UniCa UniCa News Notizie Cresce l'intesa con il Geoparco

Cresce l'intesa con il Geoparco

Il Rettore dell’Università di Cagliari a Monteponi per incontrare la comunità del Parco Geominerario: “L’Ateneo è pronto a fare la sua parte per lo sviluppo del territorio, mettiamoci insieme per fare sistema”. Invito subito raccolto dai numerosi primi cittadini presenti, che hanno manifestato la necessità di collaborare con i centri di ricerca e i dipartimenti dell'Ateneo su numerosi temi. VIDEO
13 marzo 2019
Il Rettore Maria Del Zompo tra il Presidente del Parco, Tarcisio Agus, e il sindaco di Iglesias, Mauro Usai

Sergio Nuvoli

Cagliari, 13 marzo 2019 - Il Rettore dell’Università degli Studi di Cagliari, Maria Del Zompo, ha partecipato ieri pomeriggio alla riunione dei componenti della Comunità del Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna, per rispondere all’invito formulato dal Presidente Tarcisio Agus in occasione della recente firma dell’Accordo quadro tra i due enti. Presenti numerosi sindaci (tra i quali i primi cittadini di Iglesias, Masainas, Fluminimaggiore, Villamassargia, che sono intervenuti al dialogo, con diversi assessori) alla riunione nella Palazzina Bellavista hanno partecipato anche il Prorettore vicario Francesco Mola e Giovanni De Giudici, docente delegato dell’Ateneo nell’assemblea del Parco.

Un forte invito alla collaborazione è arrivato subito, fin dall’apertura dell’incontro, dal Magnifico alla comunità del Parco geominerario: “Insieme si produce valore – ha detto - Cerchiamo di fare sistema, valorizziamo ciò che abbiamo. Ognuno deve fare la propria parte mettendola a disposizione degli altri. Noi siamo pronti a lavorare insieme per questo territorio, se c’è la giusta determinazione e la condivisione degli obiettivi. È la base della crescita”. La prof.ssa ha poi citato le realtà del Contamination Lab e del CREA UniCa, i due centri dell’Ateneo che lavorano sulla creazione e sulla diffusione della cultura imprenditoriale: “Abbiamo molti strumenti da mettere a disposizione del territorio”, ha assicurato il Magnifico. Invito subito raccolto dai presenti: in un successivo incontro i sindaci della comunità del Geoparco (che raduna più di 80 comuni, non solo del Sulcis) proporranno all’Ateneo progetti cantierabili in modo da valutare nel concreto le collaborazioni attivabili nell’ottica di un progetto unitario di sviluppo del territorio.

In prima fila, il Prorettore Mola e il prof. De Giudici
In prima fila, il Prorettore Mola e il prof. De Giudici
Guarda una parte dell'intervento del Rettore Maria Del Zompo

“È il territorio che dice di cosa ha bisogno su progetti ben definiti. L’obiettivo finale è rimettere in gioco percorsi virtuosi per lo sviluppo”, ha aggiunto il Rettore.

L’intervento del Magnifico all’incontro di oggi si inquadra nella volontà dell’Ateneo di rafforzare il rapporto con il territorio per valutare come mettere a disposizione il proprio know-how e le proprie competenze nell’ottica di una sinergia sempre più forte, auspicabile anche tra zone diverse della nostra regione.

Su proposta del Presidente del Parco Geominerario, del Sindaco di Gonnesa e del coordinatore del progetto Pierluigi Carta, il Rettore ha quindi visitato il Villaggio Normann, poco distante da Monteponi.

Al Villaggio Normann, davanti a Villa Stefani
Al Villaggio Normann, davanti a Villa Stefani

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di mercoledì 13 marzo 2019
Sulcis Iglesiente (Pagina 31 - Edizione CA)
Iglesias
Il rettore in visita al Geoparco

«L'ateneo è pronto a fare la sua parte per lo sviluppo del territorio, mettiamoci insieme per fare sistema». È l'auspicio di Maria Del Zompo, rettore dell'Università di Cagliari, durante un incontro con la comunità del Parco geominerario che si è svolto a Iglesias.
Alla riunione nella Palazzina Bellavista hanno partecipato anche il Prorettore vicario Francesco Mola e il professor Giovanni De Giudici, delegato nell'assemblea del Parco. «Insieme si produce valore - ha detto Maria Del Zompo - cerchiamo di fare sistema, valorizziamo ciò che abbiamo. Ognuno deve fare la propria parte mettendola a disposizione degli altri. Noi siamo pronti a lavorare insieme per questo territorio, se c'è la giusta determinazione e la condivisione degli obiettivi. È la base della crescita».
Il Rettore ha inoltre affermato che l'Università possiede molti strumenti da mettere a disposizione del territorio.
Tra breve ci sarà anche un incontro con sindaco che proporranno all'Ateneo progetti cantierabili
Su proposta del presidente del Parco geominerario, del Sindaco di Gonnesa e del coordinatore del progetto Pierluigi Carta, il rettore ha visitato il Villaggio Normann. (c. s.)

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

Link

Ultime notizie

18 giugno 2019

Medicina batte tutti e si aggiudica AteneiKa 2019

Gradino più alto del podio per la facoltà presieduta da Gabriele Finco. Piazza d’onore per Studi umanistici, terzo posto per Scienze economiche, giuridiche e politiche. Bronzo nel tennis per il team del personale dell’ateneo. “Confermata la forte interazione tra Università e città. Complimenti per i partecipanti ma sono particolarmente orgogliosa per il successo della mia facoltà” dice il rettore Maria Del Zompo

18 giugno 2019

SardiniaChem2019

Una giornata dedicata al mondo della chimica: dalle 9 di venerdì 21 giugno all’Università di Sassari l’evento - organizzato dalla Sezione Sardegna della Società Chimica Italiana con il patrocinio dell'Università di Sassari, dell'Università di Cagliari e dell’Istituto di Chimica Biomolecolare del CNR - che promuove lo studio della chimica e delle sue molteplici applicazioni

18 giugno 2019

Indagare il passato

Da venerdì 21 giugno nell’Aula Roberto Coroneo della Cittadella dei Musei due giornate di studi di Preistoria e Protostoria in onore di Enrico Atzeni, per celebrare l’eccezionale impegno scientifico e didattico dello studioso assistente di Giovanni Lilliu. Il prof. Atzeni ha da poco compiuto 91 anni e parteciperà ai lavori: fondamentale il suo contributo al processo di riorganizzazione e sistematizzazione delle conoscenze sulla preistoria della Sardegna

18 giugno 2019

Nuovi approcci per la valutazione dell’ambiente marino

RICERCA SCIENTIFICA. Nel pomeriggio di giovedì 20 giugno riuniti in Cittadella dei Musei i partner di SEDRIPORT (Sedimenti, dragaggi e rischi portuali) e MONITOOL (New tools for water quality monitoring), due importanti progetti internazionali di ricerca coordinati da Marco Schintu, docente al Dipartimento di Scienze mediche e Sanità pubblica

Questionario e social

Condividi su: