UniCa UniCa News Notizie I ricercatori di UniCa a La Maddalena

I ricercatori di UniCa a La Maddalena

Firmato nei giorni scorsi un protocollo di intesa con l’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago, che si avvarrà delle competenze del team guidato da Sandro Demuro con l’Osservatorio Coste e Ambiente naturale sottomarino per studiare l’evoluzione e la dinamica dei litorali, attivare gli opportuni monitoraggi e tutelare al meglio l’ambiente. RASSEGNA STAMPA
07 dicembre 2018
Sandro Demuro con un gruppo di studenti nella terrazza del Faro di Punta Sardegna

L’accordo nasce dal fatto che i risultati degli studi commissionati negli anni dal Parco a vari enti di ricerca hanno messo in evidenza uno stato di deterioramento di alcune spiagge e coste: di qui l'intervento dell'Università di Cagliari

di Sergio Nuvoli

Cagliari, 7 dicembre 2018 - Si rafforza la collaborazione tra Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena e l’Università degli Studi di Cagliari. Nei giorni scorsi è stato infatti siglato dal Presidente Fabrizio Fonnesu e dal Rettore Maria Del Zompo un protocollo di intesa che punta a creare un rapporto stabile e duraturo e a gettare le basi per una collaborazione strutturata e non episodica.

L’accordo nasce dal fatto che i risultati degli studi commissionati negli anni dal Parco a vari enti di ricerca hanno messo in evidenza uno stato di deterioramento di alcune spiagge e coste: di qui la necessità di poter disporre di ricerche approfondite e di un attento monitoraggio, anche per elaborare gli opportuni regolamenti che indichino la fruizione corretta di beni ambientali dal valore incalcolabile. L’obiettivo del Parco è la conservazione e salvaguardia degli habitat, della flora e della fauna che caratterizzano questi ambienti.

Sandro Demuro intervistato da Donatella Bianchi durante una recente puntata di "Linea Blu"
Sandro Demuro intervistato da Donatella Bianchi durante una recente puntata di "Linea Blu"

Ecco le priorità assolute indicate da Sandro Demuro e dai tecnici di O.C.E.A.N.S., l’Osservatorio che opera nel Faro della Marina Militare Italiana di Punta Sardegna a Palau, dunque a poca distanza dall’arcipelago

L’Osservatorio Coste E Ambiente Naturale Sottomarino (O.C.E.A.N.S.) gestito dal Coastal and Marine Geomorphology Group (CMGG) sotto il coordinamento scientifico di Sandro DeMuro, docente dell’Università di Cagliari, può rispondere a questa esigenza, perchè da sempre si avvale delle più moderne tecnologie per lo studio delle coste e dei fondali marini. Può dunque procedere ad una valutazione dello stato morfodinamico e ambientale dei principali sistemi di spiaggia-duna del Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena e all’elaborazione di ipotesi gestionali dei medesimi sistemi.

Le priorità assolute indicate da Sandro Demuro e dai tecnici di O.C.E.A.N.S. – l’Osservatorio che opera nel Faro della Marina Militare Italiana di Punta Sardegna a Palau, dunque a poca distanza dall’arcipelago - sono la messa a sistema delle informazioni sui sistemi di spiaggia, la realizzazione di sopralluoghi, monitoraggi, studi e ricerche sulle spiagge e sulle coste individuate di prioritario interesse, un Piano di comunicazione e di educazione ambientale che permettano a tutti la corretta fruizione delle spiagge e delle coste.

Una delle imbarcazioni di cui dispone O.C.E.A.N.S.
Una delle imbarcazioni di cui dispone O.C.E.A.N.S.

In campo da subito le competenze in materia di sedimentologia, geomorfologia marina e cartografia delle coste e dei fondali, assistenza alla pianificazione e gestione delle coste

O.C.E.A.N.S procederà dunque nell’immediato a studiare – come già fa con l’ambiente di altre zone della Sardegna - l’evoluzione e la dinamica dei litorali (avanzamento, arretramento e stabilità), mettendo in campo le sue competenze in materia di sedimentologia, geomorfologia marina e cartografia delle coste e dei fondali, assistenza alla pianificazione e gestione delle coste, ma soprattutto le sue capacità di indirizzo sulle opzioni di adattamento alla variazione climatica, senza mai perdere di vista l’alta formazione e l’educazione ambientale.

Un'immagine del Faro di Punta Sardegna
Un'immagine del Faro di Punta Sardegna

Link

Ultime notizie

24 maggio 2019

Economia, ecco il Rapporto CRENoS

Venerdì 24 maggio alle 10 nell’Aula A della Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche la presentazione dei dati più aggiornati sulla situazione della nostra regione. Apre l’incontro il Rettore Maria Del Zompo, introduce Emanuela Marrocu: dopo la relazione di Bianca Biagi, la tavola rotonda con imprenditori e stakeholder

24 maggio 2019

ARCHITETTURA. 2° Meeting PRO ARCH

Appuntamento nazionale il 31 maggio e 1 giugno, nell'Aula magna universitaria di via Corte d'Appello a Cagliari, promosso dal Dicaar, dalla Scuola di Architettura di UniCa e dall’Ordine degli Architetti di Cagliari

24 maggio 2019

Sardegna, avanti piano

Presentato a Cagliari il 26mo Rapporto sull'economia della regione elaborato dal CRENoS, il Centro di ricerca in cui collaborano gli studiosi dei due Atenei sardi. Dai numeri presentati da Bianca Biagi emergono segnali di vivacità imprenditoriale, aumentano i laureati, si riduce la spesa sanitaria, bene rifiuti e internazionalizzazione del turismo. Il Rettore: "Solo cultura e conoscenza garantiscono la crescita della nostra Regione". In apertura di incontro da Emanuela Marrocu la sottolineatura dell'importanza della libertà di informazione. RASSEGNA STAMPA con i servizi nei titoli di testa di tutti i TG, GALLERIA FOTOGRAFICA e VIDEO

23 maggio 2019

Governance dei big data e democrazia rappresentativa

L’intervento di Marco Betzu, Giovanni Coinu e Gianmario Demuro, docenti di Diritto costituzionale del Dipartimento di Giurisprudenza, al XIV Congreso Hiberoamericano de Derecho constitucional alla Facultad de derecho dell’Università di Buenos Aires: “Occorre orientare la straordinaria capacità conoscitiva generata dai big data per implementare la partecipazione democratica consapevole”. Presentata la ricerca finanziata dalla Legge 7 del 2007

Questionario e social

Condividi su: