Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
PAOLO ZUCCA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[40/39]  MEDICINA E CHIRURGIA [39/00 - Ord. 2020]  PERCORSO COMUNE 6 60
[40/40]  ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA [40/00 - Ord. 2018]  PERCORSO COMUNE 6 60

Obiettivi

Lo studente deve acquisire i fondamenti di Chimica generale per poter comprendere il comportamento delle molecole che compongono gli organismi viventi, essendo consapevole che gran parte dei processi vitali consistono in trasformazioni chimiche. In particolare dovrà conoscere le caratteristiche di atomi e molecole e i principi alla base del loro comportamento nei sistemi biologici, le proprietà e la reattività delle diverse classi di composti organici, per poterla poi trasferire alle biomolecole, al fine di interpretare correttamente a livello molecolare i processi biochimici, fisiologici e patologici, obiettivo di corsi più avanzati. Lo studente dovrà descrivere in modo chiaro, esauriente e con un linguaggio scientifico adeguato le conoscenze apprese durante il corso.

Conoscenza e capacità di comprensione:
Capire la struttura della materia e la sua reattività, in relazione alle componenti cinetiche e termodinamiche.
Conoscere la struttura e la reattività delle classi più importanti di composti organici, con particolare attenzione ai gruppi funzionali più diffusi nei sistemi biologici.
Conoscere le strutture e le proprietà fondamentali dei composti biologici più comuni: protidi, glucidi, lipidi. Essere in grado di rappresentare graficamente le relative strutture molecolari.

Capacità applicative:
Lo studente sarà in grado:
- conoscere la reattività degli elementi più diffusi nei sistemi biologici
- descrivere ed interpretare le più comuni reazioni chimiche in termini di tipologia ed equilibrio di reazione;
- di utilizzare le formule di struttura derivandone i meccanismi di reazione delle principali reazioni organiche;
- di applicare le conoscenze acquisite come basi di partenza per lo studio delle discipline biologiche successive quali Biochimica, Biologia Molecolare, Genetica, Fisiologia, Microbiologia;
- di applicare le conoscenze teorico-pratiche acquisite per analisi standard di matrici biologiche.

Autonomia di giudizio:
Lo studente sarà in grado:
- di discernere tra argomenti fondamentali e complementari, individuando il filo logico sotteso allo studio razionale della Chimica, ed evitando l’acquisizione meramente mnemonica di definizioni, schemi, equazioni, grafici e formule di struttura;
- di interpretare e definire le principali caratteristiche chimico-fisiche delle biomolecole a partire dalla loro formula di struttura (polarità, solubilità, reattività etc);
- di enucleare i concetti basilari, e tra questi specificamente quelli potenzialmente utili nello studio delle materie successive lungo il Corso di Studi;

Abilità nella comunicazione:
Lo studente sarà in grado di argomentare i contenuti del corso utilizzando i formalismi, il linguaggio e il lessico tipici della disciplina. Interagirà col docente argomentando i punti salienti del programma di studio, col necessario dettaglio. Grazie alle lezioni interattive sarà anche in grado di interagire proficuamente con i colleghi, formando eventualmente gruppi di studio.

Capacità di apprendere:
L’interazione col docente, i test di autovalutazione, e il materiale didattico (diapositive delle lezioni, esercitazioni online) forniranno allo studente gli strumenti necessari all’apprendimento proficuo, ragionato e non mnemonico, della disciplina.

Prerequisiti

Conoscenze scientifiche di base acquisite nella scuola di secondo grado.

Contenuti

Atomo: Particelle elementari e loro proprietà; isotopi; numeri quantici ed orbitali; configurazione elettronica; Auf-bau.
II legame chimico: Legami forti e deboli. Nomenclatura e struttura di composti ionici e covalenti
Soluzioni: Concentrazione delle soluzioni; solubilità di gas nei liquidi (legge di Henry); pressione osmotica di soluzioni ideali e soluzioni di elettroliti.
Equilibri in soluzione: Legge dell’azione di massa: costante di equilibrio; principio di Le Chatelier.
Acidi e basi: definizioni di Arrhenius, Brönsted e Lowry, Lewis; dissociazione dell'acqua, Kw, pH, pOH; costanti di dissociazione di acidi e basi; calcolo del pH di soluzioni di acidi e basi forti, acidi e basi deboli; idrolisi salina e relativi calcoli di pH; soluzioni tampone e relativi calcoli di pH; indicatori di pH; diagrammi di distribuzione ionica; titolazioni acido-base; acidi e basi poliprotici.
Cinetica chimica:Equazioni cinetiche ed ordine di reazione; teoria del complesso attivato; energia di attivazione; catalizzatori.
Reazioni di ossido-riduzione: Numero di ossidazione; tabella dei potenziali standard di riduzione; equazione di Nernst; forza elettromotrice di una pila; pile a concentrazione.
Formule generali di idrocarburi e gruppi funzionali: Nomenclatura; idrocarburi alifatici e aromatici; composti eterociclici; gruppi funzionali: alcoli fenoli, eteri e tioli, aldeidi e chetoni, ammine, acidi carbossilici, esteri e ammidi.
Isomeria: Concetti generali di isomeria: isomeri strutturali, isomeria conformazionale e configurazionale; configurazione relativa (D ed L) e assoluta (R ed S).
Reazioni organiche: Reazioni omolitiche ed eterolitiche; nucleofili ed elettrofili; reazioni degli idrocarburi, di alcoli e fenoli, di aldeidi e chetoni, di ammine e acidi carbossilici.
Propedeutica biochimica: Composti polifunzionali. Glucidi: monosaccaridi, disaccaridi e legame glicosidico. Lipidi: trigliceridi e fosfogliceridi; Basi puriniche e pirimidiniche, nucleosidi e nucleotidi. Amminoacidi proteici e legame peptidico.

Metodi Didattici

Lezioni frontali: Il corso di Chimica e Propedeutica Biochimica è articolato inizialmente due fasi che prevedono la trattazione dei concetti fondamentali della chimica generale e la descrizione delle principali classi di composti organici e loro reattività. Il corso si conclude con la trattazione della struttura e delle proprietà chimico-fisiche delle più importanti classi di biomolecole.
Esercitazioni: le esercitazioni riguardano la risoluzione di esercizi numerici (mole, N. di Avogadro, concentrazione di soluzioni, pressione osmotica, pH, pile), formule di struttura, equazioni chimiche, risoluzione di test a quiz con domande a risposta multipla.
Tutoraggio: supporto nello studio, nello svolgimento di esercizi e test.

Per soddisfare esigenze didattiche specifiche connesse alla situazione epidemiologica, è prevista la possibilità di lezioni in diretta streaming o registrazioni delle stesse disponibili on-line. Inoltre, le esercitazioni potranno essere svolte mediante forme di interazione a distanza con i supporti informatici disponibili.

Verifica dell'apprendimento

• La verifica dell’acquisizione degli obiettivi viene fatta mediante prove scritte (verifiche in itinere e finale) e/o un colloquio. Le prove scritte sono condizionate alle specifiche condizioni epidemiologiche: qualora queste non lo permettessero, le prove scritte ed in itinere sarebbero sostituite esclusivamente dal colloquio orale, eventualmente in modalità a distanza.
• Le verifiche in itinere si svolgeranno durante il corso e comprendono domande a risposta multipla, ed esercizi relativi ai contenuti del corso della stessa tipologia di quelli presentati alle esercitazioni.
• Le verifiche saranno valutate con un voto/giudizio, e se sufficienti, saranno considerate per la valutazione finale dell’esame
• La valutazione finale, espressa il trentesimi, si ottiene dal voto / giudizio delle verifiche in itinere e/o dell’esame orale.

Il voto finale tiene conto di vari fattori:
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
Modalità espositiva:
a) Utilizzo appropriato del formalismo e del linguaggio specifico della disciplina;
b) Capacità logiche e consequenzialità dei contenuti;
c) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche;
d) Capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule, schemi, equazioni.
Qualità relazionali:
a) Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante le lezioni interattive e l’eventuale colloquio;
b) spirito critico;
c) capacità di autovalutazione;
d) capacità di operare anche in gruppo.
Di conseguenza, il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità argomentative più che sufficienti; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con qualche lacuna; soddisfacenti capacità espressive; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica più che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito,; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, in totale assenza di limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici.

Testi

Bellini (Chimica Medica e Propedeutica Biochimica) Zanichelli
Bettelheim, Brown, Campbell, Farrell (Chimica e Propedeutica Biochimica) Edises
Binaglia, Giardina (Chimica e Propedeutica Biochimica) McGraw-Hill
Denniston, Topping, Caret (Chimica generale, Chimica organica, propedeutica Biochimica) McGraw-Hill

Altre Informazioni

Sono disponibili le slides delle presentazioni PowerPoint delle lezioni frontali.
Si ricevono gli studenti per appuntamento.

Questionario e social

Condividi su: