Seleziona l'Anno Accademico:     2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022 2022/2023
Docente
ALBERTO ASQUER (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Blend/modalità mista, Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[11/75]  ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE [75/15 - Ord. 2017]  AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO 9 54
[11/75]  ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE [75/35 - Ord. 2017]  MARKETING E ORGANIZZAZIONE 9 54

Obiettivi

Il corso si propone di fornire le conoscenze utili per operare nell’ambito del controllo di gestione, in particolare nelle PMI. Esso provvede la capacità di leggere gli andamenti economici e finanziari attraverso le informazioni della contabilità generale e di realizzare un sistema di report per la direzione, coordinare il sistema di controllo attraverso il budget e utilizzare le informazioni di costo nei processi decisionali.

Prerequisiti

Conoscenza della contabilità e del bilancio.

Contenuti

Il corso analizza gli strumenti amministrativi per il controllo di gestione, con particolare attenzione alle PMI. Esso si sofferma sul reporting direzionale economico e finanziario attraverso l’analisi degli indici di bilancio e dei flussi di capitale circolante e di liquidità, sui principi di redazione del budget economico e finanziario d’impresa e dei relativi scostamenti. Infine, propone la tematica dell’utilizzo delle diverse configurazioni di costo di produzione a supporto del processo decisionale.

Metodi Didattici

Le attività didattiche consistono in lezioni frontali e in esercitazioni svolte in aula dal docente o fatte svolgere dagli studenti.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione è data da un progetto individuale e da uno scritto.

Il progetto individuale riguarda l'analisi di un bilancio di un'azienda scelta a piacere. Il progetto è da presentare in forma scritta entro il giorno dell'esame. La sua lunghezza dovrà essere tra 1500 e 2000 parole.

Lo scritto riguarda tutti gli argomenti studiati nel corso.

Coerentemente con i descrittori individuati negli obiettivi formativi, verranno valutate:

1) la comprensione dei contenuti inerenti i principali approcci teorici e strumenti di programmazione e controllo. (valutazione conoscenza e comprensione).

2) la capacità di rielaborare i concetti e di spiegarli, anche attraverso il confronto con gli esercizi affrontati in classe o approfonditi dallo studente in modo individuale (valutazione capacità di applicare conoscenza e comprensione).

3) la capacità di applicare le conoscenze apprese in casi simulati (valutazione autonomia di giudizio).

4) La chiarezza espositiva, la capacità di sintesi e l’utilizzo del linguaggio tecnico proprio della programmazione e controllo (valutazione abilità comunicative).

5) la conoscenza delle principali teorie e strumenti di programmazione e controllo (valutazione capacità di apprendimento).

Il punteggio della prova d’esame è espresso in trentesimi.

L’intervallo di attribuzione del voto finale va:

- dai 18/30: per un livello di conoscenza elementare della materia, ovvero quando lo studente riesce solo a inquadrare la tematica senza riuscire a dettagliarne il contenuto e a mostrare le interrelazioni tra diversi argomenti utilizzando un linguaggio poco tecnico.

- ai 30/30, con eventuale lode, se lo studente saprà sistematizzare in maniera logica e coerente le conoscenze che si presuppone abbia acquisito durante il corso, in merito agli approcci teorici ed ai principali strumenti di programmazione e controllo e saprà supportare la restituzione dei contenuti con un’adeguata padronanza di linguaggio tecnico ed economico.

Testi

Programmazione e controllo. Managerial accounting per le decisioni aziendali. Ray H. Garrison, Eric W. Noreen, Peter C. Brewer. McGraw-Hill Education 2021.

Il libro di testo è integrato da una dispensa a disposizione sul sito web del corso.

Altre Informazioni

ND

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie