Obiettivi formativi

Il Corso mira a fornire una formazione di carattere teorico-pratico sulla comunicazione. Lo studente dovrà, pertanto, acquisire le basi culturali e storiche necessarie a comprendere e analizzare criticamente l’uso dei diversi metodi e linguaggi negli ambiti interpersonali, mediatici e sociali, al fine di acquisire gli strumenti per progettare in modo consapevole ed efficace le diverse forme di comunicazione.

Pertanto tra gli obiettivi principali vi sono l’acquisizione di una ampia e approfondita consapevolezza culturale e critica della natura dei processi comunicativi, la capacità di argomentazione (logica e retorica) nella produzione di messaggi efficaci, incisivi e ben formulati, conoscenza delle possibilità comunicative offerte dalle più moderne tecnologie e loro uso, sicura padronanza teorico-pratica delle diverse modalità di ricostruzione del significato, congrua comprensione dei modi specifici di interazione tra emittenti, codici, strumenti e utenti.

Un’attenzione particolare nell’ambito delle attività del c.d.l. viene dedicata alle competenze tecnico-informatiche, intese non solo come discipline che forniscono gli strumenti necessari per l’analisi delle problematiche dipendenti dall’avvento dei nuovi media, ma anche come opportunità culturale di intersecare i linguaggi formali, naturali e visivi. Una finalità peculiare e caratterizzante del corso è infatti individuata nell’apprendimento di tecniche di lettura ed elaborazione delle immagini.

Sbocchi professionali

Il corso di laurea triennale forma figure professionali già sufficientemente specifiche da poter entrare in ambiti lavorativi diversificati: editoria; comunicazione sociale, pubblica e politica; comunicazione di massa e industria culturale; comunicazione d’impresa; formazione e consulenza professionale; attività connesse ai nuovi media.

Il profilo professionale è caratterizzato dal possesso di competenze e abilità specificamente orientate all’uso dei più aggiornati e tecnologicamente avanzati strumenti della comunicazione, tra cui:

  • muoversi nell’ambito dell’attuale scenario globale della comunicazione, in tutti i suoi aspetti;
  • svolgere compiti professionali nell’industria culturale (editoria, cinema, teatro, radio, televisione, new media);
  • sviluppare testi scritti, visuali, filmici, dalla progettazione alla realizzazione
  • far parte di social media team e curare i contenuti social.

Più specificamente il corso prepara alle professioni di: addetto in URP (personale a contatto con il pubblico che orienta l’utenza negli enti) e uffici stampa (produzione comunicati, pianificazione comunicazione e gestione media), giornalista, web designer (per il versante usabilità e gestione dei contenuti), cameramen, esperto montaggio, divulgatore scientifico (per testate giornalistiche cartacee, radiotelevisive e digitale e centri di ricerca), consulente in turismo culturale, consulente in progetti e piani di comunicazione (per la comunicazione pubblica e pubblicitaria) o addetto alle comunicazioni interne e/o esterne in imprese e enti pubblici, editor (redattori di testi -sceneggiature, scritture digitali per la pubblica amministrazione, per i canali digitali etc.- in tutti gli ambienti mediali, social media manager e/o social media strategist (professionale che cura una o più piattaforme social stabilendo le strategie comunicative digitali), content specialist (esperto di gestione di contenuti su tutti i media e sui canali social).

Questionario e social

Condividi su: