Prova finale

Lo Studente ha a disposizione un numero complessivo di CFU stabilito dall'Offerta formativa del Corso, come specificata nella Programmazione didattica,. da dedicare ad attività formative in preparazione alla Prova Finale. I CFU verranno acquisiti dallo studente a seguito della dichiarazione di idoneità da parte di un docente o referente di tirocinio.
Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano di studi.
La domanda di laurea deve essere presentata alla Segreteria Studenti almeno 60 gg prima della data di appello della sessione di laurea; il libretto universitario e la tesi di laurea in formato cartaceo ed elettronico (su cd-rom) devono essere presentati alla Segreteria Studenti almeno 15 gg prima dell’appello; non si possono sostenere esami nei 15 gg che precedono l’esame di laurea.
La prova finale consiste nella dimostrazione di abilità professionali (prova pratica) e nella (eventuale per i corsi DM 509) discussione di una dissertazione scritta (tesi).
La prova è sostenuta davanti ad una Commissione nominata dal Rettore, composta di norma da un numero di membri variabile da 7 a 11 (di cui non meno di 2 e non più di 3 indicati dal Collegio/Ordine o associazione riconosciuta), individuata da apposito decreto del Ministero dell’Università, di concerto con il Ministero della Sanità.
Possono far parte della Commissione di Laurea Professori e Ricercatori, Cultori della materia e titolari di contratti o di incarichi di insegnamento limitatamente all’anno accademico in cui l’incarico è attribuito. La maggioranza dei componenti (esclusi i membri nominati dai Ministeri e dai Collegi) della Commissione deve essere comunque composta da docenti di ruolo.
A determinare il voto di laurea contribuiscono:

  •  la media dei voti degli esami (la modalità di calcolo della media dei voti conseguiti in ciascun corso integrato è aritmetica, per ciascuna lode saranno aggiunti 0,5 punti al totale);
  •  la valutazione della prova finale (punteggio massimo 6);
  •  la durata della carriera (gli studenti che si laureano in corso meriteranno 2 punti aggiuntivi).
  • La lode proposta dal presidente della Commissione di Laurea, può venire attribuita con parere unanime della Commissione ai candidati che conseguano un punteggio finale > 110.

La prova finale è organizzata in due sessioni in periodi definiti a livello nazionale con decreto del Ministero dell’Università di concerto con il Ministero Competente. Le date vengono fissate dal presidente del CdL
Obiettivi formativi specifici: La prova finale, ai sensi dell’articolo 6 comma 3 del D.Lgs 502/92 e successive modificazioni, ha valore di Esame di Stato abilitante all’esercizio professionale di FISIOTERAPISTA

Questionario e social

Condividi su: