PyCon Sardegna 2018

Giovedì 20 e venerdì 21 settembre nella Cittadella dei musei di Cagliari due giornate di presentazioni e confronti sul linguaggio di programmazione Python. La partecipazione al convegno è gratuita, previa iscrizione online
17 settembre 2018
Durante il convegno anche un collegamento via Skype con la base antartica franco-italiana Concordia

Cagliari, 17 settembre 2018
Ivo Cabiddu

 
 
Il convegno Pycon Sardegna 2018, in programma nelle prossime giornate di giovedì 20 e venerdì 21 settembre nei locali della Cittadella dei musei di Cagliari, ha la finalità di favorire la nascita di una vera e propria comunità di utenti Python in Sardegna. 
 

Il professor Giuliano Armano, docente di Ingegneria industriale e dell'informazione (UniCa, Dipartimento di Ingegneria elettrica ed elettronica), spiega che “Il convegno è orientato sia al mondo accademico e della ricerca, sia alle aziende”. Pycon Sardegna permette infatti l’incontro di ricercatori, studenti, professionisti e appassionati del linguaggio di programmazione Python: “Nelle due giornate ogni relatore illustrerà come Python è entrato nelle proprie attività di studio o aziendali e sono previste sessioni specifiche per confrontare le diverse esperienze. La partecipazione è gratuita, previa iscrizione online sul sito web http://pyconsardegna.info, in cui sono disponibili le informazioni relative al convegno”.


GIOVEDÌ 20/09/2018. La prima giornata sarà dedicata agli interventi di esponenti di accademia e industria. Previsti inoltre due eventi: 1) il collegamento con la base antartica Concordia, nella quale sta attualmente operando Marco Buttu, ricercatore dell'osservatorio astronomico di Cagliari; 2) la relazione di Valerio Maggio (Fondazione Bruno Kessler, Povo, TN), incentrata sul rapporto tra Python e l'Intelligenza Artificiale. In dettaglio:

08:30-09:00 registrazione
09:00-09:30 apertura lavori
09.30-10:30 Python e l'accademia
11:00-12:00 collegamento con la base antartica Concordia (speaker: Marco Buttu)
12:00-13:00 Python e le aziende
14:00-15:00 Python e l'accademia
15:00-16:00 la rivoluzione Pythonica dell'intelligenza artificiale (speaker: Valerio Maggio)
16:30-17:45 Python e le aziende
17:45-18:15 acquisizione suggerimenti per la prossima conferenza e saluti


VENERDÌ 21/09/2018. La seconda giornata sarà dedicata ai tutorial. Ne sono previsti quattro, su varie tematiche:

09:00-12:30 Tutorial - Sessione I:
- Alessandro Giuliani (DIEE - Università di Cagliari), “Calcolo scientifico con Python”
- Giuliano Armano (DIEE - Università di Cagliari), “Data Mining con Python”
14:00-17:30 Tutorial - Sessione II:
- Iacopo Ghisio e Dario Cannone (Gruppo MutuiOnline - Milano), “Ciclo di vita di un progetto Python e sua integrazione nei sistemi aziendali”
- Ernesto Arbitrio (Fondazione Bruno Kessler - Povo, TN), “Bokeh: Utilizzo di Python per la visualizzazione interattiva di dati “

 
COLLEGAMENTO CON LA STAZIONE ANTARTICA CONCORDIA.
Il programma del convegno prevede il collegamento con la base antartica franco-italiana Concordia. La base si trova sul plateau antartico, nel sito denominato “Dome C”, a un'altitudine di 3.233 metri s.l.m. La quattordicesima spedizione (febbraio-novembre 2018) impiega una squadra di tredici componenti, cinque francesi, sette italiani e un'austriaca. Tra gli italiani c'è Marco Buttu, ricercatore dell'osservatorio astronomico di Cagliari e grande conoscitore del linguaggio Python, su cui ha scritto anche un libro. Il collegamento con la base Concordia durerà circa 45 minuti. In questo intervallo di tempo, Marco e gli altri componenti della base spiegheranno come si articolano le loro giornate tipo e quali sono gli obiettivi della ricerca alla quale stanno dando il loro importante contributo.

LA RIVOLUZIONE PYTHONICA DELL'INTELLIGENZA ARTIFICIALE. 
Valerio Maggio (Fondazione Bruno kessler): "Fino a qualche anno fa, Python era considerato come un linguaggio da hackerdom, esclusivamente relegato alla realizzazione di script o prototipi software throw-away senza speranza di ingegnerizzazione in ambiente di produzione. Python ha iniziato ad affermarsi sempre piu? nel mondo della computazione scientifica, grazie alla sintassi semplice ed intuitiva e al completo ecosistema di librerie efficienti in grado di rimpiazzare alternative come C/C++ e Matlab. Questo trend ha continuato ad affermarsi e il contributo di big player come Google o Amazon al mondo open source ha permeesso a Python di diventare rapidamente il linguaggio di Data Science. Attualmente non esiste tool per Data Science e per Intelligenza Artificiale che non abbia una API in Python. Uno su tutti, TensorFlow: framework di Google per il Deep Learning – dapprima a solo uso interno e da qualche anno rilasciato open source – che ha fatto della sua API in Python un baluardo per l’intera comunita?. Questo talk illustrerà come Data Science e Intelligenza Artificiale abbiano trovato in Python una soluzione semplice ed efficace, e come Python e il suo ecosistema stiano evolvendo al passo di tempi e tecnologie".

ORGANIZZAZIONE.
Il board del convegno è composto da Giuliano Armano e Alessandro Giuliani del Dipartimento di Ingegneria elettrica ed elettronica dell’Università di Cagliari, da Patrick Arminio e Matteo Benci di Python Italia e da Iacopo Ghisio e Stefano Carta del Gruppo MutuiOnline. Nel comitato promotore figurano numerosi accademici e ricercatori di dipartimenti dell’ateneo cagliaritano (DIEE, DICM, DSBAI e DSF), oltre a  CRS4, INAF-OAC, INFN, CNR-ITB, con esponenti di aziende quali Saras, Tiscali, BeeToBit, Easy Network, YouAndTech, Green Share, FIS, Infora, Sartec, Open Reply, Abinsula, Real T Technology, Fog Creek Software. Contatti: tel. 070.675.5755, 070.675.5758 - fax: 070.675.5900 - email: info@iascgroup.it

Link

Ultime notizie

22 maggio 2022

UniCa C’è a Monumenti Aperti

Si rinnova anche per l'edizione 2022 la collaborazione tra l'Università degli Studi di Cagliari e la manifestazione Monumenti Aperti, organizzata da Imago Mundi. Otto i siti dell'Ateneo aperti al pubblico nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 maggio: il Palazzo del Rettorato, l'Archivio storico dell'Università, la Collezione Piloni, il MUACC, i giardini della Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e sociali, l'Orto Botanico, la Cittadella dei Musei con le sue fortificazioni e il Trentapiedi dei Monumenti a Pirri, realizzato dal laboratorio Vestigia UniCa, coordinato da Fabio Calogero Pinna, docente di Archeologia pubblica

20 maggio 2022

Venerdì 27 maggio la presentazione del Rapporto CRENoS

A partire dalle 10 nell’Aula A della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche (in viale Sant'Ignazio n.76, Cagliari) la presentazione del 29mo Rapporto sull’economia della Sardegna che il CRENoS redige ogni anno per analizzare le tendenze economiche recenti e fornire alcune analisi della congiuntura. Dopo i saluti dei rettori dei due atenei sardi, a illustrare i dati sarà Gianfranco Atzeni, docente di Economia politica all'Università di Sassari. Per accedere nell'aula sarà necessario indossare una mascherina FFP2. L'evento sarà trasmesso in streaming sul canale Youtube dell'Università di Cagliari e sulla pagina Facebook del CRENoS

20 maggio 2022

Ricerca, dal Fetal programming al come e al quando ci si potrà ammalare

“Dimmi che gestazione hai avuto e ti dirò se e di quali malattie potrai soffrire da adulto”. È stata questa, negli anni '80, l’intuizione dell’epidemiologo David Barker. L'ipotesi sostiene il lavoro, pubblicato dall'European review for medical and pharmacological sciences, curato dal team di specialisti dell’’Università di Cagliari e dell’Aou. La ricerca ha esplorato una casistica di pazienti che  hanno contratto il Covid-19

Questionario e social

Condividi su: