UniCa UniCa News Notizie Cus Cagliari, Marco Meloni presidente fino al 2022

Cus Cagliari, Marco Meloni presidente fino al 2022

L’assemblea del sodalizio sportivo dell’Università di Cagliari ha riconfermato il dirigente per il prossimo quadriennio. La cordata guidata da Stefano Arrica ha ritirato le candidature. I lavori sono stati presieduti dal pro rettore vicario, Francesco Mola: “In bocca al lupo, ragazzi!”
17 aprile 2019
Cagliari. Vista aerea della cittadella sportiva di Sa Duchessa, inserita nel popoloso quartiere di Is Mirrionios

Si apre il mandato di gestione per il quadriennio 2019/2022

Mario Frongia

Venerdì 12 aprile, nella sala conferenze della Cittadella sportiva di Sa Duchessa, Marco Meloni è stato confermato alla presidenza del Cus Cagliari per il quadriennio 2019/22. Avvocato e ricercatore, classe 1971, è stato votato dall’assemblea dei soci del Centro sportivo dell’ateneo di Cagliari durante l’assemblea elettiva. Ai lavori ha dato un contributo ad alto valore aggiunto il procuratore aggiunto della Procura del capoluogo, Paolo De Angelis. Il magistrato, socio del Cus,  ha rappresentato la Commissione verifica poteri, confermato la validità della seduta, proposto il presidente dell’assemblea elettiva, letto le schede e i risultati provenienti dal seggio. Ovvero, è stato garante dell’insieme delle procedure di voto.

Magistrato, procuratore aggiunto a Cagliari, Paolo De Angelis è stato tennista e schermidore per i colori del Cus Cagliari
Magistrato, procuratore aggiunto a Cagliari, Paolo De Angelis è stato tennista e schermidore per i colori del Cus Cagliari

Sport, cultura e confronto di passi passo con una formazione avanzata e inclusiva

L’assemblea è stata presieduta da Francesco Mola, prorettore vicario dell’università di Cagliari con delega allo sport. “Il ruolo, la tradizione, le esperienze culturali e sportive maturate nel tempo e portate avanti in questi anni dal Cus Cagliari, fanno sì - ha precisato il professor Mola - che le attività del Centro sportivo abbiano per l’ateneo un rilievo che va oltre le performance e i risultati agonistici. Il confronto, la competizione, il saper gestire le sconfitte e i momenti di tensione agonistica e organizzativa, ma anche l’inclusione e la condivisione, sono il sale della maturazione di una collettività sana, innovativa e leale. Sport e formazione avanzata, gare, lezioni ed esami vanno di pari passo con lo svago. E ricordate che se gli uomini passano, le istituzioni rimangono. Ed è per questo che dobbiamo batterci assieme e difenderle per il futuro degli studenti, con le regole, il buon senso e l’obiettività. Siamo al vostro fianco. In bocca al lupo!”. Il cattedratico ha espresso agli eletti anche le felicitazioni del rettore, Maria Del Zompo.

 

Francesco Mola, ordinario di Statistica, ha diretto anche il dipartimento di Scienze economiche e aziendali, è sportivo e appassionato di calcio
Francesco Mola, ordinario di Statistica, ha diretto anche il dipartimento di Scienze economiche e aziendali, è sportivo e appassionato di calcio

La squadra di Marco Meloni alla guida del Centro universitario sportivo

Marco Meloni è stato eletto presidente del Cus per la prima volta nel novembre del 2016. In quest’ultima tornata elettorale ha ottenuto 39 voti su 42 votanti, con 47 soci presenti all’assemblea. Tre sono stati gli astenuti. Stefano Arrica, già sconfitto da Meloni nel 2016, ha ritirato la propria candidatura prima dell’inizio della votazione. Entrano a far parte del Consiglio direttivo Bruno Anedda, Manuela Caddeo, Walter Cesaracciu, Stefano Demontis, Francesco De Simone, Matteo Marcelli e Yuri Marcialis. Per il Collegio dei revisori sono stati eletti Alessandro Spano, Sandro Daga e Stefano Zorco.
 

Marco Meloni. Per la prima volta presidente del Cus Cagliari nel 2016, ha avuto 39 voti su 42
Marco Meloni. Per la prima volta presidente del Cus Cagliari nel 2016, ha avuto 39 voti su 42

Percorso di crescita strutturale, sociale e agonistica. Un Cus, tra Cagliari e Monserrato, dinamico e propositivo al servizio della popolazione universitaria

“Negli ultimi trenta mesi il Cus Cagliari è rinato. Siamo usciti dall’emergenza e abbiamo avviato un profondo risanamento anche finanziario, rimettendo al centro gli studenti, gli atleti e aprendo le porte a tutti i cittadini per promuovere il benessere fisico e dunque la salute pubblica. Ora - ha detto Marco Meloni - abbiamo quattro anni per proseguire sulla strada tracciata e fare un grande salto di qualità. Il nostro progetto - da realizzare con l’ateneo, l’Ersu, alla Regione, al Comune e alla Città metropolitana di Cagliari - punta su un Master plan per modernizzare la Cittadella sportiva Sa Duchessa e creare un polo sportivo anche a Monserrato, sui settori giovanili, la scuola e gli studenti-atleti, e sugli eventi sportivi e culturali. Dimostreremo che - ha concluso il presidente - sport, istruzione e salute sono connessi e possono portare a migliori risultati anche nello sport agonistico e di vertice”.

Cagliari. Una fase dei lavori assembleari del 12 aprile scorso
Cagliari. Una fase dei lavori assembleari del 12 aprile scorso

Ultime notizie

14 giugno 2019

Turbine a gas, in ateneo uno dei guru della Rolls Royce

Shahrokh Shahpar è a capo del gruppo di modellazione e simulazione numerica della prestigiosa azienda motoristica inglese. Lo specialista tiene un seminario e una serie di lezioni a studenti e dottorandi di Ingegneria meccanica e industriale

14 giugno 2019

Il bello e la sfida di essere donna, le premiazioni

Sarà il Rettore Maria Del Zompo a congratularsi con i vincitori delle varie categorie del percorso/concorso multidisciplinare organizzato dall'Ateneo per promuovere tra gli studenti il rispetto e la valorizzazione della figura femminile e premiare la creazione e la diffusione di video ed elaborati giornalistici sul tema. Martedì 18 giugno dalle 16 nell'Aula magna del Rettorato la cerimonia e la consegna dei riconoscimenti in denaro

13 giugno 2019

Anna Laura Sanna al prestigioso San Gemini Preservation Studies

Neo ingegnere chimico laureatosi nella facoltà di piazza D'Armi, ha superato le rigorose selezioni per accedere al programma di fama mondiale su temi e metodologie inerenti i beni culturali. “Un risultato di pregio anche per la nostra Università” dice Francesco Delogu

Questionario e social

Condividi su: