UniCa UniCa News Notizie Il 9 settembre è la Giornata Mondiale della Sindrome Feto-alcolica. Un concorso per neo e future mamme

Il 9 settembre è la Giornata Mondiale della Sindrome Feto-alcolica. Un concorso per neo e future mamme

Impegnati nel progetto di monitoraggio, informazione e prevenzione della fetopatia alcolica anche i reparti di neonatologia dell'Azienda Ospedaliera Universitaria e della Regione insieme al Centro per il trattamento dei disturbi correlati ad alcol e gioco d'azzardo patologico della ASSL di Cagliari
09 agosto 2018
Anche l'Università di Cagliari promuove la campagna internazionale di sensibilizzazione sulla FASD

Ivo Cabiddu
 
Il 9 settembre si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale della Sindrome Feto-alcolica (Fetal alcohol spectrum disorders, FASD). La manifestazione consiste generalmente in eventi informativi sui gravi danni alla salute dei bambini provocati dall’assunzione di alcolici da parte delle donne in gravidanza o durante l’allattamento. A Cagliari un concorso con premiazioni finali in piazza Garibaldi.

In 35 diverse nazioni l'appuntamento coinvolge ottanta organizzazioni, mediche e sociali, che promuovono la campagna internazionale di sensibilizzazione sulla FASD. Per capire la portata del problema i numeri forniti dal coordinamento risultano molto significativi: si calcola che l'1% della popolazione mondiale, circa 70 milioni di persone, soffra di disturbi che rientrano nello spettro dei disordini feto-alcolici. Ciò come conseguenza dell'esposizione all’alcol durante la vita prenatale: appare perciò chiaro come tale situazione sia del tutto prevenibile se sostenuta da corretta informazione e supportata da divieto assoluto di alcol.
 
In questo ambito è impegnato già da tempo il Centro per il trattamento dei disturbi correlati ad alcol e gioco d'azzardo patologico del Dipartimento Salute Mentale della ASSL di Cagliari, diretto dalla dottoressa Graziella Boi, che dal 2014 porta avanti un progetto regionale di monitoraggio,informazione e prevenzione della fetopatia alcolica. Il progetto coinvolge le divisioni di ginecologia e ostetricia della Sardegna, nonché le neonatologie della Regione e dell'Azienda Ospedaliera Universitaria che per la giornata annunciano l'iniziativa di un concorso dedicato a neomamme e future madri in collaborazione con l'onlus Cui Prodest. L'invito (vedi locandina in basso a destra) è di spedire, entro mezzogiorno del 9 settembre, via email a assoc.cuiprodest@tiscali.it oppure via sms al 342.1307559, una frase "che esprima quanto gli vuoi bene". Nella stessa giornata del 9 settembre è prevista a Cagliari, in piazza Garibaldi, la premiazione delle cinque frasi più significative.


ult. agg.to: venerdì 10 agosto 2018

DA SAPERE

Le raccomandazioni dell’Istituto Superiore della Sanità precisano che: 1) durante la gravidanza non ci sono quantità di alcol che possano essere considerate sicure o prive di rischio per il feto; 2) per il feto è nocivo il consumo di qualsiasi bevanda alcolica senza differenze di tipo o di gradazione; 3) l’alcol è una sostanza tossica che passa attraverso la placenta e raggiunge il feto alle medesime concentrazioni di quelle della madre; 4) il feto non ha la capacità di metabolizzare l’alcol che quindi nuoce direttamente alle cellule cerebrali e ai tessuti degli organi in formazione.

Clicca per ingrandire la locandina del concorso
Clicca per ingrandire la locandina del concorso
Tematiche: Medicina

Ultime notizie

16 ottobre 2018

Stato, lavoro e capitale globale

Le dinamiche del conflitto capitale-lavoro e il ruolo degli Stati approfondite nel ciclo di seminari organizzati dal GramsciLab in collaborazione con l'Istituto Gramsci della Sardegna. Si comincia giovedì 18 ottobre con Angela Romano

16 ottobre 2018

La cultura, chiave per la crescita

L'ntervento del Rettore al Congresso della Camera del Lavoro metropolitana di Cagliari: "Grati per la passione di chi si fa carico dei diritti dei lavoratori. E' essenziale insistere sulla responsabilità sociale di tutti: senza sviluppo e innovazione, la nostra società non cresce. Per questo occorre battersi per la formazione delle persone"

15 ottobre 2018

Il ricordo, la memoria

Con Angelino Cherchi è scomparso il caposcuola della cardiologia in Sardegna. Il ricordo di Giuseppe Mercuro e Luigi Meloni, docenti del nostro Ateneo

15 ottobre 2018

UniCa, lo sguardo è verso il futuro

Mattinata intensa con Carlo Ratti per l’inaugurazione del 398mo Anno accademico: un viaggio indimenticabile alla scoperta del cambiamento già in atto nelle nostre città. L’invito del docente del MIT agli studenti, sulle orme di JFK: “Non chiedetevi cosa l’università può fare per voi. Domandatevi piuttosto cosa voi potete fare per l’università”. Il Rettore: “L’esito dell’accreditamento è ufficiale: siamo l’Ateneo italiano che migliora di più”. La rappresentante degli studenti, Sara Agus: “L’esperienza universitaria è palestra di vita che educa all’impegno sociale”. Il rappresentante del personale, Ernesto Batteta: “L’Ateneo può vantarsi di noi”. Resoconto, IMMAGINI e VIDEO

Questionario e social

Condividi su: