Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
GIOVANNI DEFAZIO (Tit.)
MONICA MARIA FRANCESCA PULIGHEDDU
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[40/64]  TECNICHE DI NEUROFISIOPATOLOGIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA) [64/00 - Ord. 2020]  PERCORSO COMUNE 6 48

Obiettivi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE: Ci si aspetta che lo studente conosca i fondamenti della neurologia clinica di base, della semeiotica neurologica e le principali indagini laboratoristiche e diagnostiche per l’indagine dei disturbi del Sistema Nervoso. Ulteriore obbiettivo del corso integrato è di fornire conoscenze relative ai meccanismi di generazione del segnale elettro-corticale patologico, ai meccanismi di alterazione del segnale corticale e ai meccanismi di alterazione della conduzione nervosa. Comprenderà inoltre la figura professionale del Tecnico di Neurofisiopatologia, le skills tecnico-pratiche e le competenze trasversali da acquisire per l’esercizio della professione, l’organizzazione funzionale dei laboratori di Neurofisiologia e le modalità relazionali da adottare con pazienti, personale medico e professionisti sanitari.
CAPACITÀ APPLICATIVE: Ci si aspetta che lo studente sia in grado di riconoscere le caratteristiche principali delle funzioni neurologiche e le relative alterazioni patologiche in oggetto e indirizzare le diverse metodiche di esplorazione funzionale oltre che di applicare le conoscenze acquisite per l’individuazione della\e procedura\e strumentali più adatte. Lo studente dovrà comprendere la natura fisiopatologica del segnale elettrico alterato e mostrare di conoscere gli aspetti generali relativi all’esercizio della professione di Tecnico di Neurofisiopatologia nell’ambito delle Professioni Sanitarie Tecnico-Diagnostiche oltre che le principali metodiche diagnostiche e il relativo campo di applicazione. Ulteriori capacità applicative da sviluppare nel corso integrato saranno legate alla capacità di descrivere ed individuare le caratteristiche delle apparecchiature di registrazione dei segnali neurofisiologici, riconoscere la natura del segnale derivato dalle singole metodiche strumentali, attribuire alle diverse apparecchiature le specifiche indicazioni cliniche.
AUTONOMIA DI GIUDIZIO: Ci si aspetta che lo studente sia in grado di leggere e valutare criticamente le caratteristiche del segnale elettrico corticale acquisito e di di conoscere l’evoluzione della figura professionale del Tecnico di Neurofisiopatologia, con specifico riferimento alle metodiche diagnostiche di sua competenza e alla loro applicazione nella pratica clinica quotidiana. Dovrà inoltre poter valutare pro e contro di diverse soluzioni pratiche associate alle tecniche di registrazione e comprendere il razionale che sottende l’applicazione delle stesse nelle diverse situazioni cliniche e che sia in grado di scegliere autonomamente la soluzione migliore in relazione a specifici problemi di registrazione.
ABILITA’ NELLA COMUNICAZIONE: lo studente sarà in grado di esplicare lo sviluppo e l’esito di procedure diagnostiche ed interventi terapeutici in ambito neurologico e di conduzione del segnale nervoso. Sarà in grado di individuare la collocazione del Tecnico di Neurofisiopatologia inquadrandone il ruolo e le mansioni specifiche e avrà la capacità di distinguere le varie metodiche diganostiche di cui si occupa.
CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO: lo studente imparerà ad implementare il proprio bagaglio culturale in modo critico attraverso la consultazione ed interpretazione critica della recente letteratura scientifica oltre che di analizzare i segnali registrati tramite l’interpretazione dei tracciati presentati e discussi durante il corso delle lezioni e di esplicare lo sviluppo e l’esito di procedure diagnostiche ed interventi terapeutici in ambito di patologie del sistema nervoso.

Prerequisiti

È richiesta una conoscenza degli argomenti trattati nei moduli di Anatomia e Neuroanatomia e Biologia e Biochimica

Contenuti

NEUROLOGIA DI BASE

- Semeiotica neurologica: cenni su tono, forza, trofismo muscolare; riflessi osteo-tendinei, coordinazione, sensibilità, movimenti anormali, disturbi della marcia, disfagia, diplopia, vertigini, disturbi del linguaggio, disturbi sfinterici, ipotensione ortostatica
- Esami strumentali applicati alle patologie neurologiche: EEG, EMG e VdC, potenziali evocati;
- Le s. coreo-atetosiche (corea di Huntington, corea senile, coree vascolari)
- Il morbo di Parkinson
- Malattie neuromuscolari con particolare riferimento a S. di Guillain-Barré, polineuropatia cronica infiammatoria demielinizzante, miastenia, malattia del motoneurone, polimiosite-dermatomiosite
- Sclerosi multipla e malattie demielinizzanti
- Epilessie e sincopi
- Le demenze (demenza di Alzheimer, demenza multiinfartuale, idrocefalo normoteso, su base metabolica)
- Le malattie cerebrovascolari

NEUROFISIOPATOLOGIA 1
- Meccanismi di generazione del segnale elettro-corticale patologico (ipereccitabilità corticale e la diffusione del segnale parossistico)
- Meccanismi di alterazione del segnale corticale (sofferenza metabolica, ipossica, neoplastica etc
- Meccanismi di alterazione della conduzione nervosa (demielinizzazione, assonopatieetc)
- caratteristiche deimovimenti patologici ( mioclonie, clonie, tremori, atonia etc)

La professione del TNFP

- Regolamentazione delle Professioni Sanitarie
- Profilo professionale del Tecnico di Neurofisiopatologia
- Classificazione delle skills tecnico-pratiche e delle competenze trasversali del Tecnico di Neurofisiopatologia
- Organizzazione funzionale dei Laboratori di Neurofisiologia
- Approccio con il paziente neurologico (adulto e pediatrico)
- Approccio con il personale medico e con gli altri professionisti sanitari

TECNICHE ELETTRO NEUROFISIOPATOLOGICHE 1

- Introduzione ai principali strumenti e relative metodiche di acquisizione del segnale neuronale:
- Tipologie di registrazionecorticale: EEG, HDEEG, aEEG, MEG, fMRI/EEG, accertamento morte cerebrale
Introduzione alle metodiche di: Poligrafia ,Potenziali Evocati, Elettromiografia ed Elettroneurografia
- cenni sui test per la valutazione sistema nervoso vegetativo e monitoraggio intraoperatorio

Metodi Didattici

Lezioni interattive volte a far comprendere ai discenti sia come approcciare i pazienti neurologici durante l'esecuzione degli esami neurofisiologici che le principali indicazioni degli esami neurofisiologici nelle diverse patologie neurologiche

Verifica dell'apprendimento

Modalità di verifica dell’apprendimento
Il numero di appelli è definito in accordo con il regolamento di Facoltà. Appelli extra per fuori corso possono essere, per motivate ragioni, richiesti al docente.Il corso integrato prevede una prova congiunta, di tipo orale, sui tre moduli del corso. Durante la prova verranno posti quesiti in grado di valutare la capacità del candidato di esprimersi in modo corretto in relazione alla materia, la sua capacità di esporre i concetti presentati e quella di applicare le proprie conoscenze a semplici problemi presentati al candidato, Sono altresi previste verifiche in itinere durante il corso e prova finale con quesiti relativi alle principali patologie neurologiche in programma, con applicazione alle tecniche neurofisiopatologiche: per esempio uso dell'EEG nello studio del coma o dell'epilessia, dei potenziali evocati nello studio delle patologie demielinizzanti del SNC, etc. La valutazione è oggettiva, definita sulla base della percentuale di correttezza di ogni risposta (alla quale è associato un punteggio fisso, non noto al candidato, sulla base del livello di difficoltà). Il voto finale corrisponderà alla media ponderata dei risultati ottenuti nei tre moduli. La valutazione sarà espressa in trentesimi.
Il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune, capacità espressive modeste, ma sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e di espressione grafica; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e di espressione grafica.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Dispense del corso, fornite gratuitamente agli studenti tramite il sito del corso. Per approfondimenti è possibile consultare i seguenti testi:
1. Berardelli A. Cruccu La neurologia della Sapienza
2. Neurologia per le Professioni Sanitarie - PICCIN
3. Mecarelli O. Elettroencefalografia

Altre Informazioni

Modalità di iscrizione agli esami: iscrizione online sul sito d'Ateneo
obbligo di frequenza: 67% delle firme di presenza.

Questionario e social

Condividi su: