Informazioni sul corso

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Ordinamento
MANAGEMENT E MONITORAGGIO DEL TURISMO SOSTENIBILE  
Durata
2   Anni  
Crediti
120  
Tipo di Corso
Corso di Laurea Magistrale  
Normativa
D.M. 270/2004  
Classe di Laurea
LM-76 - Classe delle lauree magistrali in Scienze economiche per l'ambiente e la cultura
Tipo di Accesso
Accesso Libero 
Sedi Didattiche
Cagliari - Università degli Studi 
Sito del Corso
Accedi alla pagina web del Corso 
Elenco Insegnamenti per Percorso/Curriculum
PERCORSO COMUNE - Ordinamento 2017


Requisiti di accesso


Titoli
 
Un'opzione a scelta tra le seguenti
1. - Laurea di Primo Livello (triennale) - in ipotesi
2. - Laurea ante riforma (vecchio ordinamento)
3. - Laurea Specialistica
4. - Laurea Magistrale
5. - Titolo straniero


Coordinatore
CINZIA DESSI'
cdessi@unica.it


Date e Scadenze


Leggi il Manifesto generale degli studi

Contribuzione studentesca


Leggi il Regolamento contribuzione studentesca

Tassa per la partecipazione ai test di ammissione ai Corsi di studio Euro 23,05
Studenti in corso - Contributo onnicomprensivo annuale da Euro 273,50 a Euro 2.932,65 in funzione dell'ISEE e dei CFU acquisiti
Studenti fuori corso - Contributo onnicomprensivo annuale da Euro 287,18 a Euro 4.498,98 in funzione dell'ISEE, dell'anno di fuori corso e dei CFU acquisiti
Imposta di bollo Euro 16
Tassa regionale ERSU per reddito complessivo familiare superiore a Euro 25.000 Euro 140
Sono previsti esoneri totali dal pagamento delle tasse o parziali (contributo calmierato e riduzioni), indicati nel Regolamento contribuzione studentesca che è opportuno consultare.

Informazioni generali


Status professionale conferito dal titolo

A) manager specialista nel monitoraggio, acquisizione, elaborazione e interpretazione dei dati turistici a supporto dei processi decisionali a organizzazioni sia private, sia pubbliche.
Il laureato in Management e Monitoraggio del Turismo Sostenibile, nel rispetto degli sbocchi occupazionali previsti nella classe di laurea di appartenenza (LM76), è un manager che promuove l’implementazione dello sviluppo sostenibile presso le istituzioni nazionali e internazionali e nelle organizzazioni pubbliche e/o private quali:
- imprese e reti di imprese
- Consorzi turistici
- Tour operator e altre imprese di servizi turistici
- Società di gestione di porti e aeroporti
- Parternariati tra pubblico-privato per lo sviluppo locale
- Aree protette, parchi naturali e siti del patrimonio artistico e culturale;
- Organizzazioni non goverantive;
- Destination Management Organizations (DMO);
- Convention Bureaus;
- Istituzioni, locali, nazionali e internazionali;
- Associazioni.


A) Manager specialista nel monitoraggio, acquisizione, elaborazione e interpretazione dei dati turistici a supporto dei processi decisionali a organizzazioni sia private, sia pubbliche
Il laureato in Management e Monitoraggio del Turismo Sostenibile, nel rispetto degli sbocchi occupazionali previsti nella classe di laurea di appartenenza (LM76), è un manager che promuove l’implementazione dello sviluppo sostenibile presso le istituzioni nazionali e internazionali e nelle organizzazioni pubbliche e/o private quali:
- imprese e reti di imprese
- Consorzi turistici
- Tour operator e altre imprese di servizi turistici
- Società di gestione di porti e aeroporti
- Parternariati tra pubblico-privato per lo sviluppo locale
- Aree protette, parchi naturali e siti del patrimonio artistico e culturale;
- Organizzazioni non goverantive;
- Destination Management Organizations (DMO);
- Convention Bureaus;
- Istituzioni, locali, nazionali e internazionali;
- Associazioni.


B) manager specialista di turismo sostenibile in grado di svolgere attività direzionali e gestionali nell’ambito delle imprese private, non esclusa la competenza per la loro creazione
Sbocchi occupazionali:
Il laureato in Management e Monitoraggio del Turismo Sostenibile, nel rispetto degli sbocchi occupazionali previsti nella classe di laurea di appartenenza (LM76), è un manager che promuove l’implementazione dello sviluppo sostenibile presso le istituzioni nazionali e internazionali e nelle organizzazioni pubbliche e/o private quali:
- imprese e reti di imprese
- Consorzi turistici
- Tour operator e altre imprese di servizi turistici
- Società di gestione di porti e aeroporti
- Parternariati tra pubblico-privato per lo sviluppo locale
- Aree protette, parchi naturali e siti del patrimonio artistico e culturale;
- Organizzazioni non goverantive;
- Destination Management Organizations (DMO);
- Convention Bureaus;
- Istituzioni, locali, nazionali e internazionali;
- Associazioni.

B) Manager specialista di turismo sostenibile in grado di svolgere attività direzionali e gestionali nell’ambito delle imprese private, non esclusa la competenza per la loro creazione
Sbocchi occupazionali:
Il laureato in Management e Monitoraggio del Turismo Sostenibile, nel rispetto degli sbocchi occupazionali previsti nella classe di laurea di appartenenza (LM76), è un manager che promuove l’implementazione dello sviluppo sostenibile presso le istituzioni nazionali e internazionali e nelle organizzazioni pubbliche e/o private quali:
- imprese e reti di imprese
- Consorzi turistici
- Tour operator e altre imprese di servizi turistici
- Società di gestione di porti e aeroporti
- Parternariati tra pubblico-privato per lo sviluppo locale
- Aree protette, parchi naturali e siti del patrimonio artistico e culturale;
- Organizzazioni non goverantive;
- Destination Management Organizations (DMO);
- Convention Bureaus;
- Istituzioni, locali, nazionali e internazionali;
- Associazioni.

C) manager specialista di sviluppo economico sostenibile in grado di partecipare alle scelte progettuali dei sistemi economici e all’implementazione delle politiche per la costruzione dell’offerta turistica nel suo complesso, cioè capace di cogliere sfide e tendenze nei diversi contesti e affrontare le debolezze territoriali sotto il binomio della competitività e sostenibilità
Sbocchi occupazionali:
Il laureato in Management e Monitoraggio del Turismo Sostenibile, nel rispetto degli sbocchi occupazionali previsti nella classe di laurea di appartenenza (LM76), è un manager che promuove l’implementazione dello sviluppo sostenibile presso le istituzioni nazionali e internazionali e nelle organizzazioni pubbliche e/o private quali:
- imprese e reti di imprese
- Consorzi turistici
- Tour operator e altre imprese di servizi turistici
- Società di gestione di porti e aeroporti
- Parternariati tra pubblico-privato per lo sviluppo locale
- Aree protette, parchi naturali e siti del patrimonio artistico e culturale;
- Organizzazioni non goverantive;
- Destination Management Organizations (DMO);
- Convention Bureaus;
- Istituzioni, locali, nazionali e internazionali;
- Associazioni.

C) Manager specialista di sviluppo economico sostenibile in grado di partecipare alle scelte progettuali dei sistemi economici e all’implementazione delle politiche per la costruzione dell’offerta turistica nel suo complesso, cioè capace di cogliere sfide e tendenze nei diversi contesti e affrontare le debolezze territoriali sotto il binomio della competitività e sostenibilità
Sbocchi occupazionali:
Il laureato in Management e Monitoraggio del Turismo Sostenibile, nel rispetto degli sbocchi occupazionali previsti nella classe di laurea di appartenenza (LM76), è un manager che promuove l’implementazione dello sviluppo sostenibile presso le istituzioni nazionali e internazionali e nelle organizzazioni pubbliche e/o private quali:
- imprese e reti di imprese
- Consorzi turistici
- Tour operator e altre imprese di servizi turistici
- Società di gestione di porti e aeroporti
- Parternariati tra pubblico-privato per lo sviluppo locale
- Aree protette, parchi naturali e siti del patrimonio artistico e culturale;
- Organizzazioni non goverantive;
- Destination Management Organizations (DMO);
- Convention Bureaus;
- Istituzioni, locali, nazionali e internazionali;
- Associazioni.

Caratteristiche prova finale

La prova finale consiste nella stesura, in lingua italiana o inglese, di una relazione scritta (Tesi) avente per argomento una tematica di interesse per il CdS. La tesi deve connotarsi per il rigore metodologico, la padronanza degli argomenti trattati e l’originalità del contributo, sotto il profilo teorico e/o pratico. In particolare la tesi deve dare evidenza:
• della capacità di attingere a diverse fonti bibliografiche, sia in italiano che in inglese, al fine di acquisire nuove competenze;
• della capacità di approcciare i problemi connessi al turismo sostenibile secondo una prospettiva multidisciplinare;
• della capacità di acquisire, analizzare, interpretare e rappresentare i dati turistici nell’ottica della sostenibilità, anche attraverso l’utilizzo di adeguati sistemi di indicatori;
• della capacità di formulare una propria valutazione e/o giudizio sulla base della interpretazione dei dati disponibili, nonché di individuare, raccogliere ed elaborare ulteriori dati necessari per conseguire una maggiore consapevolezza riguardo ai temi specifici e/o comuni dello sviluppo turistico sostenibile;
• della capacità di apprendimento che sono necessarie per operare in conformità alle esigenze del cambiamento e della turbolenza dei sistemi economici;
• della capacità, curiosità e propensione all’apprendimento per intraprendere studi successivi.


La metodologia di ricerca adottata deve essere adeguata agli standard accettati nelle discipline del settore scientifico al quale la tesi è riconducibile. Sarà cura del Relatore di Tesi comunicarle al candidato in modo tale che sviluppi il proprio progetto nel rispetto degli standard richiesti. La prova finale sarà valutata da apposita commissione.

Conoscenze richieste per l'accesso

Laurea o diploma universitario di durata triennale, o altro titolo conseguito all'estero riconosciuto idoneo.
Per l'ammissione al corso, lo studente deve possedere idonei requisiti curriculari e un'adeguata preparazione personale. Tali elementi vengono verificati in ingresso da una Commissione all'uopo costituita.


Requisiti curriculari

L'accesso alla laurea magistrale STMM è basato sul possesso di determinati requisiti.

1) Laurea nelle classi L-18 Scienze dell'Economia e della Gestione Aziendale e L-33 Scienze Economiche ex D.M. 270/04, o L-17 e L-28 ex D.M. 509/99.


2) Oppure laurea in classi diverse dalle precedenti, ma con l'avvenuto conseguimento di un adeguato numero di CFU nei seguenti gruppi di settori scientifico disciplinari:
- ambito delle scienze aziendali (Settori Scientifico Disciplinari SECS-P/07, SECS-P/08, SECS-P/10);
- ambito delle scienze economiche (Settori Scientifico Disciplinari SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/06);
- ambito delle scienze matematico-statistiche (Settori Scientifico Disciplinari MAT/05, MAT/06, SECS-S/01, SECS-S/03, SECS-S/05).
La specificazione del requisito curriculare in riferimento al numero minimo di CFU è rimandata al Regolamento Didattico del Corso di Studio.


Tra i requisiti curriculari si richiedono, altresì, competenze in lingua inglese di livello B1, acquisite in esami curriculari universitari di livello corrispondente, oppure certificate da centri linguistici universitari italiani o attraverso certificazioni internazionali riconosciute.

Verifica dell'adeguatezza della preparazione personale

L'adeguatezza della preparazione viene verificata attraverso il superamento di una prova scritta che può essere sostenuta dagli studenti in possesso dei requisiti curriculari. I contenuti su cui verterà la prova saranno esplicitati nel Regolamento Didattico del Corso di Studio.

Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione

ITALIANO, INGLESE

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

A) Manager specialista nel monitoraggio, acquisizione, elaborazione e interpretazione dei dati turistici a supporto dei processi decisionali a organizzazioni sia private, sia pubbliche
Il laureato in Management e Monitoraggio del Turismo Sostenibile, nel rispetto degli sbocchi occupazionali previsti nella classe di laurea di appartenenza (LM76), è un manager che promuove l’implementazione dello sviluppo sostenibile presso le istituzioni nazionali e internazionali e nelle organizzazioni pubbliche e/o private quali:
- imprese e reti di imprese
- Consorzi turistici
- Tour operator e altre imprese di servizi turistici
- Società di gestione di porti e aeroporti
- Parternariati tra pubblico-privato per lo sviluppo locale
- Aree protette, parchi naturali e siti del patrimonio artistico e culturale;
- Organizzazioni non goverantive;
- Destination Management Organizations (DMO);
- Convention Bureaus;
- Istituzioni, locali, nazionali e internazionali;
- Associazioni.


B) Manager specialista di turismo sostenibile in grado di svolgere attività direzionali e gestionali nell’ambito delle imprese private, non esclusa la competenza per la loro creazione
Sbocchi occupazionali:
Il laureato in Management e Monitoraggio del Turismo Sostenibile, nel rispetto degli sbocchi occupazionali previsti nella classe di laurea di appartenenza (LM76), è un manager che promuove l’implementazione dello sviluppo sostenibile presso le istituzioni nazionali e internazionali e nelle organizzazioni pubbliche e/o private quali:
- imprese e reti di imprese
- Consorzi turistici
- Tour operator e altre imprese di servizi turistici
- Società di gestione di porti e aeroporti
- Parternariati tra pubblico-privato per lo sviluppo locale
- Aree protette, parchi naturali e siti del patrimonio artistico e culturale;
- Organizzazioni non goverantive;
- Destination Management Organizations (DMO);
- Convention Bureaus;
- Istituzioni, locali, nazionali e internazionali;
- Associazioni.

C) Manager specialista di sviluppo economico sostenibile in grado di partecipare alle scelte progettuali dei sistemi economici e all’implementazione delle politiche per la costruzione dell’offerta turistica nel suo complesso, cioè capace di cogliere sfide e tendenze nei diversi contesti e affrontare le debolezze territoriali sotto il binomio della competitività e sostenibilità
Sbocchi occupazionali:
Il laureato in Management e Monitoraggio del Turismo Sostenibile, nel rispetto degli sbocchi occupazionali previsti nella classe di laurea di appartenenza (LM76), è un manager che promuove l’implementazione dello sviluppo sostenibile presso le istituzioni nazionali e internazionali e nelle organizzazioni pubbliche e/o private quali:
- imprese e reti di imprese
- Consorzi turistici
- Tour operator e altre imprese di servizi turistici
- Società di gestione di porti e aeroporti
- Parternariati tra pubblico-privato per lo sviluppo locale
- Aree protette, parchi naturali e siti del patrimonio artistico e culturale;
- Organizzazioni non goverantive;
- Destination Management Organizations (DMO);
- Convention Bureaus;
- Istituzioni, locali, nazionali e internazionali;
- Associazioni.

Conoscenza e comprensione

Area Economico-Aziendale
Conoscere e comprendere il turismo sostenibile e i nuovi trend emergenti.
Conoscere e comprendere come gestire il sistema delle risorse locali per lo sviluppo economico sostenibile
Conoscere e comprendere le moderne strategie di impresa.
Conoscere e comprendere, nell'ottica della sostenibilità, gli aspetti identitari e sociali coinvolti nello sviluppo turistico.
Conoscere e comprendere i principi del management e del marketing del turismo sostenibile.
Conoscere e comprendere come dirigere e gestire una destinazione sostenibile di successo.
Conoscere e comprendere come muoversi in un quadro istituzionale di regole per la pianificazione ambientale.
Conoscere e comprendere le tecniche di creazione di impresa orientata alla sostenibilità.


Area Quantitativa (Statistico-Informatica)
Conoscere e comprendere come gestire il sistema delle risorse locali per lo sviluppo economico sostenibile.
Conoscere e comprendere le moderne strategie di impresa.
Conoscere e comprendere una lingua comunitaria, oltre l'italiano, a livello B2.
Conoscere e comprendere le tecniche di geolocalizzazione applicabili al turismo.
Conoscere e comprendere il funzionamento dei data base complessi.


Area delle Competenze complementari (Antropologico-Ingegneristico Ambientale-Giuridica)
Conoscere e comprendere come gestire il sistema delle risorse locali per lo sviluppo economico sostenibile.
Conoscere e comprendere, nell'ottica della sostenibilità, gli aspetti identitari e sociali coinvolti nello sviluppo turistico.
Conoscere e comprendere una lingua comunitaria, oltre l'italiano, a livello B2.
Conoscere e comprendere come dirigere e gestire una destinazione sostenibile di successo.
Conoscere e comprendere le tecniche di geolocalizzazione applicabili al turismo.
Conoscere e comprendere come muoversi in un quadro istituzionale di regole per la pianificazione ambientale.
Conoscere e comprendere la legislazione e regolamentazione internazionale in materia ambientale e le relative politiche

Area Linguistica e della Formazione Finale (Tirocinio e Tesi)
Conoscere e comprendere una lingua comunitaria, oltre l'italiano, a livello B2.

Capacità di apprendimento

1) Avere le capacità di apprendimento che sono necessarie a un manager per operare in conformità alle esigenze del cambiamento e della turbolenza dei sistemi economici.
2) Avere la capacità di attingere a diverse fonti bibliografiche, sia in italiano che in inglese, al fine di acquisire nuove competenze.
3) Avere la capacità, la curiosità e la propensione all'apprendimento per intraprendere studi successivi.

Lo studente di STMM sviluppa le capacità di apprendimento durante tutto il percorso di studio. L'opportuno peso dato allo studio individuale e le diverse modalità di verifica delle conoscenze acquisite negli insegnamenti impartiti nel corso di studio permettono allo studente di migliorare nel tempo la propria capacità di apprendimento. La redazione dell'elaborato finale, dove si richiede che lo studente comprenda nozioni nuove in autonomia, rappresenta il momento conclusivo, da un lato, del processo di affinamento delle capacità di apprendimento da parte dello studente, dall'altro del processo di valutazione di tali capacità da parte del corpo docente.

Abilità comunicative

1) Saper comunicare in maniera efficace informazioni, progetti e linee d'azione agli stakeholder interni e esterni, alle organizzazioni, agli operatori economici e sociali e alla collettività in senso lato.
2) Saper scegliere la forma e il mezzo di comunicazione adeguati all'interlocutore, sia specialista che non specialista.
3) Saper comunicare in un contesto nazionale e internazionale.

L'acquisizione di tali abilità comunicative avverrà mediante lezioni frontali ed esercitazioni applicative, attività seminariali e lavori di gruppo all'interno delle diverse attività didattiche che compongono il corso di studi, nonché tramite la prevista attività di tirocinio e la preparazione della prova finale.

L'acquisizione di tali competenze è supportata dai docenti e viene verificata mediante il sostenimento degli esami di profitto e della prova finale. I primi, previsti in forma sia di prove scritte che orali, costituiscono uno stimolo a sviluppare entrambe le principali forme di espressione oltreché una occasione di verifica del conseguimento delle stesse.

Autonomia di giudizio

1) Essere in grado di formulare una propria valutazione e/o giudizio sulla base della interpretazione dei dati disponibili, nonché di individuare, raccogliere ed elaborare ulteriori dati necessari per conseguire una maggiore consapevolezza riguardo ai temi specifici e/o comuni dello sviluppo turistico sostenibile.
2) Avere la capacità del saper fare, cioè del saper assumere iniziative e decisioni nella consapevolezza che ogni attività viene svolta in condizioni di incertezza e rischio, tenendo conto, oltre che degli aspetti tecnici, anche di quelli economici, etici e sociali.

Per rendere possibile l'acquisizione dell'autonomia di giudizio, durante il percorso formativo gli studenti saranno sollecitati attraverso attività che richiedono l'utilizzo di capacità critiche, come le esercitazioni applicative, analisi di casi, o simulazioni di contesto. In particolare tale abilità verrà sviluppata nell'ambito degli insegnamenti che prevedono una significativa componente progettuale.

La verifica della maturità e autonomia di giudizio viene effettuata con continuità dai docenti durante il percorso formativo e in particolare attraverso le verifiche periodiche e finali riguardanti le attività sopra citate. In ultima istanza la verifica di tale abilità avviene in sede di valutazione della prova finale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Area Economico-Aziendale
Sa applicare le conoscenze per l'analisi del sistema locale al fine di predisporre strategie di sviluppo sostenibile in ambito turistico.
Sa applicare le conoscenze per l'analisi dei piani e delle politiche ambientali al fine di saper dirigere e gestire destinazioni turistiche, nonché predisporre progetti per la loro creazione.
Sa applicare le conoscenze per la creazione d'impresa.
Sa applicare le conoscenze per l'utilizzazione di data-base e per la predisposizione di specifiche applicazioni utile per l'elaborazione dei dati nell'ambito turistico, nonché per l'adozione di decisioni efficaci.
Sa interagire con le istituzioni e le organizzazioni nazionali e internazionali.
Sa applicare le conoscenze multidisciplinari per interpretare, descrivere e risolvere i problemi dello sviluppo turistico.



Area Quantitativa (Statistico-Informatica)
Sa applicare le conoscenze per l'analisi del sistema locale al fine di predisporre strategie di sviluppo sostenibile in ambito turistico.
Sa applicare le conoscenze per l'analisi dei piani e delle politiche ambientali al fine di saper dirigere e gestire destinazioni turistiche, nonché predisporre progetti per la loro creazione.
Sa applicare le conoscenze per la creazione d'impresa.
Sa individuare il sistema degli indicatori rilevanti per il monitoraggio della sostenibilità di uno specifico ambito turistico.
Sa applicare le conoscenze per l'utilizzazione di data-base e per la predisposizione di specifiche applicazioni utile per l'elaborazione dei dati nell'ambito turistico, nonché per l'adozione di decisioni efficaci.
Sa interagire con le istituzioni e le organizzazioni nazionali e internazionali.
Sa applicare al turismo le tecniche di geolocalizzazione.
Sa applicare le conoscenze multidisciplinari per interpretare, descrivere e risolvere i problemi dello sviluppo turistico.

Area delle Competenze complementari (Antropologico-Ingegneristico Ambientale-Giuridica)
Sa applicare le conoscenze per l'analisi dei piani e delle politiche ambientali al fine di saper dirigere e gestire destinazioni turistiche, nonché predisporre progetti per la loro creazione.
Sa individuare il sistema degli indicatori rilevanti per il monitoraggio della sostenibilità di uno specifico ambito turistico.
Sa applicare le conoscenze per l'utilizzazione di data-base e per la predisposizione di specifiche applicazioni utile per l'elaborazione dei dati nell'ambito turistico, nonché per l'adozione di decisioni efficaci.
Sa applicare al turismo le tecniche di geolocalizzazione.
Sa interagire con le istituzioni e le organizzazioni nazionali e internazionali.
Sa applicare le conoscenze multidisciplinari per interpretare, descrivere e risolvere i problemi dello sviluppo turistico.

Area Linguistica e della Formazione Finale (Tirocinio e Tesi)
Sa interagire con le istituzioni e le organizzazioni nazionali e internazionali.
Sa applicare le conoscenze multidisciplinari per interpretare, descrivere e risolvere i problemi dello sviluppo turistico.

Competenze associate alla funzione

A) Manager specialista nel monitoraggio, acquisizione, elaborazione e interpretazione dei dati turistici a supporto dei processi decisionali a organizzazioni sia private, sia pubbliche
C1 competenze nel monitoraggio degli impatti delle attività turistiche nei territori;
C2 competenze nella creazione e gestione di data-base complessi e sistemi di rilevazione dei dati territoriali;
C3 competenze inerenti all’uso delle tecnologie avanzate a supporto dell’offerta turistica.


B) Manager specialista di turismo sostenibile in grado di svolgere attività direzionali e gestionali nell’ambito delle imprese private, non esclusa la competenza per la loro creazione
C4 competenze nella pianificazione strategica delle imprese nel supporto all’imprenditorialità e alla creazione di impresa;
C5 competenze nella direzione e gestione di network di imprese;
C6 competenze comunicative in contesti nazionali e internazionali;


C) Manager specialista di sviluppo economico sostenibile in grado di partecipare alle scelte progettuali dei sistemi economici e all’implementazione delle politiche per la costruzione dell’offerta turistica nel suo complesso, cioè capace di cogliere sfide e tendenze nei diversi contesti e affrontare le debolezze territoriali sotto il binomio della competitività e sostenibilità
C7 competenze nella pianificazione ambientale;
C8 competenze per il coinvolgimento degli stakeholder e delle comunità locali;
C9 competenze nella valutazione delle politiche ambientali;

Funzione in contesto di lavoro

A) Manager specialista nel monitoraggio, acquisizione, elaborazione e interpretazione dei dati turistici a supporto dei processi decisionali a organizzazioni sia private, sia pubbliche
F1 pianificazione, monitoraggio e valutazione di politiche, programmi e progetti;
F2 individuazione degli indicatori chiave utili al monitoraggio e alla valutazione di progetti in ambito turistico;
F3 raccolta, generazione, elaborazione e analisi, da un punto di vista geografico-spaziale, dei dati statistici per il supporto al monitoraggio e alla valutazione delle attività;


B) Manager specialista di turismo sostenibile in grado di svolgere attività direzionali e gestionali nell’ambito delle imprese private, non esclusa la competenza per la loro creazione
F4 elaborazione di strategie per l’accrescimento della competitività e sostenibilità delle destinazioni e delle imprese turistiche;
F5 costruzione, istituzione e gestione delle relazioni dell’impresa con il pubblico dei clienti e degli stakeholder, anche con riferimento alla presenza sul web;
F6 consulenza per il business ecologico e per la valutazione degli impatti ambientali, definizione di programmi di sviluppo dei sistemi economici, con particolare attenzione al comparto turistico e al destination management;


C) Manager specialista di sviluppo economico sostenibile in grado di partecipare alle scelte progettuali dei sistemi economici e all’implementazione delle politiche per la costruzione dell’offerta turistica nel suo complesso, cioè capace di cogliere sfide e tendenze nei diversi contesti e affrontare le debolezze territoriali sotto il binomio della competitività e sostenibilità
F7 definizione di programmi di sviluppo dei sistemi economici, con particolare attenzione al comparto turistico e al destination management
F8 coinvolgimento e coordinamento degli stakeholder e della comunità nei processi di creazione, comunicazione e promozione del turismo sostenibile;
F9 coordinamento di gruppi di lavoro composti da imprese e istituzioni coinvolte in progetti e programmi di turismo sostenibile.

Descrizione obiettivi formativi specifici

In ottemperanza alla classe di Laurea Magistrale di appartenenza e in conformità a quanto emerso dalle consultazioni con le Parti Interessate (PI), l'obiettivo specifico è quello di formare un manager specialista nel monitoraggio, acquisizione, elaborazione e interpretazione dei dati turistici che offre consulenza e supporto ai processi decisionali a livello sia privato, sia pubblico in un'ottica di sviluppo sostenibile, ma anche in grado di svolgere attività direzionali e gestionali nell'ambito delle imprese, non esclusa la competenza per la loro creazione.

A questo scopo il percorso formativo sviluppa competenze multidisciplinari che coniugano una formazione con una ben definita matrice economico-aziendale ad altre competenze specialistiche in ambito storico-artistico, ambientale, statistico-matematico, giuridico e linguistico. In particolare, nelle discipline caratterizzanti è previsto un minimo di 57 Crediti Formativi Unitari (CFU), di cui 15 CFU in ambito economico, 18 CFU in ambito aziendale, 6 CFU in ambito statistico-matematico, 6 CFU in ambito giuridico, 6 CFU in ambito ambientale e 6 CFU in ambito storico-artistico. Nelle discipline affini e integrative sono erogati un minimo di 12 CFU. Sono parte integrante del percorso formativo un minimo di 6 CFU nelle ulteriori competenze linguistiche. Completano la formazione minimo 9 CFU a scelta studente, minimo 9 CFU legati all'esperienza del tirocinio e, infine, minimo 15 CFU della prova finale.

Inoltre, il corso STMM prevede l'erogazione di alcune discipline in lingua inglese, di cui 6 CFU minimi L-LIN/12, e almeno 21CFU nelle discipline caratterizzanti. Tale scelta, vuole rispondere non solo ai fabbisogni formativi emersi dalle consultazioni delle PI (si veda in particolare E6), ma soprattutto si inquadra nel progetto di internazionalizzare il corso STMM tanto da renderlo interessante anche per la domanda formativa di studenti stranieri.

Le attività formative sono organizzate in lezioni frontali, esercitazioni, lavori di gruppo, analisi di casi, simulazioni di contesto, seminari e tirocinio. Le modalità di verifica del raggiungimento degli obiettivi formativi comprendono prove d'esame, relazioni e/o colloqui relativi alle diverse attività svolte (esercitazioni, lavori di gruppo, analisi di casi, simulazioni di contesto), report sulle attività di tirocinio e prova finale.


Agli ambiti tematici discussi, corrispondono specifiche attività formative declinate sotto il comune denominatore della sostenibilità, secondo una logica di acquisizione di conoscenze professionalizzanti crescenti. In quest'ottica, il percorso formativo si sviluppa in quattro semestri tematici, anche detti Moduli, a ciascuno dei quali corrisponde un obiettivo formativo specifico. Quanto detto è riportato nello schema che segue.


Obiettivi formativi specifici

Primo anno - I semestre
I Modulo: “Definizione del contesto turistico”
OS 1 - L'obiettivo formativo specifico del primo modulo è quello di fornire, in una chiave di sviluppo turistico sostenibile, un inquadramento generale del contesto in cui opera il sistema delle imprese, la collettività e il sistema economico nel suo insieme.
Concorrono al conseguimento di tale obiettivo formativo le aree di apprendimento economica, aziendale e storico-artistica. Completa l'obiettivo formativo l'acquisizione di competenze linguistiche.


Primo anno - II semestre

II Modulo: “Definizione di politiche, piani e progetti”
OS 2 - L'obiettivo formativo specifico del secondo modulo è quello di far acquisire le conoscenze necessarie per l'approfondimento delle tematiche inerenti la gestione di un processo di sviluppo turistico sostenibile che, soddisfacendo esigenze formative in ambito di politica e pianificazione ambientale, consenta di operativizzarle con competenze inerenti l'imprenditorialità e il management delle destinazioni turistiche.
Concorrono al conseguimento di tale obiettivo formativo gli ambiti disciplinari economico, aziendale e ambientale.

Secondo anno - I semestre

III Modulo: “Monitoraggio del turismo sostenibile”
OS 3 - L'obiettivo formativo specifico del terzo modulo è quello di offrire le conoscenze specialistiche che caratterizzano il corso di laurea e che propriamente attengono alla specificità della figura professionale in uscita. Si tratta di conoscenze attinenti il monitoraggio degli indicatori del turismo sostenibile, i sistemi informativi di supporto alle decisioni e la gestione informatica di dati territoriali.
Concorrono al conseguimento di tale obiettivo formativo gli ambiti disciplinari aziendale, statistico-matematico e informatico.

Secondo anno - II semestre

IV Modulo: “Modulo finale”
OS 4 - L'obiettivo formativo specifico del quarto modulo o modulo finale, è quello di concludere il percorso formativo con l'acquisizione di conoscenze giuridiche sull'operato delle organizzazioni e istituzioni internazionali con riferimento al turismo sostenibile, nonché altre conoscenze frutto della scelta individuale degli studenti. Sono parte integrante della formazione inserita in questo modulo il tirocinio e prova finale.

Questionario e social

Condividi su: