Seleziona l'Anno Accademico:     2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022 2022/2023
Docente
FRANCESCO PAOLI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[20/39]  FILOSOFIA [39/00 - Ord. 2013]  PERCORSO COMUNE 6 30

Obiettivi

Conoscenza e comprensione: Acquire concetti e metodi di base della filosofia delle scienze formali ed empiriche, nei suoi aspetti sia storici che teoretici.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Acquisire capacità di ragionamento applicabili in diversi contesti (amministrazioni pubbliche e private, organizzazioni culturali o operanti nel campo dell'informazione e della comunicazione).
Autonomia di giudizio. Sviluppare il senso critico.
Abilità comunicative. Incrementare le capacità astrattive e quelle di scelta delle strategie argomentative.
Capacità di apprendimento. Approfondire competenze di base acquisite nell'area logico-epistemologica, utili ad accedere alle classi di laurea magistrale di ambito filosofico e delle scienze della comunicazione.
NB Gli ultimi tre obiettivi formativi sono riportati qui in forma abbreviata. Per la versione completa si veda la matrice di Tuning del corso di laurea, http://people.unica.it/filosofia/chi-siamo/il-corso/obiettivi-formativi/, pp. 26-30.

Prerequisiti

Competenze in uscita previste per la scuola secondaria di secondo grado e competenze in ingresso previste per l'accesso al c.d.s. in Filosofia. Si consiglia, ma non è indispensabile, di aver sostenuto un esame di introduzione alla logica.

Contenuti

Titolo del corso: Introduzione alla filosofia della matematica.

La prima parte del corso sarà dedicata ad alcuni sviluppi del pensiero matematico tra Otto e Novecento (le geometrie non euclidee, l'aritmetizzazione dell'analisi, lo sviluppo dell'algebra astratta, la nascita della teoria degli insiemi). Ci soffermeremo poi sul dibattito sui fondamenti della matematica dalla fine del Settecento al primo Novecento, con un'enfasi particolare su:
- la filosofia kantiana e i suoi sviluppi (Fries);
- l'empirismo di Mill;
- il logicismo di Frege e Russell;
- l'intuizionismo di Brouwer;
- il formalismo di Hilbert.
Si accennerà al fallimento del programma fondazionale hilbertiano e ai teoremi limitativi di Goedel, Church, Turing.

Metodi Didattici

Lezioni frontali condotte in forma seminariale, col coinvolgimento attivo degli studenti.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione dello studente prevede una prova orale. Lo studente può suddividere a proprio piacimento il programma portandolo in un numero finito ma altrimenti arbitrario di sessioni di esame. Gli esami parziali, che si concluderanno con una votazione puramente indicativa, non hanno scadenza.
Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito concetti e metodi di base della filosofia delle scienze formali ed empiriche, di aver acquisito capacità di ragionamento e senso critico.
Il punteggio della prova d'esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi. Nella valutazione dell'esame la determinazione del voto finale tiene conto dei seguenti elementi:
- la proprietà di linguaggio e la capacità argomentativa;
- la capacità di definire in modo rigoroso i concetti e spiegarne il significato intuitivo;
- la capacità di applicare le definizioni ad esempi concreti, anche mediante esercizi;
- la capacità di individuare le implicazioni filosofiche dei concetti trattati.
Per superare l'esame, riportare quindi un voto non inferiore a 18/30, lo studente deve dimostrare di
aver acquisito una padronanza sufficiente degli aspetti sopra elencati. Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente deve invece dimostrare di aver acquisito una padronanza eccellente degli aspetti sopra elencati.
La votazione finale risulterà da una valutazione complessiva da parte del docente su tutto il materiale di valutazione disponibile riguardo allo studente. Non sarà necessariamente una media matematica delle votazioni dei singoli esami parziali.

Testi

1) C. Mangione, S. Bozzi, Storia della logica, CUEM, Milano, 2004, vol. 1
2) Slides messe a disposizione sul sito del docente.

Altre Informazioni

Le slide proiettate a lezione saranno rese disponibili nella sezione “Materiali didattici” del sito Internet del docente. Un programma più dettagliato, con l'indicazione di quali parti dei testi in programma possono essere saltate, sarà reso disponibile verso la fine del corso nella sezione “Materiali didattici” del sito Internet del docente. Ricevimento: vedi pagina web docente.

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie