Le modalità di organizzazione dell'esame di Laurea sono coordinate a livello di Facoltà. Per essere ammessi all’esame di Laurea occorre aver superato, con esito positivo, gli esami degli insegnamenti e completato le altre attività formative previste nel piano degli studi, con le modalità stabilite dal presente regolamento, comprese quelle relative alla preparazione della prova finale, conseguendo i relativi crediti. La prova finale per il conseguimento della Laurea consiste in una discussione tendente ad accertare la preparazione tecnico-scientifica dello studente. La discussione verte sull'elaborato finale presentato dallo studente. Tale elaborato finale può consistere in una relazione su un tirocinio o su una breve attività sperimentale, in un lavoro compilativo o in un’attività progettuale commisurata alle competenze tecniche conseguite con la Laurea, ed è assegnato da un docente che deve attestare la corrispondenza tra l’impegno richiesto ed i 3 crediti previsti. La tesi viene assegnata dal docente a cui lo studente sceglie di rivolgersi, nell’ambito delle discipline maggiormente caratterizzanti il Corso di Laurea. La prova finale nelle forme sopra previste viene valutata da una Commissione la quale esprime un giudizio che concorre alla determinazione del voto di Laurea.

La Commissione di Laurea è composta da 7 docenti, secondo le modalità stabilite dalle norme vigenti.

La Commissione accerta la preparazione tecnico-scientifica e professionale del candidato, la sua maturità culturale e la sua capacità di elaborazione intellettuale personale, esprime una valutazione sull’intero percorso di studi assegnando un punteggio in centodecimi. La Laurea potrà essere conseguita anche prima della conclusione dell’ultimo anno del Corso di Laurea.

Gli studenti che usufruiscono di borse di studio ERASMUS+ o che svolgono comunque all’estero il lavoro preparatorio per la prova finale, sono autorizzati a redigere la relazione a scelta in Italiano, Francese, Inglese o Spagnolo.

Criteri di assegnazione del voto di laurea

La commissione di laurea attribuisce all'esame finale un voto, espresso in trentesimi, che concorre alla determinazione della media di base unitamente ai voti conseguiti nelle attività formative di base (CFU A), nelle attività caratterizzanti (CFU B), nelle attività affini e integrative (CFU C).Il voto di laurea, espresso in centodecimi, è definito moltiplicando per 12/11 la media di base in centodecimi e sommando un ulteriore punto allorquando la carriera venga conclusa in tre anni accademici. La lode viene assegnata a parere unanime della commissione di laurea, su proposta di uno dei commissari, ed è assegnabile allorquando il voto di laurea arrotondato abbia raggiunto il punteggio di 112/110.

Questionario e social

Condividi su: