Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
ROBERTA MONTISCI (Tit.)
PALMINA PETRUZZO
STEFANIA REDOLFI
Periodo
Annuale 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[40/39]  MEDICINA E CHIRURGIA [39/00 - Ord. 2015]  PERCORSO COMUNE 12 165

Obiettivi

Il corso integrato di Malattie dell’apparato respiratorio e cardiovascolare si propone di fornire agli studenti le seguenti conoscenze e competenze:
CONOSCENZA E CAPACITA’ DI COMPRENSIONE: lo studente dovrà conoscere l’epidemiologia, i fattori di rischio e l’espressione clinica delle patologie dell’apparato respiratorio e cardiovascolare. Lo studente dovrà inoltre dimostrare di conoscere i principali strumenti per la diagnosi e le basi terapeutiche di tali patologie.
CAPACITA’ APPLICATIVE: lo studente dovrà acquisire la capacità di affrontare il percorso diagnostico e terapeutico delle patologie dell’apparato respiratorio e cardiovascolare sapendo formulare e riconoscere ipotesi alternative e diagnosi differenziali. In tale ambito lo studente acquisirà la capacità di scegliere in maniera razionale ed efficiente quali strumenti diagnostici utilizzare tra quelli disponibili per giungere ad una diagnosi ed impostare una terapia appropriata.
AUTONOMIA DI GIUDIZIO: Lo studente imparerà ad acquisire ed integrare dati anamnestici e strumentali al fine di formulare un giudizio diagnostico nell’ambito delle malattie dell’apparato respiratorio e cardiovascolare.
ABILITÀ NELLA COMUNICAZIONE: Lo studente imparerà ad esporre i dati rilevanti di un determinato caso clinico e a comunicare in modo appropriato lo sviluppo e l’esito di procedure diagnostiche ed interventi terapeutici.
CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO: Lo studente imparerà ad acquisire nuove informazioni e ad implementare il proprio bagaglio culturale in modo critico attraverso la consultazione ed interpretazione della recente letteratura scientifica

Prerequisiti

Anatomia e fisiologia dell’apparato respiratorio e cardiovascolare, nonché le basi di semeiotica che permettono di approfondire quelle specifiche a tali apparati. Sarebbe opportuno avere già sostenuto l’esame di Patologia e fisiopatologia e di Metodologia Clinica

Contenuti

Ciascun argomento viene trattato con criteri di essenzialità secondo lo schema:

Fisiopatologia Respiratoria:
- Iter diagnostico di base nel paziente con disturbi e patologie toraco-polmonari
- Indicazioni e significato fisiopatologico delle principali metodiche diagnostiche e di esplorazione funzionale toraco-polmonare con particolare riferimento a test di funzione ventilatoria, diffusione alveolo capillare del CO, emogasanalisi arteriosa, test di provocazione bronchiale;
- Definizione, meccanismi fisiopatologici, classificazione e metodi di diagnosi e terapia dell’insufficienza respiratoria acuta e cronica.

Malattie dell’Apparato Respiratorio:
- L’approccio al paziente pneumologico (semeiotica fisica, esami di diagnostica per immagini, e di diagnostica strumentale, esami di laboratorio, esami su espettorato e broncoaspirato)
- Malattie polmonari ostruttive acuta e croniche
- Le Bronchiectasie
- La Sindrome delle apnee ostruttive del sonno
- Infezioni polmonari
- Tubercolosi polmonare
- Patologie polmonari ambientali
- Tumori polmonari e mediastinici
- Malattie della pleura
- Insufficienza respiratoria
- Patologie vascolari
- Il polmone nelle malattie sistemiche

Chirurgia Toracica:
- Cenni sulle malattie congenite del polmone
- Pneumotorace
- Ascesso polmonare, Empiema pleurico
- Emotorace
- Traumi del torace
- Idatidosi polmonare
- Patologia del mediastino
- Carcinoma del polmone
- Tumori della pleura
-Tumori del mediastino

Malattie Cardiovascolari
- La malattia Aterosclerotica: epidemiologia, fattori di rischio, manifestazioni cliniche, prevenzione primaria e secondaria
- Ipertensione arteriosa
- Cardiopatia ischemica cronica
- Sindromi coronariche acute
- Procedure interventistiche di rivascolarizzazione (angioplastica e stent intracoronarico)
- Rivascolarizzazione chirurgica mediante by-pass aortocoronarico
- Malattie del pericardio
- Miocarditi
- Cardiomiopatie
- Valvulopatie
- Interventi correttivi mediante procedure interventistiche e chirurgia. Protesi
valvolari
- Endocardite infettiva (Individui a rischio e prevenzione)
- Scompenso cardiaco acuto e cronico. Shock cardiogeno.
- Assistenza ventricolare e trapianto cardiaco
- Cardiopatie congenite
- Ipertensione polmonare
- Malattia tromboembolica venosa (Individui a rischio e prevenzione)
- Disturbi del ritmo e della conduzione. Procedure di ablazione transcatetere
- Sincope, morte improvvisa, rianimazione cardiopolmonare

Chirurgia Vascolare
- Arteriopatia obliterante cronica a carico degli arti inferiori.
- Ischemia arteriosa acuta.
- Ischemia mesenterica acuta e cronica
- Aneurismi dell’aorta: Aneurisma dell’aorta addominale sottorenale e dell’aorta toracica.
- Aneurismi periferici: aneurisma dell’arteria poplitea e succlavia
- Aneurismi viscerali: aneurisma dell’arteria splenica, epatica, renale e mesenterica superiore
- Aneurisma dissecante dell’aorta.
- Patologia ostruttiva dei tronchi sovraortici.
- Sindrome dello stretto superiore del torace.
-Varici arti inferiori e insufficienza venosa
- Trombosi venosa profonda e sue complicanze

Cenni di Cardiochirurgia
By-pass aortocoronarico: indicazioni e cenni di tecnica
CEC
Sostituzioni valvolari: indicazioni e cenni di tecnica
Trapianto cardiaco

Metodi Didattici

La didattica teorica frontale si basa su temi e casi clinici presentati dal docente con l’utilizzo di strumenti informatici. Gli studenti sono spesso coinvolti nella discussione e tale attività didattica interattiva viene ulteriormente incrementata nei corsi di Didattica Opzionale programmati dai singoli docenti. In aula vi è durante la lezione un dialogo sollecitato dal docente volto alla comprensione dei temi trattati ed alla verifica delle nozioni indispensabili per la comprensione degli stessi.
Inoltre, al termine della singola lezione è previsto un adeguato periodo di tempo per la sedimentazione delle informazioni acquisite, la gestione dei dubbi e delle perplessità. Il materiale didattico viene messo a disposizione degli studenti. In accordo con quanto indicato nel Manifesto degli Studi per l’AA 2020-2021 (pag.12): “La didattica verrà erogata contemporaneamente sia in presenza sia online, delineando dunque una didattica mista che possa essere fruita nelle aule universitarie ma al contempo anche a distanza. Sarà lo studente all’inizio del semestre ad optare per la didattica in presenza o a distanza, la scelta sarà vincolante per l’intero semestre. Qualora il numero degli studenti superi la capienza delle aule, determinata sulla base disposizioni governative in materia sanitaria ai fini del contrasto alla pandemia da Covid-19, l’accesso alle strutture didattiche sarà regolato attraverso un sistema di turnazione che sarà comunicato a tempo debito agli studenti interessati

L’attività professionalizzante viene svolta nei reparti e nei laboratori dedicati dove lo studente dovrà apprendere le basi teorico-pratiche per l’esecuzione e l’interpretazione delle manovre di semeiotica fisica dell’apparato respiratorio e cardiovascolare, dei test di funzione respiratoria, della diagnostica per immagini e delle indagini strumentali invasive sia delle malattie dell’apparato respiratorio che cardiovascolare. Lo studente presenzierà sia alle indagini diagnostiche riguardanti i pazienti ricoverati e quelli ambulatoriali che alle sedute operatorie di chirurgia toraco-polmonare e di chirurgia vascolare, nella misura in cui ciò potrà concretamente verificarsi.

Verifica dell'apprendimento

Le iscrizioni all’esame avvengono mediante procedura telematica (ESSE3).
Potranno sostenere l’esame gli studenti che avranno frequentato non meno del 70% delle lezioni frontali complessive e non meno del 50% di ciascun modulo e frequenza di tutte le ore previste per l’attività professionalizzante.

L’esame si basa su una prova orale su argomenti del programma per ogni disciplina durante la quale viene valutata la preparazione del Candidato (acquisizione delle nozioni e capacità di mettere in relazione le conoscenze con adeguato linguaggio) in ogni singola disciplina. Viene infine valutata la capacità di espressione, l’uso di terminologia appropriata, la capacità di sintesi.

Il voto finale viene deciso insieme da tutta la Commissione ed esprime:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
Per quanto concerne la modalità espositiva vengono considerate:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
e) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
f) Capacità di sintesi.

Il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune, capacità espressive modeste, ma sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e di espressione grafica; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e di espressione grafica.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Core curriculum - Cardiologia
Autori A. Branzi e FM Picchio
McGrawHill Education – 2013
Cardiologia per studenti e medici di medicina generale - Edizioni Idelson Gnocchi"
Renzo Dionigi-Chirurgia Generale
Rutherford- Chirurgia Vascolare
E.M. Clini; G. Pelaia - Manuale di Pneumologia - EdiSES

Altre Informazioni

Alla fine delle lezioni i docenti mettono a disposizione degli studenti slides e/o video utilizzati durante le lezioni frontali
Gli studenti vengono ricevuti previa e-mail al docente.

Questionario e social

Condividi su: