UniCa Logopedia Corso Informazioni sul corso

Informazioni sul corso

Seleziona l'Anno Accademico:     2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022 2022/2023
Ordinamento
LOGOPEDIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI LOGOPEDISTA)  
Durata
3   Anni  
Crediti
180  
Tipo di Corso
Corso di Laurea  
Normativa
D.M. 270/2004  
Classe di Laurea
L/SNT2 - Classe delle lauree in Professioni sanitarie della riabilitazione
Tipo di Accesso
Immatricolazione non consentita 
Sedi Didattiche
Cagliari - Università degli Studi 
Sito del Corso
Accedi alla pagina web del Corso 
Elenco Insegnamenti per Percorso/Curriculum
PERCORSO COMUNE - Ordinamento 2017


Requisiti di accesso


Titoli
 
Un'opzione a scelta tra le seguenti
1. - Titolo di Scuola Superiore
2. - Titolo straniero


Coordinatore
MARCO MONTICONE
marco.monticone@unica.it


Date e Scadenze


Leggi il Manifesto generale degli studi

Contribuzione studentesca


Leggi il Regolamento contribuzione studentesca

Tassa per la partecipazione ai test di ammissione ai Corsi di studio Euro 23,05
Studenti in corso - Contributo onnicomprensivo annuale da Euro 319,30 a Euro 3.001,45 in funzione dell'ISEE e dei CFU acquisiti
Studenti fuori corso - Contributo onnicomprensivo annuale da Euro 335,27 a Euro 4.602,75 in funzione dell'ISEE, dell'anno di fuori corso e dei CFU acquisiti
Imposta di bollo Euro 16
Tassa regionale ERSU per reddito complessivo familiare superiore a Euro 25.000 Euro 140
Sono previsti esoneri totali dal pagamento delle tasse o parziali (contributo calmierato e riduzioni), indicati nel Regolamento contribuzione studentesca che è opportuno consultare.

Informazioni generali


Status professionale conferito dal titolo

Logopedista
I laureati in Logopedia possono trovare occupazione in strutture sanitarie e socio-assistenziali pubbliche o private, sia in regime di dipendenza che libero professionale.
In particolare gli sbocchi occupazionali sono individuabili:
• negli ospedali, presso unità operative di degenza e servizi ambulatoriali;
• nelle strutture per post acuti, di lungodegenza, residenze sanitarie assistite, centri di riabilitazione, centri di assistenza per disabili;
• nei servizi sanitari territoriali, domiciliari e ambulatoriali;
• nei servizi di prevenzione e sanità pubblica.
• nell’attività come libero professionale

Caratteristiche prova finale

La prova finale dei Logopedisti si compone di:
a) Prova pratica: nel corso della quale la Commissione esamina i candidati sottoponendoli alla prova pratica abilitante le cui modalità sono definite nel Regolamento Didattico del corso e esplicitate nel quadro A 5.b b) Dissertazione della tesi
La Prova Finale del Corso di Laurea ha valore di esame di Stato abilitante all'esercizio della professione di logopedista.

Conoscenze richieste per l'accesso

Per essere ammessi al Corso di Laurea occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.
Occorre, inoltre, il possesso o l'acquisizione di un'adeguata preparazione iniziale di biologia, chimica, matematica, fisica e cultura generale (secondo il programma di cui all'All. A del D.M. ministeriale che definisce i contenuti e le modalità di svolgimento delle prove per i corsi ad accesso programmato a livello nazionale).
Il numero di studenti ammessi al Corso è determinato in base alla programmazione nazionale e regionale, alla disponibilità di personale docente, di strutture didattiche (aule, laboratori) e di strutture assistenziali utilizzabili per la conduzione di attività pratiche, applicando gli standard definiti dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia.
Il corso è programmato a livello nazionale, ai sensi dell'art. 1 della legge 264/1999; ad esso si applicano le disposizioni in materia di programmazione a livello nazionale annualmente emanate dal Ministero dell'Università e della Ricerca e riportate nei bandi di concorso.
La prova ha funzione selettiva ed è altresì diretta a verificare il possesso dell’adeguata preparazione iniziale.
Gli ammessi al CdS che hanno conseguito nella prova di ammissione un punteggio inferiore a quello stabilito ogni anno dal Consiglio di Classe, acquisiscono un debito formativo nelle materie di Biologia e Chimica.
Allo scopo di consentire il recupero del debito formativo, il Consiglio del CdS istituisce attività didattiche propedeutiche che sono svolte nell'arco del 1° semestre del primo anno di corso e che devono essere obbligatoriamente seguite dagli Studenti ammessi con debito formativo.
Tali attività didattiche propedeutiche saranno garantite da i Docenti facenti parte del CdS, o da Tutor didattici appositamente selezionati. La verifica dei risultati conseguiti nelle attività didattiche propedeutiche avverrà nell'ambito della prova di valutazione dei corsi corrispondenti.


Le informazioni sui requisiti di ammissione e sulle modalità di accesso sono consultabili ai seguenti link:
sito di Ateneo: http://people.unica.it/orientamento/bandi-di-selezione/
sito Segreteria Studenti: http://segreterie.unica.it/medicinaechirurgia/2014/02/16/prova-di-selezione-per-laccesso-ai-corsi-di-laurea-magistrale-in-medicina-e-chirurgia-e-in-odontoiatria-e-protesi-dentaria/

Obiettivi formativi specifici

Il laureato in logopedia, al termine del percorso triennale, sarà abilitato all’esercizio della professione di logopedista e dovrà essere in grado di:
• attuare un bilancio logopedico dei disordini del linguaggio e della comunicazione avvalendosi di strumenti e procedure di valutazione specifici;
• pianificare un progetto riabilitativo personalizzato e/o collaborare attivamente alla pianificazione di un progetto riabilitativo-assistenziale complesso multi specialistico;
• realizzare interventi di riabilitazione logopedica per raggiungere gli obiettivi terapeutici;
• gestire i processi riabilitativi nel rispetto delle differenze culturali, etniche, generazionali e di genere;
• individuare ed utilizzare gli ausili più idonei ed efficaci per il recupero della disabilità;
• valutare il fabbisogno educativo in specifici ambiti e realizzare interventi educativi in ambito logopedico;
• promuovere e realizzare interventi di prevenzione, utilizzando strumenti di screening per l'individuazione precoce delle alterazioni cognitive, comunicativo-linguistiche e funzionali e il riconoscimento dei fattori di rischio in età evolutiva , adulta e geriatrica;
• identificare e promuovere l'acquisizione di comportamenti idonei e strategie di compenso in grado di modificare o ridurre la disabilità in età evolutiva e adulta;
• utilizzare il colloquio nella clinica logopedica come strumento di acquisizione ed interpretazione di dati utili per la conoscenza delle caratteristiche comunicative-linguistiche nelle diverse età;
• applicare metodologie di analisi ed interpretazione dei bisogni di salute attraverso procedure di osservazione per assumere informazioni quanti-qualitative soggettive e oggettive, in età evolutiva, adulta e geriatrica;
• documentare sulla cartella clinica e/o logopedica lo svolgimento del piano riabilitativo nel rispetto anche dei principi legali, etici e deontologici;
• attivare e gestire una relazione di aiuto e terapeutica con l'utente, la sua famiglia e le persone significative;
• utilizzare strumenti di integrazione professionale (riunioni, incontri di team, discussione di casi);
• lavorare in modo integrato in un gruppo professionale di lavoro/ricerca, contribuendo al miglioramento della “salute” del paziente, rispettando gli ambiti di competenza delle differenti figure professionali del Sistema Sanitario;
• adottare le precauzioni per prevenire i rischi nei luoghi di lavoro;
• fornire attività di consulenza per gli specifici ambiti di competenza, su prodotti tecnologici e su aspetti giuridici.

Il curriculum del Corso di laurea comprende sia lezioni frontali, sia cicli di esercitazioni o sperimentazione e di tirocinio pratico-applicativo, che verrà attuato presso strutture didattico-sanitarie convenzionate, prima dello svolgimento dell'elaborato da discutere in sede di esame finale.
Le attività formative del (CdL) sono organizzate in:

Corsi Integrati (C.I.) o Insegnamenti Monodisciplinari
Laboratori Professionali
Tirocini professionalizzanti
Competenze linguistiche:
Attività a scelta dello studente
Attività in preparazione alla "Prova Finale”

Descrittori di Dublino: I - Conoscenza e capacità di comprensione

Gli studenti del CdL in Logopedia dovranno compiere un percorso di formazione professionalizzante teorico-pratico.
Durante il CdL gli studenti potranno acquisire/consolidare conoscenze sulla biologia fondamentale (i fenomeni biologici, biochimici e morfologici delle cellule, dei tessuti e organi), conoscere l'anatomia e la fisiologia umana in generale e, ovviamente, acquisire conoscenze anatomo-fisiologiche avanzate delle strutture coinvolte nella fonazione, deglutizione e respirazione. Gli studenti verranno quindi guidati nella conoscenza approfondita delle vie aereo-digestive superiori, degli organi di senso, degli apparati respiratorio, digerente, del Sistema Nervoso, dell'Apparato Locomotore e del Sistema Cardio-Vascolare. Unitamente all'insegnamento bio-anatomo-fisiologico fondamentale, gli studenti dovranno avere una conoscenza “reale” dei comportamenti verbali e non verbali tipici, mediante l'apprendimento di competenze tecniche e personali sugli elementi della linguistica generale, sui principi e le funzioni del linguaggio e della comunicazione umana, sui comportamenti verbali e non verbali dei pazienti, sui principi della fonetica e della fonologia e sulle realizzazioni fonetiche e le rappresentazioni fonologiche in funzione dei sistemi grafici tradizionali.
Una volta acquisite le conoscenze fondamentali, gli studenti saranno guidati nell'acquisizione di conoscenze cliniche specialistiche avanzate sulle principali patologie responsabili di disturbi di competenza logopedica e su quali siano le metodologie e gli strumenti di valutazione.
Il CdL prevede l'insegnamento dei principi fondamentali della riabilitazione generale e logopedica, delle principali procedure per la valutazione dei disturbi comunicativi linguistici nelle diverse fasce d'età e dei principali strumenti di valutazione utilizzati in ogni ambito. Gli studenti apprenderanno inoltre conoscenze fondamentali sulla psicologia, neuropsicologia e pedagogia, in modo da poter instaurare una comunicazione proficua e ottimale con i pazienti di tutte le età.
L'approccio clinico nei pazienti pediatrici affetti da disturbi del linguaggio e della deglutizione verrà approfondito attraverso l'acquisizione di conoscenze sulle principali disturbi di apprendimento, il loro inquadramento clinico, la valutazione ed il trattamento. Particolare attenzione verrà data alle patologie neurologiche croniche degenerative responsabili di deficit motori e sensitivi multipli e complessi ed alla patologia audiologica e otorinolaringoiatrica, in modo da offrire agli studenti una conoscenza teorico patica e riabilitativa sulle principali patologie di interesse logopedico.
Unitamente alle conoscenze specifiche logopediche (contribuire nella valutazione dei progressi riabilitativi e nel rilievo di eventuali abitudini viziate e/o complicanze), gli studenti dovranno conoscere le basi della gestione clinica globale dei pazienti sulle terapie chirurgiche e riabilitative specifiche e non, sui farmaci utilizzati ed sul monitoraggio clinico necessario nei pazienti con patologie responsabili di disturbi nel linguaggio e nella deglutizione, in modo da poter integrare in maniera attiva e consapevole tutte le altre figure sanitarie coinvolte nella cura dei pazienti.
Gli studenti dovranno acquisire anche conoscenze generali di tipo deontologico legislativo e professionale (conoscenze di base sui processi cognitivi, emotivi, neuropsicologici, educativi e socio-organizzativi) riguardo alla figura professionale del logopedista, necessarie per adottare comportamenti etici e professionali nella presa in carico del paziente e per un corretto inserimento nel mondo del lavoro.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove orali e/o scritte negli appelli indicati dal calendario didattico di Facoltà .Verranno valutati: acquisizione delle nozioni, conoscenza del linguaggio disciplinare, capacità di mettere in relazione concetti, capacità espositiva. Nel caso di corsi integrati il voto finale del corso integrato è espresso in trentesimi e rappresenta la media delle valutazioni riportate in ogni singolo insegnamento. Nel caso di seminari o altre attività viene attributo un giudizio.

II - Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Alla fine del percorso formativo gli studenti saranno in grado di rapportarsi in maniera “professionale” e “umana” con pazienti estremamente complessi (pazienti oncologici, pazienti con importanti deficit cognitivi, pazienti pediatrici, autistici o con disturbi dell'apprendimento) e dovranno essere in grado di valutare ed elaborare il bilancio logopedico specifico, in modo da pianificare il conseguente trattamento riabilitativo più adatto in base alle differenti patologie ed alle caratteristiche particolari di ogni singolo paziente.
Al termine del CdL gli studenti saranno pronti per programmare gli interventi riabilitativi anche nel rispetto di aspetti organizzativi e normativi relativi a gestione del luogo di lavoro e del personale sanitario, applicare valutazioni e test strutturati, elaborare i dati raccolti, e applicare ed integrare le attività riabilitative logopediche del paziente in maniera congrua e razionale con le sue esigenze terapeutiche e con assunzione di responsabilità.

Nel caso di Corsi Integrati, la verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove orali e/o scritte negli appelli indicati dal calendario didattico di Facoltà .Verranno valutati: acquisizione delle nozioni, conoscenza del linguaggio disciplinare, capacità di mettere in relazione concetti, capacità espositiva. Il voto finale del corso integrato è espresso in trentesimi e rappresenta la media delle valutazioni riportate in ogni singolo insegnamento. Nel caso di seminari o altre attività viene attributo un giudizio.
Nel caso dei tirocini viene assegnata una idoneità dal coordinatore dei tirocini che riceve i resoconti dei tutor di struttura o di laboratorio a seguito dell’osservazione di ciascuno studente in termini di partecipazione, interesse mostrato e capacità di applicare le conoscenze in ambito pratico.

III - Autonomia di giudizio

Lo studente sarà in grado di:
• analizzare, con piena autonomia e attenendosi ai principi della deontologia professionale, i meccanismi biologici per meglio comprendere l'importanza scientifica e l'impatto sociale ed etico dei risultati ottenuti;
• individuare, raccogliere, valutare e analizzare le alterazioni fisiche del Sistema Nervoso, dell'Apparato Locomotore, del Sistema Cardio-Vascolare e Respiratorio. Individuare, raccogliere, valutare e analizzare dati statistici;
• impostare il miglior programma riabilitativo adatto al singolo paziente;
• integrare i contenuti teorici acquisiti durante il corso con la pratica riabilitativa;
• raggiungere l’autonomia di giudizio sulle alterazioni “organiche” e “funzionali” degli organi e delle regioni anatomiche coinvolte nel linguaggio e nella deglutizione;
• applicare il codice deontologico nell'agire professionale e nei rapporti con altri professionisti, e adottare comportamenti etici e professionali;
• individuare le caratteristiche dei disturbi di linguaggio in età evolutiva, applicare la valutazione e il bilancio logopedico;
• adottare un atteggiamento professionale applicabili a diverse situazioni cliniche e uno stile di lavoro personale capace di ridurre il rischio psicosociale (stress, burnout);
• utilizzare il ragionamento clinico per valutare ed affrontare le fasi del processo terapeutico, le possibili problematiche e la lettura e interpretazione di eventuali cambiamenti;
• distinguere la differenza esistente tra lingua e linguaggio in una visione globale e diacronica di entrambe;
• riconoscere la natura e la gravità dei disturbi del paziente, in modo da poter comprendere autonomamente quali siano le sue necessità riabilitative;
• collaborare attivamente con le altre figure professionali coinvolte nella cura del paziente (medici e infermieri);
• pianificare e condurre il trattamento riabilitativo in supervisione con progressiva assunzione di responsabilità;
• valutare il disturbo e pianificare e condurre il trattamento riabilitativo in supervisione;
• valutare e interpretare correttamente i diversi esami audiometrici;
• valutare la scelta della tecnica di presa in carico più adeguata;
• integrare i contenuti teorici acquisiti durante il corso con la pratica riabilitativa;
• dimostrare una buona autonomia di scelta frale differenti opzioni terapeutiche, basata su una congrua comprensione della patologia dei pazienti;
• adattare le differenti strategie riabilitative nei pazienti pediatrici;
• effettuare il bilancio e la presa in carico riabilitativa nei pazienti con disturbi di apprendimento;
• pianificare e condurre il trattamento logopedico, verificare l'efficacia dell'intervento elaborare una relazione logopedica;
• valutare e pianificare il trattamento logopedico della disfagia nell'ambito delle varie patologie e delle diverse fasce d'età. afasia: gli studenti dovranno attuare il programma riabilitativo in base alla valutazione e alla diagnosi funzionale delle diverse patologie in ambito cognitivo e linguistico nell'adulto;
• attuare una corretta presa in carico riabilitativa, a partire dalla valutazione fino al trattamento secondo le più recenti evidenze scientifiche.

IV - Abilita comunicative

Lo studente sarà in grado di:
• farsi comprendere sia dagli specialisti del campo sia da quelli non specialisti, per poter trasmettere la loro conoscenza, le loro idee operative, i problemi e le soluzioni intraprese sia nel gruppo di lavoro che all'esterno;.
• Analizzare e valutare le alterazioni fisiche del Sistema Nervoso, dell'Apparato Locomotore, del Sistema Cardio-Vascolare e Respiratorio. Acquisire adeguate abilità interattive con gli altri componenti del team riabilitativo in merito alle tematiche oggetto del corso;
• eseguire le analisi statistiche più frequentemente utilizzate nei lavori di ricerca medica;
• comunicare in maniera rapida, chiara ed efficace con il personale sanitario sulle condizioni cliniche dei pazienti;
• utilizzare una buona terminologia tecnica che permetta di descrivere adeguatamente le condizioni cliniche del paziente e i suoi bisogni riabilitativi con tutto il personale sanitario;
• utilizzare un lessico specifico e appropriato alla disciplina; leggere le dinamiche relazionali e i meccanismi di difesa/adattamento delle persone che possono essere in situazioni di disagio, trasmettendo empatia e assonanza emotiva; saranno in grado di dialogare efficacemente con gli utenti e i familiari, di comunicare e argomentare il loro operato e le decisioni assunte con l’equipe di lavoro;
• utilizzare un comportamento consono al ruolo professionale, si a con il paziente che con gli altri professionisti, adottare una comunicazione efficace con le diverse figure che ruotano intorno al paziente;
• redigere la relazione logopedica rispetto al caso;
• disquisire in modo efficace delle normative legislative che regolano organizzazione sanitaria, deontologia e responsabilità professionale.

Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione

ITALIANO

V - Capacità di apprendimento

Lo studente sarà in grado di:
• apprendere progressivamente le nozioni di base della biologia, della biochimica e della morfologia e i frequenti riferimenti a esempi pratici permetteranno allo studente di maturare i meccanismi di comprensione necessari per capire il ruolo delle figure professionali bio-sanitarie;
• sviluppare capacità di analisi, di definizione, di valutazione, di illustrazione, di contenimento e di risoluzione delle alterazioni fisiche del Sistema Nervoso, dell'Apparato Locomotore, del Sistema Cardio-Vascolare e Respiratorio;
• acquisire adeguate abilità interattive con gli altri componenti del team riabilitativo in merito alle tematiche oggetto del corso. Sviluppare capacità di analisi statistica;
• dimostrare adeguate capacità di apprendimento dei processi neurofisiologici coinvolti nel linguaggio e nella deglutizione;
• acquisire una buona terminologia tecnica che permetta di descrivere adeguatamente le condizioni cliniche del paziente e i suoi bisogni riabilitativi con tutto il personale sanitario;
• dimostrare adeguate capacità di apprendimento delle strutture anatomiche del corpo umano, con particolare riguardo ai distretti maggiormente coinvolti nel linguaggio e nella deglutizione;
• dimostrare di aver appreso le principali conoscenze rispetto all'etica al codice deontologico e al profilo professionale del logopedista. Gli studenti dovranno dimostrare di aver appreso approfondite conoscenze nell'ambito dell'inquadramento della valutazione e della riabilitazione delle patologie in età evolutiva;
• esprimere competenze necessarie per promuovere progetti di educazione e riabilitazione finalizzati alla cura e miglioramento della salute dell’utenza; affrontare efficacemente eventuali studi successivi a un livello formativo superiore. responsabilità per il proprio sviluppo professionale con responsabilità più alte che sia in grado di rispondere ai cambiamenti delle conoscenze e dei bisogni sanitari e sociali;
• progredire nella comprensione e nell'utilizzo della terminologia tecnica che permetta di descrivere adeguatamente le condizioni cliniche del paziente e i suoi bisogni riabilitativi con tutto il personale sanitario;
• studiare in modo autonomo per trarre profitto da Corsi di approfondimento, Seminari specialistici e in seguito Masters
• dimostrare adeguate capacità di apprendimento sulla clinica e la fisiopatologia dei principali processi patologici responsabili dei disturbi del linguaggio e nella deglutizione;
• dimostrare adeguate capacità di apprendimento sulla comune gestione clinica dei pazienti ricoverati per le principali patologie legate ai disturbi del linguaggio e della deglutizione e dovranno essere in grado di contribuire alla valutazione della "salute" del paziente;
• dimostrate di possedere conoscenze sui bisogni riabilitativi dei pazienti nei vari ambiti, adeguate al corso di studio previsto per gli studenti del II anno;
• dimostrare di ave acquisito le principali conoscenze rispetto ai vari disturbi pervasivi alla loro valutazione e trattamento in tutte le fasce d'età;
• dimostrare una progressiva autonomia nella presa in carico del paziente;
• sviluppare capacità di analisi, di definizione, di valutazione e di illustrazione in ambito di Management e servizi sanitari;
• acquisire adeguate abilità interattive con gli altri componenti del team riabilitativo in merito alle tematiche oggetto del corso.

Competenze associate alla funzione

Logopedista
Il logopedista deve avere una precisa conoscenza della normale “funzione” delle vie aereo-digestive superiori, di quali patologie ne alterino l’attività e di quale sia il loro meccanismo eziopatogenetico. Accanto a queste conoscenze “tecniche” fondamentali, il logopedista dovrà possedere/acquisire capacità relazionali adatte per confrontarsi con pazienti molto fragili: pazienti oncologici, pediatrici, affetti da patologie degenerative croniche, o esiti di complicanze chirurgiche. Queste qualità sono fondamentali perché la riabilitazione logopedica non è un’attività di comunicazione unilaterale, ma uno scambio di informazioni fra due individui con conoscenze, capacità e competenze diverse che portino ad uno scopo comune: la migliore riabilitazione logopedica possibile per ogni singolo individuo.

Funzione in contesto di lavoro

Logopedista
Questa figura professionale si occupa dell’ assistenza diretta, individuale e mirata per ogni singolo paziente garantendo un percorso di riabilitazione ai pazienti affetti da disturbi della deglutizione, respirazione e fonazione.
L’indicazione, i tempi della riabilitazione e gli obiettivi principali della terapia logopedica vengono individuati attraverso una valutazione collegiale medico-logopedica, mentre il logopedista traccia i dettagli del programma riabilitativo e ne valuta i progressi, segnalando e discutendo con il personale infermieristico e medico le eventuali criticità, in modo da adattare la gestione sanitaria alle esigenze particolari del paziente. La riabilitazione logopedica ha alcune sfere di attività principali: la popolazione adulta affetta da patologia oncologica delle vie aereo-digestive superiori, la popolazione adulta affetta da patologie degenerative che alterino la funzione delle vie aereo-digestive superiori, la popolazione pediatrica con disturbi organici e funzionali dell’udito e delle vie aereo-digestive superiori.

Questionario e social

Condividi su: