Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
PAOLO MOI (Tit.)
ALESSANDRO ZUDDAS
VASSILIOS FANOS
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[40/39]  MEDICINA E CHIRURGIA [39/00 - Ord. 2010]  PERCORSO COMUNE 9 120

Obiettivi

In accordo con i descrittori di Dublino, il corso si propone come obiettivi di diffondere la conoscenza delle principali patologie pediatriche, di valutare l’apprendimento con casi clinici simulati e lezioni interattive, di valutare l’utilizzo pratico delle conoscenze acquisite, di valutare la capacità di farsi un’opinione propria con ricorso anche a sorgenti informative esterne di cui si propongono esempi d’utilizzo, di fornire abilità comunicative con attenzione alla comunicazione parentale, all’osservazione dell’efficacia della comunicazione bidirezionale di cui si forniscono esempi, all’osservazione e comprensione della comunicazione gestuale, alle modalità d’evitamento di conflitti comunicativi d’opposizione favorendo la comunicazione con istruzioni su tecniche di dialogo .
Al termine del corso lo studente dovrà conoscere le caratteristiche strutturali e funzionali dell’ambiente pediatrico, l’approccio assistenziale al bambino ambulatoriale e ospedalizzato, i principali aspetti psicologici del bambino ospedalizzato nelle diverse fasi di sviluppo e l’importanza del ruolo genitoriale nel processo di cura e assistenza. gli interventi d’educazione sanitaria, le peculiarità del processo assistenziale in area materno-infantile.
A conclusione del corso lo studente deve essere in grado di:
1) Descrivere le peculiarità del processo assistenziale in area neonatologica e pediatrica.
2) Descrivere le modalità di rilevazione dei bisogni sia individuali che collettivi della popolazione in area neonatologica e pediatrica.
3) Descrivere le caratteristiche dell’ambiente pediatrico e il concetto di family-centered care.
4) Descrivere gli elementi generali e specifici per l’assistenza infermieristica correlata ad alterazioni fisiopatologiche dei diversi sistemi e/o apparati in area neonatologica e pediatrica.
5) Dimostrare abilità di ragionamento diagnostico per la gestione di specifica casistica.

Prerequisiti

Requisiti previstito del Consiglio di Corso di Laurea

Contenuti

Il corso si propone di fornire le basi di conoscenza delle principali patologie pediatriche e neonatali fino all’adolescenza. Al termine, lo studente avrà imparato l’approccio al paziente pediatrico nelle varie età della vita.

Argomenti del programma:
Screening neonatali tradizionali ed estesi.
Vaccinazioni.
L’adattamento neonatale. Score di Apgar
Classificazione dei neonati in base al peso ed età gestazionale.
Ittero neonatale
Le infezioni neonatali precoci e tardive.
Allattamento al seno.
Svezzamento
Alimentazione nel lattante e bambino.
Auxologia e anomalie della crescita statuto-ponderale.
Pubertà normale e anomalie dello sviluppo puberale.
Elementi di semeiotica pediatrica.
Febbre in pediatria
Peculiarità della febbre nel bambino sotto i 2 mesi.
Sintomi e segni d'allarme delle batteriemie e sepsi..
Le principali patologie chirurgiche pediatriche (appendicite, invaginazioni, ernie, torsione funicolo spermatico, occlusioni intestinali neonatali e pediatriche, stenosi ipertrofica del piloro).
Principali vasculiti pediatriche (porpora di Schoenlein-Henoch, malattia di Kawasaki).
Malattie reumatologiche (artrite idiopatica giovanile, LES, dermatomiosite, sclerodermia).
Malattie autoinfiammatorie
Talassemie ed emoglobinopatie.
Disturbi dello spettro autistico.
Malattie dell'apparato respiratorio: analisi del sintomo tosse, ipertrofia adenoidea, faringiti, epiglottite, laringite ipoglottica e spastica, bronchiolite, asma, polmonite, fibrosi cistica, displasia bronco-polmonare.
Malattie dell'apparato digerente: analisi del sintomo vomito, dolore addominale acuto, dolore addominale ricorrente, reflusso gastro-esofageo, gastroenteriti, sindrome da malassorbimento intestinale, celiachia, malattie infiammatorie croniche intestinali, epatiti autoimmuni, ipertransaminasemie, epatosplenomegalie
Nefrologia e urologia: elementi diagnostici urinari, nefriti e nefrosi, Infezioni delle vie urinarie, reflusso vescico-ureterale.
Malattie endocrine: obesità, iper-ipotiroidismo, bassa statura, pubertà e adolescenza, diabete.
Malattie infettive: malattie esantematiche, tubercolosi, pertosse, mononucleosi infettiva, encefaliti, meningiti, epatiti, HIV.
Cardiologia: Semeiologia cardiaca, cardiopatie congenite. Scompenso cardiaco. Ipertensione arteriosa
Malattie da alterata risposta immune: immunodeficienze primitive, linfoadenopatie
Allergia alle proteine del latte vaccino, allergie e intolleranze alimentari. Anafilassi
Ematologia: difetto G6PD, anemie carenziali, a. emolitiche, emoglobinopatie e talassemie, piastrinopenie, neutropenie, emofilie, M. di Von Willebrand, leucemie, linfomi,
Lo sviluppo neurologico del bambino. Le ipotonie. Malattie neuromuscolari. Epilessie, paralisi cerebrali infantili, patologia extrapiramidale, malattie autoinfiammatorie del sistema nervoso centrale, atassie, mieliti, malattie neuromuscolari, cefalee, urgenze ed emergenze in neuro-pediatria; m. di Wilson.
Cenni di dismorfologia. Principali malattie citogenetiche e genetiche (trisomie 21, 13, 18 e anomalie cromosomi sessuali, microdelezioni)
Malattie del metabolismo. Inquadramento diagnostico di difetti dei carboidrati, aminoacidi e grassi.
Lo sviluppo neurologico, cognitivo, affettivo e sociale del Bambino e dell’Adolescente. Sistemi di classificazioni e modalità per le diagnosi. I disturbi del neurosviluppo: dist. spettro autistico, ADHD, disabilità intellettiva, dist. del linguaggio e specifici dell’apprendimento, dist. coordinazione motoria. Disturbi da discontrollo degli impulsi (d. oppositivo-provocatorio, disturbo di condotta); urgenze in psichiatria dell’età evolutiva. Interventi psico-educativi e terapie farmacologiche in psichiatria dell’età evolutiva. Malattie neurologiche in età evolutiva: epilessie, paralisi cerebrali infantili, patologia extrapiramidale,

Metodi Didattici

Il corso si articola in una serie di lezioni frontali con ausilio di diapositive proiettate che riassumono i punti salienti dell’argomento presentato. Per la descrizione più dettagliata di sindromi, di manovre diagnostiche o procedure tecniche si farà ricorso alla proiezione di filmati o animazioni. La lezione sarà spesso interattiva con domande atte a vagliare le conoscenze di base degli studenti o verificare il livello di attenzione sugli argomenti trattati. Esercitazioni, tirocini

Verifica dell'apprendimento

Student evaluation will be based on oral examination and evaluation will take into account the comprehensive knowledge achieved as well as the logical reasoning and the ability to link and use knowledge derived from previous basic studies with the knowledge specific of the discipline under evaluation. Students will be evaluated even for the fluency of their language and for the ability with which they express their concepts and knowledge

Testi

Nelson Textbook of Pediatrics,
20th Edition
Robert M. Kliegman MD, Bonita M.D. Stanton MD, Joseph St. Geme MD, Nina F Schor MD PhD
Elsevier

Altre Informazioni

Indirizzi di riferimento
Clinica Pediatrica, P.O. Micorcitemico; tel. 070 52965656;
mail: pmoi@unica.it
Le diapositive delle lezioni e gli eventuali filmati saranno messi a disposizione degli studenti al termine delle lezioni o caricate su sito web dell’università o dell’ospedale.

Modalità di ricevimento studenti:
Tutti i docenti ricevono per appuntamento richiesto via email.
Prof. Paolo Moi: pmoi@unica.it
Prof. Alessandro Zuddas: azuddas.unica@gmail.com
Prof. Vassilios Fanos: vafanos@tin.it

Questionario e social

Condividi su: