UniCa UniCa News Notizie Linguaggio, comunicazione, propaganda e informazione

Linguaggio, comunicazione, propaganda e informazione

Domenica 7 ottobre a Sinnai dalle 16 - nell'ambito della Festa dei Popoli organizzata dall'Associazione Madiba - un dibattito con alcune voci dell'Università di Cagliari sul cambiamento delle parole utilizzate in politica e sui media per descrivere discriminazione e violenza quando riguardano minoranze, immigrati, donne, LGBT e sulla loro influenza sulla società
04 ottobre 2018
Un'immagine simbolo sugli sbarchi dei migranti

Cagliari, 4 ottobre 2018 - Domenica 7 ottobre, a Sinnai, nell'ambito della Festa dei Popoli organizzata dall'Associazione Madiba Sinnai, si svolgerà un dibattito su "Linguaggio, comunicazione, propaganda e informazione".

A discuterne saranno Francesco Bachis, assegnista di ricerca di UniCa, antropologo e dirigente ISSASCO, Renato Troffa, docente di Psicologia sociale di UniCa, e Sergio Nuvoli, addetto stampa di UniCa e presidente del Gruppo Uffici Stampa, con alcuni altri qualificati relatori.

L'incontro sarà l'occasione per "qualche riflessione - scrivono gli organizzatori - su come è cambiato il linguaggio nella comunicazione, nell’informazione e nella politica, su come i media rappresentano discriminazione e violenza quando riguardano minoranze, immigrati, donne, LGBT e come questo tipo di narrazione influisce sull’evolversi della società e delle singole persone".

Renato Troffa
Renato Troffa

Il comunicato completo sulla manifestazione

Dal 5 al 7 ottobre si terrà, presso la Piazza S. Isidoro a Sinnai, la quinta edizione della Festa dei Popoli, organizzata e ideata dalla nostra associazione, con il patrocinio del Comune di Sinnai e con la collaborazione di molte realtà associative presenti sul territorio di Sinnai e del cagliaritano.

Festa che, quest'anno, cade in un momento particolare, in cui sembra che a livello governativo (con gli ultimi decreti legge e con le esternazioni mediatiche), si vogliano togliere le già insufficienti e mal gestite tutele per chi è costretto a migrare, e si voglia inasprire un clima di intolleranza e paure, col “progressivo abbattimento di principi che avevano costituito il solido scheletro su cui si era retta, anche se con lacune ed errori, la nostra Repubblica”, come afferma un comunicato dell’Associazione Giuristi Democratici del 25 settembre scorso.

Gli obiettivi che si pone la festa, come sempre, vanno da quelli immediati (stimolare e favorire la reciproca conoscenza tra i diversi gruppi di cittadini presenti nella nostra comunità e diffondere una cultura in cui le differenze e le diversità siano percepite e vissute come ricchezza e opportunità), a quelli di più ampio respiro (stimolare discussioni e riflessioni sulle cause delle migrazioni, sulle relazioni tra migrazioni, profughi, macroeconomia, campagne militari, vendita di armi, sfruttamento delle risorse e delle materie prime). Nel tentativo, non facile ma possibile, di contribuire a formare una coscienza collettiva che permetta, almeno alle future generazioni, di affrontare con adeguati strumenti culturali le sfide e i problemi che il genere umano dovrà affrontare.

Nella realizzazione di questa festa l'associazione ha cercato il coinvolgimento e la collaborazione di molte altre realtà associative: ASCE, OCI (Associazione Cittadini Immigrati Ukraina), Comunità La Collina, Sardegna-Palestina, Centro Aggregazione di Sinnai, La Rosa Roja, Sunugaal, Surgentes, Mondi paralleli, Terre di mezzo, Legambiente, Ardesia, Avis Comunale Sinnai, Sarda Ambiente Sinnai, Ma.Si.Se., Misericordia Sinnai, Comunità di Sestu, SOS razzismo, Emergency.

Programma Festa dei Popoli/Musica Migrante 5-6-7 ottobre 2018

Venerdì 5 ottobre
ore 9,30 - 12,30 Piazza Sant'Isidoro
laboratori per ragazzi

Sabato 6 ottobre
a partire dalle ore 18,00:
·         Apertura Festa e sfilata multicolore
·         Prof. Pietrosky e il coniglio nel cappello - un progetto a cura di Circoscienze di Pietro Olla
·         Sfilata di moda con le creazioni dello stilista Samsoni Sery (Costa D'Avorio)
·         esibizione danze orientali a cura di Maia e Sonia
·         Concerto: Claudio Deoricibus y grupo
·         Esibizione danze orientali a cura di Paola Najma Moriconi
·         Concerto: I Begli Elementi
presenterà Laura Mereu

Saranno presenti i banchetti delle associazioni aderenti, il mercatino degli artigiani e dei bambini, degustazioni di cibo e bevande multietnici.

Domenica 7 ottobre
ore 8,30:  Raccolta sangue con autoemoteca Avis
ore 13,00: pranzo sociale multietnico
a seguire Roberto Deiana e Sergio Durzu presentano "Canto e Controcanto" canti sociali, di lotta e di protesta
ore 16,00  Dibattito: "Comunicazione, propaganda e informazione, come sta cambiando il linguaggio e come stiamo cambiando noi".
Interverranno:
- Francesco Bachis - antropologo e dirigente ISSASCO
- Sergio Nuvoli - giornalista e tutore MSNA
- Renato Troffa - Docente psicologia sociale Università di Cagliari
- un referente dell’osservatorio Fake news dell’ASCE
Per fare qualche riflessione su come è cambiato il linguaggio nella comunicazione, nell’informazione e nella politica, su come i media rappresentano discriminazione e violenza quando riguardano minoranze, immigrati, donne, LGBT e come questo tipo di narrazione influisce sull’evolversi della società e delle singole persone.

La locandina completa
La locandina completa

Ultime notizie

21 febbraio 2019

Lingue minoritarie tra localismi e globalizzazione

Da giovedì 21 febbraio l’Università di Cagliari ospita il XIX Congresso Internazionale dell’Associazione Italiana di Linguistica Applicata. Fitto il calendario dei lavori, che porterà in città esperti e studiosi che si confronteranno sui temi più attuali

21 febbraio 2019

Economia circolare, istruzioni per l’uso

Aldo Muntoni, docente di Ingegneria sanitaria e ambientale al Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura, intervistato dal Tg regionale della RAI: “Con le loro scelte sul mercato, anche gli utenti possono alimentare un circuito virtuoso che parte dai rifiuti”. VIDEO

21 febbraio 2019

ACUADORI, UniCa fa squadra con le aziende

Il progetto, finanziato dalla Regione Sardegna attraverso Sardegna Ricerche, punta a sviluppare una innovativa piattaforma tecnologica concepita per migliorare la gestione delle risorse idriche nella produzione vitivinicola. Nel team, coordinato da Massimo Barbaro (DIEE), anche Paolo Meloni (DIEE) e Gianluigi Bacchetta (DISVA e HBK). Per l’Università di Sassari Costantino Sirca, docente del Dipartimento di Agraria

Questionario e social

Condividi su: