Seleziona l'Anno Accademico:     2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022 2022/2023
Docente
RAFFAELE CATTEDRA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[32/15]  LINGUE E LETTERATURE MODERNE EUROPEE E AMERICANE [15/20 - Ord. 2015]  COOPERAZIONE E MEDIAZIONE CULTURALE 6 30

Obiettivi

Conoscenza e capacità di comprensione
L'Unità didattica ha per obiettivo:
- l'apprendimento degli strumenti fondamentali (teorici e metodologici) degli studi geografici
- l'apprendimento di strumenti (teorici e metodologici) per l'analisi delle dinamiche territoriali in atto nell'area mediterranea, intesa come uno dei contesti culturali privilegiati della specializzazione lingusitica degli studenti e area focale di problematiche della contemporaneità.
Al termine del corso gli studenti dovranno possedere:
- conoscenze avanzate dei contesti geografici, culturali, sociali dell'area del Mediterraneo
- il lessico geografico applicato all'area del Mediterraneo

Capacità di applicare conoscenza e comprensione (
Le competenze che si intendono sviluppare riguardano:
- la capacità di analisi geografica transcalare;
- le capacità di adeguare le conoscenze per interpretare la complessità dei principali nodi territoriali, socio-culturali, economici e geopolitici dell'area del Mediterraneo.

Autonomia di giudizio (making judgements)
Alla fine del corso gli studenti dovranno essere in grado di:
- utilizzare le conoscenze geografiche per collocare criticamente i prodotti linguistici e culturali in maniera interdisciplinare all'interno delle diverse aree culturali di riferimento del mondo mediterraneo;
- impostare un lavoro di ricerca originale nella disciplina geografico-territoriale, individuando possibili problematiche e aree tematiche da sottoporre a indagine critica;
- documentarsi, analizzare e interpretare - anche in modo autonomo - la letteratura pregressa, in italiano e in lingua, su temi specifici riguardanti larea del Mediterraneo.

Abilità comunicative (communication skills)
Al termine del corso gli studenti devono saper:
- presentare criticamente, in forma scritta e orale, dati, documenti e articoli scientifici che affrontano temi e questioni territoriali sull'area di studio del corso, in particolare problematiche legate alla mediazione e alla cooperazione culturale.
- saper esporre in modo chiaro le proprie conoscenze e ricerche in relazione agli interlocutori (specialisti e non specialisti)
- orientarsi rispetto al alcuni obiettivi dell'L'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile

Capacità di apprendimento (learning skills)
Al termine del corso gli studenti devono essere in grado di:
- usare strumenti bibliografici e multimediali, presenti anche sulla rete web, sia in italiano che in lingua, per aggiornare le proprie conoscenze e competenze,
- valorizzare la dimensione transdisciplinare della geografia attraverso il confronto con altre discipline
- applicare le conoscenze acquisite alla comprensione delle dinamiche geo-politiche del mondo attuale.
- orientarsi rispetto al alcuni obiettivi dell'L'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile

Prerequisiti

Gli studenti e le studentesse devono essere in grado di individuare problematiche geografiche e territoriali generali; è indispensabile saper inquadrare il rapporto fra società, culture e territorio nella trasformazione del mondo attuale globalizzato, e saper situare territorialmente fenomeni sociali, politici e culturali.
È utile che lo studente abbia già superato un esame di geografia. Si richiede una sufficiente dimestichezza con luso di carte geografiche e tematiche, di dati statistici, di programmi di base del computer e di internet.

Contenuti

L'Unità didattica affronta, in prima istanza e attraverso una presentazione sintetica, l'evoluzione delle principali teorie geografiche moderne e contemporanee, e i processi di territorializzazione e di rappresentazione (ivi compresa cartografica) (4 ore).
Fra i principali temi trattati dal corso di Geografia del Mediterraneo si segnalano:
- L'invenzione del Mediterraneo. Dal colonialismo al progetto politico del Mediterraneo. In questa parte saranno analizzati i presupposti ideologici dell'individuazione del Mediterraneo in quanto oggetto geografico: saranno analizzate in particolare la figura del geografo Elisée Reclus e i capisaldi della cooperazione Euro-Mediterranea (6 ore)
- La realtà geografica (fisica e umana) del Mediterraneo: limiti della regione mediterranea, realtà territoriali dei paesi che la compongono, ambienti, macro scale e scale locali (4 ore)
- Culture e dinamiche della diversità: società, minoranze etnico-linguistiche e religiose, mobilità e migrazioni nell'area del Mediterraneo (6 ore)
- La città nel Mediterraneo fra miti e processi di urbanizzazione: decostruzione del concetto di città mediterranea, analisi delle principali figure e paradigmi di riferimento, presentazione di alcuni casi urbani (6 ore)
- Le primavere arabe nel Mondo mediterraneo. Il caso della Tunisia e di Tunisi, sarà un focus privilegiato, attraverso l'analisi del webdocumentario Al centro di Tunisi. Geografie dello spazio pubblico dopo una rivoluzione: (http://webdoc.unica.it/#Home) (5 ore)

Metodi Didattici

Lezioni frontali in aula presentate generalmente attraverso delle slide. 4 ore destinate a esercitazioni con gli studenti su singole tematiche. Agli studenti è consigliato l’uso di un atlante geografico. Alcuni approfondimenti saranno condotti attraverso la multimedialità e il web.

Per soddisfare esigenze didattiche specifiche connesse all'evoluzione della situazione epidemiologica, è prevista la possibilità di lezioni in diretta streaming o registrazioni delle stesse disponibili on-line. Inoltre, le esercitazioni potranno essere svolte mediante forme di interazione a distanza con i supporti informatici disponibili

Verifica dell'apprendimento

Per i frequentati la valutazione dello studente prevede:
- nella parte finale del corso, una breve tesina scritta (5 pp. max), presentata oralmente con l’ausilio di un powerpoint, su un tema da concordare con il docente (fino 15/30)
- una prova orale al termine del corso (fino 15/30)
Il voto finale, espresso in trentesimi, sarà dato dalla media dei due momenti di verifica
Per gli studenti non frequentati:
- prova orale

Più precisamente, per il colloquio orale, l’attribuzione del voto concernerà:
- per due terzi la capacità apprendimento e di interpretazione critica dei temi principali trattati nel corso;
- per un ulteriore terzo la capacità di istituire collegamenti fra i diversi temi e la padronanza espressiva dello specifico linguaggio geografico.
Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, per frequentanti e non frequentanti, lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso, di possedere capacità critiche e una piena padronanza del linguaggio disciplinare.

Testi

Testi di riferimento
- Kayser Bernard,1996, Il Mediterraneo. Geografia della frattura, Jaka Books, Milano.
- Cattedra R., 2005, « L'invenzione del Mediterraneo. Territori e culture nelle reti di un mare alla ricerca di un progetto comune », in: U. Grimaldi et P. De Luca (eds), Mediterraneo: scuola e incontro tra culture, Cons. d'Europa/Min. Pubbl. Istruzione/Istit. Tiglher, Ercolano, 2005, pp. 62-93

- Cattedra R., 2010, « Le tre figure della città mediterranea », in L. Rossi, L. Cerreti (eds), Mediterranei, Reggio Emilia, Diabasis, pp. 173-203
- Cattedra R, 2016, La geografia che resta delle Primavere arabe, in Semestrale di Studi e ricerche geografiche, fasc. 1, genn,-giu. 2016, a cura di A. Turco: Intorno alla geografia politica: epistemologia, teoria, analisi empiriche, pp. 23-41, (http://www.semestrale-geografia.org/index.php/sdg).

- Cattedra R. (2019). La Sardegna nel contesto del Mediterraneo. In: Corsale A. Sistu G.. (a cura di): Corsale A. Sistu G., Sardegna. Geografie di un'isola. p. 408-431, MIlano:Franco Angeli

- Cap. 9 da Governa F., Memoli M., (a cura di), 2011, Geografie dell’urbano. Spazi, politiche, pratiche della città, Carocci, Roma

- Cattedra R, Memoli M (2013), “Spazi di “nuova Italia”: situazioni cosmopolite e forme di eterotopie”. In: (a cura di): Aru S., Corsale A., Tanca M., Percorsi migratori della contemporaneità. Forme, pratiche, territori. p. 83-98, Cagliari, Cuec Editrice

Siti web
- sito web: webdoc Al centro di Tunisi. Geografie dello spazio pubblico dopo una rivoluzione: http://webdoc.unica.it/#Home

- sito Web www.Cosmomed.org

- https://esodi.mediciperidirittiumani.org

- http://www.senzaconfinidipelle.com/wover.html

Altri testi consigliati

- articoli da Limes. Rivista italiana di geopolitica, n. 6 2017, n. monografico “Mediterranei”

- Withol de Wenden C., 2016, Le nuove migrazioni. Luoghi, uomini, politiche, introduzione all'edizione italiana di A. Riggio e R.G. Maury, Patron, Bologna.
Altri documenti saranno forniti dal docente


Gli studenti Erasmus potranno avvalersi in alternativa, programma da concordare, del seguente volume
- Giaccaria P., Paradiso M. (eds), Mediterranean Lexicon / Lessico Mediterraneo, Società Geografica Italiana /CNR/ EUPOLIS, Collana GeoItaly, Roma,

- - Cattedra R. “Ten topics about Human Mediterranean’s Geographie(s)”, In: (a cura di): A. Corsale, M. Iorio, G. Sistu, Water Policies and Issues. An International Approach. Proceeding of the XIV Seminar on Geogrphy of Water « Environmental Conflicts and Sustainable Water Policies in the Mediterranean Region, pp. 18-29, Cagliari, Cuec Editrice, 2013

- Biancofiore A., Barniaudy C., Re-storying Mediterranean Worlds. New Narratives from Italian Cultures, to Global Citizenship, Blumsbury, New York, 2021

Altre Informazioni

Alcuni materiali didattici sulle questioni territoriali nel Mediterraneo saranno forniti dal docente durante il corso. Sono previste ricerche su siti internet. Si richiede l'uso di un atlante geografico.
   

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie