Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
MONICA MARIA FRANCESCA PULIGHEDDU (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[40/64]  TECNICHE DI NEUROFISIOPATOLOGIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA) [64/00 - Ord. 2020]  PERCORSO COMUNE 5 40

Obiettivi

“Obiettivo del corso è quello di fornire le conoscenze fondamentali necessarie per la comprensione dei principi alla base delle metodiche di acquisizione e registrazione del segnale elettroencefalografico, in ambiente clinico e clinico-pediatrico, con particolare riferimento alla genesi del segnale EEG e agli aspetti fisiopatologici dell’attività cerebrale, adattati ai vari contesti di registrazione. Il corso si propone l’analisi delle condizioni cliniche che necessitano l’applicazione delle indagini elettroencefalografiche e delle altre metodiche diagnostiche ad esse correlate, con particolare riferimento alle modificazioni dell’attività EEG, sia in condizioni basali che durante le prove di attivazione.
CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE: Alla fine del corso, ci si aspetta che lo studente conosca: le basi dell'EEG fisiologico e patologico, gli aspetti clinici nell'applicazione dell'EEG e altre metodiche correlate; sia in grado di riconoscere I grafoelementi fisiologici inabituali e l'EEG normale nell'adulto e bambino e dovrà inoltre riconoscere le diverse condizioni patologiche
Comprenderà i passaggi salienti necessari per la gestione del laboratorio EEG dall’accettazione del paziente al termine dell’indagine i sistemi di registrazione a circuito chiuso comprendere gli aspetti di competenza della telemedicina.
Conoscerà le caratteristiche necessarie per gestire un bimbo e i suoi accompagnatori nel laboratorio EEG

CAPACITÀ APPLICATIVE: Alla fine del corso, ci si aspetta che lo studente sia in grado di:
Riconoscere funzioni e limiti di diverse tecniche di registrazione EEG anche in un setting di registrazione ostile e gestire un bimbo in laboratorio e i suoi accompagnatori. Applicare le conoscenze acquisite per il riconoscimento e la rimozione degli artefatti
Applicare le conoscenze acquisite sulle diverse condizioni fisiopatologiche e individuare le specifiche tecniche di registrazione EEG in relazione agli stati di coscienza e patologie neurologiche. organizzare le indagini strumentali del laboratorio EEG nel soggetto adulto e pediatrico. Gestire l'interrogatorio in caso di eventi epilettici le complicanze dello stato di male in ambiente adulto e pediatrico

AUTONOMIA DI GIUDIZIO: Alla fine del corso ci si aspetta che lo studente sia in grado di leggere e valutare criticamente le caratteristiche dei tracciati EEG in ambiente adulto e pediatrico, scegliendo opportuni approcci per la minimizzazione dei disturbi non solo a livello di acquisizione ma anche di elaborazione. Ci si aspetta inoltre che lo studente sia in grado di scegliere autonomamente la soluzione migliore in relazione a specifici problemi di registrazione riscontrati.
ABILITA’ NELLA COMUNICAZIONE: lo studente sarà in grado di esplicare il processo fisiopatologico e l’esito di procedure diagnostiche ed interventi terapeutici in ambito di patologie dell’ Encefalo al fine di di interpretare in che modo l’applicazione dell’elettroencefalografia permette di indagare l’attività cerebrale.
CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO: lo studente imparerà ad acquisire nuove informazioni e ad implementare il proprio bagaglio culturale in modo critico attraverso la consultazione ed interpretazione critica della recente letteratura scientifica nel campo della elettroncefalografia del bambino e dell’adulto e sarà in grado di analizzare i segnali registrati tramite l’interpretazione dei tracciati presentati e discussi durante il corso delle lezioni.

Prerequisiti

È richiesta una conoscenza degli argomenti tratti nel modulo di Elettronica e strumentazione per indagini biomediche

Contenuti

Il corso intende fornire le principali conoscenze tecniche relative alle differenti modalità di funzionamento, impiego e posizionamento delle varie tipologie di elettrodi, delle modalità di collegamento e registrazione tra gli stessi e delle principali tipologie di artefatti riscontrabili durante le acquisizioni del segnale elettroencefalografico. Ulteriore obiettivo è quello di fornire le basi per la gestione, l’esecuzione e la conduzione dell’esame elettroencefalografico, anche in condizioni di registrazione critiche, sia nell’adulto che nel bambino”
In dettaglio
Neurofisiopatologia 2 (EEG base)
- Le tecniche di registrazione
- Gli artefatti
- I grafoelementi fisiologici inabituali
- l'EEG normale nell'adulto
- L'EEG nelle principali sindromi epilettiche focali/generalizzate Classificazione ILAE - crisi focali e generalizzate
- L'EEG nei disturbi di coscienza e nei comi
- L'EEG nelle encefaliti e nelle lesioni cerebrali
- Anomalie EEG
- Prove di attivazione

TECNICHE ELETTRO NEUROFISIOPATOLOGICHE 3 (EEG)

- I passaggi salienti in laboratorio EEG da quando entra il paziente a quando esce.
- Le differenti indagini strumentali del laboratorio di EEG.
- Il prelievo del segnale bioelettrico.
- Vari tipi di elettrodo ed elettrodi sovrannumerari.
- Gli artefatti e relative misure di rimozione degli stessi.
- Sistema di registrazione a circuito chiuso.
- Cenni di telemedicina.
- Comportamento del tecnico in caso di crisi;.
- Cenni di poligrafia.

TECNICHE ELETTRO NEUROFISIOPATOLOGICHE PEDIATRICHE 1

- Modalità di gestione del paziente pediatrico e dei familiari
- Come organizzare le indagini strumentali del laboratorio EEG nel pz. pediatrico
- Quali elettrodi per un bimbo ?
- Le prove di attivazione nel paziente pediatrico.
- Interrogatorio critico nel bambino
- Casi clinici di difficile gestione in laboratorio

Metodi Didattici

Lezioni frontali con esempi, esperienze guidate con strumentazione reale mirati all’acquisizione con esempi pratici dei concetti spiegati. Esercitazioni pratiche sul posizionamento degli elettrodi (cuffia precablata, zigomatici, sovraorbitali, emg dei muscoli deltoidi e flesso-estensori del carpo, ecg e respirogramma toracico).
Esercitazioni pratiche di interpretazione e analisi dei tracciati elettroencefalografici mirate all’individuazione e al riconoscimento delle attività EEG fisiologiche e patologiche. Esercitazioni pratiche di individuazione e riconoscimento delle principali tipologie di artefatti registrabili sui tracciati elettroencefalografici.

Verifica dell'apprendimento

Il numero di appelli è definito in accordo con il regolamento di Facoltà. Appelli extra per fuori corso possono essere, per motivate ragioni, richiesti al docente.
Il corso integrato prevede una prova congiunta, di tipo orale, sui tre moduli del corso. Durante la prova verranno posti quesiti in grado di valutare la capacità del candidato di esprimersi in modo corretto in relazione alla materia, la sua capacità di esporre i concetti presentati e quella di applicare le proprie conoscenze valutate durante la prova d’esame attraverso la capacità di interpretazione dei tracciati elettroencefalografici, presentati al candidato in forma di prova pratica, con focus mirato alla identificazione delle principali attività EEG fisiologiche, patologiche e artefattuali.
La valutazione è oggettiva, definita sulla base della percentuale di correttezza di ogni risposta (alla quale è associato un punteggio fisso, non noto al candidato, sulla base del livello di difficoltà). Il voto finale corrisponderà alla media ponderata dei risultati ottenuti nei tre moduli. La valutazione sarà espressa in trentesimi.

Testi

Dispense del corso, fornite gratuitamente agli studenti tramite il sito del corso. Per approfondimenti è possibile consultare i seguenti testi:
“Manuale teorico pratico di Elettroencefalografia” Autore O.Mecarelli, Ed. Wolters Kluwer Health Italia, 2009.
Scheffer IE, et al., ILAE classification of the epilepsies: Position paper of the ILAE Commission for Classification and Terminology. Epilepsia. 2017 Apr;58(4):512-521. doi: 10.1111/epi.13709.

Altre Informazioni

Modalità di iscrizione agli esami: iscrizione online sul sito d'Ateneo
obbligo di frequenza: 75% delle firme di presenza.

Questionario e social

Condividi su: