Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
MARCO SCHINTU (Tit.)
LUIGI MINERBA
Periodo
Annuale 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[40/39]  MEDICINA E CHIRURGIA [39/00 - Ord. 2015]  PERCORSO COMUNE 7 70

Obiettivi

Conoscenza e capacità di comprensione. Lo studente conoscerà i concetti di misura ed errore e le metodologie statistiche per l'analisi quantitativa dei dati. Conoscerà i principali concetti e strumenti di cui fa uso la statistica medica, applicata agli studi clinici osservazionali e sperimentali, all’epidemiologia clinica ed agli studi di base. Acquisirà il concetto di incertezza in medicina e comprenderà il ruolo della probabilità e il concetto di variabile casuale e di distribuzione di probabilità per l’interpretazione dei fenomeni biologici. Lo studente conoscerà e comprenderà i concetti essenziali relativi all'epidemiologia e ai principi del management della salute (inclusi i meccanismi che determinano l'equità all'accesso delle cure sanitarie, l'efficacia e la qualità delle cure stesse). Saprà elencare e discutere i principali determinanti della salute e della malattia, quali lo stile di vita, i fattori genetici, demografici, ambientali, socio-economici, psicologici e culturali nel complesso della popolazione (tali conoscenze saranno correlate allo stato della salute internazionale ed all'impatto su di essa della globalizzazione. Saprà descrivere i principali interventi di prevenzione.
Capacità di applicare conoscenza. Lo studente sarà in grado di eseguire misure spaziali, di tempo e di frequenza, rappresentare in forma tabellare e grafica i risultati ottenuti, eseguire un'elementare analisi statistica dei risultati ottenuti con le procedure di cui sopra, effettuare una valutazione delle probabilità, analizzare una distribuzione di probabilità ed i suoi parametri fondamentali, eseguire un confronto tra medie e proporzioni campionarie mediante i comuni ed appropriati test statistici, valutare l'indipendenza fra eventi in tavole di contingenza. Sarà in grado di usare correttamente, nelle decisioni sulla salute, i dati di sorveglianza locali, regionali e nazionali della demografia e dell'epidemiologia. Lo studente sarà in grado di applicare le conoscenze alla comprensione e risoluzione dei problemi di salute dei gruppi e popolazioni, attinenti anche a tematiche nuove, inserite in contesti ampi e interdisciplinari. Saprà riconoscere la complessità dei problemi di salute della popolazione e dei gruppi sociali fra determinanti biologici e socio-culturali. Sarà in grado di intraprendere adeguate azioni preventive e protettive nei confronti delle malattie, mantenendo e favorendo la salute del singolo individuo, della famiglia e della comunità. Saprà fare riferimento all'organizzazione di base dei sistemi sanitari, che include le politiche, l'organizzazione, il finanziamento, le misure restrittive sui costi e i principi di management efficiente nella corretta erogazione delle cure sanitarie.
Autonomia di giudizio. Saprà tenere in considerazione l'importanza e le limitazioni del pensiero scientifico basato sull'informazione, ottenuta da diverse risorse, per stabilire la causa, il trattamento e la prevenzione delle malattie. Sarà consapevole del ruolo che hanno la complessità, l'incertezza e la probabilità nelle decisioni prese durante la pratica medica. Saprà formulare ipotesi e raccogliere e valutare in maniera critica i dati per risolvere i problemi.
Abilità comunicative. Lo studente sarà in grado di riassumere e presentare l'informazione appropriata ai bisogni dell'audience. Acquisirà la capacità di esporre e comunicare risultati quantitativi. Acquisirà la capacità di evidenziare e di illustrare le differenze tra risultati di osservazioni e trattamenti diversi.
Capacità di apprendere. Lo studente sarà in grado di raccogliere, organizzare ed interpretare criticamente le nuove conoscenze scientifiche e l'informazione sanitaria/biomedica dalle diverse risorse e dai database disponibili. Saprà individuare i propri bisogni di formazione.

Prerequisiti

Conoscenze di base di microbiologia

Contenuti

STATISTICA MEDICA (20 ore)
Misure, dati, variabili, frequenze, proporzioni, tassi.
Rappresentazioni grafiche.
Calcolo delle probabilità e distribuzioni (binomiale, Poisson, Gauss).
Popolazione e campione.
Indicatori di tendenza centrale e di dispersione.
Errore standard.
Intervallo di confidenza.
Inferenza statistica: test di ipotesi, valore di p, potenza statistica
Test t
Test z
Test chi quadrato
Correlazione e regressione
EPIDEMIOLOGIA (14 ore)
Definizione e obiettivi dellepidemiologia
Definizione di salute e malattia
Determinanti di salute
Epidemiologia descrittiva
Principali misure di frequenza di malattia
Standardizzazione diretta e indiretta
Fonti dei dati
Indagini ad hoc: costruzione dei questionario
Metodi di campionamento
Studi di coorte
Studi caso controllo
Studi sperimentali
Analisi di sopravvivenza
Interazione e confondimento
Bias di selezione e bias di informazione
Medicina basata sulle evidenze: la piramide delle evidenze
IGIENE (36 ore)
Lindividuazione delle cause di malattia: definizione, criteri per valutare levidenza di causalità, cause necessarie e/o sufficienti.
I livelli della prevenzione: promozione della salute, prevenzione primaria, secondaria e terziaria.
Le strategie della prevenzione: strategie ad alto rischio e di popolazione.
Malattie trasmissibili: definizione, epidemiologia e importanza.
Sporadicità, endemia, epidemia, pandemia.
La catena dellinfezione
Il microrganismo: patogenicità, virulenza, carica infettante, serbatoi, sorgenti, portatori
La trasmissione: trasmissione verticale e orizzontale, diretta e indiretta.
Vie di trasmissione: aerea, oro-fecale, parenterale, trasmissione sessuale, tramite veicoli e vettori, zoonosi, trasmissione mista.
Prevenzione e controllo delle malattie infettive: metodi indiretti e diretti.
La prevenzione primaria delle malattie infettive: educazione sanitaria.
Notifica dei casi e indagine epidemiologica.
Contumacia e isolamento,
Disinfezione e sterilizzazione.
Infezioni correlate allassistenza
Igiene delle mani.
Sorveglianza.
Chemioprofilassi.
Immunoprofilassi passiva e attiva
I vaccini: definizione, composizione, immunità di gregge, obiettivi delle strategie vaccinali, efficacia e sicurezza
Piano Nazionale Vaccini
Il calendario vaccinale
Vaccinazioni per gli operatori sanitari
La comunicazione sulle vaccinazioni
Igiene degli alimenti
Le malattie non trasmissibili: definizione, epidemiologia e importanza delle principali malattie non trasmissibili prevenibili (malattie cardiovascolari, malattie respiratorie, tumori e diabete), fattori di rischio.
Principali fattori di rischio delle malattie non trasmissibili: alimentazione, attività fisica, abitudine al fumo, abuso di alcool.
Prevenzione primaria delle malattie non trasmissibili: strategie di educazione sanitaria.
La promozione della salute per la prevenzione della malattie non trasmissibili: definizione, differenze rispetto alleducazione sanitaria, la carta di Ottawa.
La comunicazione di salute per la prevenzione delle malattie non trasmissibili.
Prevenzione secondaria delle malattie non trasmissibili.
Gli screening: definizione, principi, metodologie, screening organizzato e opportunistico.
Requisiti per istituire un programma di screening.
Validità di un test di screening: sensibilità, specificità, valore predittivo positivo e negativo.
Screening: neonatali, oncologici, cardiovascolare.
Principi di organizzazione sanitaria.
Sistema Sanitario Nazionale Italiano.
Livelli essenziali di assistenza (LEA).
Salute e ambiente: effetti dell'inquinamento ambientale (aria, acqua, suolo) sulla salute, inquinamento indoor, gestione dei rifiuti.

Metodi Didattici

Lezioni interattive

Verifica dell'apprendimento

Prova in itinere al termine del I semestre per i moduli di Statistica ed Epidemiologia: 16 domande a risposta multipla (9 statistica e 7 epidemiologia; un punto per ogni risposta esatta).
Prova in itinere al termine del II semestre per il modulo di Igiene: 4 domande a risposta aperta (fino a 4 punti per risposta assegnati in base a correttezza dei contenuti, esaustività dei contenuti, chiarezza espositiva, adeguatezza lessicale)
Per chi non ha effettuato le prove in itinere l’esame consisterà in una prova unica costituita da 16 domande 16 domande a risposta multipla (9 domande di statistica e 7 domande di epidemiologia; un punto per ogni risposta esatta) e 4 domande a risposta aperta per igiene (fino a 4 punti per ogni domanda assegnati in base a correttezza dei contenuti, esaustività dei contenuti, chiarezza espositiva, adeguatezza lessicale).
Il punteggio della prova d'esame sarà attribuito mediante un voto espresso in trentesimi che sarà dato dalla somma aritmetica dei punteggi ottenuti nel test a risposta multipla e a risposta aperta. In caso di punteggio superiore a 30 sarà attribuita la lode.

Testi

Biostatistica. Concetti di base per l'analisi statistica delle scienze dell'area medico - sanitaria.
W. W. Daniel, C. L. Cross, Ed. EdiSES

Statistica per le discipline biosanitarie
Marc M. Triola, Mario F. Triola , Ed.Pearson

Epidemiologia, biostatica e medicina preventiva
James Jeckel,David Katz,Joann Elmore. Ed. Elsevier

Igiene, Medicina Preventiva, Sanità Pubblica.
Barbuti, Fara, Gianmanco
EdiSES

Altre Informazioni

Slides disponibili al termine delle lezioni

Ricevimento studenti previo appuntamento via email.
Prof. Luigi Minerba: lminerba@gmail.com minerba@medicina.unica.it
Prof. Marco Schintu: schintu@unica.it

Questionario e social

Condividi su: