Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
ERNESTO D'ALOJA (Tit.)
MARCO SCHINTU
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[40/64]  TECNICHE DI NEUROFISIOPATOLOGIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA) [64/00 - Ord. 2020]  PERCORSO COMUNE 8 64

Obiettivi

• Conoscenza e capacità di comprensione: il corso si propone di fornire allo studente gli strumenti necessari e indispensabili per conoscere e comprendere le implicazioni sia giuridiche che bioetiche della propria professione sanitaria unitamente ai principali processi cognitivi e ai principi generali di Igiene ed Epidemiologia in materia di analisi dei determinanti socio-ambientali che influenzano la salute degli individui e delle comunità.
Per questi motivi lo studente deve:
- Conoscere e comprendere i principi legali, bioetici e medico-legali che regolano l'attività degli operatori sanitari; i principali articoli del codice penale e del codice civile che possono interessare l'assistenza sanitaria, con particolare attenzione alla nozione giuridica di morte cerebrale, con la conoscenza e la comprensione dei severi criteri diagnostici richiesti dalla legge e dai Decreti Ministeriali della Sanità applicabili con un -conoscenza approfondita delle modifiche legislative intervenute negli anni.
- Comprensione ed elaborazione critica dei concetti di responsabilità, condotta negligente, autonomia, ruolo e competenza dell'operatore sanitario, con particolare attenzione al contesto giuridico e giuridico in cui potrà eventualmente operare.
- Conoscere, comprendere, elencare e descrivere i principali processi cognitivi; fornire esempi applicativi di ogni specifico processo; rilevare la natura scientifica della ricerca presentata; comunicare chiaramente ciò che è stato appreso e integrare conoscenze, abilità e atteggiamenti di cura per fornire cure professionali sicure, efficaci e basate sull'evidenza;
- Conoscere e comprendere i fattori che influenzano il passaggio dall'infezione alla malattia. Conoscenza dei meccanismi di trasmissione, diffusione e prevenzione delle malattie infettive trasmesse direttamente e indirettamente e delle malattie croniche degenerative. Conoscenza delle modalità di diffusione degli agenti infettivi in ambito ospedaliero. Conoscenze relative all'applicazione di metodi di prova analitici per la valutazione della qualità igienico-sanitaria degli ambienti, dell'aria, dell'acqua e degli alimenti.

• Abilità applicative
Saper identificare, sulla base di dati clinici, strumentali e di laboratorio, i principali segni di morte cerebrale. Lo studente deve inoltre dimostrare di aver compreso gli ambiti di applicazione dei principali elementi delle leggi e dei regolamenti a contenuto sanitario; dei meccanismi di profilassi diretta (vaccinazioni, denuncia) e indiretta (igiene alimentare, acqua, aria, superfici), oltre a poter applicare le conoscenze acquisite per quantificare eventi patologici, fattori di rischio, fattori protettivi presenti nella comunità.

• Autonomia di giudizio
Saper valutare non solo i dati tecnico-strumentali dell'attività professionale svolta ma anche il loro contesto giuridico, giuridico e bioetico nonché la dimensione psicologica e le implicazioni epidemiologiche ed igieniche della specifica attività sanitaria che saranno chiamati a svolgere svolgere.

• Abilità comunicative
Lo studente imparerà a presentare dati rilevanti su rischi, salute e sicurezza. Acquisirai la capacità di dialogare con colleghi, consulenti, pazienti e parenti di questi ultimi e di spiegare in modo chiaro e prudente lo sviluppo e l'esito delle procedure diagnostiche eseguite.

• Capacità di apprendimento
Lo studente apprenderà ad acquisire le competenze tecniche e organizzative dei principali procedimenti concernenti i codici penale e civile in materia di responsabilità professionale, condotta e colpa, denuncia e denuncia di reato, lesioni, danno e morte.

Prerequisiti

Propedeuticità obbligatoria come da regolamento

Contenuti

Medicina del Legale e Bioetica
Informazioni di base concernenti i codici penale e civile, compresi alcuni tra i principali aspetti procedurali. L’imputabilità e la capacità giuridica e civile; la responsabilità professionale e la condotta censurabile sotto i diversi aspetti della colpa; i principali reati e contravvenzioni, sia commissivi che omissivi, ed i comportamenti dolosi, colposi o involontari. Diverse qualifiche giuridiche assunte dai professionisti della salute nei diversi contesti. Referto e denuncia di reato. Lesioni personali e danno biologico temporaneo e permanente. Infortunio sul lavoro e malattie professionali. TSO e ADO. Tanatodiagnosi, con speciale attenzione alla morte cerebrale con differenza tra morte cerebrale totale e morte del tronco. Attività diagnostica e certificativa ad essa connessa, eutanasia, certificazione e documentazione sanitaria con relativi obblighi di conservazione. Il consenso informato ed il segreto professionale. Il Codice Deontologico.
Igiene
• Il concetto di salute: i suoi determinati, misuratori e metodi di valutazione
• Gli stili di vita ed i sistemi di sorveglianza
• Il cambiamento demografico e la transizione epidemiologica
• Epidemiologia e prevenzione delle malattie infettive:
• Epidemiologia e prevenzione delle malattie cronico-degenerative
• La prevenzione primaria
• La prevenzione secondaria
• Ambiente e salute
• Promozione della salute
Psicologia Generale.
Il corso illustra i principali processi cognitivi (sensazione, percezione, memoria, apprendimento, attenzione, motivazione, emozioni). Fornisce allo studente i riferimenti teorici, la conoscenza del metodo scientifico, le applicazioni e implicazioni di tali processi in ambito sanitario.

Metodi Didattici

Lezioni frontali partecipate ed esercitazioni. Durante le lezioni frontali i docenti solleciteranno il dialogo volto alla comprensione in aula dei processi spiegati, all’uopo potranno servirsi di supporti informatici e video-proiezioni. Sono previste esercitazioni e lavori in piccoli gruppi.

Verifica dell'apprendimento

L'esame finale del corso è basato sulla valutazione di una orale.
Il voto finale è espresso in trentesimi. La prova è superata se si consegue almeno la votazione di 18/30.

La valutazione verterà su:
- l’acquisizione delle nozioni e la conoscenza dei processi
- la conoscenza del linguaggio disciplinare
- la capacità di mettere in relazione concetti e conoscenze
- la capacità espositiva
Il voto finale tiene conto di:
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
e) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
f) Capacità di sintesi.
Il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune, capacità espressive modeste, ma sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e di espressione grafica; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e di espressione grafica.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Clemente Puccini, istituzioni di medicina Legale, ed Ambrosiana, VI ed, 2003
Psicologia Generale
PSICOLOGIA GENERALE PER LE PROFESSIONI MEDICO-SANITARIE
Curatori: M. Bassi, A. Delle Fave, UTET Università, 2015, ISBN:9788860084347

Altre Informazioni

Slides delle lezioni
Durante le lezioni verranno utilizzate slide e sarà lasciato spazio per la discussione su casi esemplificativi. Si riceve previo appuntamento concordato via mail

Questionario e social

Condividi su: