UniCa UniCa News Notizie Tumore al pancreas, nuove prospettive di ricerca

Tumore al pancreas, nuove prospettive di ricerca

“Cancer Cell” pubblica i risultati degli esperimenti condotti a Madrid dall’équipe guidata da Mariano Barbacid. Allo studio ha contribuito Lavinia Cabras, dottoranda in Medicina Molecolare e Traslazionale del gruppo di ricerca di Amedeo Columbano, docente di Patologia di UniCa
15 aprile 2019
Lavinia Cabras

Sergio Nuvoli

Cagliari, 15 aprile 2019 - Lavinia Cabras, ricercatrice afferente all’Unità di Oncologia e Patologia Molecolare diretta dal docente di Patologia generale Amedeo Columbano, ha contribuito durante il suo stage a Madrid ad uno studio svoltosi al Centro Nazionale per la Ricerca sul Cancro (CNIO) della capitale spagnola.

Si tratta di una ricerca definita estremamente promettente dal professor Columbano che, in futuro, potrebbe contribuire a migliorare la prognosi del tumore del pancreas, uno dei più aggressivi e temuti: sebbene non sia molto frequente (circa il 2% di tutti i tipi di cancro), esso risulta infatti essere uno dei più letali, con la stragrande maggioranza dei pazienti che non sopravvive oltre 5 anni dalla diagnosi.

Lavinia Cabras, dottoranda in Medicina Molecolare e Traslazionale
Lavinia Cabras, dottoranda in Medicina Molecolare e Traslazionale

I risultati degli esperimenti condotti a Madrid dall’equipe guidata da Mariano Barbacid e pubblicati sulla prestigiosa rivista “Cancer Cell” hanno dimostrato la remissione di adenocarcinomi duttali del pancreas, in modelli animali, grazie alla inibizione contemporanea di due delle vie molecolari più frequentemente utilizzate dalle cellule tumorali per la loro proliferazione, il recettore del fattore di crescita epidermico (EGFR) e la chinasi c-RAF. “E’ importante ‘stressare’ il fatto che è la prima volta che in modelli animali di carcinoma del pancreas – spiega il prof. Columbano - si osserva una completa regressione del tumore”.

Questi risultati si inseriscono nello specifico ambito della medicina di precisione. Sebbene l’applicazione clinica sia ancora di là da venire, essi aprono la via per il futuro sviluppo di terapie mirate su pazienti affetti da adenocarcinoma duttale.

Amedeo Columbano, docente di Patologia generale
Amedeo Columbano, docente di Patologia generale

Ultime notizie

21 aprile 2019

BUONA PASQUA 2019

Gli auguri del Magnifico Rettore Maria Del Zompo per le festività pasquali accompagnati dall'immagine di un'opera dell'artista cagliaritano Raffaele Aruj custodita nella Mostra Piloni

20 aprile 2019

Università di Cagliari, ora è boom di iscritti

Aumenta dell’11% il numero totale degli studenti. Balzo in avanti delle lauree magistrali, che fanno registrare un ottimo +25%. La soddisfazione del Rettore: “E’ il risultato delle politiche gli ultimi 4 anni: abbiamo fatto conoscere di più e meglio i nostri corsi di laurea, investendo sulla qualità di quelli magistrali. Ora c’è più attenzione al mondo del lavoro, e premi di merito per chi continua a studiare da noi”

18 aprile 2019

Alla Cittadella dei Musei il primo libro di Camillo Golgi

Le telecamere della RAI all'interno delle sale dove è esposto Il prezioso volume, scritto dal primo scienziato italiano insignito con il Premio Nobel, che fa parte della collezione di rari testi scientifici donati da Giuseppe Sterzi (fino al 1919 direttore dell’istituto anatomico) all’Università di Cagliari. L’esposizione, organizzata dal professor Alessandro Riva e inaugurata dal Rettore, è visitabile fino al 30 aprile. Resoconto, GALLERIA FOTOGRAFICA, RASSEGNA STAMPA e VIDEOPITCH con i servizi andati in onda nel TG della RAI

18 aprile 2019

Ricerca, la radiologia dell’ateneo su Lancet neurology

La prestigiosa rivista ospita il lavoro sulla prevenzione dello stroke ischemico che ha per prima firma Luca Saba: “Abbiamo definito le strategie e le potenzialità che determinano la vulnerabilità della placca carotidea”

Questionario e social

Condividi su: