UniCa UniCa News Notizie Michele Antonio Plazza e la Sardegna

Michele Antonio Plazza e la Sardegna

Mercoledì 9 maggio alle 17, nei locali della Fondazione di Sardegna, discussione intorno al volume scritto dal primo docente di Chirurgia dell'Università di Cagliari. Interverranno Nicoletta Bazzano e Maria Lepori, docenti di Storia moderna
08 maggio 2018
La locandina dell'evento

di Valeria Aresu

Cagliari, 8 maggio 2018Nicoletta Bazzano e Maria Lepori, docenti di storia moderna, discuteranno l’opera “Riflessione intorno ad alcuni mezzi per rendere migliore l’isola di Sardegna” di Michele Antonio Plazza, mercoledì 9 maggio alle 17 nei locali della Fondazione di Sardegna (Via S. Salvatore da Horta, 2). L’evento sarà coordinato da Pietro Maurandi, presidente dell’Istituto Gramsci della Sardegna.

L’opera, redatta tra il 1755 e il 1756, è rimasta inedita per più di due secoli e mezzo, e solo nell’anno appena passato è stata data per la prima volta data alle stampe, a cura di Giancarlo Nonnoi, docente di Scienza e storia della filosofia, e di Carlo Mulas, dottorando dell'Università di Cagliari.

Michele Antonio Plazza, piemontese di origine, è stato il primo ad occupare la cattedra di Chirurgia presso l’Università degli Studi di Cagliari, e nella città sarda esercitò la professione per 36 anni, fino alla sua morte (1792). Oltre ai gradi accademici conseguiti a Torino, Plazza aveva approfondito gli studi e affinato le sue competenze medico-chirurgiche all’estero, dove divenne anche valentissimo botanico di scuola linneiana. In Sardegna ricoprì numerosi incarichi soprattutto in ambito sanitario, studiando in particolare le condizioni di salute della popolazione sarda. Condizioni che da clinico giudicò piuttosto precarie e bisognose di urgenti provvedimenti, provvedimenti che si premurò di sollecitare alla Segreteria di Stato di Torino.
Plazza era scientificamente convinto che la salute di un popolo e in particolare degli isolani fosse la condizione fondamentale, il prerequisito per la prosperità e lo sviluppo economico e sociale di un paese.

Scarica la locandina completa dell'iniziativa
Scarica la locandina completa dell'iniziativa

Ultime notizie

30 novembre 2022

Municipalità, social e pandemia: lo stato dell'arte con Le parole giuste

La comunicazione pubblica delle amministrazioni comunali in Sardegna durante il lockdown. Epic Pops, progetto diretto dal sociologo Alessandro Lovari, ha analizzato circa 70 mila post pubblicati nel periodo pandemico sulle pagine istituzionali facebook e instagram dei municipi della Sardegna. Sono stati presentati i risultati nel corso del seminario che si è tenuto nell’aula magna Maria Lai. Contattati i 377 comuni isolani

29 novembre 2022

Con la Rete delle università sostenibili, l’ateneo di Cagliari in luce per la Settimana europea dei rifiuti

Terza missione sempre uno dei punti di forza del nostro ateneo. In occasione dell'European Week for Waste Reduction, le attività di UniCa in particolare evidenza con gli interessanti progetti di economia circolare curati dai professori Mauro Coni e Aldo Muntoni (Dipartimento di ingegneria civile, ambientale e architettura), presentati recentemente anche nel programma Linea Verde Life su Rai1

29 novembre 2022

Quando c'era Enrico Berlinguer

Si è tenuta ieri la seconda delle tre giornate del convegno “La cultura italiana negli anni di Berlinguer”, organizzato dalla Fondazione Enrico Berlinguer con il patrocinio dell’Università di Cagliari e il sostegno di Fondazione di Sardegna, Legacoop, Unipol e Cgil. Si parlerà di cinema, letteratura, teatro, musica, arti visive. Ai lavori hanno preso parte numerosi docenti del nostro ateneo

28 novembre 2022

L’Università di Cagliari verso l’award ''HR Excellence in Research''

Lunedì 5 dicembre 2022 nell’aula magna del rettorato il seminario istituzionale per presentare la strategia dell’ateneo e il lavoro della Struttura interna e della Cabina di regia che soprintendono a tutte le fasi di attuazione della Human Resources Strategy for Researchers (HRS4R) per ottenere il riconoscimento ufficiale dalla Commissione Europea. Ospiti e relatori dell'evento il professore emerito Fulvio Esposito (Università di Camerino) e la dottoressa Chiara Biglia (Politecnico di Torino)

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie