1

L'ingegneria chimica è una disciplina che collega diverse aree della scienza e della tecnologia. Gli ingegneri chimici elaborano e progettano processi applicando matematica, fisica, chimica e conoscenze ingegneristiche. La loro competenza principale è trasformare le materie prime in prodotti ad elevato valore aggiunto rispettando l'ambiente e la salute umana. Il moderno ingegnere chimico è spesso coinvolto nello sviluppo di nuovi materiali e processi innovativi, dalla scala di laboratorio sino a quella industriale.

Il gran numero di aziende, in cui ci si preoccupa di sintesi e lavorazione di materiali e di sostanze chimiche, crea una domanda costante di ingegneri chimici. Oltre agli esempi tradizionali come le aziende chimiche, energetiche e petrolchimiche, le opportunità di lavoro si moltiplicano nel mondo della biotecnologia, farmaceutica, elettronica e ingegneria ambientale. La formazione di un ingegnere chimico e la sua trasversalità è strategicamente importante ogni volta che i processi industriali comportano trasformazioni chimiche e fisiche della materia.

Il nostro percorso del Corso di Studi favorisce lo sviluppo di capacità di approccio multiscala alla descrizione delle trasformazioni chimiche e fisiche della materia, partendo dagli aspetti microscopici sino alla macro-scala degli impianti. Il curriculum (Laurea triennale e magistrale) è focalizzato sull'acquisizione di una formazione ad ampio spettro, con una solida base nelle discipline matematiche, fisiche, chimiche e ingegneristiche di base, insieme al nucleo di discipline specifiche come la termodinamica, i fenomeni di trasporto, la cinetica chimica, la progettazione di reattori, la biochimica e la progettazione di processi. Questo approccio garantisce l'ampia latitudine culturale degli ingegneri chimici come condizione essenziale per una riuscita integrazione professionale negli scenari occupazionali e tecnologici in rapida evoluzione.

 

Questionario e social

Condividi su: