Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
PAOLO MOI (Tit.)
ANNA MARIA FULGHESU
MARIA ROSARIA LAI
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[40/42]  INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE) [42/00 - Ord. 2016]  PERCORSO COMUNE 6 48

Obiettivi

In accordo con i descrittori di Dublino, il corso si propone come obiettivi di diffondere la conoscenza delle principali patologie ostetriche, ginecologiche, neonatali e pediatriche, di valutare l’apprendimento con casi clinici simulati e lezioni interattive, di valutare l’utilizzo pratico delle conoscenze acquisite, di valutare la capacità di farsi un’opinione propria con ricorso anche a sorgenti informative esterne di cui si propongono esempi d’utilizzo, di fornire abilità comunicative con attenzione alla comunicazione parentale, all’osservazione dell’efficacia della comunicazione bidirezionale di cui si forniscono esempi, all’osservazione e comprensione della comunicazione gestuale, alle modalità d’evitamento di conflitti comunicativi d’opposizione favorendo la comunicazione con istruzioni su tecniche di dialogo .
Al termine del corso lo studente dovrà conoscere le caratteristiche strutturali e funzionali dell’ambiente pediatrico, l’approccio assistenziale al bambino ospedalizzato, i principali aspetti psicologici del bambino ospedalizzato nelle diverse fasi di sviluppo e l’importanza del ruolo genitoriale nel processo di cura e assistenza. gli interventi d’educazione sanitaria, le peculiarità del processo assistenziale in area materno-infantile ed attuazione del processo di assistenza in ambito pediatrico attraverso l’utilizzo dei modelli funzionali della salute elaborati da Marjory Gordon.
A conclusione del corso lo studente deve essere in grado di:
1) Descrivere le peculiarità del processo assistenziale in area neonatologica e pediatrica.
2) Descrivere le modalità di rilevazione dei bisogni sia individuali che collettivi della popolazione in area neonatologica e pediatrica.
3) Descrivere le caratteristiche dell’ambiente pediatrico e il concetto di family-centered care.
4) Descrivere gli elementi generali e specifici per l’assistenza infermieristica correlata ad alterazioni fisiopatologiche dei diversi sistemi e/o apparati in area neonatologica e pediatrica.
5) Dimostrare abilità di ragionamento diagnostico per la gestione di specifica casistica.
Al termine del Corso lo studente deve essere in grado di :
1. Fornire informazioni e dare consigli alla gestante, alla coppia nel percorso nascita, fornendo un’informazione corretta, appropriata e personalizzata rispetto agli stili di vita.
2. Identificare i bisogni socio-sanitari della donna gravida fornendo ogni supporto informativo-educativo che miri a rimuovere situazioni di disagio, di fragilità in presenza di tossicodipendenza, stato di povertà, disabilità, etc;
3. Pianificare interventi di informazione/formazione alla madre e alla famiglia relativamente alle sorveglianza della salute neonatale;
4. Conoscere le principali patologie ostetriche e ginecologiche on modo da indirizzare le donne nei più corretti percorsi di prevenzione, diagnosi e terapia;
5. Fornire informazioni sui temi della sessualità, della riproduzione e della contraccezione per la tutela e l’attuazione del diritto alla procreazione cosciente e responsabile;
6. Conoscere la normativa che tutela la lavoratrice madre e disciplina la procreazione responsabile e l’interruzione volontaria della gravidanza.

Prerequisiti

Quelle previste dal regolamento del Consiglio di Corso di Laurea

Contenuti

Il corso si propone di fornire le basi di conoscenza delle principali patologie ginecologiche, ostetriche, neonatali e pediatriche fino alladolescenza. Al termine, lo studente avrà imparato lapproccio al paziente pediatrico nelle varie età della vita. Altri argomenti del programma:
Auxologia e anomalie della crescita statuto-ponderale.
Screening neonatali tradizionali ed estesi.
Ladattamento neonatale.
Classificazione dei neonati in base al peso ed età gestazionale.
Le infezioni neonatali precoci e tardive.
Allattamento al seno.
Alimentazione nel bambino.
Normali tappe dello sviluppo psicomotorio e neurologico del bambino normale e patologico.
Pubertà normale e anomalie dello sviluppo puberale.
Elementi di semeiotica, di diagnosi e di terapia pediatrica con particolare attenzione al ruolo infermieristico.
Analisi dei grandi sintomi pediatrici (febbre, dolore, vomito, tosse).
Peculiarità della febbre nel bambino sotto i 2 mesi.
Sintomi e segni d'allarme delle batteriemie e sepsi.
Sindromi meningee.
Infezioni broncopolmonari.
Ostruzioni delle vie aeree.
Infezioni urinarie.
Principali patologie gastrointestinali.
Cause di dolore addominale acuto e ricorrente.
Celiachia.
Le principali patologie chirurgiche pediatriche.
Principali vasculiti pediatriche.
Malattie reumatologiche.
Malattie esantematiche.
Talassemie ed emoglobinopatie.
Disturbi dello spettro autistico.
Basi fisiopatologiche dellapparato riproduttivo femminile nelle varie età con particolare riguardo alle patologie più frequenti.
Basi di semeiotica, di diagnosi e di terapia ostetrico-ginecologica con particolare attenzione al ruolo infermieristico.
Tecniche di contraccezione ormonale e meccanica.
Interruzione volontaria di gravidanza.
Poliabortività.
Depressione post-partum.
Infertilità maschile e femminile. Endometriosi. Parto naturale e indicazioni al taglio cesareo.

Metodi Didattici

Il corso si articola in una serie di lezioni frontali con ausilio di diapositive proiettate che riassumono i punti salienti dellargomento presentato. Per la descrizione più dettagliata di sindromi, di manovre diagnostiche o procedure tecniche si farà ricorso alla proiezione di filmati o animazioni. La lezione sarà spesso interattiva con domande atte a vagliare le conoscenze di base degli studenti o verificare il livello di attenzione sugli argomenti trattati.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione degli studenti sarà basata su test scritti a risposte multiple o aperte. In caso di test a risposta multipla lo studente dovrà scegliere quella corretta. Nel caso di test a risposta aperta lo studente dovrà rispondere con proprietà di linguaggio e dimostrare di conoscere l'argomento. Il massimo punteggio sarà raggiunto con la risposta corretta ed appropriata a tutte le domande. In caso di basso punteggio raggiunto con l'esame scritto gli studenti possono sostenere una valutazione orale. Tutti gli esami successivi alla prima valutazione saranno orali e verrà valutata la capacità di ragionamento, di collegamento e la conoscenza degli argomenti specifici correlati anche agli insegnamenti precedenti delle materie di base. Gli studenti verranno anche valutati per il loro linguaggio e l'abilità ad esprimere i concetti e le loro conoscenze.

Testi

Gialli M. Infermieristica clinica in Area materno infantile, Casa Ed. Hoepli.
Moretto C. Assistenza di base in pediatria. Carocci
Approfondimento:
Badon P. Procedure infermieristiche in pediatria. CEA.
L.J. Carpenito, Diagnosi infermieristiche, applicazione alla pratica clinica, Casa Editrice Ambrosiana, Milano 2000
Di Manuel A. Castello
Edizioni Piccin

PEDIATRIA per le Professioni Sanitarie
Autori PERRONE - ESPOSITO - GRANO - IAFUSCO
Editore Edizioni Sorbona
Anno edizione 2008

ELEMENTI DI PEDIATRIA PER INFERMIERI Teresa De Toni
CAROCCI FABER Ed

Trattato di Ostetricia e Ginecologia
Nappi C.
Idelson Casa Editrice

Altre Informazioni

Le diapositive delle lezioni e gli eventuali filmati saranno messi a disposizione degli studenti al termine delle lezioni o caricate su sito web delluniversità o dellospedale.
Modalità di ricevimento studenti:
Tutti i docenti ricevono per appuntamento richiesto via email.
Dott.ssa Angelica Dessì: angelicadessi@unica.it

Questionario e social

Condividi su: