UniCa UniCa News Notizie UniCa a Santiago de Compostela

UniCa a Santiago de Compostela

Presentata nei giorni scorsi la traduzione del libro "Elías Valiña. El valedor del Camino (1959-1989)", curata da Daniela Zizi, docente alla Facoltà di Studi umanistici, e dagli allievi del suo corso tenuto nella Magistrale in Traduzione specialistica dei testi. La notizia rilanciata dalla stampa spagnola
11 febbraio 2019
Foto di gruppo per Daniela Zizi e gli studenti del corso tenuto in Studi umanistici al Santuario di O Cebreiro

di Sergio Nuvoli

Cagliari, 11 febbraio 2019 – E’ stata presentata a Santiago de Compostela la traduzione dallo spagnolo all'italiano del libro di Luís Celeiro Elías Valiña. El valedor del Camino (1959-1989). La traduzione italiana del libro che narra la biografia di Elías - sacerdote di O Cebreiro promotore del Cammino di Santiago e che è conosciuto per aver inventato la famosa freccia gialla che indica il Cammino ai pellegrini - è stata realizzata grazie ad un progetto ideato e sviluppato da Daniela Zizi, docente di Lingua e Traduzione Spagnola alla Facoltà di Studi Umanistici dell’Università di Cagliari, durante il corso di Traduzione Spagnola 1 della Laurea Magistrale in Traduzione Specialistica dei Testi.

Un'immagine della presentazione del volume
Un'immagine della presentazione del volume

Il libro, pubblicato dalla Asociación de Periodistas y Estudiosos del Camino de Santiago (APECSA) e dalla casa editrice Bolanda, è stato presentato il 5 e 6 febbraio nel Museo de las Peregrinaciones di Santiago de Compostela e nel santuario di O Cebreiro, borgo della provincia di Lugo.

Alla presentazione, assieme alla docente e agli studenti sardi autori della traduzione, hanno partecipato l'autore del libro, giornalista e director de Comunicación dell'Università di Santiago; Benedict Buono, direttore del Dipartimento di Filoloxía Clásica, Francesa e Italiana dell'Università di Santiago; Xosé Mª García Palmeiro, direttore dell' APECSA e Valentín García, segretario generale di Política Lingüística della Xunta de Galicia.

Questi i nomi delle studentesse e dello studente coinvolti nel lavoro di traduzione: Alba Manuela Aramu, Alessandra Massei, Alessandra Mattana, Felice Cuboni, Francesca Soddu, Giada Atzeni, Giulia Carboni, Karen Garau, Laura Milia, Maria Delia Barrili, Martina Pani, Paola Cherchi e Maura Piras.

Un'altra bella immagine di gruppo a Santiago de Compostela: il gruppo all'ingresso del Rettorato
Un'altra bella immagine di gruppo a Santiago de Compostela: il gruppo all'ingresso del Rettorato

L'evento ha suscitato grande interesse istituzionale e mediatico e fornisce l’occasione per collegare il culto internazionale per l’apostolo Santiago alla venerazione che per lui esiste in molti comuni della Sardegna.

Poco prima della presentazione del volume
Poco prima della presentazione del volume

Link

Ultime notizie

20 ottobre 2021

L’Università di Cagliari accoglie altri due studenti di origine eritrea

UNICORE 3.0. Tiegisti e Nahom sono arrivati dall’Etiopia per seguire i corsi di UniCA grazie al progetto «University Corridors for Refugees» promosso dall’Agenzia Onu UNHCR e sostenuto in città dalla Caritas diocesana e dal College universitario Sant’Efisio di Cagliari, che collaborano con il nostro ateneo. Ieri la conferenza stampa presieduta dall’arcivescovo, monsignor Giuseppe Baturi, e dalla prorettrice all’internazionalizzazione, Alessandra Carucci

20 ottobre 2021

Giornate Deleddiane, al via la tre giorni di iniziative

Aperte con l'intervento del Rettore Francesco Mola le manifestazioni organizzate dall'Università degli Studi di Cagliari, l'Istituto Superiore Regionale Etnografico e l'Università di Sassari per celebrare la scrittrice premio Nobel a 150 anni dalla nascita. "È un’iniziativa importante, che coinvolge i due Atenei e le scuole. Portare l’università fuori dall’università vuol dire accogliere la più grande parte del sapere: è uno sforzo che dobbiamo e vogliamo fare anche con Università di Sassari, tanto più dopo l’esperienza drammatica che abbiamo vissuto" queste le parole del Magnifico

Questionario e social

Condividi su: