Seleziona l'Anno Accademico:     2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022 2022/2023
Docente
ANNA MARIA SINISCALCHI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Blend/modalità mista, Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[11/75]  ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE [75/15 - Ord. 2017]  AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO 9 54
[11/75]  ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE [75/35 - Ord. 2017]  MARKETING E ORGANIZZAZIONE 9 54
[11/75]  ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE [75/66 - Ord. 2017]  INTERNAZIONALE UNICA-BIELEFELD 9 54
[11/75]  ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE [75/67 - Ord. 2017]  INTERNAZIONALE UNICA-PRAGA 9 54

Obiettivi

Il corso si propone di far apprendere agli studenti le nozioni giuridiche generali e gli istituti fondamentali del diritto privato, con particolare riguardo alla disciplina generale delle obbligazioni e dei contratti, sottolineando, per quanto possibile, gli aspetti applicativi degli istituti esaminati.
Più specificamente, gli obbiettivi formativi sono i seguenti:
- apprendimento delle nozioni giuridiche generali e degli istituti fondamentali del diritto privato, con particolare riguardo alla disciplina generale delle obbligazioni e dei contratti;
- capacità di applicare gli istituti e le nozioni apprese a casi pratici elementari;
- capacità di orientarsi fra le fonti; acquisire una elementare capacità di argomentare;
- esprimersi con il linguaggio giuridico, comunicando con chiarezza concetti, informazioni, problemi, risultati e implicazioni;
- acquisire e utilizzare un metodo corretto nell'approccio alla disciplina.

Prerequisiti

Non è prevista alcuna propedeuticità ai fini del sostenimento della prova d'esame.

Contenuti

Si indicano di seguito, per tematiche ed istituti generali, gli argomenti oggetto del programma, con lavvertenza che le voci indicate per ciascun tema non sono sempre esaustive:
1. Nozioni introduttive: diritto, norma, ordinamento giuridico; fonti del diritto, interpretazione ed applicazione delle norme.
2. Fatti, atti, effetti giuridici. Situazioni giuridiche soggettive e rapporto giuridico.
3. Tutela dei diritti, incluse nozioni generali sulle prove, sullazione e sul processo.
4. Prescrizione e decadenza.
5. Forme di pubblicità. Trascrizione.
6. Soggetti di diritto: persone fisiche, persone giuridiche, enti senza personalità giuridica.
7. Diritti della personalità.
8. Beni. Diritti reali: proprietà, diritti reali di godimento su cosa altrui e relative tutele. Comunione. Possesso.
9. Le obbligazioni: fonti; elementi; vicende modificative ed estintive, inattuazione del rapporto obbligatorio e responsabilità contrattuale; tipi di obbligazioni.
10. Responsabilità patrimoniale; tutela del credito ed esecuzione forzata; mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale generica.
11. Garanzie reali e personali (in particolare, per queste ultime, fideiussione e garanzia a prima richiesta).
12. Teoria generale del negozio e del contratto [autonomia privata, elementi essenziali ed accidentali, formazione ed efficacia, rappresentanza, patologie negoziali, condizioni generali di contratto (contratti standard e contratti conclusi tramite moduli e formulari), contratti dei consumatori].
13. Promesse unilaterali e nozioni generali sui titoli di credito.
14. Obbligazioni nascenti dalla legge: gestione di affari altrui; pagamento dellindebito; arricchimento senza causa.
15. Atti illeciti e responsabilità civile.
16. I seguenti contratti: compravendita (compresa vendita dei beni di consumo); somministrazione; appalto; contratto di subfornitura; factoring; franchising; locazione; leasing; affitto; comodato; mutuo; mandato; fideiussione.
Si precisa, per completezza, che non rientrano nel programma d'esame i seguenti argomenti: impresa, azienda, società; rapporto di lavoro; banche, assicurazioni e relativi contratti; procedure concorsuali; diritto di famiglia; successioni mortis causa; i contratti tipici sopra non indicati.

Metodi Didattici

La didattica sarà erogata in presenza. Le lezioni potranno essere integrate con materiali audiovisivi e con lo streaming. Il corso prevede lo svolgimento di lezioni frontali in aula con supporto di schemi relativi agli argomenti trattati, esercitazioni su casi pratici, esame di provvedimenti giurisprudenziali.
Nell’ambito dell’attività didattica, sia in presenza che da remoto, potranno essere svolte dal tutor e dai cultori della materia esercitazioni ed attività seminariali integrative. Tali attività si svolgeranno secondo un calendario predisposto e pubblicato all’inizio del corso.

Verifica dell'apprendimento

L'esame si svolge in forma orale e sarà finalizzato a verificare il raggiungimento degli obiettivi formativi indicati, inclusa la capacità di fare applicazione pratica delle conoscenze acquisite. Consiste in un colloquio nel quale vengono rivolte allo studente diverse domande, sia di taglio concettuale, sia di taglio applicativo-pratico, tendenti a verificare la preparazione in tutti i settori del programma. Per superare l'esame lo studente dovrà rispondere in modo autonomo e con linguaggio tecnico appropriato e dimostrare di aver compreso le questioni affrontate.
Il punteggio della prova d'esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi.
La determinazione del voto finale tiene conto dei seguenti elementi:
1. conoscenza complessiva della materia;
2. completezza delle risposte, consequenzialità logica nell'esposizione degli argomenti e livello di approfondimento;
3. conoscenza e capacità di interpretazione del dato normativo;
4. padronanza del linguaggio tecnico-giuridico;
5. capacità di effettuare i dovuti collegamenti tra gli argomenti oggetto del programma;
6. capacità di utilizzazione dei concetti appresi nella soluzione dei problemi concreti prospettati;
7. partecipazione alle attività didattiche.

Più precisamente, nella formulazione del voto finale ci si atterrà ai seguenti criteri di valutazione:
- fascia di voto da 18 a 21: conoscenza essenziale delle tematiche; capacità espositiva essenziale con linguaggio privo di inesattezze gravi; presenza di lacune non significative;
- fascia di voto da 21 a 24: conoscenza degli argomenti non particolarmente approfondita, ma completa; maggiore padronanza del linguaggio tecnico.
fascia di voto da 25 a 27: preparazione completa e più approfondita, uso del linguaggio tecnico adeguato, buona capacità di ragionamento e collegamento, conoscenza del dato normativo;
- fascia di voto da 28 a 30: preparazione eccellente; ottima padronanza del linguaggio tecnico e capacità di ragionamento, dimestichezza con il dato normativo e buona capacità di interpretazione;
- 30 e lode: ulteriori qualità della preparazione desumibili dalla brillantezza e sicurezza nell'esposizione delle risposte.

Testi

-CICERO, Istituzioni di diritto privato, Mondadori Education, 2018.

- IUDICA-ZATTI, Linguaggio e regole del diritto privato, Cedam, last edition.

- NIVARRA-RICCIUTO-SCOGNAMIGLIO, Istituzioni di diritto privato, Giappichelli, ultima edizione.

- TROISI, Diritto civile. Lezioni, ESI, ultima edizione.

- TORRENTE - SCHLESINGER, Manuale di diritto privato, Milano, Giuffrè, ultima edizione.

Altre Informazioni

È vivamente consigliata la frequenza alle attività didattiche, comprese quelle integrative svolte dai tutor durante il corso.
Nell’ambito dell’attività didattica verranno svolte dai tutor e dai cultori della materia esercitazioni ed attività seminariali integrative, con applicazione a casi pratici delle nozioni apprese e coinvolgimento attivo degli studenti. Tali attività si svolgeranno secondo un calendario predisposto e pubblicato all’inizio del corso.
Il docente riceverà gli studenti dopo le lezioni. Per qualunque esigenza è possibile contattare il docente via e-mail all’indirizzo ansinis@unica.it.

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie