Seleziona l'Anno Accademico:     2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022 2022/2023
Docente
GIAN PIERO DEIDDA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[70/73]  INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO [73/00 - Ord. 2020]  PERCORSO COMUNE 3 30
[70/86]  INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO [86/00 - Ord. 2016]  PERCORSO COMUNE 3 30

Obiettivi

Con riferimento a casi di studio reali, lo studente consoliderà la capacità di applicazione delle conoscenze acquisite nei corsi di Sismica Applicata e Geofisica Applicata cimentandosi, sia in modo guidato che autonomamente, nella progettazione e nell'esecuzione di indagini geofisiche, nell'elaborazione e nell'interpretazione dei dati geofisici, utilizzando software commerciali e semplici codici di calcolo autonomamente sviluppati. Nello specifico:
• Consoliderà le conoscenze già acquisite e ne acquisirà di nuove sul funzionamento sull’utilizzo degli strumenti geofisici;
• Consoliderà le proprie capacità di applicare tali conoscenze per la progettazione e l’esecuzione delle indagini geofisiche (di caratterizzazione e/o monitoraggio) a supporto delle indagini proprie dell’Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio (geotecniche, ambientali, idrogeologiche);
• Consoliderà la sua autonomia di giudizio in merito a: scelta delle tipologie di indagine più appropriate; analisi critica dei risultati sperimentali; verifica e valutazione delle indagini (progetto e esecuzione) realizzate da altri;
• Arricchirà le sue abilità comunicative ampliando il proprio dizionario tecnico e imparando a redigere una Relazione Tecnica.
• Saprà integrare le proprie conoscenze sulle indagini geofisiche (progetto, esecuzione e verifica) con altre fonti: letteratura tecnica e scientifica.

Prerequisiti

Studenti del Corso di Laurea.
Per iscriversi al Laboratorio di Geofisica Ambientale è necessario che lo studente abbia già seguito le lezioni del modulo di Sismica Applicata e sostenuto positivamente almeno una prova intermedia. Tuttavia, per seguire al meglio il Laboratorio è preferibile che lo studente abbia già sostenuto positivamente l’esame di Sismica Applicata.

Studenti del Corso di Laurea Magistrale.
Per iscriversi al Laboratorio di Geofisica Ambientale è necessario che lo studente abbia già seguito le lezioni di Geofisica Applicata e, preferibilmente (ma non obbligatoriamente), avere già sostenuto con esito positivo l’esame.

Contenuti

Il Laboratorio di Geofisica Ambientale focalizza l’attenzione sugli aspetti pratico-applicativi dei metodi della Geofisica Applicata: utilizzo della strumentazione geofisica; modalità operative per l’acquisizione dei dati; utilizzo consapevole e critico dei software di elaborazione dati.
Richiami e approfondimenti [1 ore di lezione]
• grandezze fisiche caratterizzanti i terreni e modelli concettuali;
• principio di funzionamento degli strumenti geofisici più utilizzati nelle indagini ingegneristiche e ambientali;

Progettazione ed esecuzione di un’indagine geofisica [2 ore di lezione; 4 ore di pratica assistita]
• Definizione dell’obiettivo o degli obiettivi dell’indagine;
• Individuazione delle grandezze fisiche desiderate e delle grandezze fisiche misurabili direttamente: Scelta dei metodi geofisici più appropriati;
• Scelta della strumentazione;
• Determinazione dei parametri di acquisizione mediante l’utilizzo di software commerciali o liberi;
• Documentazione di supporto (permessi, cartografia, informazioni geologiche e idrogeologiche, ecc.);
• Valutazione dei costi;
• Struttura di Relazione Tecnica finale: organizzazione e contenuti.

Acquisizione dati geofisici [10 ore]
• Utilizzo degli strumenti e test di acquisizione in laboratorio [2 ore];
• Acquisizione dati reali su sito campione [8 ore].

Elaborazione Dati Geofisici [13 ore]
• Obiettivi, procedure e tecniche di elaborazione [1 ore di lezione];
• Elaborazione dati con l’utilizzo di software commerciali e opensource, e interpretazione critica dei risultati numerici [12 ore di pratica assistita].

Metodi Didattici

Il Laboratorio sarà prevalentemente erogato sotto forma di attività pratiche (per un totale di 26 ore), da svolgersi in aula (utilizzo di PC), in laboratorio (conoscenza e utilizzo di strumentazione geofisica) e sul terreno (per l’acquisizione di dati), sotto la supervisione del docente e dei tecnici del Laboratorio di Geofisica Applicata del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura). Prevede anche una piccola parte introduttiva mediante lezioni frontali in aula (per complessive 4 ore).
In funzione della carriera (studenti del CdL e studenti del CdLM), gli studenti saranno suddivisi in due Gruppi, ognuno dei quali potrà essere suddiviso in sottogruppi di lavoro (massimo 4 persone). A ciascuno gruppo sarà assegnato un caso di studio specifico per il quale gli studenti dovranno:
1. Progettare l’indagine geofisica
2. Descrivere l’acquisizione dei dati (durante il laboratorio sarà eseguita un’acquisizione reale di dati ma per le attività relative al caso specifico di studio si farà riferimento a dati reali già acquisiti) ed eseguire l’elaborazione;
3. Scrivere una Relazione Tecnica Finale sull’indagine geofisica condotta (simulata) per il caso di studio assegnato.
Per gli studenti del CdL, l’indagine geofisica farà riferimento ai soli metodi della Sismica Applicata.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione finale è espressa con un giudizio di idoneità.
Ai fini dell'idoneità è richiesta la presenza ad almeno 25 ore di attività di laboratorio. Sulla base di una Relazione Tecnica, che lo studente produrrà sulle attività che avrà svolto in merito al caso specifico di studio assegnatogli, il giudizio di idoneità terrà conto dei seguenti elementi di valutazione:
• scelte ottimali dei metodi geofisici, della strumentazione e dei parametri di acquisizione;
• procedure di elaborazione e analisi critica dei risultati
• stesura della relazione (completezza nei contenuti, organizzazione e linguaggio appropriato).

Testi

Manuali di utilizzo dei principali strumenti geofisici:
• sismografo Geode (Geometrics);
• Georesistivimetro Syscal Pro (Iris Instruments);
• Elettromagnetometri Gem-2 (Geophex), Explorer e MiniExplorer (Gf Instruments);
• Georadar.

Manuali di utilizzo dei Software disponibili per l’elaborazione dei dati:
• Reveal;
• VISTA Desktop Seismic Data Processing;
• OMNI 3D Seismic Survey Design Software;
• GeoThrust e TomoPlus (della GeoTomo);
• Rayfract;
• ERTLab Studio;
• Res2DInv (versione software Demo);
• Reflexw

Ringraziamenti.
Il prof. Gian Piero Deidda, titolare del Laboratorio di Geofisica Ambientale e dei Corsi di Sismica Applicata e Geofisica Applicata, ringrazia, anche a nome del proprio Dipartimento (Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura), la società ShearWater (www.shearwatergeo.com) per aver concesso la licenza accademica di utilizzo per il software Reveal (https://www.shearwatergeo.com/6/reveal-software), e la società Schlumberger (https://www.slb.com) per aver concesso le licenze accademiche di utilizzo per i software “VISTA Desktop Seismic Data Processing” (https://www.software.slb.com/products/vista) e “OMNI 3D Seismic Survey Design Software” (https://www.software.slb.com/products/omni)

Altre Informazioni

Il Laboratorio di Geofisica Ambientale si svolgerà nel mese di luglio. Gli studenti interessati potranno iscriversi nel mese di giugno secondo le indicazioni che saranno fornite negli avvisi del sito web del Corso di Studi.

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie