cactus Girl"
GUARDA IL VIDEO SECONDO CLASSIFICATO DELLA CATEGORIA VIDEO, "CACTUS GIRL"

Quindi le menzioni speciali: Simone Paderi, con “L’abbraccio” ha ottenuto quella nella categoria video, mentre per gli elaborati giornalistici la menzione speciale della giuria di esperti è stata assegnata all’articolo di Paolo Montis e Silvia Spano, per “La rivincita della femminilità senza rimorsi”.

I complimenti del Rettore e del Prorettore vicario a Simone Paderi: suo il video "L'abbraccio" che ha ottenuto la menzione speciale
I complimenti del Rettore e del Prorettore vicario a Simone Paderi: suo il video "L'abbraccio" che ha ottenuto la menzione speciale
GUARDA IL VIDEO CHE HA VINTO LA CATEGORIA SOCIAL, "MIA"

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di giovedì 20 giugno 2019
Cagliari (Pagina 18 - Edizione CA)
Rispetto della donna, i premi
UNIVERSITÀ. Un concorso per gli studenti

Sono stati proclamati i vincitori di “Il bello e la sfida di essere donna”, il percorso multidisciplinare dell'Università per promuovere tra gli studenti la cultura del rispetto e della valorizzazione della figura femminile. Distribuito tra i vincitori un montepremi di quattromila euro.
Nella categoria video la giuria ha assegnato il primo premio (mille euro) a “Good morning”, di Elisa Cabras e Cristina Casu. Il secondo (cinquecento euro) a “Cactus girl”, di Silvia Atzeni ed Elisa Meloni. Per gli elaborati giornalistici, primo premio a Carla Boasso, secondo a Sara Congia e Martina Sanna. Primo premio social per Carlotta Marina Adina Calamida, Riccardo Cara e Carla Carboni, seconde Isabella Cabiddu e Sara Puddu per “Fight for women rights”. I premi sono stati consegnati dalla rettrice, Maria Del Zompo.

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

L’UNIONE SARDA di domenica 16 giugno 2019
Agenda (Pagina 33 - Edizione CA)
All'università parole e video degli studenti
“Il bello e la sfida di essere donna”
CONCORSO. Martedì pomeriggio le premiazioni

Cosa significa essere donna? Quali difficoltà comporta l'appartenenza di genere nella realizzazione delle proprie aspirazioni e nella crescita professionale?
Per rispondere in maniera adeguata potrebbe essere d'aiuto guardare i video “Good morning” realizzati da Elisa Cabras e Cristina Casu (alias Sos Colores) e “Cactus girl” di Silvia Atzeni ed Elisa Meloni, oppure leggere gli elaborati “La vera impresa? Essere donna. Quella di genere non è l'unica discriminazione subita dalle donne. Lo dimostra la storia di un'imprenditrice etiope trapiantata in Trentino”, di Carla Boasso, e “Il diritto di essere mediocri. I seminari a tema donna, nell'Aula Magna del Rettorato di Cagliari affrontano nuovamente la (dis)parità di genere” di Sara Congia e Martina Sanna.
Sono i lavori che hanno vinto “Il bello e la sfida di essere donna”, percorso multidisciplinare e concorso indetti dall'ateneo con l'obiettivo di valorizzare la figura femminile, promuovere il rispetto nei suoi confronti e premiare la creazione e la diffusione di video ed elaborati giornalistici sul suo ruolo nella società.
Potevano partecipare gli studenti regolarmente iscritti ai corsi di studio dell'ateneo cagliaritano (laurea, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico, dottorato, specializzazione, master) 2018/2019, in corso o fuori corso, e gli studenti Erasmus attualmente ospiti di UniCa.
Nei mesi scorsi, gli 84 studenti che hanno raccolto la sfida hanno frequentato tre seminari e una tavola rotonda sull'argomento, quindi hanno realizzato un video o composto un elaborato scritto in stile giornalistico sul tema. A esaminarli è stata una giuria tecnica composta dalle giornaliste Roberta Celot e Miriam Mauti e dal docente Massimo Tria: i primi classificati, sia per la categoria “video” sia per la categoria “elaborato giornalistico”, vincono mille euro, i secondi 500.
Martedì, alle 16, nell'aula magna del Palazzo del Rettorato, si terrà la cerimonia di premiazione: sarà la rettrice Maria Del Zompo a consegnare i premi in denaro ai primi classificati.
Saranno assegnati anche due premi “social”: la classifica, in questo caso, è stata stilata in base al numero di like ottenuti dai video sulla pagina del concorso. L'autore di quello più votato vince 700 euro, il secondo 300.

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

Link

Ultime notizie

16 luglio 2019

Gestione intelligente dell’energia elettrica

Il Diee ospita l’incontro del progetto Semi. Ai lavori, con gli specialisti dell’ateneo guidati da Sara Sulis, prendono parte i referenti di Sardegna ricerche e i delegati delle nove aziende isolane coinvolte

11 luglio 2019

Trajos: Making Music in Sardinia Today

Etnomusicologia, un progetto multimediale co-prodotto dal Labimus del Dipartimento di Lettere Lingue e Beni Culturali al meeting della più importante società scientifica mondiale del settore che si terrà a Bangkok Chulalongkorn University

11 luglio 2019

Al centro c'è lo studente

Iscrizioni aperte dal 16 luglio. L’offerta formativa per l’Anno Accademico 2019/2020: sono 81 i corsi di laurea attivati, aumentano i double degree (corsi che rilasciano un doppio titolo), aumentano gli immatricolati (+9.52% sulle lauree triennali e a ciclo unico, +25% sulle magistrali). Il Prorettore vicario Francesco Mola: “Intorno ai corsi di laurea c’è una vera infrastruttura costituita dai servizi agli studenti. No a barriere di ingresso". Il Prorettore alla Didattica Ignazio Putzu: "Non interventi spot, ma una strategia complessiva", il Direttore Generale Aldo Urru: "Supportiamo il diritto allo studio con oltre 27 milioni di euro e tasse tra le più basse d’Italia". Il resoconto e le immagini dell'incontro con la stampa, con la RASSEGNA STAMPA e i servizi dei TG

Questionario e social

Condividi su: