Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
PAOLA FADDA (Tit.)
MARIA SCHERMA
GIOVANNI SEVERINO
Periodo
Annuale 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[40/39]  MEDICINA E CHIRURGIA [39/00 - Ord. 2015]  PERCORSO COMUNE 10 100

Obiettivi

CONOSCENZA E CAPACITA’ DI COMPRENSIONE: -
-Riconoscere che un farmaco è dotato di uno o più meccanismi d’azione che ne mediano gli effetti terapeutici e tossici e che ne giustificano l’impiego terapeutico.
- Comprendere che l’efficacia di una farmaco-terapia deve essere valutata attraverso l’identificazione di indici/sintomi che debbono essere ricavati dallo studio del paziente.
- Conoscere come le proprietà farmacocinetiche di un farmaco e il contesto (genetico e patologico) del paziente influenzino il risultato della terapia farmacologica.
CAPACITA’ APPLICATIVE:
Lo studente acquisirà competenze applicative di tipo metodologico e strumentale per un corretto approccio alla terapia farmacologica
AUTONOMIA DI GIUDIZIO:
Lo studente imparerà a interpretare criticamente e comparare dati scientifici e studi clinici sui farmaci.
ABILITÀ NELLA COMUNICAZIONE:
Lo studente imparerà a comunicare ai pazienti le informazioni sulla terapia farmacologica e acquisirà competenze per discutere sull’appropriatezza delle terapie farmacologiche.
CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO:
Consultazione di banche dati, pubblicazioni e fonti informative accreditate a livello nazionale e internazionale.

Prerequisiti

Nozioni di base di biochimica, fisiologia, patologia generale.

Contenuti

Principi generali di farmacocinetica. Volume di distribuzione, emivita plasmatica e clearance di un farmaco. Assorbimento, distribuzione, metabolismo ed eliminazione dei farmaci. Meccanismi farmacocinetici dell’interazione tra farmaci. Vie di somministrazione dei farmaci. Cinetiche di eliminazione dei farmaci. Farmaci generici. Bioequivalenza. Basi genetiche nella risposta individuale ai farmaci. Principi generali di farmacodinamica. Interazione farmaco-recettore. Agonisti ed antagonisti recettoriali. Relazione tra concentrazione del farmaco ed effetto farmacologico. Sistemi di trasduzione del segnale recettoriale. Adattamenti recettoriali ai farmaci. Farmacologia del sistema nervoso autonomo e sistema nervoso motorio somatico. Farmaci attivi sui recettori alfa- e beta-adrenergici. Amine simpatico-mimetiche dirette ed indirette. Agonisti e antagonisti muscarinici. Farmaci attivi sulla placca neuromuscolare e sui gangli autonomi. Farmaci anticolinesterasici. Farmaci agonisti (antiemicranici) e antagonisti serotoninergici. Farmaci utilizzati nella terapia del morbo di Parkinson ed in altre patologie neurodegenarative. Antipsicotici e antidepressivi. Farmaci stabilizzanti dell’umore. Farmaci antiepilettici, ipnotici e sedativi. Sostanze d’abuso e farmaci utilizzati nella terapia delle tossicodipendenze. Analgesici oppioidi ed antagonisti dei recettori oppioidi. Anestetici locali. Farmaci anti-infiammatori non steroidei. Farmaci utilizzati nella terapia della gotta. Farmaci anti-istaminici. Farmaci utilizzati nella terapia dell’asma bronchiale. Farmaci utilizzati nella terapia dell’ulcera gastro-duodenale e delle alterazioni della motilita’ gastro-intestinale. Farmaci utilizzati nella terapia dell’ ipertensione arteriosa. Diuretici osmotici, tiazidici, diuretici dell’ansa e diuretici risparmiatori di potassio. Farmaci utilizzati nella terapia dell’ischemia miocardiaca. Anticoagulanti, antitrombotici ed antiaggreganti piastrinici. Farmaci utilizzati nella terapia dell’insufficienza miocardica. Farmaci antiaritmici. Farmaci utilizzati nella terapia delle dislipidemie. Insulina e ipoglicemizzanti orali. Corticosteroidi. Estrogeni, progestinici, androgeni. Farmaci attivi sul metabolismo osseo.Principi generali di chemioterapia antibatterica. Criteri di scelta del chemioterapico antibatterico. Meccanismi d’azione degli antibiotici e chemioterapici. Meccanismi di resistenza agli antibiotici e chemioterapici. Basi razionali per l’ uso di piu’ antibiotici. Antibiotici e gravidanza. Co-trimossazolo. Fluorochinoloni. Penicilline naturali e semi-sintetiche. Cefalosporine. Carbapenemi e monobattami. Inibitori delle beta-lattamasi ed associazioni con antibiotici beta-lattamici. Aminoglicosidi. Tetracicline. Cloramfenicolo. Macrolidi. Vancomicina. Chinupristina-dalfopristina. Linezolid, Farmaci utilizzati nella terapia della tubercolosi. Farmaci utilizzati nella terapia delle infezioni virali. Classificazione dei farmaci antitumorali e principi generali di terapia antitumorale. Principi di tossicologia. Teratogenesi, avvelenamenti. Principi di Farmacologia Clinica: monitoraggio farmaci e reazioni avverse. Principi generali di farmacovigilanza. Interazioni tra farmaci. Principi generali di farmacoeconomia. Principi di terapia.

Metodi Didattici

Il corso si svolgerà con lezioni frontali che prevedono l’uso di presentazioni in PowerPoint e esercitazioni che consisteranno nell’applicazione di metodi per il riconoscimento delle reazioni avverse da farmaco. La lezione frontale sarà alternata a metodi di insegnamento innovativi, che hanno come scopo il coinvolgimento attivo degli studenti nel processo di apprendimento (active learning). Questo verrà ottenuto tramite continuo invito agli studenti alla riflessione su argomenti con domande di ripasso su argomenti precedentemente affrontati e utilizzando strumenti di e-learning, tramite cui gli studenti possono utilizzare lo smartphone per rispondere a quesiti e partecipare attivamente alla lezione (es. Mentimeter e Kahoot). In accordo con quanto indicato nel Manifesto degli Studi per l’AA 2020-2021 (pag.12): “La didattica verrà erogata contemporaneamente sia in presenza sia online, delineando dunque una didattica mista che possa essere fruita nelle aule universitarie ma al contempo anche a distanza. Sarà lo studente all’inizio del semestre ad optare per la didattica in presenza o a distanza, la scelta sarà vincolante per l’intero semestre. Qualora il numero degli studenti superi la capienza delle aule, determinata sulla base disposizioni governative in materia sanitaria ai fini del contrasto alla pandemia da Covid-19, l’accesso alle strutture didattiche sarà regolato attraverso un sistema di turnazione che sarà comunicato a tempo debito agli studenti interessati”.

Verifica dell'apprendimento

L'esame finale del corso è basato sulla valutazione di una prova orale.
Al termine del primo semestre, gli studenti avranno la possibilità di sostenere una prova in itinere in forma scritta, o in forma orale se le norme anti-contagio non dovessero permettere la prova scritta. Prova scritta in itinere: lo studente dovrà rispondere a domande a risposta multipla e aperta su tutti gli argomento del programma del I semestre
La valutazione della prova in itinere sarà espressa in giudizi come descritto sotto, avrà validità di un anno e concorrerà alla valutazione finale.
Prova orale finale: lo studente dovrà rispondere a domande a risposta aperta su argomenti del programma. Il voto finale, deliberato collegialmente dai docenti della commissione, è espresso in trentesimi. La prova è superata se si consegue almeno la votazione di 18/30.
Lo studente dovrà discutere sugli argomenti proposti dal docente avvalendosi, ove necessario, anche di schemi/rappresentazioni grafiche. Sono valutate la conoscenza degli argomenti del corso, le capacità di collegamento tra argomenti diversi, la capacità di espressione, l’uso di terminologia appropriata, la capacità di sintesi.
Il voto finale tiene conto di:
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze, delle abilità e delle competenze
Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti
e) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo
f) Capacità di sintesi
Il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune, capacità espressive modeste, ma sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e di espressione grafica; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e di espressione grafica.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Distinto (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Ottimo (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi


Goodman & Gilman’s “Le basi farmacologiche della terapia”, 12a edizione, McGraw-Hill.
Rossi-Cuomo-Riccardi; “Farmacologia - Principi di base e applicazioni terapeutiche” III edizione, Minerva.
Katzung; “Farmacologia Generale e Clinica”, IV edizione italiana, Piccin
Katzung-Trevor; “Farmacologia: Quesiti a scelta multipla e compendio della materia”, Piccin

Altre Informazioni

Indirizzi di riferimento
prof.ssa Paola Fadda
email pfadda@unica.it
Indirizzi di riferimento
Sede della didattica interattiva: Aule per la didattica della Cittadella Universitaria di Monserrato, Dipartimento di Scienze Biomediche Sezione di Neuroscienze e Farmacologia Clinica, Università di Cagliari, - SP 8, Km 0.700, 09042 Monserrato, e c/o P.O. San Giovanni di Dio, via Ospedale 46, Cagliari
Ricevimento studenti: dal lunedì al venerdì previo appuntamento.

Questionario e social

Condividi su: