UniCa UniCa News Notizie Intelligenza artificiale, l'Università di Cagliari ospita quindici giovani ricercatori stranieri

Intelligenza artificiale, l'Università di Cagliari ospita quindici giovani ricercatori stranieri

Con un finanziamento di 63mila euro della Fondazione Acri, gli studiosi prenderanno parte alla conferenza internazionale curata dal Dipartimento di matematica e informatica che si terrà a giugno in città. “L’ateneo si conferma centrale nella creazione di un ecosistema di innovazione tecnologica di profilo mondiale” dice il pro rettore Micaela Morelli
25 febbraio 2019
Cagliari. Ricercatori, borsisti e dottorandi che hanno collaborato al Dmi. Da sinistra, Flavia Murru, Federica Muceli, Mattia Atzeni, Mattia Setzu, Andrea Medda, Maurizio Atzori, Livio Pompianu, Emanuele Mameli e Andrea Dessi

Il Dipartimento di matematica e informatica è capofila del progetto che coinvolge sette accademie italiane

Mario Frongia
 

La Fondazione Acri (ente che associa varie Fondazioni bancarie, inclusa la Fondazione di Sardegna) ha finanziato con 63mila euro la presenza di quindici giovani ricercatori alla seconda edizione della conferenza internazionale Ieee-Aike 2019 su “Artificial intelligence and knowledge engineering” che si svolgerà a Cagliari dal 3 al 5 giugno. Organizzata dal Dipartimento di matematica e informatica (Dmi), diretto da Stefano Montaldo, l'iniziativa metterà in luce i lavori presentati dal pool di promettenti studiosi provenienti da mezzo mondo. Dei magnifici quindici, due parteciperanno per un mese al programma di studi con i ricercatori del Dmi. L'ateneo di Cagliari è capofila del progetto che associa i dipartimenti di altre strutture di pregio quali Politecnico di Milano, Istituto Icar-Cnr e le Università Roma La Sapienza, Brescia, Genova, Bolzano e Roma 3.

 

Cagliari. Aula-laboratorio del Dipartimento di matematica e informatica al Palazzo delle scienze in via
Cagliari. Aula-laboratorio del Dipartimento di matematica e informatica al Palazzo delle scienze in via

L'Università del capoluogo ai vertici del gotha impegnato sulle frontiere dell'Intelligenza artificiale

“Nella graduatoria nazionale la nostra Università si è posizionata nella fascia medio-alta. Solo due istituti, Bologna e Firenze, hanno ottenuto un punteggio maggiore nei finanziamenti della Fondazione Acri. Siamo orgogliosi, il successo del progetto è dovuto - dice Maurizio Atzori, docente al Dmi e leader del team - al lavoro di squadra. Ringrazio il pro rettore Micaela Morelli, il nostro direttore, Stefano Montaldo e la segreteria del dipartimento che ci ha supportato con passione, contribuendo in maniera determinante al raggiungimento di questi risultati”. La professoressa Morelli, delegata alla Ricerca scientifica, precisa: “L’ateneo si conferma centrale nella creazione di un ecosistema di innovazione tecnologica di profilo mondiale. I lavori e le attività che coinvolgeranno questi promettenti giovani ricercatori stranieri, sono linfa pregiata per la scienza e per l’ateneo di Cagliari”.

 

Maurizio Atzori, durante l'intervento all'Ieee Aike 2018 tenutasi in California
Maurizio Atzori, durante l'intervento all'Ieee Aike 2018 tenutasi in California

Conferenza, ateneo e futuro. Scenario con prospettive e sviluppi senza fine

La seconda edizione della conferenza internazionale Ieee Aike (Artificial intelligence and knowledge engineering) 2019, verte su ricerche e studi sull'Intelligenza artificiale. Sponsorizzato dall'Ieee (Institute of electrical and electronic engineers), metterà al fianco ricercatori provenienti da mezzo mondo. "L'Aike è una comunità internazionale di studiosi impegnati su un tema, l’Intelligenza artificiale, che in pochi anni cambierà tantissimi aspetti della nostra vita” aggiunge il professor Atzori, recente vincitore del Google faculty research award. In breve, un comparto in forte evoluzione con l’Università di Cagliari particolarmente attiva con relazioni e collaborazioni incrociate  più performance elevate di didattica, formazione avanzata e ricerca.

 

Laguna Hills (Usa). Foto di gruppo per l'Ieee-Aike conference 2018
Laguna Hills (Usa). Foto di gruppo per l'Ieee-Aike conference 2018

Dipartimento di matematica e informatica: attività, iniziative, studi e risorse locali di pregio

Aike e Intelligenza artificiale, ma non è tutto. Il Dipartimento di matematica e informatica, che afferisce alla facoltà di Scienze, ha in corso varie altre iniziative. "Il Dmi vede riconosciuto il prestigio internazionale in vari campi della matematica e dell'informatica dei suoi ricercatori. Nel giro di un anno ospiteremo anche la conferenza mondiale sul cubo di Rubik e la Matematica che ruota attorno alle sue facce organizzato da Andrea Loi, l’incontro internazionale “Equazioni differenziali in analisi e fisica matematica” curato da Francesco Demontis, la conferenza internazionale “Recent advances in scientific computation” coordinata da Giuseppe Rodriguez. Inoltre, curiamo con Davide Spano l’evento Acm-Iui su "Interfacce utenti intelligenti". Un appuntamento - precisa il professor Montaldo - tenutosi prima in California, che si terrà da noi nel 2020". L’anno scorso, per stare ai risultati certificati di recente, Mattia Atzeni, originario di Selargius, classe ’94, ha ottenuto, con il professor Atzori, il Best paper award 2018 alla Conferenza Aikee tenutasi a settembre a Laguna Hills, in California.

INFORMAZIONI. ieee-aike.org/2019; acri.it, dmi.unica.it

 

Stefano Montaldo. Lo studioso dirige il Dipartimento di matematica e informatica dell'ateneo di Cagliari
Stefano Montaldo. Lo studioso dirige il Dipartimento di matematica e informatica dell'ateneo di Cagliari

Ultime notizie

04 luglio 2022

UniCa4Ukraine, conclusi i corsi di italiano

Venti cittadine ucraine hanno seguito le lezioni tenute da studentesse e studenti dei corsi di laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed americane, Traduzione specialistica dei testi e in Filologie e letterature classiche e moderne. Nei giorni scorsi la consegna degli attestati di partecipazione

30 giugno 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 giugno 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

Questionario e social

Condividi su: