UniCa UniCa News Notizie DALLA GRANDE GUERRA AL FASCISMO. Tra storia delle classi popolari e storia della lingua

DALLA GRANDE GUERRA AL FASCISMO. Tra storia delle classi popolari e storia della lingua

Lunedì 16 e martedì 17 aprile il seminario della Facoltà di Studi umanistici nell’Aula degli Specchi e nell'Aula magna Motzo
12 aprile 2018
le copertine dei due volumi presentati nella seconda giornata del seminario

Cagliari 12 aprile 2018
Ivo Cabiddu
  

  
Il Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio e il Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica dell’Università degli Studi di Cagliari organizzano il seminario DALLA GRANDE GUERRA AL FASCISMO, rivolto agli studenti dei corsi di laurea triennale e magistrale della Facoltà di Studi umanistici.

Il corso prevede due giornate di studio, lunedì 16 e martedì 17 aprile prossimi, sempre nei locali della Facoltà, in via Is Mirrionis a Cagliari. Per la partecipazione al seminario, corredata da una relazione scritta, è proposto il riconoscimento di n.1 credito.
 

programma lunedì 16 aprile 2018

Lavori, sul tema “La Grande Guerra: tra storia delle classi popolari e storia della lingua”, in programma nell’Aula degli Specchi:
 
PRIMA SESSIONE: ore 9,30 - Coordina: Rita Fresu
- Introduzione: Francesco Atzeni e Ignazio Putzu
- Giuseppe Polimeni (Università La Statale di Milano): Linguistica (italiana) della Grande Guerra
- Massimo Prada (Università La Statale di Milano): Una lingua in guerra. Spunti sulla didattica dell’italiano nel Bollettino Ufficiale del Ministero della Pubblica Istruzione.

SECONDA SESSIONE: ore 15,0 0 - Coordina: Maria Luisa Di Felice
- Quinto Antonelli (Museo storico della cultura popolare, Trento): Morte di massa e terra di nessuno nelle lettere dei combattenti comuni
- Giovanna Procacci (Università di Modena): Classi popolari e Grande Guerra: dalla rassegnazione alla rivolta
- Paul Corner (Università di Siena): Dalle Grande Guerra al fascismo

programma martedì 17 aprile 2018

La seconda giornata, con inizio ancora alle 9,30, si svolgerà nell’aula magna B. Motzo e, insieme agli autori, prevede la presentazione – a cura dei professori Francesco Atzeni, Luciano Marrocu, Claudio Natoli e Giovanna Procacci – dei volumi “Cento anni di Grande Guerra. Cerimonie, monumenti, memorie e contro memorie” di Quinto Antonelli (ed. Donzelli) e “La dittatura fascista” di Paul Corner (Ed. Carocci)

il professor Claudio Natoli, ordinario del Dipartimento di Storia, beni culturali e territorio. Per informazioni: 070.675.7353, natoli@unica.it
il professor Claudio Natoli, ordinario del Dipartimento di Storia, beni culturali e territorio. Per informazioni: 070.675.7353, natoli@unica.it
Tematiche: Storia

Ultime notizie

20 aprile 2018

Ateneika 2018 scalda i motori

Dal 2 all’8 maggio prosegue tra facoltà e campus il tour promozionale e di coinvolgimento degli studenti per i giochi dell’Università di Cagliari. Le iscrizioni alla dieci giorni di sport, musica e inclusione che si tiene a Sa Duchessa, scadono il 9 maggio

20 aprile 2018

Pensare l'impossibile. L'immaginazione tra letteratura e scienza

Aula Motzo al completo per il convegno che unisce discipline umanistiche e scientifiche. Luciano Boi, visiting professor: “Un’iniziativa che ci aiuta a comprendere in che modo i diversi campi disciplinari si occupano dell’impossibile”. Rossana Martorelli, presidente della Facoltà di Studi Umanistici: “Contiamo di portare avanti, anche in futuro, questo progetto di ampio respiro”. Presente all'iniziativa il Prorettore alla Ricerca scientifica, Micaela Morelli. RESOCONTO con VIDEO e FOTO

20 aprile 2018

A Daniela Spiga il premio Ducktech

Il riconoscimento assegnato dalla Fondazione Cariplo per il lavoro scientifico di particolare rilevanza pubblicato su rivista internazionale è andato all’assegnista del DICAAR - componente del gruppo di ricerca di Ingegneria ambientale - per uno studio sul recupero di energia pulita dai rifiuti pubblicato su “Waste Management”. La dott.ssa Spiga è anche referente per l'Italia di un importante progetto internazionale sul tema. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: