Prova Finale

Per essere ammessi all’esame di Laurea occorre aver superato con esito positivo gli esami degli insegnamenti e completato le altre attività formative previste nel piano degli studi con le modalità stabilite dal presente regolamento, comprese quelle relative alla preparazione della prova finale, conseguendo i relativi crediti.

La prova finale consiste nella discussione di una relazione (tesi) relativa ad un lavoro individuale, svolto dal laureando sotto la supervisione di almeno un docente della Facoltà di Ingegneria e dell’Architettura dell'Università degli Studi di Cagliari, riguardo aspetti tecnici e/o scientifici pertinenti all'area dell'ingegneria dell'informazione e della sicurezza informatica o dell'intelligenza artificiale in particolare.

Il lavoro potrà consistere in un'analisi critica dello stato dell'arte o la redazione di un progetto almeno di massima o lo sviluppo di metodologie e tecniche con un certo grado di originalità o un trasferimento di metodologie e tecniche da ambiti differenti in settori dell'ingegneria dell'informazione.

L'elaborato deve essere redatto in lingua inglese.

Le attività relative alla preparazione della prova finale potranno essere svolte:
- presso uno dei gruppi di ricerca del Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica (DIEE) che forniscono docenza al corso di studio;
- presso un gruppo di ricerca che abbia collaborazioni con i gruppi definiti al punto precedente;
- all'estero, nell'ambito di uno dei diversi programmi internazionali offerti dall'ateneo (Erasmus Plus, Erasmus Placement, Globus Placement, etc.) o come Free Mover;
- presso un'azienda che abbia sede nel territorio regionale, nazionale o all'estero, purché la stessa attività non coincida con l'attività svolta durante un tirocinio per cui siano stati attribuiti crediti formativi specifici, a meno che tali CFU non siano stati riconosciuti solo per una frazione lavoro svolto complessivamente.

L’elaborato viene discusso di fronte ad una commissione costituita da 7 docenti del Corso di Studio, eventualmente integrata da docenti che forniscono insegnamenti nei corsi di studio del DIEE e in genere presieduta dal coordinatore; durante la discussione lo studente potrà avvalersi di supporti grafici ed informatici.

La presentazione deve coprire la contestualizzazione del lavoro svolto, un'adeguata panoramica sulle problematiche affrontate e sullo stato dell'arte, la descrizione dei materiali e/o dei metodi utilizzati, i risultati ottenuti e le prospettive future del lavoro. La presentazione ha l'obiettivo di verificare la capacità del laureando di comunicare professionalmente e discutere con chiarezza e padronanza l'argomento scelto. Al termine della presentazione si svolge una sessione di domande da parte dei membri della commissione (difesa della tesi).

La commissione valuta la prova finale esprimendo un giudizio che, unitamente alla valutazione del percorso di studi, concorre alla determinazione del voto di laurea che sarà espresso in centodecimi.

Criteri di assegnazione del voto di laurea

Il voto di laurea è attribuito sulla base della carriera accademica, dell'elaborato di tesi e della discussione di fronte alla commissione. L'elaborato viene esaminato rispetto alla completezza dell'esame dello stato dell'arte, l'adeguatezza dei materiali e dei metodi utilizzati, la correttezza ed esaustività dei risultati ottenuti, il grado di approfondimento delle problematiche e l'innovatività delle soluzioni proposte. La presentazione viene valutata in base alla capacità del candidato di tradurre il lavoro svolto in un insieme di slide efficaci, complete e chiare e alla sua capacità di rispondere con competenza e professionalità alle domande.

Voto laurea = Voto tesi +  (Media esami x 110 ) / 30.

Il Voto di Tesi varia da 0 a 9 punti. 
Come indicazione per l’attribuzione del voto di tesi, si utilizza la seguente classificazione della tipologia di lavoro svolto dallo studente:
Tesi compilativa: fino a 4 punti;
Tesi di progetto: fino a 6 punti;
Tesi di ricerca: fino a 9 punti;

La lode può essere assegnata all’unanimità della commissione solo se la somma del voto di tesi e della media degli esami risulta uguale o maggiore a 112.

Questionario e social

Condividi su: