Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
FRANCESCO SEATZU (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[1/31]  GIURISPRUDENZA [31/00 - Ord. 2017]  PERCORSO COMUNE 9 72

Obiettivi

Il corso si propone di offrire un'analisi delle dinamiche istituzionali dell'Unione europea e dei principali settori del diritto materiale. Tale analisi viene condotta anche attraverso lo studio di casi giurisprudenziali. Lo studente, una volta superato l'esame, sarà in grado di leggere e analizzare le fonti normative europee, nonché di ricercare, comprendere e applicare la giurisprudenza della Corte di giustizia nell'ambito di procedimenti interni ovvero di attività stragiudiziali. Lo studente dovrà avere acquisito autonome capacità di comprensione delle disposizioni normative europee e dovrà essere in grado di esplicare la propria opinione in forma orale o in testi scritti. Lo studente sarà così in grado di includere, nel proprio bagaglio culturale, una solida formazione in diritto dell'Unione europea, che gli consentirà, dopo avere acquisito le ulteriori conoscenze necessarie per il conseguimento della laurea, di esercitare le professioni liberali in uno spazio globalizzato.

Prerequisiti

Si consiglia vivamente di sostenere l'esame di Diritto dell'Unione soltanto dopo avere frequentato e superato gli esami di Istituzioni di diritto privato, diritto costituzionale e diritto internazionale.

Contenuti

Caratteri generali dell’integrazione europea :

- Il Trattato sull’Unione e il Trattato sul Funzionamento dell’Unione
o la struttura dei trattati istitutivi. Caratteri generali dell’ordinamento istituito dai
Trattati. I rapporti fra i trattati istitutivi.

- Il sistema delle competenze:
o il principio di attribuzione; le competenze esclusive, le competenze concorrenti, altri tipi di competenze. I principi relativi all’esercizio delle competenze; l’espansione delle competenze dell’Unione; competenze politiche e competenze materiali. L’integrazione verticale di competenze.

- Il sistema istituzionale:
o Il Consiglio europeo, il Consiglio, il Parlamento europeo, La Commissione. Le dinamiche politiche dell’Unione e il ruolo degli Stati membri; i procedimenti di formazione delle decisioni politiche nell’Unione.

- Le fonti del diritto dell’Unione:
o La costituzionalizzazione dei trattati istitutivi. Le fonti dell’Unione: caratteri generali: effetti diretti e supremazia; La struttura del sistema delle fonti: atti legislativi, atti non legislativi, atti esecutivi. I regolamenti, le direttive, le decisioni; i principi generali e la tutela dei diritti fondamentali; ; la Carta dei diritti fondamenti e la Convenzione europea dei diritti dell’uomo; altre fonti dell’Unione, in particolare le fonti nel campo della politica estera e di sicurezza comune. I rapporti fra fonti.
- Il sistema giudiziario dell’Unione:
o Le Istituzioni giudiziarie. Il sistema dei ricorsi: Il ricorso di invalidità; il ricorso per inadempimento, il ricorso in carenza, il rinvio pregiudiziale. La tutela giudiziaria in relazione a politiche specifiche dell’Unione. Effetti e limiti del giudicato comunitario.

- L’attuazione del diritto dell’Unione e i rapporti con gli ordinamenti nazionali:
o Profili generali. I rapporti fra ordinamento dell’Unione e ordinamenti degli Stati membri nella giurisprudenza della Corte di giustizia. I rapporti con l’ordinamento dell’Unione secondo la giurisprudenza della Corte costituzionale italiana: norme comunitarie e leggi interne; norme comunitarie e norme costituzionali. La giurisprudenza delle Corte supreme di altri Stati membri. L’attuazione del diritto dell’Unione in Italia. L’influsso del diritto dell’Unione sui sistemi processuali nazionali.

- L’azione esterna dell’Unione.
o Politica estera dell’Unione e relazioni esterne. Il sistema delle relazioni esterne: poteri attribuiti e poteri impliciti; poteri esclusivi e poteri concorrenti sul piano esterno; gli accordi misti; gli effetti delle norme internazionali nell’ordinamento dell’Unione europea; gli sviluppi più recenti della giurisprudenza; il controllo giurisdizionale dell’azione esterna.

- I principi dell’integrazione materiale.
o Le libertà fondamentali del mercato comune: Armonizzazione e riconoscimento nella giurisprudenza e nella prassi; La concorrenza e gli aiuti di Stato; l’integrazione nei campi della cooperazione giudiziaria in materia civile e in materia penale.

Metodi Didattici

Lezioni frontali ed esercitazioni. esegesi del dato normativo. verranno a tal fine impiegati taluni strumenti didattici (lavagna, presentazioni in power point).
il corso comprenderà inoltre l'analisi dei principali casi giurisprudenziali: detta analisi verrà svolta attraverso una presentazione in aula del caso; quindi verrà indicato agli studenti dove e attraverso quali modalità possono reperire la giurisprudenza rilevante; quindi si chiederà a taluni studenti di riferire ai colleghi gli esiti della ricerca in modo da consentire ai medesimi studenti di acquisire la capacità di esposizione orale delle proprie riflessioni sulla materia.

Verifica dell'apprendimento

Esame orale

Testi

a SCELTA UNO DEI SOTTO INDICATI MANUALI:


1) U. Villani, Istituzioni di diritto dell'unione Europea, Bari: Cacucci, ult. ed

2) CANNIZZARO, Diritto dell'integrazione europea, Giappichelli editore, ult ed


3) ADAM, TIZZANO, Lineamenti di Diritto dell’Unione europea, Giappichelli, Torino, ult. ed.

Altre Informazioni

Studenti non frequentanti

Un testo a scelta fra i seguenti Manuali:

1) Villani, Istituzioni di Diritto dell'Unione Europea, Cacucci, Bari, ult. ed.

2) Cannizzaro, Il diritto dell'integrazione europea - L'ordinamento dell'Unione, Giappichelli, Torino, ult. ed.

3) Adam e Tizzano, Lineamenti di Diritto dell’Unione europea, Giappichelli, Torino, ult. ed.

Questionario e social

Condividi su: