Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
MARINA QUARTU (Tit.)
ROBERTO STANCAMPIANO
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[40/39]  MEDICINA E CHIRURGIA [39/00 - Ord. 2020]  PERCORSO COMUNE 9 90
[40/40]  ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA [40/00 - Ord. 2018]  PERCORSO COMUNE 9 90

Obiettivi

Ci si attende che al termine di corso e relativo esame lo studente abbia acquisito:
- conoscenze di base sull’organizzazione strutturale e funzionale del sistema nervoso centrale dell’uomo, sino al livello microscopico, strumentali alla comprensione di alterazioni e fisiopatologia;
- capacità di comunicare con efficacia e congrua terminologia sui temi del corso, e di affrontare quesiti ed esigenze di approfondimento in modo autonomo;
- capacità di elaborare con sufficiente autonomia le conoscenze acquisite, quale base per il successivo studio delle materie cliniche e dei relativi approcci e metodi diagnostici e terapeutici.
Descrittori di Dublino
Conoscenza e capacità di comprensione:
Acquisizione di strumenti critici e familiarità con le tematiche inerenti le diverse parti del sistema nervoso centrale, la loro architettura, relazioni ed interconnessioni, in relazione ai circuiti ed associazioni anatomo-funzionali, ed alla neuroanatomia chimica. Comprensione delle principali correlazioni funzionali.
Capacità applicative:
Attività autonome e guidate per la sistematizzazione delle conoscenze mediante riconoscimento delle diverse strutture nervose in atlanti di neuroanatomia con illustrazioni del sistema nervoso centrale sia schematiche che derivanti da tecniche di imaging, nonché del loro ruolo funzionale.
Autonomia di giudizio:
Le lezioni saranno impostate in modo da consentire agli studenti di acquisire la capacità di valutare criticamente le conoscenze degli argomenti trattati.
Abilità nella comunicazione:
Acquisizione della capacità di descrivere in modo essenziale, completo e con lessico adeguato l’organizzazione delle suddivisioni del sistema nervoso centrale e periferico e i rapporti immediati tra l’attività funzionale delle componenti nervose e i territori periferici di innervazione. Uso del linguaggio specifico della neuroanatomia e della neurofisiologia in modo appropriato e autonomo. Dimostrazione della comprensione delle conoscenze apprese mediante comunicazione orale e rappresentazioni grafiche.
Capacità di apprendere:
Conoscenze teoriche essenziali della struttura dei neuroni e della glia, e dell’organizzazione anatomica e funzionale dei diversi sistemi neuronali acquisite da testi avanzati di neuroanatomia e di Neurofisiologia di livello universitario e da pubblicazioni su riviste internazionali utili per lo sviluppo, l’approfondimento e l’aggiornamento continuo delle conoscenze.

Prerequisiti

Avere conoscenze di citologia, istologia, anatomia umana e biochimica

Contenuti

Neuroanatomia
Organizzazione generale e parti del sistema nervoso, morfologia di superficie, interconnessioni. Cenni di neuroembriologia (corso pari).
Midollo spinale: segmenti, lamine (circuiti locali). Vie ascendenti, discendenti, modulatorie. Nervi e gangli spinali.
Tronco encefalico: vie; nuclei proprii e dei nn. cranici, formazione reticolare; sistemi a proiezioni diffuse.
Cervelletto: territori e nuclei, connessioni, struttura della corteccia.
Diencefalo: talamo e connessioni; ipotalamo: nuclei principali, connessioni, interazioni neuro-endocrine.
Nuclei della base: striato e globus pallidus (dorsali e ventrali), n. subtalamico, sostanza nera; circuiti principali.
Telencefalo: struttura della corteccia cerebrale, aree corticali e connessioni.
Strutture limbiche.
Vie afferenti spino-bulbo-talamo-corticale, spino-talamo-corticale, spino-cerebellari, trigeminale. Vie modulatorie.
Vie motorie dirette ed indirette (extrapiramidali).
Sistema nervoso autonomo: afferenze ed efferenze; centri integrativi, premotori e pregangliari; gangli autonomi, cenni sul sistema nervoso enterico; circuiti regolativi.
Recettori olfattivi e gustativi, cenni su vie ed aree corticali.
Occhio: tonache, sistemi diottrici ed organi accessori; retina, vie visive e riflesse.
Orecchio esterno. Orecchio medio, tuba uditiva ed apparato mastoideo. Labirinto osseo e membranoso, organo del Corti. Nuclei cocleari e connessioni, vie uditive.
Recettori vestibolari, nuclei vestibolari e connessioni.
Meningi. Sistema ventricolare, plessi corioidei e circolazione del liquor. Vascolarizzazione, barriera emato-encefalica, organi circum-ventricolari.

Neurofisiologia
Cenni sull’organizzazione anatomica e funzionale; i neuroni e le cellule gliali. Cenni sulle funzioni superiori: linguaggio, cortecce associative e memoria.
Il potenziale di membrana.
Il potenziale d’azione.
La sinapsi.
I neurotrasmettitori.
I secondi messaggeri.
Il sistema sensoriale.
Il dolore (e l’effetto placebo per il corso dispari).
La funzione visiva.
La funzione uditiva.
L’apparato vestibolare.
Il controllo del movimento volontario.
Alterazione motorie e non motorie nel morbo di Parkinson (corso dispari)
I riflessi.
Il sistema nervoso autonomo.
Asse ipotalamo-ipofisario e le risposte allo stress.
L´apprendimento e la memoria.
Il sonno.

Metodi Didattici

Lezioni frontali
Dialogo in aula sollecitato dal docente volto alla comprensione dei temi trattati e alla gestione di dubbi e perplessità sulle informazioni acquisite.
Nel corso di singole lezioni, e nella parte conclusiva del corso, è previsto un adeguato periodo di tempo dedicato alla gestione di dubbi, perplessità e quesiti proposti dai Sigg. Studenti nell’ambito del programma. Il Docente sara' inoltre disponibile per incontri e/o spiegazioni su richiesta, tramite contatto e-mail.

La didattica verrà erogata contemporaneamente sia in presenza sia online, delineando dunque una didattica mista che possa essere fruita nelle aule universitarie ma al contempo anche a distanza. Ogni studente, all'inizio del semestre, può optare, con scelta vincolante, per la didattica in presenza o a distanza. In funzione della disponibilità delle aule e del numero di studenti che opteranno per la modalità in presenza, potrà essere prevista comunque una turnazione per l'effettivo accesso in aula.

Verifica dell'apprendimento

Esame orale: lo studente dovrà discutere oralmente alcuni diversi argomenti proposti dal docente avvalendosi, dove necessario, anche di rappresentazioni grafiche e/o schemi e mappe concettuali. Sono valutate la conoscenza degli argomenti del corso, le capacità di collegamento tra argomenti diversi, la capacità espressiva, l’uso di adatta terminologia, la consequenzialità nel raccordo dei contenuti; la capacità di sintesi. Il voto è espresso in trentesimi, in modo complessivo in base alle risposte sui differenti argomenti proposti all'esame, per ciascuno dei quali deve essere dimostrata una preparazione almeno elementare.


Di conseguenza, il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive più che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Neuroanatomia
-- Anastasi ed altri, Trattato di ANATOMIA UMANA, Vol. 3, EdiErmes
-- Gaudio ed altri, SISTEMA NERVOSO CENTRALE (XII ediz ISTITUZ. ANATOMIA DELL'UOMO, Testo/Atlante) PICCIN.
-- Vercelli - Boido Bertini e A.A.V.V. Neuronatomia funzionale, Idelson-Gnocchi.


Testi suggeriti accessoriamente:
-- Felten, Shetty - Atlante di neuroscienze di Netter, Elsevier Masson.
-- Fitzgerald, o: Fitzgerald ed altri autori, NEUROANATOMIA, o: Neuroanatomia con riferimenti funzionali e clinici, varie case editrici tra cui: Elsevier.
-- BRODAL - The Central Nervous System, 5th Edition 2016 - Oxford Univesity Press

Neurofisiologia
-- Kandel, Schwartz, Jessel: Fondamenti delle Neuroscienze e del Comportamento, Ambrosiana.
-- Purves e AAVV: Neuroscienze, Zanichelli.

Altre Informazioni

Modalità di ricevimento studenti
Appuntamento con i docenti concordato su richiesta per e-mail.
Per l'indirizzo e-mail consultare il sito web della Facoltà di Medicina e Chirurgia o la rubrica del sito Unica.

Questionario e social

Condividi su: