UniCa UniCa News Notizie Un Ateneo pienamente soddisfacente

Un Ateneo pienamente soddisfacente

L’Università degli Studi di Cagliari nel gotha degli atenei italiani: in base alle valutazioni fatte finora dalle commissioni valutatrici dell’ANVUR figura nelle primissime posizioni. Ora si attende l’ufficializzazione del risultato che premia il lavoro intensificato negli ultimi anni. Il Rettore Maria Del Zompo: “Un grande successo di squadra”. Il Prorettore vicario Francesco Mola: "Esame approfondito partito da lontano". Il Direttore generale Aldo Urru: "Certificazione importante della nostra organizzazione in qualità e per qualità, che premia uno sforzo importante fatto in un contesto di contrazione pesantissima di risorse finanziarie e umane”. La soddisfazione del Presidente della Regione Francesco Pigliaru: "Orgogliosi di un risultato a cui ha contribuito il sostegno della Giunta". Resoconto, PHOTOGALLERY, VIDEO e RASSEGNA STAMPA con i servizi dei TG
24 aprile 2018
Il Rettore comunica il risultato nell'Aula magna di Piazza d'Armi

La relazione della Commissione di esperti incaricata dall'ANVUR di valutare l'Ateneo di Cagliari contiene un giudizio ampiamente positivo su numerosi aspetti

di Sergio Nuvoli - photogallery di Francesco Cogotti

Cagliari, 24 aprile 2018 - E’ stata trasmessa all’Ateneo nei giorni scorsi la relazione della Commissione di esperti incaricata dall’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) di sottoporre a valutazione l’Università degli Studi di Cagliari. Già dal 2016 l’Ateneo si era volontariamente candidato per il processo di accreditamento periodico istituito in Italia per autorizzare gli Atenei ad attivare sedi e corsi di studio (Accreditamento iniziale) ed a confermare e valutare i requisiti di qualità, di efficienza e di efficacia delle attività svolte (Accreditamento periodico), per rendere confrontabili i percorsi universitari a livello nazionale e internazionale e di conferire fiducia a tutte le parti interessate, famiglie, aziende, investitori.

L’esame degli esperti inviati dall’ANVUR è stato particolarmente approfondito: dopo una valutazione documentale a distanza, la Commissione è stata in Ateneo nello scorso mese di ottobre e ha analizzato non solo UniCa nel suo complesso, ma anche un campione statisticamente rappresentativo di corsi di laurea e dipartimenti.

L'Aula magna durante il simposio di questa mattina
L'Aula magna durante il simposio di questa mattina
Guarda un frammento dell'intervento del Rettore durante la conferenza stampa

La soddisfazione del Rettore in conferenza stampa: "E' un grande successo di squadra". Il Direttore generale: "Certificazione particolarmente importante in un contesto di pesante contrazione delle risorse".

Ora si attende l’ufficializzazione del risultato da parte dell’ANVUR, ma si può dire con assoluta certezza che il giudizio ottenuto è “pienamente soddisfacente” (il giudizio più elevato finora tra quelli assegnati), e colloca l’Università di Cagliari alle prime posizioni tra gli Atenei (una trentina, su 96) che sono stati finora sottoposti a valutazione.

“E’ un grande successo di squadra – ha detto il Rettore, Maria Del Zompo, conversando con i giornalisti – Non soltanto di chi vive e opera all’interno dell’Ateneo, con gli studenti, il personale, i docenti e i ricercatori, ma anche del territorio: penso ai rapporti con le imprese, ai Comitati di indirizzo, alle istituzioni. Tutti hanno partecipato a questo percorso di crescita che premia la qualità della didattica, della ricerca, dei servizi agli studenti e delle strutture. E’ il punto di partenza di una strada sulla quale, tutti insieme, vogliamo continuare a camminare”.

“È stato riconosciuto il lavoro che si sta facendo nella sua oggettività - ha aggiunto - Il nostro è un bellissimo Ateneo, che può certamente migliorare, ma che offre ottimi servizi”.

Di “una certificazione importante della nostra organizzazione in qualità e per qualità" ha parlato il Direttore generale Aldo Urru,  "che premia uno sforzo pesante fatto in un contesto di contrazione pesantissima di risorse finanziarie e umane”.

Elio Usai, coordinatore del Presidio di Qualità, ha sottolineato che “l’ateneo è pronto a continuare sulla strada intrapresa. Molto contenti della certificazione ottenuta, che attesa anche l’ottimo livello di tanti nostri docenti”, mentre il Prorettore vicario, Francesco Mola, ha rimarcato la complessità della procedura, cominciata con una valutazione documentale, prima ancora della visita in loco. Poco dopo, il Presidente della Regione Francesco Pigliaru - conversando con l'ANSA - ha espresso la soddisfazione della Giunta per il risultato centrato dall'Ateneo.

La conferenza stampa di presentazione della valutazione della CEV
La conferenza stampa di presentazione della valutazione della CEV
Un frammento dell'intervento del professor Usai in conferenza stampa

Politiche e strategie per didattica, ricerca e connessioni con il territorio e il sistema produttivo, leadership coinvolgente, ruolo attivo degli studenti: alcuni dei parametri eccellenti riscontrati dalla CEV

La CEV ha valutato molto positivamente (ha espresso un giudizio nel complesso pienamente soddisfacente di livello B in una scala da A a E – dove E equivale al non accreditamento, cioè alla soppressione della Sede) la capacità dell’Università di Cagliari di definire le proprie politiche e strategie per la didattica, la ricerca e le connessioni col territorio e col sistema produttivo, la capacità di coinvolgere i portatori di interesse nella vita dell’Ateneo, il ruolo attivo della Rappresentanza Studentesca negli Organi di Governo e la leadership coinvolgente.

Ancora, ha apprezzato il senso di appartenenza alla Comunità sentito da tutte le categorie di attori consultate, la centralità del ruolo degli studenti e delle loro esigenze e soprattutto la volontà di miglioramento. Gli esperti valutatori hanno apprezzato il modello adottato dall’Ateneo per realizzare il miglioramento continuo, ritenuto in grado di affrontare efficacemente le continue sfide e le novità dell’alta formazione e della ricerca.

Il Rettore, il Prorettore Mola, il coordinatore del Presidio per la Qualità Elio Usai
Il Rettore, il Prorettore Mola, il coordinatore del Presidio per la Qualità Elio Usai
Guarda il servizio di Davide Vannucci nell'edizione delle 14 del TgR della RAI

La Commissione ha individuato anche alcune prassi meritorie nelle attività predisposte dall'Ateneo: Laboratorio Didattico Calaritano e DISCENTIA

La Commissione ha espresso opinioni particolarmente positive sul reclutamento e sulla qualificazione del corpo docente e ha anche giudicato come “prassi meritoria” l’attività predisposta dall’Ateneo a favore della crescita delle competenze didattiche dei docenti attraverso i progetti “Laboratorio Didattico Calaritano” e DISCENTIA.

La photogallery di Francesco Cogotti è subito dopo la RASSEGNA STAMPA.

L'Aula magna al completo per la comunicazione dell'esito della valutazione da parte della CEV
L'Aula magna al completo per la comunicazione dell'esito della valutazione da parte della CEV
Guarda il servizio di Mariangela Lampis andato in onda nella fascia pomeridiana del Tg di Videolina

RASSEGNA STAMPA (cliccando sul titolo di ogni articolo, si viene reindirizzati al sito corrispondente)

L'UNIONE SARDA  del 25 aprile 2018
Cagliari sul podio, l'Università è terza in Italia
Dietro Bocconi e Politecnico

"Prima Pagina"

L'Università di Cagliari è tra i primi tre atenei italiani. A stabilirlo è stata l'Anvur (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca) che, nell'ottobre scorso, ha inviato una commissione di esperti in città. UniCa ha ottenuto, come voto globale, 6,89; meglio hanno fatto solo la Bocconi (7,34) e il Politecnico di Torino (7,18).

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

L'UNIONE SARDA del 25 aprile 2018
L'Ateneo è terzo in Italia Sul podio dopo la Bocconi di Milano e il Politecnico di Torino
L'agenzia di valutazione dà i voti alle università. Del Zompo: «Un successo di squadra»
"Cronaca di Cagliari"

L'Università di Cagliari è tra i primi tre atenei italiani: a sostenerlo è l'Anvur (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca) che, a ottobre, ha inviato una commissione di esperti, provenienti da tutta Italia, proprio per dare i voti all'ateneo cittadino. Ebbene, UniCa, secondo indiscrezioni (il voto non è stato ancora ufficializzato nel sito dell'Anvur), ha ottenuto un prestigioso 6,89; solo la Bocconi di Milano (7,34) e il Politecnico di Torino (7,18) hanno ottenuto una valutazione migliore. Alle spalle di Cagliari, atenei prestigiosi come l'Iuav di Venezia e le Università di Torino e Macerata. Positivo anche il giudizio: nessun ateneo, tra i trenta valutati (su 96) ha ottenuto il massimo, “molto positivo”; Cagliari, insieme ad altre dieci università, ha raggiunto il “pienamente soddisfacente”.
I CRITERI Un risultato che inorgoglisce i vertici di UniCa, a cominciare dalla rettrice Maria Del Zompo. «Perché», spiega, «rispetto ad altre classifiche questa si basa su criteri oggettivi». Gli esperti hanno visitato l'amministrazione centrale, incontrando gli organi di governo, la rappresentanza studentesca, i responsabili dei servizi, il presidio della qualità di ateneo e il nucleo di valutazione e hanno esaminato due dipartimenti (scienze economiche e aziendali e ingegeria civile, ambientale e architettura) e quattro corsi di laurea.
I VOTI E, al termine dell'ispezione gli esperti hanno dato i voti. Alcuni decisamente incoraggianti: il reclutamento e la qualificazione del corpo docente è stata valutata con il 9, il ruolo attribuito agli studenti con l'8; stesso punteggio anche per la qualità della ricerca e della didattica nelle politiche e nelle strategia dell'ateneo. Molto apprezzati anche il sistema bibliotecario e i progetti “Laboratorio didattico calaritano” e “Discentia”, destinati a favorire la crescita delle competenze didattiche dei docenti. «Abbiamo apprezzato», scrivono gli esperti in una nota lasciata prima della loro partenza, «la leadership coinvolgente, la connessione con il territorio, il senso del noi, l'attenzione per lo studente, la figura del coordinatore didattico, il sistema bibliotecario e la volontà di miglioramento».
LE CONSEGUENZE Grazie a questi risultati, UniCa ha ottenuto l'accreditamento che consente di attivare sedi e corsi di laurea. Un riconoscimento che sarà valido per cinque anni. Altri atenei, come la Iulm di Milano, la Lumsa di Roma e l'Università del Molise, invece, si sono fermati all'accreditamento condizionato: hanno un anno di tempo per sanare tutti i problemi. Se non riescono, rischiano la chiusura di corsi e, addirittura, dello stesso ateneo.
LE CLASSIFICHE Il traguardo è stato ufficializzato nel corso di un incontro con i docenti e i rappresentanti degli studenti nell'aula magna della facoltà di Ingegneria alla quale hanno preso parte, tra gli altri, il presidente della Regione Francesco Pigliaru e il sindaco di Cagliari Massimo Zedda. E Del Zompo ne ha approfittato per togliersi qualche sassolino dalle scarpe. In particolare, se l'è presa con un quotidiano nazionale che, all'inizio dell'anno, aveva stilato il ranking delle università italiane, relegando Cagliari al 59° posto sui 61 atenei presi in considerazione. «Classifiche stilate a tavolino, senza alcun criterio reale: le valutazioni dell'Anvur, invece, sono basate sull'osservazione, sullo studio degli atenei. Insomma su una serie di parametri oggettivi». Che quella posizione fosse ingiustificata lo dimostra anche il fatto che, secondo la classifica Censis per 2017-18, Cagliari occupa il sesto posto tra gli atenei statali di grandi dimensioni.
LE REAZIONI «Un successo di squadra», ha commentato Del Zompo, «che premia chi vive e opera all'interno dell'Università ma anche il territorio». Per Pigliaru, «la dimostrazione che le nostre università non hanno niente da invidiare alle altre». E Zedda ha auspicato un rapporto sempre più stretto tra la città e l'Università. «Devono diventare un'unica cosa, senza più muri e barriere».
Marcello Cocco

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

LA NUOVA SARDEGNA del 25 aprile 2018
Università, Cagliari tra le migliori
L'ateneo è terzo nella valutazione dell'Anvur. Del Zompo: grande traguardo

di Stefano AmbuwCAGLIARIVoto? B. Quindi l'Università di Cagliari è di serie A: vicina e appena dietro i due atenei, Bocconi di Milano e Politecnico di Torino, che guidano la classifica degli atenei finora passati ai raggi X dall'Anvur, l'agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca. Un esame, si chiama accreditamento, lungo e difficile: la commissione di esperti ha valutato per tre mesi i documenti arrivati dalla Sardegna. E poi per una settimana è andata in giro per vedere e interrogare. Risultato? L'Università attende il voto ufficiale come uno studente pende dalle labbra del professore dopo aver sostenuto l'esame. Ma l'Anvur ha già sorriso e dato una pacca sulla spalla all'ateneo del capoluogo. Il giudizio? Può andare da A, il massimo, a E, il minimo. Cagliari ha preso B. Ovvero «pienamente soddisfacente. La valutazione - spiega il rettore Maria Del Zompo- di grado più elevato tra quelle assegnate finora. Un verdetto che colloca l'ateneo nel podio tra le Università esaminate, una trentina, su 96. È un grande successo di squadra. Non soltanto di chi vive e opera all'interno dell'ateneo, con gli studenti, il personale, i docenti e i ricercatori, ma anche del territorio: penso ai rapporti con le imprese, ai Comitati di indirizzo, alle istituzioni. Tutti hanno partecipato a questo percorso di crescita». Un riscontro oggettivo che non significa in automatico più finanziamenti. Ma pone le basi per poterli avere in futuro. Anche il presidente della Regione Francesco Pigliaru, presente nell'aula magna di Ingegneria al momento della comunicazione del risultato alla assemblea dei docenti, ha voluto sottolineare l'importanza della valutazione. «Molto soddisfatti di questo risultato- ha detto- anche perché la Regione fa la sua parte in piena cooperazione con l'Università. Collaboriamo tutti: siamo sulla strada giusta. Questo risultato è fondamentale perché troppo spesso vedo famiglie che pensano che per avere l'eccellenza bisogna mandare gli studenti in atenei spesso di livello non superiore a quello di Cagliari. Bisogna fargli sapere che qui abbiamo qualità». La commissione tra l'altro- spiegano i vertici- ha apprezzato il senso di appartenenza alla comunità sentito da tutte le categorie di attori consultate, la centralità del ruolo degli studenti e delle loro esigenze e soprattutto la volontà di miglioramento. Gli esperti valutatori hanno apprezzato il modello adottato dall'ateneo per realizzare il "miglioramento continuo", ritenuto in grado di affrontare efficacemente le continue sfide e le novità dell'alta formazione e della ricerca.

LA NUOVA SARDEGNA
LA NUOVA SARDEGNA

LA NUOVA SARDEGNA online
Università, Cagliari tra le migliori in Italia
L’ateneo è terzo nella valutazione dell’Anvur. Del Zompo: grande traguardo

di Stefano Ambu

CAGLIARI. Voto? B. Quindi l’Università di Cagliari è di serie A: vicina e appena dietro i due atenei, Bocconi di Milano e Politecnico di Torino, che guidano la classifica degli atenei finora passati ai raggi X dall'Anvur, l'agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca. Un esame, si chiama accreditamento, lungo e difficile: la commissione di esperti ha valutato per tre mesi i documenti arrivati dalla Sardegna.
E poi per una settimana è andata in giro per vedere e interrogare. Risultato? L'Università attende il voto ufficiale come uno studente pende dalle labbra del professore dopo aver sostenuto l'esame. Ma l'Anvur ha già sorriso e dato una pacca sulla spalla all'ateneo del capoluogo. Il giudizio? Può andare da A, il massimo, a E, il minimo. Cagliari ha preso B.
Ovvero «pienamente soddisfacente. La valutazione – spiega il rettore Maria Del Zompo – di grado più elevato tra quelle assegnate finora. Un verdetto che colloca l’ateneo nel podio tra le Università esaminate, una trentina, su 96. È un grande successo di squadra. Non soltanto di chi vive e opera all’interno dell’ateneo, con gli studenti, il personale, i docenti e i ricercatori, ma anche del territorio: penso ai rapporti con le imprese, ai Comitati di indirizzo, alle istituzioni. Tutti hanno partecipato a questo percorso di crescita».
Un riscontro oggettivo che non significa in automatico più finanziamenti. Ma pone le basi per poterli avere in futuro. Anche il presidente della Regione Francesco Pigliaru, presente nell'aula magna di Ingegneria al momento della comunicazione del risultato alla assemblea dei docenti, ha voluto sottolineare l'importanza della valutazione.
«Molto soddisfatti di questo risultato- ha detto- anche perché la Regione fa la sua parte in piena cooperazione con l'Università. Collaboriamo tutti: siamo sulla strada giusta. Questo risultato è fondamentale perché troppo spesso vedo famiglie che pensano che per avere l'eccellenza bisogna mandare gli studenti in atenei spesso di livello non superiore a quello di Cagliari. Bisogna fargli sapere che qui abbiamo qualità».
La commissione tra l'altro- spiegano i vertici- ha apprezzato il senso di appartenenza alla comunità sentito da tutte le categorie di attori consultate, la centralità del ruolo degli studenti e delle loro esigenze
e soprattutto la volontà di miglioramento. Gli esperti valutatori hanno apprezzato il modello adottato dall’ateneo per realizzare il "miglioramento continuo", ritenuto in grado di affrontare efficacemente le continue sfide e le novità dell’alta formazione e della ricerca.

LA NUOVA SARDEGNA online
LA NUOVA SARDEGNA online

ANSA
Sistema universitario, Cagliari al top
Giudizio commissione Anvur. Del Zompo,grande successo di squadra

Prima la Bocconi, secondo il Politecnico di Torino, terza l'Università di Cagliari. Sono i risultati resi noti dall'ateneo del capoluogo sulla base degli esami dell'Anvur, l'agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca.

    Ora si attende l'ufficializzazione del risultato, ma qualcosa Cagliari ha già in mano. Il giudizio è B in una scala da A ad E.
    Il massimo dei voti non è stato assegnato a nessuno, mentre ci sono state in altri atenei valutazioni che hanno portato alla soppressione di corsi di studi. Nel dettaglio la commissione ha valutato positivamente - giudizio pienamente soddisfacente - "la capacità dell'Università di Cagliari di definire le proprie politiche e strategie per la didattica, la ricerca e le connessioni col territorio e con il sistema produttivo, la capacità di coinvolgere i portatori di interesse nella vita dell'ateneo, il ruolo attivo della rappresentanza studentesca negli organi di governo e la leadership coinvolgente".
    Ancora, ha riferito la Rettrice Maria Del Zompo, "ha a apprezzato il senso di appartenenza alla comunità sentito da tutte le categorie di attori consultate, la centralità del ruolo degli studenti e delle loro esigenze e soprattutto la volontà di miglioramento".
    Gli esperti valutatori hanno apprezzato il modello adottato dall'ateneo per realizzare il miglioramento continuo in grado di affrontare le sfide e le novità dell'alta formazione e della ricerca. La commissione ha esaminato per tre mesi i documenti prodotti dall'Università e poi è stata per una settimana a Cagliari per rendersi conto della situazione. "Siamo stati premiati - ha detto Del Zompo - per il nostro lavoro. E stiamo parlando di una valutazione oggettiva di quello che stiamo facendo".
    Il risultato è stato riferito oggi dalla Rettrice all'assemblea dei docenti riunita nell'Aula magna di Ingegneria.
    Presente anche il presidente della Regione Francesco Pigliaru: "È la dimostrazione - ha detto - che le nostre università non hanno niente da invidiare alle altre e che non è necessario cercare altrove quello che c'è in Sardegna con la qualità riconosciuta anche in questo modo, siamo pienamente soddisfatti".

ANSA
ANSA
Guarda il servizio di Valerio Vargiu andato in onda nei TG di Sardegna 1 del 24 aprile 2018

L’UNIONESARDA on line
L'Università di Cagliari al top degli atenei in Italia
Oggi alle 11:45 - ultimo aggiornamento alle 14:39
di Marcello Cocco – con videointervista e con il servizio del TG di Videolina

"Siamo nella fascia alta delle università italiane: abbiamo un giudizio uguale a quello della Bocconi o del Politecnico di Torino".
È particolarmente orgogliosa il rettore dell'ateneo cagliaritano Maria Del Zompo.
Nei giorni scorsi è stata trasmessa la relazione degli esperti incaricati dall'Anvur (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca) incaricata di valutare l'Università di Cagliari.
Ed è arrivato il primo giudizio: "pienamente soddisfacente" è il "voto", il più alto, che colloca Cagliari alle prime posizioni sui trenta atenei valutati.

L'UNIONE SARDA on line
L'UNIONE SARDA on line

SARDINIAPOST.IT
Sistema universitario e ricerca, l’ateneo di Cagliari ai primi posti
24 aprile 2018  Cagliari, Cronaca, In evidenza 11

Prima la Bocconi, secondo il Politecnico di Torino, terza l’Università di Cagliari. Sono i risultati resi noti dall’ateneo del capoluogo sulla base degli esami dell’Anvur, l’agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca. Ora si attende l’ufficializzazione del risultato, ma qualcosa Cagliari ha già in mano. Il giudizio è B in una scala da A ad E. Il massimo dei voti non è stato assegnato a nessuno, mentre ci sono state in altri atenei valutazioni che hanno portato alla soppressione di corsi di studi. Nel dettaglio la commissione ha valutato positivamente – giudizio pienamente soddisfacente – “la capacità dell’Università di Cagliari di definire le proprie politiche e strategie per la didattica, la ricerca e le connessioni col territorio e con il sistema produttivo, la capacità di coinvolgere i portatori di interesse nella vita dell’ateneo, il ruolo attivo della rappresentanza studentesca negli organi di governo e la leadership coinvolgente”.
Ancora, ha riferito la Rettrice Maria Del Zompo, “ha a apprezzato il senso di appartenenza alla comunità sentito da tutte le categorie di attori consultate, la centralità del ruolo degli studenti e delle loro esigenze e soprattutto la volontà di miglioramento”. Gli esperti valutatori hanno apprezzato il modello adottato dall’ateneo per realizzare il miglioramento continuo in grado di affrontare le sfide e le novità dell’alta formazione e della ricerca. La commissione ha esaminato per tre mesi i documenti prodotti dall’Università e poi è stata per una settimana a Cagliari per rendersi conto della situazione. “Siamo stati premiati – ha detto Del Zompo – per il nostro lavoro. E stiamo parlando di una valutazione oggettiva di quello che stiamo facendo”. Il risultato è stato riferito oggi dalla Rettrice all’assemblea dei docenti riunita nell’Aula magna di Ingegneria. Presente anche il presidente della Regione Francesco Pigliaru: “È la dimostrazione – ha detto – che le nostre università non hanno niente da invidiare alle altre e che non è necessario cercare altrove quello che c’è in Sardegna con la qualità riconosciuta anche in questo modo, siamo pienamente soddisfatti”.

SARDINIAPOST.IT
SARDINIAPOST.IT

SARDEGNALIVE.NET
UNIVERSITÀ, TRA LE PRIME IN CLASSIFICA COME LA MIGLIORE. DEL ZOMPO: “UN GRANDE SUCCESSO DI SQUADRA”
Un prestigioso riconoscimento a livello nazionale
Università, tra le prime in classifica come la migliore. Del Zompo: “Un grande successo di squadra”

di Alessandro Congia

E’ stata trasmessa all’Ateneo nei giorni scorsi la relazione della Commissione di esperti incaricata dall’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) di sottoporre a valutazione l’Università degli Studi di Cagliari. Già dal 2016 l’Ateneo si era volontariamente candidato per il processo di accreditamento periodico istituito in Italia per autorizzare gli Atenei ad attivare sedi e corsi di studio (Accreditamento iniziale) ed a confermare e valutare i requisiti di qualità, di efficienza e di efficacia delle attività svolte (Accreditamento periodico), per rendere confrontabili i percorsi universitari a livello nazionale e internazionale e di conferire fiducia a tutte le parti interessate, famiglie, aziende, investitori.

L’esame degli esperti inviati dall’Anvur è stato particolarmente approfondito: dopo una valutazione documentale a distanza, la Commissione è stata in Ateneo nello scorso mese di ottobre e ha analizzato non solo UniCa nel suo complesso, ma anche un campione statisticamente rappresentativo di corsi di laurea e dipartimenti.
Ora si attende l’ufficializzazione del risultato da parte dell’ANVUR, ma si può dire con assoluta certezza che il giudizio ottenuto è “pienamente soddisfacente” (il giudizio più elevato finora tra quelli assegnati), e colloca l’Università di Cagliari alle prime posizioni tra gli Atenei (una trentina, su 96) che sono stati finora sottoposti a valutazione. L'esito è stato reso noto questa mattina durante un incontro nell'Aula magna della Facoltà di Ingegneria e Architettura, al quale hanno partecipato docenti, studenti, personale e i rappresentanti delle istituzioni (in sala il Presidente della Regione, Francesco Pigliaru, e il sindaco Massimo Zedda).
“E’ un grande successo di squadra – commenta il Rettore, Maria Del Zompo – Non soltanto di chi vive e opera all’interno dell’Ateneo, con gli studenti, il personale, i docenti e i ricercatori, ma anche del territorio: penso ai rapporti con le imprese, ai Comitati di indirizzo, alle istituzioni. Tutti hanno partecipato a questo percorso di crescita che premia la qualità della didattica, della ricerca, dei servizi agli studenti e delle strutture. E’ il punto di partenza di una strada sulla quale, tutti insieme, vogliamo continuare a camminare”.
La CEV ha valutato molto positivamente (ha espresso un giudizio nel complesso pienamente soddisfacente di livello B in una scala da A a E – dove E equivale al non accreditamento, cioè alla soppressione della Sede) la capacità dell’Università di Cagliari di definire le proprie politiche e strategie per la didattica, la ricerca e le connessioni col territorio e col sistema produttivo, lacapacità di coinvolgere i portatori di interesse nella vita dell’Ateneo, il ruolo attivo della Rappresentanza Studentesca negli Organi di Governo e la leadership coinvolgente.
Ancora, ha apprezzato il senso di appartenenza alla Comunità sentito da tutte le categorie di attori consultate, la centralità del ruolo degli studenti e delle loro esigenze e soprattutto la volontà di miglioramento. Gli esperti valutatori hanno apprezzato il modello adottato dall’Ateneo per realizzare il miglioramento continuo, ritenuto in grado di affrontare efficacemente le continue sfide e le novità dell’alta formazione e della ricerca.
La Commissione ha espresso opinioni particolarmente positive sul reclutamento e sulla qualificazione del corpo docente e ha anche giudicato come “prassi meritoria” l’attività predisposta dall’Ateneo a favore della crescita delle competenze didattiche dei docenti attraverso i progetti “Laboratorio Didattico Calaritano” e DISCENTIA.

SARDEGNALIVE.NET
SARDEGNALIVE.NET

VISTANET.IT
Valutazioni Anvur: l’Università di Cagliari tra le migliori d’Italia
Il giudizio ottenuto è “pienamente soddisfacente” e colloca l’Università di Cagliari alle prime posizioni tra gli Atenei

24 aprile 2018 12:09 La Redazione
 
È stata trasmessa all’Ateneo nei giorni scorsi la relazione della Commissione di esperti incaricata dall’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) di sottoporre a valutazione l’Università degli Studi di Cagliari. Già dal 2016 l’Ateneo si era volontariamente candidato per il processo di accreditamento periodico istituito in Italia per autorizzare gli Atenei ad attivare sedi e corsi di studio (Accreditamento iniziale) ed a confermare e valutare i requisiti di qualità, di efficienza e di efficacia delle attività svolte (Accreditamento periodico), per rendere confrontabili i percorsi universitari a livello nazionale e internazionale e di conferire fiducia a tutte le parti interessate, famiglie, aziende, investitori.
L’esame degli esperti inviati dall’Anvur è stato particolarmente approfondito: dopo una valutazione documentale a distanza, la Commissione è stata in Ateneo nello scorso mese di ottobre e ha analizzato non solo UniCa nel suo complesso, ma anche un campione statisticamente rappresentativo di corsi di laurea e dipartimenti.
Ora si attende l’ufficializzazione del risultato da parte dell’ANVUR, ma si può dire con assoluta certezza che il giudizio ottenuto è “pienamente soddisfacente” (il giudizio più elevato finora tra quelli assegnati), e colloca l’Università di Cagliari alle prime posizioni tra gli Atenei (una trentina, su 96) che sono stati finora sottoposti a valutazione. L’esito è stato reso noto questa mattina durante un incontro nell’Aula magna della Facoltà di Ingegneria e Architettura, al quale hanno partecipato docenti, studenti, personale e i rappresentanti delle istituzioni (in sala il Presidente della Regione, Francesco Pigliaru, e il sindaco Massimo Zedda).
«È un grande successo di squadra – commenta il Rettore, Maria Del Zompo – Non soltanto di chi vive e opera all’interno dell’Ateneo, con gli studenti, il personale, i docenti e i ricercatori, ma anche del territorio: penso ai rapporti con le imprese, ai Comitati di indirizzo, alle istituzioni. Tutti hanno partecipato a questo percorso di crescita che premia la qualità della didattica, della ricerca, dei servizi agli studenti e delle strutture. E’ il punto di partenza di una strada sulla quale, tutti insieme, vogliamo continuare a camminare».
La CEV ha valutato molto positivamente (ha espresso un giudizio nel complesso pienamente soddisfacente di livello B in una scala da A a E – dove E equivale al non accreditamento, cioè alla soppressione della Sede) la capacità dell’Università di Cagliari di definire le proprie politiche e strategie per la didattica, la ricerca e le connessioni col territorio e col sistema produttivo, la capacità di coinvolgere i portatori di interesse nella vita dell’Ateneo, il ruolo attivo della Rappresentanza Studentesca negli Organi di Governo e la leadership coinvolgente.
Ancora, ha apprezzato il senso di appartenenza alla Comunità sentito da tutte le categorie di attori consultate, la centralità del ruolo degli studenti e delle loro esigenze e soprattutto la volontà di miglioramento. Gli esperti valutatori hanno apprezzato il modello adottato dall’Ateneo per realizzare il miglioramento continuo, ritenuto in grado di affrontare efficacemente le continue sfide e le novità dell’alta formazione e della ricerca.
La Commissione ha espresso opinioni particolarmente positive sul reclutamento e sulla qualificazione del corpo docente e ha anche giudicato come “prassi meritoria” l’attività predisposta dall’Ateneo a favore della crescita delle competenze didattiche dei docenti attraverso i progetti “Laboratorio Didattico Calaritano” e DISCENTIA.

VISTANET.IT
VISTANET.IT

CAGLIARIPAD.IT
Sistema universitario, Cagliari al top: terzo posto dopo Bocconi e Politecnico di Torino

Prima la Bocconi, secondo il Politecnico di Torino, terza l’Università di Cagliari. Sono i risultati resi noti dall’ateneo del capoluogo sulla base degli esami dell’Anvur, l’agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca.

Ora si attende l’ufficializzazione del risultato, ma qualcosa Cagliari ha già in mano. Il giudizio è B in una scala da A ad E.
Il massimo dei voti non è stato assegnato a nessuno, mentre ci sono state in altri atenei valutazioni che hanno portato alla soppressione di corsi di studi. Nel dettaglio la commissione ha valutato positivamente – giudizio pienamente soddisfacente – “la capacità dell’Università di Cagliari di definire le proprie politiche e strategie per la didattica, la ricerca e le connessioni col territorio e con il sistema produttivo, la capacità di coinvolgere i portatori di interesse nella vita dell’ateneo, il ruolo attivo della rappresentanza studentesca negli organi di governo e la leadership coinvolgente”.
Ancora, ha riferito la Rettrice Maria Del Zompo, “ha a apprezzato il senso di appartenenza alla comunità sentito da tutte le categorie di attori consultate, la centralità del ruolo degli studenti e delle loro esigenze e soprattutto la volontà di miglioramento”.
Gli esperti valutatori hanno apprezzato il modello adottato dall’ateneo per realizzare il miglioramento continuo in grado di affrontare le sfide e le novità dell’alta formazione e della ricerca. La commissione ha esaminato per tre mesi i documenti prodotti dall’Università e poi è stata per una settimana a Cagliari per rendersi conto della situazione. “Siamo stati premiati – ha detto Del Zompo – per il nostro lavoro. E stiamo parlando di una valutazione oggettiva di quello che stiamo facendo”.
Il risultato è stato riferito oggi dalla Rettrice all’assemblea dei docenti riunita nell’Aula magna di Ingegneria.
Presente anche il presidente della Regione Francesco Pigliaru: “È la dimostrazione – ha detto – che le nostre università non hanno niente da invidiare alle altre e che non è necessario cercare altrove quello che c’è in Sardegna con la qualità riconosciuta anche in questo modo, siamo pienamente soddisfatti”.

CAGLIARIPAD.IT
CAGLIARIPAD.IT

YOUTG.NET
Primo Piano
Sorpresa, l'Università di Cagliari ai massimi livelli italiani di qualità
CAGLIARI. L’Università di Cagliari non è un Ateneo di serie B. Anzi: si può paragonare a facoltà blasonate come la “Bocconi” di Milano o il “Politecnico” di Torino. Lo rivela il giudizio “pienamente soddisfacente” della commissione di esperti incaricata dall’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (Anvur).

Con videointervista di Monica Magro con il Rettore Maria Del Zompo

Gli ispettori hanno effettuato un sopralluogo a Cagliari per una settimana, hanno ascoltato gli studenti che frequentano i vari corsi di studi, sono stati “intervistati” anche i laureati e l’ateneo ha messo a disposizione della commissione tutto il materiale dell’Università. “È emerso così che siamo allo stesso livello di quelli che sono considerati i migliori atenei d’Italia”, ha detto il rettore Maria Del Zompo, “è un grande successo di squadra, viene riconosciuto da entità esterne il lavoro che si è fatto e che si sta facendo in questi ultimi anni”. Rimangono ancora i problemi legati alle risorse: “Riusciamo a fare ciò che facciamo con risorse che vengono periodicamente tagliate e con un rapporto docenti personale uno a uno quando dovrebbe essere uno a quattro”.

YOUTG.NET
YOUTG.NET

CASTEDDUONLINE.IT
Università di Cagliari ai primi posti in Italia: un premio qualità a Rettore e docenti
“E’ un grande successo di squadra – commenta il Rettore, Maria Del Zompo – Non soltanto di chi vive e opera all’interno dell’Ateneo, con gli studenti, il personale, i docenti e i ricercatori, ma anche del territorio: penso ai rapporti con le imprese, ai Comitati di indirizzo, alle istituzioni. Tutti hanno partecipato a questo percorso di crescita che premia la qualità della didattica, della ricerca, dei servizi agli studenti e delle strutture. E’ il punto di partenza di una strada sulla quale, tutti insieme, vogliamo continuare a camminare”.

Redazione Cagliari Online  24 aprile 2018

E’ stata trasmessa all’Ateneo nei giorni scorsi la relazione della Commissione di esperti incaricata dall’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) di sottoporre a valutazione l’Università degli Studi di Cagliari. Già dal 2016 l’Ateneo si era volontariamente candidato per il processo di accreditamento periodico istituito in Italia per autorizzare gli Atenei ad attivare sedi e corsi di studio (Accreditamento iniziale) ed a confermare e valutare i requisiti di qualità, di efficienza e di efficacia delle attività svolte (Accreditamento periodico), per rendere confrontabili i percorsi universitari a livello nazionale e internazionale e di conferire fiducia a tutte le parti interessate, famiglie, aziende, investitori.

L’esame degli esperti inviati dall’ANVUR è stato particolarmente approfondito: dopo una valutazione documentale a distanza, la Commissione è stata in Ateneo nello scorso mese di ottobre e ha analizzato non solo UniCa nel suo complesso, ma anche un campione statisticamente rappresentativo di corsi di laurea e dipartimenti.
Ora si attende l’ufficializzazione del risultato da parte dell’ANVUR, ma si può dire con assoluta certezza che il giudizio ottenuto è “pienamente soddisfacente” (il giudizio più elevato finora tra quelli assegnati), e colloca l’Università di Cagliari alle prime posizioni tra gli Atenei (una trentina, su 96) che sono stati finora sottoposti a valutazione. L’esito è stato reso noto questa mattina durante un incontro nell’Aula magna della Facoltà di Ingegneria e Architettura, al quale hanno partecipato docenti, studenti, personale e i rappresentanti delle istituzioni (in sala il Presidente della Regione, Francesco Pigliaru, e il sindaco Massimo Zedda).
“E’ un grande successo di squadra – commenta il Rettore, Maria Del Zompo – Non soltanto di chi vive e opera all’interno dell’Ateneo, con gli studenti, il personale, i docenti e i ricercatori, ma anche del territorio: penso ai rapporti con le imprese, ai Comitati di indirizzo, alle istituzioni. Tutti hanno partecipato a questo percorso di crescita che premia la qualità della didattica, della ricerca, dei servizi agli studenti e delle strutture. E’ il punto di partenza di una strada sulla quale, tutti insieme, vogliamo continuare a camminare”.
La CEV ha valutato molto positivamente (ha espresso un giudizio nel complesso pienamente soddisfacente di livello B in una scala da A a E – dove E equivale al non accreditamento, cioè alla soppressione della Sede) la capacità dell’Università di Cagliari di definire le proprie politiche e strategie per la didattica, la ricerca e le connessioni col territorio e col sistema produttivo, la capacità di coinvolgere i portatori di interesse nella vita dell’Ateneo, il ruolo attivo della Rappresentanza Studentesca negli Organi di Governo e la leadership coinvolgente.
Ancora, ha apprezzato il senso di appartenenza alla Comunità sentito da tutte le categorie di attori consultate, la centralità del ruolo degli studenti e delle loro esigenze e soprattutto la volontà di miglioramento. Gli esperti valutatori hanno apprezzato il modello adottato dall’Ateneo per realizzare il miglioramento continuo, ritenuto in grado di affrontare efficacemente le continue sfide e le novità dell’alta formazione e della ricerca.
La Commissione ha espresso opinioni particolarmente positive sul reclutamento e sulla qualificazione del corpo docente e ha anche giudicato come “prassi meritoria” l’attività predisposta dall’Ateneo a favore della crescita delle competenze didattiche dei docenti attraverso i progetti “Laboratorio Didattico Calaritano” e DISCENTIA.

CASTEDDUONLINE.NET
CASTEDDUONLINE.NET

LA PROVINCIA DEL SULCIS IGLESIENTE
L’Università degli Studi di Cagliari nel gotha degli atenei italiani. Il Rettore Maria Del Zompo: “Un grande successo di squadra”.

E’ stata trasmessa all’Ateneo di Cagliari, nei giorni scorsi, la relazione della Commissione di esperti incaricata dall’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) di sottoporre a valutazione l’Università degli Studi di Cagliari. Già dal 2016 l’Ateneo si era volontariamente candidato per il processo di accreditamento periodico istituito in Italia per autorizzare gli Atenei ad attivare sedi e corsi di studio (Accreditamento iniziale) ed a confermare e valutare i requisiti di qualità, di efficienza e di efficacia delle attività svolte (Accreditamento periodico), per rendere confrontabili i percorsi universitari a livello nazionale e internazionale e di conferire fiducia a tutte le parti interessate, famiglie, aziende, investitori.
L’esame degli esperti inviati dall’ANVUR è stato particolarmente approfondito: dopo una valutazione documentale a distanza, la Commissione è stata in Ateneo nello scorso mese di ottobre e ha analizzato non solo UniCa nel suo complesso, ma anche un campione statisticamente rappresentativo di corsi di laurea e dipartimenti.
Ora si attende l’ufficializzazione del risultato da parte dell’ANVUR, ma si può dire con assoluta certezza che il giudizio ottenuto è “pienamente soddisfacente” (il giudizio più elevato finora tra quelli assegnati), e colloca l’Università di Cagliari alle prime posizioni tra gli Atenei (una trentina, su 96) che sono stati finora sottoposti a valutazione.
«E’ un grande successo di squadra – ha detto il Rettore, Maria Del Zompo, conversando con i giornalisti -. Non soltanto di chi vive e opera all’interno dell’Ateneo, con gli studenti, il personale, i docenti e i ricercatori, ma anche del territorio: penso ai rapporti con le imprese, ai Comitati di indirizzo, alle istituzioni. Tutti hanno partecipato a questo percorso di crescita che premia la qualità della didattica, della ricerca, dei servizi agli studenti e delle strutture. E’ il punto di partenza di una strada sulla quale, tutti insieme, vogliamo continuare a camminare.»
«È stato riconosciuto il lavoro che si sta facendo nella sua oggettività – ha aggiunto Maria Del Zompo -. Il nostro è un bellissimo Ateneo, che può certamente migliorare, ma che offre ottimi servizi.»
Di “una certificazione importante della nostra organizzazione in qualità e per qualità” ha parlato il Direttore generale Aldo Urru, «che premia uno sforzo pesante fatto in un contesto di contrazione pesantissima di risorse finanziarie e umane».
Elio Usai, coordinatore del Presidio di Qualità, ha sottolineato che «l’Ateneo è pronto a continuare sulla strada intrapresa. Molto contenti della certificazione ottenuta, che attesa anche l’ottimo livello di tanti nostri docenti», mentre il Prorettore vicario, Francesco Mola, ha rimarcato la complessità della procedura, cominciata con una valutazione documentale, prima ancora della visita in loco. Poco dopo, il presidente della Regione Francesco Pigliaru – conversando con l’ANSA – ha espresso la soddisfazione della Giunta per il risultato centrato dall’Ateneo.
La CEV ha valutato molto positivamente (ha espresso un giudizio nel complesso pienamente soddisfacente di livello B in una scala da A a E – dove E equivale al non accreditamento, cioè alla soppressione della Sede) la capacità dell’Università di Cagliari di definire le proprie politiche e strategie per la didattica, la ricerca e le connessioni col territorio e col sistema produttivo, la capacità di coinvolgere i portatori di interesse nella vita dell’Ateneo, il ruolo attivo della Rappresentanza Studentesca negli Organi di Governo e la leadership coinvolgente.
Ancora, ha apprezzato il senso di appartenenza alla Comunità sentito da tutte le categorie di attori consultate, la centralità del ruolo degli studenti e delle loro esigenze e soprattutto la volontà di miglioramento. Gli esperti valutatori hanno apprezzato il modello adottato dall’Ateneo per realizzare il miglioramento continuo, ritenuto in grado di affrontare efficacemente le continue sfide e le novità dell’alta formazione e della ricerca.
La Commissione ha espresso opinioni particolarmente positive sul reclutamento e sulla qualificazione del corpo docente e ha anche giudicato come “prassi meritoria” l’attività predisposta dall’Ateneo a favore della crescita delle competenze didattiche dei docenti attraverso i progetti “Laboratorio Didattico Calaritano” e DISCENTIA.

LA PROVINCIA DEL SULCIS IGLESIENTE
LA PROVINCIA DEL SULCIS IGLESIENTE

Ultime notizie

03 dicembre 2021

Cinema in Sardegna, una tavola rotonda per fare il punto

Una tavola rotonda con i registi Salvatore Mereu, Gianfranco Cabiddu, Enrico Pau e Mario Piredda concluderà oggi alle 17.20 nell’Aula Magna Motzo (Sa Duchessa, via Is Mirrionis) le giornate di studio su “Cinema ed economia del territorio”, organizzate dal Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali e dal Centro per l'educazione ai linguaggi del cinema, degli audiovisivi e della multimedialità (CELCAM) dell’Università degli Studi di Cagliari. RASSEGNA STAMPA

03 dicembre 2021

«Tecnologia è Biologia», una conferenza alla Fondazione di Sardegna

Venerdì 3 e sabato 4 dicembre dalle 18, nella sala conferenze della Fondazione di Sardegna a Cagliari, si svolgerà l'iniziativa dedicata alla conoscenza nell'era digitale con il coordinamento scientifico di Silvano Tagliagambe, l'organizzazione di Kitzanos e EjaTv, il sostegno della Fondazione e il patrocinio dell'Università degli Studi di Cagliari. Previsti gli interventi del Magnifico Rettore, Francesco Mola, e della viceministra allo Sviluppo economico, Alessandra Todde. RASSEGNA STAMPA

02 dicembre 2021

Idee, arte e cultura a cavallo del Covid

Domani, secondo appuntamento del ciclo di seminari dai temi trasversali e inclusivi. Coordinati da Marco Zurru e Clementina Casula, gli eventi nascono dai dipartimenti di Scienze politiche e sociali e Lettere, lingue e beni culturali, in partnership con l'assessorato alla Cultura del comune di Cagliari e con l'Associazione enti locali, attività culturali e di spettacolo. Le news su iscrizioni e crediti formativi per studentesse e studenti

02 dicembre 2021

Webinar sul progetto ‘‘Acuadori’’

DIRETTA WEB sul CANALE YOUTUBE di UNICA. Venerdì 3 dicembre, dalle 10,30, seminario online riguardante la Piattaforma ICT per la gestione sostenibile dell'acqua destinata alla vitivinicoltura di qualità. Coordina il professor Massimo Barbaro, del Dipartimento di Ingegneria elettrica ed elettronica, responsabile scientifico del progetto per l’Università di Cagliari. Nel team anche Costantino Sirca (Università Sassari), Katiuscia Zedda (Abika), Roberta Pilloni (Cantine Su’Entu) e Federico Razzu (Viticoltori Romangia)

Questionario e social

Condividi su: