UniCa Ingegneria Meccanica Corso Informazioni sul Corso

Informazioni sul Corso

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Ordinamento
INGEGNERIA MECCANICA  
Durata
3   Anni  
Crediti
180  
Tipo di Corso
Corso di Laurea  
Normativa
D.M. 270/2004  
Classe di Laurea
L-9 - Classe delle lauree in Ingegneria industriale
Tipo di Accesso
Accesso Programmato 
Sedi Didattiche
Cagliari - Università degli Studi 
Sito del Corso
Accedi alla pagina web del Corso 
Elenco Insegnamenti per Percorso/Curriculum
PERCORSO COMUNE - Ordinamento 2019


Requisiti di accesso


Titoli
 
Un'opzione a scelta tra le seguenti
1. - Titolo di Scuola Superiore - in ipotesi
2. - Titolo straniero - in ipotesi


Coordinatore
MOHAMAD EL MEHTEDI
mohamad.elm@unica.it
Responsabilità mobilità studenti
ANTONIO BALDI
antonio.baldi@dimcm.unica.it


Date e Scadenze


Leggi il Manifesto generale degli studi

Contribuzione studentesca


Leggi il Regolamento contribuzione studentesca

Tassa per la partecipazione ai test di ammissione ai Corsi di studio Euro 30
Studenti in corso - Contributo onnicomprensivo annuale da Euro 312,40 a Euro 3.014,05 in funzione dell'ISEE e dei CFU acquisiti
Studenti fuori corso - Contributo onnicomprensivo annuale da Euro 312,40 a Euro 4.471,08 in funzione dell'ISEE, dell'anno di fuori corso e dei CFU acquisiti
Imposta di bollo Euro 16
Tassa regionale ERSU per reddito complessivo familiare superiore a Euro 25.000 Euro 140
Sono previsti esoneri totali dal pagamento delle tasse o parziali (contributo calmierato e riduzioni), indicati nel Regolamento contribuzione studentesca che è opportuno consultare.

Informazioni generali


Status professionale conferito dal titolo

Ingegnere Meccanico
- Industrie meccaniche, elettromeccaniche, per l'automazione e la robotica e manifatturiere in genere;
- Aziende di progettazione, installazione e manutenzione di impianti, servizi di impianto e processi produttivi;
- Aziende ed enti per la produzione, la conversione e la distribuzione dell'energia;
- Libera professione, previo superamento dell'esame di stato ed iscrizione all'albo;
- Prosecuzione degli studi con una laurea magistrale.

Caratteristiche prova finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre aver superato, con esito positivo, gli esami di tutti gli insegnamenti previsti nel piano degli studi e completato tutte le altre attività formative, secondo le modalità di valutazione stabilite nel regolamento del Corso di Studio. Il numero di crediti complessivamente acquisiti durante il corso degli studi, comprensivo di quelli per la preparazione della prova finale, non deve essere inferiore a 180. La prova finale consiste nella discussione di un elaborato scritto volto ad accertare la preparazione tecnico-scientifica e professionale del candidato. L'elaborato può essere redatto e/o presentato in lingua inglese. Può inoltre essere associato allo svolgimento di un tirocinio professionale o di una esperienza di formazione all'estero.
In particolare, il ruolo della prova finale è soprattutto quello di fornire allo studente l'opportunità di dimostrare le capacità di analisi, di sintesi, di giudizio critico e di comunicazione acquisite durante il percorso formativo.

Conoscenze richieste per l'accesso

Per essere ammessi al Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo conseguito all'estero riconosciuto idoneo.
È richiesto altresì il possesso o l'acquisizione di un'adeguata preparazione iniziale.
Le conoscenze richieste sono le seguenti.
Matematica:
Aritmetica ed algebra - Proprietà e operazioni sui numeri (interi, razionali, reali). Valore assoluto. Potenze e radici. Logaritmi ed esponenziali. Calcolo letterale. Polinomi (operazioni, decomposizione in fattori). Equazioni e disequazioni algebriche di primo e secondo grado o ad esse riducibili. Sistemi di equazioni di primo grado. Equazioni e disequazioni razionali fratte e con radicali. Geometria Segmenti ed angoli; loro misura e proprietà. Rette e piani. Luoghi geometrici notevoli. Proprietà delle principali figure geometriche piane (triangoli, circonferenze, cerchi, poligoni regolari, ecc.) e relative lunghezze ed aree. Proprietà delle principali figure geometriche solide (sfere, coni, cilindri, prismi, parallelepipedi, piramidi, ecc.) e relativi volumi ed aree della superficie.
Geometria analitica e funzioni numeriche - Coordinate cartesiane. Il concetto di funzione. Equazioni di rette e di semplici luoghi geometrici (circonferenze, ellissi, parabole, ecc.). Grafici e proprietà delle funzioni elementari (potenze, logaritmi, esponenziali, ecc.). Calcoli con l'uso dei logaritmi. Equazioni e disequazioni logaritmiche ed esponenziali.
Trigonometria - Grafici e proprietà delle funzioni seno, coseno e tangente. Le principali formule trigonometriche (addizione, sottrazione, duplicazione, bisezione). Equazioni e disequazioni trigonometriche. Relazioni fra elementi di un triangolo.
Statistica - Si presuppone la conoscenza di nozioni elementari di statistica (permutazioni, combinazioni, media, varianza e frequenza). Nozioni elementari di interpretazione di diagrammi di frequenze ed istogrammi.

Scienze fisiche e chimiche:
Meccanica - Si presuppone la conoscenza delle grandezze scalari e vettoriali, del concetto di misura di una grandezza fisica e di sistema di unità di misura; la definizione di grandezze fisiche fondamentali (spostamento, velocità, accelerazione, massa, quantità di moto, forza, peso, lavoro e potenza); la conoscenza della legge d'inerzia, della legge di Newton e del principio di azione e reazione.
Ottica - I principi dell'ottica geometrica; riflessione, rifrazione; indice di rifrazione; prismi; specchi e lenti concave e convesse; nozioni elementari sui sistemi di lenti e degli apparecchi che ne fanno uso.
Termodinamica - Si danno per noti i concetti di temperatura, calore, calore specifico, dilatazione dei corpi e l'equazione di stato dei gas perfetti. Sono richieste nozioni elementari sui principi della termodinamica.
Elettromagnetismo - Si presuppone la conoscenza di nozioni elementari d'elettrostatica (legge di Coulomb, campo elettrostatico e condensatori) e di magnetostatica (intensità di corrente, legge di Ohm e campo magnetostatico). Qualche nozione elementare è poi richiesta in merito alle radiazioni elettromagnetiche e alla loro propagazione.
Struttura della materia - Si richiede una conoscenza qualitativa della struttura di atomi e molecole. In particolare si assumono note nozioni elementari sui costituenti dell'atomo e sulla tavola periodica degli elementi. Inoltre si assume nota la distinzione tra composti formati da ioni e quelli costituiti da molecole e la conoscenza delle relative caratteristiche fisiche, in particolare dei composti più comuni esistenti in natura, quali l'acqua e i costituenti dell'atmosfera.
Simbologia chimica - Si assume la conoscenza della simbologia chimica e si dà per conosciuto il significato delle formule e delle equazioni chimiche.
Stechiometria - Deve essere noto il concetto di mole e devono essere note le sue applicazioni; si assume la capacità di svolgere semplici calcoli stechiometrici.
Chimica organica - Deve essere nota la struttura dei più semplici composti del carbonio.
Soluzioni - Deve essere nota la definizione di sistemi acido–base e di pH.
Ossido–riduzione - Deve essere posseduto il concetto di ossidazione e di riduzione. Si assumono nozioni elementari sulle reazioni di combustione.

Tutti coloro che intendono iscriversi al primo anno del Corso di Laurea, anche se provenienti da altro Corso di Laurea o da altro Ateneo, devono obbligatoriamente sostenere una prova di accesso.
La Facoltà di Ingegneria e Architettura dell'Università di Cagliari aderisce al CISIA (Consorzio Interuniversitario sistemi integrati per l'accesso) che gestisce le prove di accesso per tutte le sedi consorziate.
La prova, organizzata secondo quanto stabilito dal CISIA, e comune a tutti i Corsi di Laurea in Ingegneria della Facoltà, è volta, così come previsto dalla normativa vigente, a valutare la preparazione iniziale prevista per l'accesso ai corsi di laurea in Ingegneria.
Gli studenti che non superano la soglia di punteggio stabilita a livello di Facoltà possono iscriversi al corso di laurea con debiti formativi: le specifiche sugli obblighi formativi aggiuntivi, nonché sulle modalità del loro recupero, sono riportate nel Regolamento Didattico del CdS.

Titolo di studio rilasciato

Laurea in Ingegneria Meccanica

Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione

ITALIANO

Abilità comunicative

Al termine del percorso formativo il laureato in Ingegneria Meccanica avrà:
- La capacità di comunicare con i mezzi tecnici propri delle discipline dell'ingegneria meccanica, verso interlocutori specialisti e non specialisti ed all'interno di gruppi di lavoro, impiegando, in particolare, i metodi di rappresentazione grafica ed assistita per la descrizione di meccanismi, macchine ed impianti. Tali risultati vengono raggiunti applicando il concetto e la pratica del disegno e della modellazione, che viene proposto nei corsi del settore del disegno tecnico industriale, con applicazioni sviluppate personalmente da ciascuno studente e da piccoli gruppi nel laboratorio di Informatica.
- La capacità di comunicare i risultati di studi e progettazioni attraverso tecniche di rappresentazione basate su abachi, diagrammi e tabelle realizzati mediante programmi di visualizzazione e calcolo computerizzati con l'uso dei software più comuni. Tali risultati vengono raggiunti grazie alle conoscenze acquisite nell'ambito delle discipline di base e consolidate nell'ambito degli insegnamenti caratterizzanti, utilizzando programmi di scrittura assistita e fogli di calcolo nelle esercitazioni, nonché programmi di calcolo a base matriciale per lo sviluppo di semplici algoritmi da parte di piccoli gruppi di studenti nel laboratorio di informatica.
- La conoscenza e capacità di comunicazione, in forma scritta e orale, in almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre all'italiano. Tale risultato viene raggiunto grazie all'obbligo di una prova di lingua Inglese e la presentazione nell'ambito di alcuni insegnamenti di relazioni tecniche in forma scritta. Nella esposizione delle lezioni viene privilegiata la chiarezza del linguaggio rispetto ad una dissertazione esclusivamente tecnica, affinché lo studente apprenda ed acquisisca padronanza dei metodi di comunicazione.
La capacità di comunicazione scritta viene verificata attraverso le prove intermedie e finali e l’eventuale redazione di semplici relazioni tecniche. La capacità di comunicazione orale viene verificata in sede di esame orale, valutando la correttezza e la chiarezza dell’esposizione, nonché in sede di discussione della prova finale.

Autonomia di giudizio

Al termine del percorso formativo il laureato in Ingegneria Meccanica avrà:
- La capacità di raccogliere ed elaborare le informazioni di carattere tecnico, economico, ambientale e di sicurezza, necessarie ad effettuare la scelta di meccanismi, macchine e impianti per uso ingegneristico industriale. Tali capacità maturano a seguito delle attività formative nei settori della progettazione meccanica e della costruzione di macchine, delle macchine a fluido, dei sistemi energetici e degli impianti meccanici, dove è previsto lo svolgimento di esercitazioni, relazioni, progetti individuali e visite ad impianti ed ai laboratori del Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali.
- La capacità di far fronte ad eventi imprevisti prospettando soluzioni alternative. Tali risultati vengono raggiunti mettendo in evidenza in tutti gli insegnamenti, con particolare riferimento a quelli appartenenti a settori caratterizzanti, l'influenza determinata dalla variazione dei parametri operativi o progettuali nei confronti delle prestazioni finali del prodotto o del processo, eventualmente anche mediante l'ausilio di strumenti assistiti di simulazione.
- La capacità di raccogliere ed elaborare i dati risultanti da esperimenti, simulazioni e analisi parametriche, al fine di giungere alla formulazione di un giudizio critico sui risultati ottenuti. Tali risultati vengono conseguiti soprattutto attraverso le attività formative degli insegnamenti dei settori caratterizzanti, anche attraverso lo svolgimento di esercitazioni e la redazione di relazioni tecniche.
- La capacità di esprimere un giudizio autonomo e basato su un codice etico in tutti i rapporti e gli atti professionali. Tali risultati vengono raggiunti mettendo in evidenza nei corsi di tutti i settori le linee guida di un comportamento etico improntato alla correttezza professionale e alla applicazione della piena autonomia di giudizio.

La verifica della autonomia di giudizio viene effettuata con continuità dai docenti durante tutto il percorso formativo attraverso le verifiche periodiche e finali. La capacità di giudizio autonomo dello studente viene anche verificata attraverso le eventuali esercitazioni e, soprattutto, la prova finale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Scienze Fisiche, Chimiche e Matematiche
Gli insegnamenti di questa area di apprendimento permettono di applicare le conoscenze nei settori della fisica, della chimica e della matematica per identificare, formulare e risolvere i problemi ingegneristici, utilizzando consapevolmente le leggi che governano e descrivono i fenomeni e gli strumenti matematici più adatti.
Nel campo della fisica lo studente avrà la capacità di applicare le conoscenze acquisite per risolvere in modo quantitativo problemi elementari nei settori della meccanica, della termodinamica e dei fenomeni elettromagnetici. In campo chimico lo studente sarà in grado di utilizzare le conoscenze sulla struttura della materia per correlare in modo qualitativo le sue proprietà con la sua struttura. Nel campo della matematica lo studente sarà in grado di risolvere equazioni differenziali ed integrali, nonché sistemi di equazioni lineari e sistemi di equazioni differenziali. Queste capacità applicative vengono fornite agli studenti attraverso lezioni frontali ed esercitazioni e vengono verificate tramite prove intermedie ed esami finali.

Scienze Ingegneristiche trasversali alla Ingegneria Industriale
Gli insegnamenti di questa area di apprendimento permettono di:

a) acquisire la capacità di identificare, formulare e risolvere semplici problemi ingegneristici;
b) individuare componenti, strumenti e materiali da proporre per l'uso ingegneristico;
c) impiegare analisi parametriche, simulazioni o esperimenti per analizzare l'influenza dei parametri progettuali nei confronti delle prestazioni finali.

In particolare, lo studente acquisirà la capacità di:

- applicare le leggi della fluidodinamica e della termodinamica per risolvere semplici problemi di bilancio energetico;
- valutare l'incertezza di misura degli strumenti più utilizzati nelle applicazioni meccaniche e scegliere lo strumento più adatto ad una data applicazione;
- applicare le leggi fondamentali dell'elettrotecnica per progettare semplici circuiti elettrici o scegliere da catalogo un motore elettrico;
- valutare lo stato di sollecitazione e di deformazione in un solido e di verificare la resistenza di un elemento strutturale;
- applicare le conoscenze sui materiali per scegliere quello più adatto ad un determinato utilizzo;
- sviluppare algoritmi per la soluzione di problemi di media complessità e codificarli in un linguaggio di programmazione.

Queste capacità applicative vengono fornite agli studenti attraverso lezioni frontali ed esercitazioni e vengono verificate tramite prove intermedie ed esami finali.

Scienze Ingegneristiche caratteristiche della Ingegneria Meccanica
Gli insegnamenti di questa area di apprendimento permettono di:

a) acquisire la capacità di identificare, formulare e risolvere problemi ingegneristici;
b) individuare componenti, macchine, impianti e processi da proporre per l'uso ingegneristico;
c) utilizzare analisi parametriche, simulazioni o esperimenti per analizzare l'influenza dei parametri progettuali nei confronti delle prestazioni finali;
d) utilizzare tecniche e strumenti per la descrizione, la rappresentazione, la progettazione e la realizzazione di componenti, sistemi e processi.

In particolare, lo studente acquisirà la capacità di:

- utilizzare le conoscenze acquisite per descrivere ed interpretare i problemi tipici dell'ingegneria meccanica;
- utilizzare tecniche e strumenti per la rappresentazione, la progettazione e la realizzazione di componenti, sistemi e processi, con il relativo calcolo dei costi;
- individuare il componente, la macchina e l'impianto da proporre per l'uso ingegneristico industriale, in base a considerazioni di carattere economico e funzionale, accoppiate alla valutazione della sicurezza e dell'impatto ambientale;
- analizzare l'influenza delle condizioni operative e dei parametri progettuali nei confronti di risultati finali mediante analisi parametriche, simulazioni o esperimenti.

Queste capacità applicative vengono fornite agli studenti attraverso lezioni frontali ed esercitazioni e vengono verificate tramite prove intermedie ed esami finali.

Capacità di apprendimento

Al termine del percorso formativo il laureato in Ingegneria Meccanica sarà in grado di:
- Consolidare i propri strumenti cognitivi attraverso lo sviluppo progressivo delle proprie conoscenze e capacità professionali. L'ampia esposizione dello studente alle materie di base permette il consolidamento di metodologie di apprendimento che consentono il proseguimento degli studi nel percorso magistrale o in altri percorsi specialistici e l'aggiornamento professionale continuo anche a livello individuale. Inoltre, l'impatto con le discipline caratterizzanti ed affini, tipiche della scienza ingegneristica, comportanti molteplici soluzioni dei problemi, non esatte, ma euristiche ed approssimate, in quanto valide all'interno delle ipotesi iniziali e delle tolleranze ammesse, stimola lo studente a maturare un approccio orientato alla risoluzione dei problemi, generando nuove competenze e favorendo la maturazione delle metodologie di apprendimento.
- Conoscere i contesti contemporanei, anche in relazione ai programmi di mobilità studentesca (Erasmus) che costituiscono una pratica oramai consolidata all'interno del corso di studio. In tal senso, vengono favoriti al massimo gli scambi, sia di studenti che vanno all'estero in università o aziende, sia di studenti stranieri che trascorrono un periodo di studi presso l'Università di Cagliari.
- Conoscere i contesti aziendali e la cultura d'impresa. A tal fine, il Corso di Studio supporta e favorisce i tirocini in azienda, stipulando apposite convenzioni con le aziende di più immediato interesse per gli ingegneri meccanici, e riconoscendo agli studenti i relativi crediti formativi. Inoltre, i principi fondamentali dell'ingegneria economico-gestionale vengono presentati negli insegnamenti del settore degli Impianti Industriali Meccanici.
La verifica della capacità di apprendimento avviene simultaneamente alla fase di verifica delle competenze durante le prove di esame.

Conoscenza e comprensione

Scienze Fisiche, Chimiche e Matematiche
Gli insegnamenti di questa area di apprendimento forniscono le conoscenze dei metodi matematici e dei fenomeni chimici e fisici essenziali per la comprensione e l'analisi dei problemi ingegneristici. In particolare, gli insegnamenti dell'area matematica forniscono al laureato una adeguata conoscenza dell'algebra lineare, della geometria analitica e differenziale, del calcolo differenziale e integrale, dei sistemi di equazioni differenziali, che sono alla base delle metodologie di analisi di tutti i problemi dell'ingegneria meccanica. Gli insegnamenti dell'area della fisica consentono allo studente di apprendere le leggi fondamentali della fisica, della meccanica e della termodinamica. L'insegnamento della chimica è rivolto alla conoscenza della struttura e delle proprietà della materia, ai fini di una migliore comprensione del comportamento dei materiali, sia a livello microscopico che macroscopico, e dei fenomeni su cui si basano le tecnologie per il loro utilizzo. Queste conoscenze e capacità vengono fornite agli studenti attraverso lezioni frontali ed esercitazioni e vengono verificate tramite prove intermedie ed esami finali.

Scienze Ingegneristiche trasversali alla Ingegneria Industriale
Gli insegnamenti appartenenti a questa area di apprendimento consentono allo studente di acquisire conoscenze trasversali a tutto il settore dell'ingegneria industriale e, oltre ad ampliare il bagaglio culturale dell'ingegnere meccanico, sono anche di ausilio alla piena comprensione di alcuni insegnamenti caratteristici dell'ingegneria meccanica.
Le nozioni acquisite nel campo dell'informatica consentono allo studente di conoscere e comprendere l'organizzazione e la logica di funzionamento dei moderni sistemi informativi, degli algoritmi impiegati per la soluzione di problemi di media complessità e dei relativi linguaggi di programmazione. Nel settore dell'elettrotecnica, gli studenti apprendono le conoscenze fondamentali relative al funzionamento dei circuiti elettrici e dei motori elettrici. Nel campo della scienza delle costruzioni, gli studenti acquisiscono le conoscenze fondamentali sul legame fra sforzi e deformazioni e sui principi di resistenza delle strutture. Sempre in questa area di apprendimento, vengono fornite le conoscenze sulle metodologie di misura e sui principi di funzionamento dei principali strumenti di misura, nonché le conoscenze relative alle caratteristiche dei materiali più usati in ambito ingegneristico. Vengono inoltre fornite le conoscenze inerenti il comportamento fluidodinamico dei liquidi e dei gas e le nozioni sulle proprietà termodinamiche dei fluidi, sulle equazioni di bilancio energetico e sui principi che governano la trasmissione del calore.
Queste conoscenze e capacità vengono fornite agli studenti attraverso lezioni frontali ed esercitazioni e vengono verificate tramite prove intermedie ed esami finali.

Scienze Ingegneristiche caratteristiche della Ingegneria Meccanica
Gli insegnamenti appartenenti a questa area di apprendimento consentono allo studente di acquisire le conoscenze dei concetti fondamentali inerenti il settore dell'ingegneria meccanica.
Gli insegnamenti caratterizzanti forniscono una chiara conoscenza e comprensione dei concetti fondamentali dell'ingegneria meccanica, relativamente alle tecniche di rappresentazione grafica, ai principi di funzionamento delle macchine e dei sistemi energetici, ai sistemi di lavorazione meccanica, al funzionamento ed alla progettazione di semplici elementi costruttivi delle macchine. In particolare, tali conoscenze vengono fornite attraverso attività formative appartenenti ai settori scientifico-disciplinari delle macchine a fluido, dei sistemi per l'energia e l'ambiente, della meccanica applicata alle macchine, della progettazione meccanica e costruzione di macchine, del disegno e metodi dell'ingegneria industriale, delle tecnologie e sistemi di lavorazione e degli impianti industriali meccanici. Queste conoscenze e capacità vengono fornite agli studenti attraverso lezioni frontali ed esercitazioni e vengono verificate tramite prove intermedie ed esami finali.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

Ingegnere Meccanico
- Industrie meccaniche, elettromeccaniche, per l'automazione e la robotica e manifatturiere in genere;
- Aziende di progettazione, installazione e manutenzione di impianti, servizi di impianto e processi produttivi;
- Aziende ed enti per la produzione, la conversione e la distribuzione dell'energia;
- Libera professione, previo superamento dell'esame di stato ed iscrizione all'albo;
- Prosecuzione degli studi con una laurea magistrale.

Competenze associate alla funzione

Ingegnere Meccanico
Il Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica consente al laureato di:
- sviluppare competenze nella progettazione di semplici dispositivi e componenti di macchine e impianti attraverso lo studio funzionale, costruttivo ed energetico;
- acquisire la capacità di scegliere i materiali più idonei alla realizzazione di componenti e prodotti in relazione alle specifiche funzionali e di resistenza;
- sviluppare la capacità di scegliere le più idonee tecnologie di lavorazione di componenti e manufatti in relazione alle specifiche richieste;
- acquisire la capacità di rappresentare in forma grafica componenti, macchine, impianti e processi produttivi;
- sviluppare le competenze per analizzare il funzionamento, gestire e valutare le prestazioni di sistemi di conversione dell'energia, macchine e processi produttivi in genere;
- acquisire la capacità di elaborare semplici relazioni tecniche e documenti di lavoro.

Funzione in contesto di lavoro

Ingegnere Meccanico
Il Laureato in Ingegneria Meccanica possiede un bagaglio di conoscenze e competenze che gli consentono di svolgere funzioni quali la progettazione strutturale di componenti e dispositivi meccanici di media complessità, il dimensionamento e la scelta di macchine e componenti di impianti energetici e produttivi, la gestione, la manutenzione e il controllo di macchine e processi produttivi, operando efficacemente all'interno di tutti i contesti lavorativi tipici dell'ingegneria meccanica e più in generale dell'ingegneria industriale e del terziario avanzato. La solida preparazione di base consente inoltre al laureato una agevole prosecuzione del suo percorso formativo sia mediante la Laurea Magistrale sia mediante corsi di specializzazione e master di primo livello.

Descrizione obiettivi formativi specifici

Il Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica si pone l'obiettivo di assicurare agli studenti, con il supporto di una solida preparazione metodologica e di base, l'acquisizione di competenze professionali negli ambiti disciplinari specifici dell'ingegneria meccanica e, più in generale, dell'ingegneria industriale.
A tal fine, il Corso di Studio prevede inizialmente un insieme di attività di base che forniscono agli studenti i concetti fondamentali e gli strumenti metodologici necessari all'apprendimento delle discipline applicative ed alla formazione del bagaglio culturale richiesto per l'eventuale prosecuzione degli studi con le lauree magistrali. Le attività di base consentono di apprendere le nozioni di matematica, fisica, chimica e informatica che forniscono allo studente un insieme di strumenti di formalizzazione, impostazione e calcolo utilizzati per la risoluzione dei problemi tipici dell'ingegneria meccanica.
Il percorso formativo del Corso di Studio prosegue poi con un insieme di attività caratterizzanti, ricadenti nei tre ambiti dell'ingegneria meccanica, energetica e gestionale, appartenenti alle seguenti aree disciplinari:
- le macchine a fluido e i sistemi energetici, che forniscono allo studente conoscenze e competenze sui principi di funzionamento e sulle problematiche di carattere termodinamico, fluidodinamico, energetico, tecnologico ed ambientale delle macchine a fluido motrici e operatrici e dei sistemi di conversione dell'energia, specie di tipo industriale;
- la meccanica applicata alle macchine, che fornisce allo studente le conoscenze sui fondamenti e le metodologie necessarie per lo studio dei sistemi meccanici, con riferimento alle macchine motrici ed operatrici, ai dispositivi meccanici, ai fenomeni vibratori e tribologici delle macchine;
- la progettazione meccanica, che fornisce allo studente le conoscenze sul comportamento meccanico dei materiali e sui principi e le metodologie della progettazione meccanica e degli elementi costruttivi delle macchine, degli apparecchi in pressione, di componenti e strutture per impianti industriali;
- il disegno tecnico industriale, che fornisce le conoscenze e le metodologie di comunicazione grafica, sia convenzionale che con l'ausilio del calcolatore, fortemente interrelate con tutte le altre attività formative caratterizzanti;
- la tecnologia meccanica e i sistemi di lavorazione, che forniscono le conoscenze sui principali processi e tecnologie di trasformazione e di lavorazione che interessano i prodotti manifatturieri, costituiti in particolare da materiali metallici tradizionali e innovativi;
- gli impianti industriali, che fornisce le conoscenze sugli elementi di base inerenti agli impianti industriali e ai servizi generali di impianto, anche con riferimento agli aspetti tecnici ed economici per la loro progettazione.

Il Corso di Studio prevede poi alcune attività affini e integrative di particolare interesse per la formazione dell'ingegnere meccanico nei settori della fisica tecnica, della meccanica dei fluidi, della scienza delle costruzioni, della tecnologia dei materiali e dell'elettrotecnica. Il percorso formativo si completa con alcuni insegnamenti a scelta libera dello studente, con la verifica della conoscenza della lingua inglese e la discussione di un elaborato finale. Il Corso di Studio incoraggia inoltre fortemente i tirocini aziendali e i periodi di studio all'estero.

Questionario e social

Condividi su: