Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
VALERIA MARINA NURCHI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[60/77]  CONSERVAZIONE E GESTIONE DELLA NATURA E DELL'AMBIENTE [77/00 - Ord. 2018]  PERCORSO COMUNE 6 60

Obiettivi

Fornire agli studenti le conoscenze fondamentali della chimica analitica, la conoscenza delle operazioni primarie in un laboratorio analitico ed i principi base di alcune tecniche strumentali necessari per acquisire la sensibilità del dato analitico con particolare attenzione alle problematiche chimiche ambientali ed ai problemi della sicurezza.

Prerequisiti

Chimica generale e nozioni di base di chimica inorganica e chimica organica.

Contenuti

Conoscenze di base in un laboratorio di Chimica Analitica - Pesata ed errore; vetreria tarata e vetreria graduata; preparazione di soluzioni a titolo noto (unità di concentrazione), titolazioni ed uso degli indicatori.
Determinazioni volumetriche classiche - Titolazione acido-base. Argentometria. Complessometria.
Valutazione degli errori in chimica analitica - Errori sistematici. Errori casuali. Media e deviazione standard. Cifre significative. Propagazione degli errori.
Campionamento - Metodiche di campionamento. Rappresentatività del campione. Contenitori, stabilizzazione e conservazione del campione.
Spettroscopia molecolare di assorbimento UV-vis - Strumentazione. Lo spettro di assorbimento. La legge di Beer-Lambert-Bouguer. Deviazioni: Deviazioni dovute a fattori strumentali. Deviazioni dovute alla concentrazione. Deviazioni dovute al pH. Scelta delle condizioni operative. Applicazioni Analitiche. Metodo delle aggiunte crescenti.
Spettroscopia di emissione atomica –Origine e tipi di spettri atomici. Strumentazione. Atomizzazione del campione. Fiamma e sorgenti a plasma. Applicazioni analitiche.
Spettroscopia di assorbimento atomico- Strumentazione. Atomizzazione in fiamma. Atomizzazione con fornetto di grafite. Applicazioni analitiche.
Trattamento statistico dei dati - Livelli di fiducia. Verifica di ipotesi. Limiti di rilevabilità. Metodi di minimi quadrati e curve di calibrazione.

Metodi Didattici

Il corso è suddiviso in lezioni frontali ed esperienze in laboratorio

Verifica dell'apprendimento

Esposizione orale di una relazione sulle basi teoretiche delle esperienze di laboratorio, sui risultati ottenuti e sulle correlazioni con argomenti affini.

Il voto è espresso in trentesimi ed esprime la valutazione complessiva dello studente durante il corso (eventuali verifiche in itinere e partecipazione alle esercitazioni di laboratorio) e sulle competenze dimostrate durante la prova di esame durante la quale lo studente dovrà dimostrare almeno una sufficiente preparazione sui concetti di base della disciplina.

La votazione è espressa in trentesimi secondo:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30) Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23) Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica più che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.

La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

D. Harris, Chimica Analitica Quantitativa, Zanichelli
Skoog, West, Holler, Fondamenti di Chimica Analitica, EdiSES

Questionario e social

Condividi su: