Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
ELEONORA COCCO (Tit.)
ANGELO GUERRA
RAFFAELLA ORIGA
ANTONELLA GAGLIANO
VASSILIOS FANOS
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[40/64]  TECNICHE DI NEUROFISIOPATOLOGIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA) [64/00 - Ord. 2020]  PERCORSO COMUNE 5 40

Obiettivi

CONOSCENZA E CAPACITA’ DI COMPRENSIONE
Lo studente dovrà acquisire le conoscenze e la capacità di comprendere e applicare:
-i quadri clinici correlati alle patologie del Sistema Nervoso Centrale (epilessie, tumori, traumi cranici, infezioni, etc.).
- le principali affezioni patologiche dell'età neonatale e pediatrica.
- le principali affezioni neuropsichiatriche del bambino, la loro definizione, classificazione, i criteri utilizzati per la diagnosi.
- le tecniche avanzate di registrazione neurofisiologiche in età pediatrica.

CAPACITA’ APPLICATIVE
Lo studente dovrà acquisire la capacità di partecipare con le proprie competenze alla progettazione di un programma di neurofisiologia diagnostica e nell’ambito delle malattie neurologiche dell’adulto e del bambino con patologie neuropsichiatriche o pediatriche. Identificare esami strumentali neurofisiologici utili alla diagnostica della persona con malattia neurologica. Identificare le specificità del tecnico di neurofisiopatologia nel team di gestione delle patologie neurologiche e neuropsichiatriche dell’adulto e del bambino.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO:
Lo studente imparerà ad acquisire ed integrare i dati neurofisiologici strumentali e clinici al fine di formulare un giudizio diagnostico nell’ambito delle malattie dell’adulto del bambino.

ABILITÀ NELLA COMUNICAZIONE
Lo studente imparerà ad esporre i dati rilevanti di un determinato caso clinico e a comunicare in modo appropriato lo sviluppo e l’esito di procedure diagnostiche neurofisologiche. Sarà in grado di esaminare principali canali e tecniche di comunicazione per definire la metodologia più appropriata nel contesto analizzato. Riuscirà quindi a programmare, attuare e valutare i risultati della strategia di comunicazione utilizzata. In particolare acquisirà la capacità di comunicare informazioni, problemi e soluzioni con gli esponenti del team, i pazienti e le famiglie.
CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
Lo studente imparerà ad acquisire nuove informazioni e ad implementare il proprio bagaglio culturale in modo critico attraverso la consultazione ed interpretazione critica della recente letteratura scientifica e ad analizzare, quindi, criticamente i problemi clinici specifici e trovare soluzioni possibili ad essi.

Prerequisiti

La frequenza proficua del corso sarà facilitata dalla pregressa acquisizione di nozioni generali relative alla neuroanatomia e alla neurofisiologia del sistema nervoso centrale e periferico e del muscolo

Contenuti

I contenuti dell'unità didattica sono i seguenti:
Struttura e sviluppo del SNC; glia e neuropatologia cellulare; elaborazione sensoriale superiore e organizzazione corticale, il fenomeno dolore, organizzazione del controllo motorio, e sensitivo e semeiologia neurologica.
Introduzione generale alla Neonatologia,Adattamento neonatale e fenomeni fisiologici. Cure al neonato sano.
Classificazione dei neonati in base all'età gestazionale.
Assistenza in Sala Parto:Cenni di Rianimazione Neonatale.Traumi da parto. Asfissia Perinatale.
Screening e Bilanci di salute.Calendario vaccinale.
Alimentazione nel primo anno di vita.Il Divezzamento.
Ittero fisiologico del neonato,Itteri patologici.
Infezioni in epoca neonatale.Clinica,diagnosi e terapia.
Malattie respiratorie in epoca neonatale.
Malattia Celiaca; Fibrosi Cistica.
Programma:
- le epilessie ad esordio in età evolutiva: caratteristiche cliniche ed elettroencefalografiche;
- le condizioni caratterizzate da anomalie parossistiche elettroencefalografiche subcontinue/continue nel sonno, con particolare attenzione ai loro risvolti neuropsicologici e neurocomportamentali;
- i disturbi del neurosviluppo (in particolare: disturbo dello spettro autistico, disabilità intellettiva, ADHD);
- i disturbi della coscienza in età evolutiva;
- le paralisi cerebrali infantili.
TECNICHE NEUROFISIOPATOLOGICHE
Stimoli, stimolatori, tecniche di registrazione EEG/PE
EEG
TECNICHE DI REGISTRAZIONE DELL'EEG NEONATALE
• Quadri EEG fisiologici
• Quadri EEG patologici
POTENZIALI EVOCATI
POTENZIALI EVOCATI VISIVI
POTENZIALI EVOCATI SOMATOSENSORIALI
POTENZIALI EVOCATI ACUSTICI
POTENZIALI EVOCATI STIMOLO ED EVENTO CORRELATI (ERP)


Metodi Didattici

Il corso si svolgerà con lezioni frontali che prevedono l’uso di presentazioni in PowerPoint e attività pratica all’interno del reparto di degenza, ambulatorio, day hospital. La lezione frontale potrà essere alternata a metodi di insegnamento innovativi, che hanno come scopo il coinvolgimento attivo degli studenti nel processo di apprendimento (activelearning) mediante l’analisi ed interpretazione di casi clinici.

Verifica dell'apprendimento

Saranno svolte delle prove in itinere per le diverse discipline del corso integrato. L'esame finale sarà orale con un’unica commissione composta da Docenti presenti per ogni disciplina del Corso Integrato.
La prova di accertamento dell’apprendimento è orale ed è finalizzata ad accertare la conoscenza teorica da parte dello studente sulle tematiche presentate a lezione. Inoltre verranno discussi aspetti di un caso clinico reale nel quale verificare la capacità dello studente di tradurre in pratica le nozioni teoriche apprese durante le lezioni. Il voto finale è calcolato sulla base dell’appropriatezza delle risposte dimostranti la capacità dello studente di descrivere in maniera adeguata almeno 2 argomenti su tre del programma
il voto finale è espresso in trentesimi. La prova è superata se si consegue almeno la votazione di 18/30. Il voto finale tiene conto di:
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
e) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
f) Capacità di sintesi.

Il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune, capacità espressive modeste, ma sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e di espressione grafica; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e di espressione grafica.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Core Curriculum Malattie del Sistema Nervoso. Ferrarese Carlo, Mac Graw Hill web site. 431 pag. Edizione 2011
Neurologia. Gian Camillo Manzoni e Paola Torelli. Esculapio. Formato 19×26,5 in brossura Pag. 496 ISBN: 9788874884346 - Febbraio 2012.
Fondamenti delle neuroscienze e del comportamento, E.R. Kandel, J.H. Schwartz, T.M. Jessel - CEA Fundamental Neuroscience, L.R. Squire, D. Berg, F.E. Bloom et al. - ELSEVIER, 3a ed., 2008

Altre Informazioni

Coordinatore del corso integrato:
Eleonora Cocco (ecocco@unica.it) (Neurofisiopatologia)
Antonella Gagliano (antonella.gagliano@unica.it) (Neuropsichiatria infantile)
Raffaella Origa (raffaella.origa@unica.it) Pediatria

Questionario e social

Condividi su: