Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
QUIRICO MELA (Tit.)
GIANFRANCA SUSANNA CABIDDU
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[40/39]  MEDICINA E CHIRURGIA [39/00 - Ord. 2015]  PERCORSO COMUNE 10 145

Obiettivi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE: lo studente dovrà i) conoscere la metodologia semeiologica e clinica per valutare ed inquadrare un Paziente con malattie renali; ii) conoscere l’epidemiologia e le sindromi cliniche nefrologiche delle Nefropatie primitive e secondarie e della malattia renale cronica e i fattori d’intervento per prevenirle e curarle; iii) essere capace di discutere e affrontare i disturbi dell’equilibrio acido-base ed elettrolitico e conoscere i principali interventi terapeutici; iv) conoscere la nefropatia diabetica e la gestione dell’ipertensione arteriosa nel malato renale; v) acquisire le strategie per la diagnosi e la gestione del danno renale acuto e della progressione del danno renale cronico; vi) saper valutare e inquadrare un Paziente con nefropatie tubulo-interstiziali e vascolari, con malattie geneticamente determinate e con malattie renali rare; vii) acquisire cognizioni immunologiche e cliniche sul trapianto di rene; viii) conoscere i principali trattamenti sostitutivi della funzione renale. Lo studente dovrà inoltre dimostrare di conoscere i principali strumenti per la diagnosi e le basi terapeutiche di tali patologie.
CAPACITÀ APPLICATIVE: lo studente dovrà acquisire la capacità di affrontare il percorso diagnostico e terapeutico delle malattie renali e dei disturbi idro-elettrolitici e acido-base sapendosi districare tra le diagnosi differenziali. In tale ambito lo studente acquisirà la capacità di scegliere in maniera razionale ed efficiente quali strumenti diagnostici utilizzare tra quelli disponibili per giungere ad una diagnosi ed impostare una terapia appropriata.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO: Lo studente imparerà ad acquisire ed integrare dati anamnestici e strumentali al fine di formulare un giudizio diagnostico nell’ambito delle malattie renali.

ABILITÀ NELLA COMUNICAZIONE: Lo studente imparerà ad esporre i dati rilevanti di un determinato caso clinico e a comunicare in modo appropriato lo sviluppo e l’esito di procedure diagnostiche ed interventi terapeutici.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO: Lo studente imparerà ad implementare il proprio bagaglio culturale in modo critico attraverso la consultazione ed interpretazione critica della recente letteratura scientifica.

Prerequisiti

Anatomia e fisiopatologia dell’apparato urinario e delle vie escretrici urinarie, del sistema di controllo idro-elettrolitico e acido-base, del sistema immunitario, anatomia patologica del rene e delle vie urinarie.

Contenuti

Lezioni teoriche (4 CFU: 30 ore)
1. Modulo di Nefrologia Clinica
• Approccio al paziente con malattie renali: storia clinica, esame urine, valutazione funzione renale, ecografia renale, studio immunologico (2 ore)
• Sindromi cliniche nefrologiche: Anomalie Urinarie Isolate, Sindrome Nefritica, Sindrome Nefrosica, Insufficienza Renale Acuta, Insufficienza Renale Rapidamente Evolutiva, Insufficienza Renale Cronica (2 ore)
• Glomerulopatie: quadri clinici, patogenesi, glomerulopatie primitive (2 ore)
• Glomerulopatie secondarie, con dettagli su nefrite lupica, amiloidosi, crioglobulinemia mista essenziale tipo II, gammopatie monoclonali di significato renale (MGRS) (2 ore)
• Danno renale Acuto e Cronico
o AKI (Acute Kidney Injury – Insufficienza Renale Acuta, incluso AKI e COVID-19) (2 ore)
o IRC (Sindrome uremica: epidemiologia, fisiopatologia, diagnosi e terapia). Fattori secondari di progressione del danno renale e fisiopatologia dell'adattamento al danno renale (3 ore)
• Nefropatie tubulo interstiziali e cenni sulle tubulopatie (Sindrome di Fanconi) (2 ore)
• Danni renali di origine vascolare (con dettagli sull'insufficienza renale rapidamente evolutiva; vasculiti ANCA-correlate, sindrome emolitico uremica, Malattie Renali e Gravidanza) (2 ore)
• Rene e Ipertensione (2 ore)
• Rene e Diabete (1 ora)
• Rene e Mieloma (1 ora)
• Aspetti Clinici e Metabolici della Calcolosi Renale (1 ora)

2. Disturbi Idro-elettrolitici e Acido-Base
• Meccanismi di escrezione renale ed effetti della perdita dei nefroni su tali meccanismi: fisiopatologia della perdita dei meccanismi di escrezione renale (1 ora)

• Alterazioni idro-elettrolitiche: iponatriemia, ipokaliemia, iperkaliemia (1 ora)

• Alterazioni dell’equilibrio Acido-base: valutazione di un’emogasanalisi; Acidosi Metabolica; Acidosi lattica; anion gap; Alcalosi Metabolica (1 ora)

3. Malattie Renali Geneticamente Determinate e Malattie Renali Rare
• Rene policistico, Sindrome di Alport e Cenni sulle altre malattie ereditarie e Rare del rene (2 ore)
4. Immunologia e Clinica del Trapianto Renale (1 ora)
5. Fondamenti su terapie sostitutive della funzione renale: emodialisi, dialisi peritoneale, trapianto di rene e cenni su farmacologia e uso dei farmaci nel paziente renale (2 ore)

Metodi Didattici

Il corso si svolgerà con lezioni frontali che prevedono l’uso di presentazioni in PowerPoint e attività pratica all’interno del reparto di degenza, dialisi, day hospital e ambulatori specialistici.
La lezione frontale potrà essere alternata a metodi di insegnamento innovativi, che hanno come scopo il coinvolgimento attivo degli studenti nel processo di apprendimento (active learning) mediante l’analisi ed interpretazione di casi clinici. In accordo con quanto indicato nel Manifesto degli Studi per l’AA 2020-2021 (pag.12): “La didattica verrà erogata contemporaneamente sia in presenza sia online, delineando dunque una didattica mista che possa essere fruita nelle aule universitarie ma al contempo anche a distanza. Sarà lo studente all’inizio del semestre ad optare per la didattica in presenza o a distanza, la scelta sarà vincolante per l’intero semestre. Qualora il numero degli studenti superi la capienza delle aule, determinata sulla base delle disposizioni governative in materia sanitaria ai fini del contrasto alla pandemia da Covid-19, l’accesso alle strutture didattiche sarà regolato attraverso un sistema di turnazione che sarà comunicato a tempo debito agli studenti interessati”.

Verifica dell'apprendimento

L'esame finale del corso è basato sulla valutazione di una prova orale.
In casi particolari il docente si riserva, in accordo con lo studente, di ricorrere a una prova scritta durante la quale lo studente dovrà rispondere a tre domande a risposta aperta formulate sul programma, analogamente a quanto proposto nella prova orale.
Prova orale: lo studente dovrà rispondere a 3 domande a risposta aperta su tre dei diversi argomenti del programma, presentati anche sotto forma di caso clinico. Ogni domanda viene valutata con un punteggio da 0 a 10.
In entrambi i casi il voto finale è espresso in trentesimi. La prova è superata se si consegue almeno la votazione di 18/30.
Sono valutate la conoscenza degli argomenti del corso, la capacità di formulare ipotesi diagnostiche e la capacità di verificarle mediante l’impostazione di un opportuno programma diagnostico. Sarà inoltre valutata la conoscenza delle terapie relative alle diverse patologie prese in esame. Viene infine valutata la capacità di espressione, l’uso della terminologia appropriata, la capacità di sintesi.
Il voto finale tiene conto di:
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti
e) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituendo un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo
f) Capacità di sintesi.
Il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune, capacità espressive modeste, ma sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e di espressione; scarsa interazione con il docente durante il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento; capacità espressive più che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e di espressione.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione più che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione. La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Harrison Principi di Medicina Interna, Harrison - Fauci - Braunwald - Kasper - Hauser - Longo - Jameson – Loscalzo, Casa Editrice Ambrosiana. L’ultima edizione tradotta in Italiano
Harrison's Principles of Internal Medicine, Twentieth Edition (Vol.1 & Vol.2) [Lingua inglese] (Inglese)
Brenner and Rector's The Kidney, 2-Volume Set 11th Edition, Oct. 2019

Altre Informazioni

Le iscrizioni agli appelli di esame verranno effettuate mediante accesso su ESSE3.
Potranno sostenere l’esame gli studenti che avranno frequentato non meno del 70% delle lezioni frontali complessive e non meno del 50% di ciascun modulo e frequenza di tutte le ore previste per l’attività professionale.

Questionario e social

Condividi su: