Presentazione

Il Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Clinica e di Comunità forma psicologhe e psicologi in grado di lavorare nella progettazione, realizzazione e verifica di interventi con gli individui, le famiglie, i gruppi, le organizzazioni e le comunità.

Il corso fornisce le competenze teoriche e metodologiche per l'intervento psicologico clinico e per l'analisi, la ricerca e l'intervento psicologico sociale.

Le laureate e i laureati nel Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Clinica e di Comunità avranno le competenze per realizzare interventi negli ambiti professionali clinici, neuroscientifici, ambientali, dello sviluppo e dell'educazione, della valutazione e trattamento della devianza e della criminalità, delle comunità, del lavoro e delle organizzazioni.

La Laurea Magistrale in Psicologia Clinica e di Comunità apre un vasto ventaglio di possibilità occupazionali in vari contesti professionali come:

  • il Servizio Sanitario Nazionale (aziende sanitarie locali, ospedali, centri di medicina territoriale, consultori, centri di salute mentale, centri di assistenza per le dipendenze) e strutture analoghe pubbliche e/o private;
  • i servizi rivolti alle bambine e ai bambini, adolescenti, giovani adulte/i, adulte/i e anziane/i (scuole, reparti o nidi pediatrici, centri socioeducativi, centri geriatrici);
  • le comunità residenziali, le carceri, i tribunali, gli enti locali, le imprese, le istituzioni e le aziende pubbliche e private;
  • l’attività libero-professionale e la consulenza a favore di individui, gruppi e organizzazioni.

Le laureate e i laureati in Psicologia Clinica e di Comunità avranno le conoscenze e le competenze richieste per la partecipazione all'Esame di Stato per l'abilitazione alla professione di Psicologo/a e con il superamento dell'Esame di Stato e l’iscrizione all'Albo degli Psicologi e delle Psicologhe, potranno operare in completa autonomia professionale.

La Laurea Magistrale in Psicologia Clinica e di Comunità fornisce le basi per la frequenza di scuole di specializzazione post-lauream per ottenere l’abilitazione all'esercizio della psicoterapia (Legge 56/89). La laurea consente, inoltre, l'accesso a tutte le scuole di specializzazione di area psicologica, ad altri corsi di alta formazione (master di primo e di secondo livello, corsi di perfezionamento) e ai dottorati di ricerca.

I laureati e le laureate che avranno crediti in numero sufficiente in opportuni gruppi di settori scientifico-disciplinari potranno anche partecipare alle prove di ammissione per i percorsi di formazione per l'insegnamento nelle scuole di istruzione secondaria di primo e secondo livello.

Requisiti per l’ammissione

L'immatricolazione al Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Clinica e di Comunità è subordinata al possesso della Laurea nella classe L-24 (Lauree in Scienze e Tecniche Psicologiche) o della Laurea classe L-34 (DM 509/99 Lauree in Scienze e Tecniche Psicologiche), oppure della laurea o diploma universitario di durata triennale o superiore o altro titolo conseguito all’estero riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente.

È necessario aver acquisito 80 CFU nei Settori Scientifico Disciplinari di ambito psicologico.

Modalità di accesso

Il Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Clinica e di Comunità è ad accesso libero, con valutazione dell’adeguatezza della preparazione di base consistente nell'accertamento del voto di laurea.

Per coloro che hanno conseguito un punteggio di laurea triennale inferiore ai 92/110 è previsto un colloquio su tematiche relative agli insegnamenti di Psicologia Generale, Psicologia dello Sviluppo, Psicologia Sociale, Psicologia Dinamica.

È prevista l'iscrizione condizionata secondo le modalità contenute nel Manifesto Generale degli Studi.

Questionario e social

Condividi su: