Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
GIUSEPPINA DE GIUDICI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[1/31]  GIURISPRUDENZA [31/00 - Ord. 2017]  PERCORSO COMUNE 9 72

Obiettivi

A) Conoscenza e comprensione delle linee fondamentali relative allo sviluppo della scienza giuridica in età medievale e moderna.
B) Conoscenza e comprensione delle principali fonti del diritto in età medievale e moderna.
B) Capacità di applicare la conoscenza e la comprensione maturata nell’analisi delle principali trasformazioni subite dagli ordinamenti giuridici nel periodo storico considerato in maniera da ottenere maggiori strumenti di valutazione per lo studio degli attuali ordinamenti giuridici.

Prerequisiti

Pur in assenza di propedeuticità formali, si ritiene utile la conoscenza dei principi fondamentali del diritto romano.

Contenuti

Il corso intende illustrare le linee principali del percorso di elaborazione della scienza giuridica europea durante il Basso Medievo e l’età moderna. Particolare attenzione sarà prestata allo studio delle fonti dottrinali e giuridiche e all’evoluzione del metodo scientifico dalla Scuola dei Glossatori all’Illuminismo giuridico.
In particolare, durante il corso si tratteranno i seguenti temi:
- L’impero e la Chiesa da Costantino in poi
- Leggi romano-barbariche
- Giustiniano
- I longobardi
- L’impero carolingio
- Il feudo
- La rinascita del diritto giustinianeo
- Irnerio, la Scuola di Bologna e l'approccio al diritto romano
- Generi letterari bolognesi
- La scienza del diritto canonico: Graziano e la decretistica
- Il corpus iuris canonici
- La Scuola del Commento e la ratio legis
- Umanesimo giuridico e critiche al diritto romano
- Il Giusnaturalismo moderno: l'uomo e lo Stato
- La tarda scuola del Mos italicus e l'interpretazione del giurista
- Neoumanesimo e fonti del diritto
- Il problema dell’interpretazione in età moderna
- Le raccolte normative e i tentativi di codificazione nel Settecento
- L'Illuminismo giuridico e i suoi esponenti
- Considerazioni generali sul processo di codificazione
- Il codice civile francese: un modello da storicizzare

Metodi Didattici

Lezioni frontali ed esercitazioni. esegesi del dato normativo. verranno a tal fine impiegati taluni strumenti didattici (lavagna, presentazioni in power point).
il corso comprenderà inoltre l'analisi dei principali casi giurisprudenziali: detta analisi verrà svolta attraverso una presentazione in aula del caso; quindi verrà indicato agli studenti dove e attraverso quali modalità possono reperire la giurisprudenza rilevante; quindi si chiederà a taluni studenti di riferire ai colleghi gli esiti della ricerca in modo da consentire ai medesimi studenti di acquisire la capacità di esposizione orale delle proprie riflessioni sulla materia.
Le lezioni saranno erogate prevalentemente in presenza, integrate con strategie online allo scopo di garantirne la fruizione in modo innovativo e inclusivo.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione avverrà attraverso il superamento di una prova orale, nella quale verranno proposte domande sul contenuto del programma (v. “Contenuti del corso” e “Testi di riferimento”). Per superare l’esame, lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito una conoscenza almeno sufficiente degli argomenti trattati a lezione o sviluppati nei testi consigliati.
Il voto d'esame è espresso in trentesimi. Supererà la prova d’esame lo studente che riporterà almeno 18/30. Il punteggio apri a 30/30 e lode presuppone un giudizio eccellente su tutti gli elementi che saranno oggetto di valutazione.
La valutazione avverrà tenendo conto dei seguenti elementi:
1) conoscenza della materia
2) capacità di giudizio
3) capacità espressive
Per gli studenti frequentanti si terrà conto anche delle partecipazione attiva alle lezioni e ai seminari.

Testi

Gli studenti possono scegliere tra un programma prevalentemente dedicato allo studio dell’età medievale (programma A) o dell’età moderna (programma B)

Programma A (medievistico)
• E. CORTESE, Le grandi linee della storia giuridica medievale, Il Cigno Galileo Galilei, Roma 2000
(della prima parte del volume sono esclusi dallo studio i §§ 3, 5 e 15 del I capitolo; i §§ 11 e 12 del II capitolo; i §§ 3, 5 e 7-9 del III capitolo; i §§ 8-9 e 11-13 del IV capitolo; l’VIII capitolo; i §§ 6-9 del IX capitolo; della seconda parte del volume sono esclusi i §§ 9-10 del I capitolo; i §§ 9-11 del II capitolo; il III capitolo; i §§ 6 e 8-9 del V capitolo; i §§ 4 e 7-12 del VI capitolo; i §§ 6-7 e 11 del VII capitolo; i §§ 1-5 e 9-17 del IX capitolo; i §§ 2-3, 6, 10, 12 e 15-16 del X capitolo).
• I. BIROCCHI, Alla ricerca dell’ordine. Fonti e cultura giuridica nell’età moderna, Giappichelli, Torino 2002; (studiare solo il § 1 del V capitolo; il VI capitolo, tranne il § 8 e il VII capitolo, tranne il § 10. Studiare, infine, l’epilogo).
Programma B (modernistico)
• E. CORTESE, Le grandi linee della storia giuridica medievale, Il Cigno Galileo Galilei, Roma 2000; (della prima parte del volume studiare solo i §§ 1-2, 4 e 6 del III capitolo e il X capitolo; della seconda parte del volume studiare solo i §§ 1-8 del I capitolo; i §§ 1-7 del II capitolo; il IV capitolo; il V capitolo; i §§ 1-6 del VI capitolo; i §§ 1-10 del VII capitolo e i §§ 1-2 dell’VIII capitolo.
• I. BIROCCHI, Alla ricerca dell’ordine. Fonti e cultura giuridica nell’età moderna, Giappichelli, Torino 2002 (sono esclusi dallo studio: il § 4 del I capitolo; il II capitolo; i §§ 2-3 e 5-7 del V capitolo; i §§ 3 e 8 del VI capitolo; i §§ 3 e 10 del VII capitolo).

Previo accordo con il docente, è possibile utilizzare altri testi per la preparazione dell’esame.

Altre Informazioni

---

Questionario e social

Condividi su: