UniCa UniCa News Notizie Il ricordo, la memoria

Il ricordo, la memoria

Addio a Joseph Buttigieg, fra i primi Visiting Professor del nostro Ateneo, periodicamente animava la Gramsci International Summer School a Ghilarza. Un ricordo firmato da Mauro Pala
30 gennaio 2019
Joseph Buttigieg

Amava la Sardegna, Joseph (Jo per gli amici) Buttigieg, in parte perché, in quanto maltese, si identificava nelle comuni radici mediterranee, ma anche perché vedeva nelle origini isolane un punto di forza per il suo lavoro. «gli isolani» – mi disse un giorno – «sono naturalmente costretti a confrontarsi con influenze esterne, che si manifestano nella storia sotto forma di mercanti, invasori, migranti di ogni genere: questo fenomeno acuisce la loro percezione dell’altro, costringendoli a rinegoziare di continuo la loro posizione nel mondo».

Formatosi a Malta e in Inghilterra prima di trasferirsi negli Stati Uniti, Joseph Buttigieg ha insegnato come Kienan Professor di Letteratura Inglese e letterature comparate presso la prestigiosa University of Notre Dame (Indiana): studioso versatile e poliglotta, Buttigieg è stato, anche grazie al suo perfetto Italiano, uno dei maggiori esperti a livello mondiale del pensiero di Antonio Gramsci, e della sua ricezione nel mondo.

Riscontrava quella summenzionata perspicacia isolana anche negli scritti del pensatore di Ales, nella teoria politica incentrata sugli equilibri instabili dell’egemonia, e, coerentemente, fu tra i primi a suggerire di leggere le lettere di Gramsci, testimonianza della sfera privata, in parallelo con l’elaborazione teorica de I Quaderni. Consapevole delle sue competenze, Edward Said gli affidò la traduzione integrale dei Quaderni del carcere, opera ancora in corso presso la Columbia University Press.

Fu tra i fondatori statunitensi della International Gramsci Society, che riunisce gli studiosi ed appassionati di Gramsci nel mondo, e ne fu segretario prima e direttore poi.  Oltre ad animare periodicamente la Gramsci International Summer School a Ghilarza, Joseph Buttigieg è stato fra i primi Visiting Professor del nostro ateneo, ed i suoi studenti ricordano ancora con entusiasmo il clima costruttivo di dibattito interdisciplinare di quegli incontri, condotti nello spirito della tradizione anglosassone che incoraggia il confronto fra docente e allievi. Ha partecipato attivamente alla ricerca “Minori e minoranze” coordinata dal Prof. Giuseppe Marci, e sua è la prefazione agli scritti di un altro grande studioso di Gramsci e uomo politico sardo, Umberto Cardia.

I meriti accademici non rendono però giustizia alla persona: cortesia, intelligenza, generosità, il tutto condito da una sagace dose di ironia, facevano di Jo Buttigieg un collega raro e un amico sincero. Lo ricorderemo con affetto.
Mauro Pala

Ultime notizie

21 maggio 2019

UNIONE EUROPEA. Oggi la giornata formativa per docenti scolastici

Martedì 21 maggio nell'Aula magna 'Maria Lai' dell'Università di Cagliari, in via Nicolodi 102. Sessione mattutina aperta dal Magnifico rettore con Vito Borrelli, Marco Iezzi e Francesco Feliziani. È necessario iscriversi attraverso la piattaforma SOFIA (iniziativa formativa ID 30281)

21 maggio 2019

"Un popolo cresce grazie alla bellezza dell’arte"

Forte richiamo del Rettore Maria Del Zompo in Aula magna durante l’incontro con Paolo Zucca e Roberta Aloisio su “L’uomo che comprò la luna”: tutto l’orgoglio di un ateneo multidisciplinare, che – accanto alle altre discipline – ha voluto fortemente attivare anche il corso di laurea magistrale in Scienze della produzione multimediale

21 maggio 2019

CLab 2019, a Sardegna Uno Tv le immagini del trionfo di Bacfarm al Teatro Massimo. Secondo e terzo posto per Relaxis e ReGenFix

Domani, dalle 21.15 sull'emittente di Cagliari va in onda lo speciale curato da Valerio Vargiu. La finale della sesta edizione del Contamination Lab dell'Università di Cagliari ha confermato un successo nel merito, per la qualità delle idee e per l'organizzazione. “Grazie, perché ci accompagnate in questa impresa. I nostri ragazzi si mettono in gioco con fiducia, grinta, coraggio. Bravi!" le parole del rettore Maria Del Zompo. "Il nostro percorso costruisce solida cultura imprenditoriale. Da Cagliari si vede il futuro” ha detto Maria Chiara Di Guardo. Per la prima volta votazioni in diretta con il metodo Blockchain.

Questionario e social

Condividi su: