Presentazione del corso

La laurea magistrale in Ingegneria delle Tecnologie per Internet nasce come naturale evoluzione della precedente laurea magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni attivata nell’a.a. 2008-2009. In 10 anni lo scenario dell’Information and Communications Technology (ICT) è profondamente cambiato con l’avvento dei social network, l’evoluzione dei sistemi multimediali verso la realtà virtuale ed aumentata e le potenzialità introdotte dalla tecnologia Fiber To The Home e dalle reti e sistemi cellulari di ultima generazione. Il risultato è che nel 2020 ci saranno più di 50 miliardi di dispositivi connessi alla Internet! E questi dispositivi saranno parte integrante delle nostre attività quotidiane a casa, a lavoro e durante il nostro tempo libero.


Il nuovo corso di laurea si propone l’obiettivo di formare Ingegneri al passo coi tempi, capaci di un ruolo attivo in tale scenario, con competenze specifiche relative alle seguenti tecnologie:
•         Internet of Things
•         Cloud computing e networking
•         4G/5G cellular networks
•         Virtual, augmented, mixed reality


Con l’obiettivo di formare degli Ingegneri che abbiano un ruolo attivo in tale scenario, il Corso di Studi si focalizza sulle seguenti figure professionali:
o   Network architect
o   Cloud architect
o   Progettista di reti wireless
o   Sistemista per infrastrutture di rete e di calcolo
o   Progettista di servizi ed applicazioni per Internet
o   Chief Digital Officer


Il laureato in Ingegneria delle tecnologie per Internet può svolgere la propria attività in imprese ed enti operanti sia direttamente nel settore ICT sia in settori non ICT, ma che necessitano di figure esperte in tale dominio per la fornitura dei servizi e prodotti in altri campi, quali agricoltura, turismo, trasporti, processi produttivi industriali e di competenze in domini applicativi complessi propri delle smartcity. L’offerta formativa è formulata in modo da consentire, inoltre, di ricoprire, con l'avanzare della carriera, ruoli gestionali anche di rilevante responsabilità.

Questionario e social

Condividi su: