Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
NICOLETTA CURRELI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[40/35]  SCIENZE DELLE ATTIVITA' MOTORIE E SPORTIVE [35/00 - Ord. 2017]  PERCORSO COMUNE 5 40

Obiettivi

Comprensione delle basi molecolari dei sistemi biologici e dei meccanismi biochimici che regolano l'attività metabolica cellulare attraverso la conoscenza di: struttura, proprietà, funzioni, interazioni e metabolismo delle biomolecole, produzione e conservazione di energia metabolica.

Prerequisiti

Buona conoscenza di Chimica Generale e Chimica Organica e della struttura, funzione, della cellula.

Contenuti

Modulo di Biochimica
Introduzione alla Biochimica
• L’acqua e le soluzioni acquose
• Gruppi funzionali delle biomolecole
Amminoacidi, peptidi e proteine
• Proprietà degli amminoacidi
• Legame peptidico e struttura delle proteine – proteine filamentose e globulari
• Funzione dei peptidi e delle proteine
• Proteine respiratorie
Enzimi
• Gli enzimi come catalizzatori biologici
• I cofattori enzimatici
• Regolazione degli enzimi
Carboidrati
• Monosaccaridi, disaccaridi e polisaccaridi
• Glicoconiugati
Lipidi
• Struttura
• Lipidi di riserva
• Membrane lipidiche
Nucleotidi e acidi nucleici
• Basi azotate e nucleotidi
• Struttura degli acidi nucleici
• Funzioni delle diverse classi di a. nucleici e dei nucleotidi
Aspetti generali del metabolismo e bioenergetica
• Composti ad elevata energia ed ATP
• Vie cataboliche ed anaboliche
• Sistemi di regolazione e controllo del metabolismo: cenni
Metabolismo glucidico
• Digestione e assorbimento dei carboidrati
• Glicolisi e fermentazione lattica
• Il ciclo del pentoso fosfato
Metabolismo lipidico
• Digestione e trasporto degli acidi grassi
• La β ossidazione
• Corpi chetonici
Metabolismo degli amminoacidi
• Digestione delle proteine e trasporto degli amminoacidi
• Traferimento dei gruppi amminici
• Ciclo del’urea
• Vie di degradazione degli amminoacidi
Produzione dell’ energia metabolica
• Ciclo dell’ acido citrico
• Trasporto degli elettroni e fosforilazione ossidativa

Metodi Didattici

Lezioni frontali con proiezione di diapositive in formato ppt

Verifica dell'apprendimento

Gli studenti devono dimostrare di conoscere gli obiettivi del corso. L'esame finale può essere in forma orale e/o scritta. Gli studenti devono conoscere le strutture delle biomolecole e vie metaboliche di glucidi, lipidi e proteine. Devono inoltre saper analizzare e interpretare i problemi della genetica.
Descrizione:
L’esame consiste in un colloquio.
Obiettivi
L’esame è valutazione corretta e oggettiva del grado di preparazione raggiunto:
a) acquisizione di nozioni correlate, generali e basilari, e dettagliate e specifiche;
b) integrazione logica delle nozioni acquisite, loro comprensione e interpretazione;
c) capacità di sviluppare le conoscenze acquisite per il prosieguo degli studi o per il lavoro e la professione.
Modalità
L’esame è individuale. Dal generale al particolare, si spazia tra i concetti basilari verso aspetti piú specifici e particolari dell’argomento.
La valutazione finale tiene conto dei criteri di valutazione descritti di seguito.
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze.
Appropriatezza, correttezza e congruenza:
a) delle conoscenze
b) delle abilità
c) delle competenze

Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) Capacità logiche e consequenzialità nell'esposizione dei contenuti;
d) Capacità di collegare diversi argomenti in modo appropriato ed efficace;
e) Capacità di sintesi anche mediante l’espressione grafica di nozioni e concetti.
Qualità relazionali:
Disponibilità all’interazione con il docente durante il colloquio.
Qualità personali:
a) spirito critico;
b) capacità di autovalutazione.
Tenuto conto delle linee generali sopra descritte, il voto definitivo può risultare:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

testi consigliati:
Di Giulio A.; Fiorilli A.; Stefanelli C.-Biochimica per le scienze motorie; CEA Giuseppe Arienti Amelia Fiorilli- Biochimica dell'attività motoria; Piccin Nelson-Cox; I Principi di Biochimica di Lehninger; Zanichelli
Garrett-Grisham; Principi di Biochimica; Piccin
consultazione
Nelson & Cox I Principi di Biochimica di Lehninger Zanichelli
Voet & Voet Fondamenti di Biochimica Zanichelli

Altre Informazioni

slide proiettate durante le lezioni

Questionario e social

Condividi su: