Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
ANDREA SABATINI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[60/75]  SCIENZE AMBIENTALI E NATURALI [PDS0-2017 - Ord. 2017]  PERCORSO COMUNE 6 48

Obiettivi

Fornire agli studenti una preparazione di base utile per poter effettuare una ‘comparazione’ fra le strutture anatomiche dei diversi gruppi di vertebrati, con particolare riferimento all’individuazione e all’analisi delle cause della forma, dell’organizzazione strutturale e degli adattamenti evolutivi nei diversi organi ed apparati.
Alla fine del corso ci si attende che lo studente:
- abbia acquisito conoscenze sulla conformazione e sulla struttura anatomiche attraverso un’analisi sistematica a livello macroscopico e microscopico;
- sappia dimostrare di avere compreso le interconnessioni tra morfologia e funzione di apparati, organi e tessuti;
- abbia acquisito competenza nell’uso della terminologia anatomica come base per sviluppare la capacità di comunicazione professionale.

Descrittori europei

Conoscenza e capacità di comprensione:
Lezioni frontali pianificate per guidare lo studente nell'acquisizione di conoscenze di base dell'organizzazione delle strutture anatomiche dei differenti gruppi di vertebrati viste da un punto di vista evoluzionistico.

Capacità applicative:
Attività pratiche autonome e guidate per la sistematizzazione delle conoscenze dell’anatomia dei vertebrati.

Abilità nella comunicazione:
Uso del linguaggio specifico (nomenclatura e terminologia) dell’anatomia in modo appropriato, autonomo e significativo. Capacità di fornire definizioni corrette sulla topografia e sul livello organizzativo dei diversi organi e sistemi del corpo umano e dei vari gruppi dei vertebrati. Dimostrazione della loro comprensione mediante comunicazione orale e rappresentazioni grafiche.

Capacità di apprendere:
Conoscenze teoriche essenziali dell’organizzazione morfofunzionale dello sviluppo filogenetico, e ontogenetico dei vari organi e apparati nella serie dei vertebrati acquisite da testi di livello universitario e utili per lo sviluppo, l’approfondimento e l’aggiornamento continuo delle conoscenze.

Prerequisiti

Conoscenze di Zoologia generale e sistematica

Contenuti

Embriologia dei Vertebrati: Pesci, Anfibi, Rettili, Uccelli, Mammiferi (Uomo compreso). Le cellule germinali; gli annessi embrionali; Lo sviluppo negli anamni e negli amnioti
L’evoluzione dei vertebrati. Sistematica dei Vertebrati. Suddivisione dei Cordati, Pesci, Anfibi, Rettili, Uccelli, Mammiferi. I principali passaggi evolutivi
Il tegumento: caratteristiche ed evoluzione.
Apparato scheletrico: Generalità e ossificazione. Corda dorsale,Colonna vertebrale pesci e mammiferi. Cinture e arti negli uccelli e nei mammiferi. Adattamento arto dell’arto al volo, alla corsa, al nuoto, al salto e arto fossorio. Aspetti evolutivi del cranio: dagli animali acquatici ai tetrapodi. Le branchie e la loro evoluzione. Cenni sul cranio di Anfibi, Rettili e Uccelli.
Apparato muscolare: Classificazione e caratteristiche dei muscoli. Meccanismo della contrazione. Muscolatura assiale e appendicolare. Gli organi elettrici. Il movimento in acqua ed il volo.
Anatomia funzionale: Il sostegno e la locomozione in ambiente acquatico, terrestre e aereo.
Apparato respiratorio: l’apparato branchiale e la respirazione acquatica; respirazione aerea in alcuni Teleostei e la vescica natatoria; le vie aeree; respirazione sussidiaria, cutanea e bucco-faringea, i polmoni e la respirazione aerea. La siringe.
Apparato digerente dai Pesci ai Mammiferi: la bocca, evoluzione del palato, le ghiandole salivari, i denti, la lingua, morfologia della parete del canale alimentare, lo stomaco e particolarità nei ruminanti, l’intestino, la cloaca.
Apparato urogenitale dai Pesci ai Mammiferi: il sistema renale, il pronefro, il mesonefro, il metanefro.
Apparato circolatorio: Circolazione arteriosa, circolazione venosa superficiale, l’evoluzione del cuore nei Vertebrati.
Apparato riproduttore: le gonadi; le vie genitali; viviparità e placentazione.
Il sistema nervoso: Il neurone. Il sistema nervoso periferico ed il sistema nervoso centrale.
Organi di senso: occhio, orecchio.
Introduzione alle tecniche di dissezione e sperimentazione pratica dell'Anatomia Comparata

Metodi Didattici

Il corso verrà svolto in 48 ore di lezione frontale. Le lezioni sono comprensive di test di verifica in aula e sono integrate da esercitazioni pratiche di anatomia macroscopica. Le attività potranno essere svolte in modalità on line in conseguenza di criticità dovute alla pandemia e secondo eventuali disposizioni rettorali.
Tutto il materiale e le comunicazioni durante il corso verranno messe a disposizione nella classe virtuale so Moodle, piattaforma e-learning di UNICA. Le richieste per posta elettronica dovranno essere inviate dalla email istituzionale (...@studenti.unica.it). Il docente non risponderà ad email inviate con altri indirizzi di posta elettronica.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione dello studente prevede una prova orale, articolata in tre domande principali che spaziano sull'intero programma.
Sarà possibile sostenere una prova in itinere su una parte del programma (Embriologia, Osteologia, Apparato Urogenitale e Tegumento) svolta tramite test a risposta multipla e libera. Il superamento del test non è vincolante per la prova finale che consisterà in una prova orale. Il voto ottenuto dà un'indicazione qualitativa per il voto finale, ma non viene valutato come media aritmetica.
Il giudizio finale tiene conto dei criteri di valutazione descritti di seguito e il voto finale può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. Le capacità espressive sono modeste, ma sufficienti a sostenere un dialogo coerente; le capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; la capacità di sintesi scarsa e le capacità di espressione grafica limitate; l'interazione con il docente durate il colloquio è scarsa.
b) Discreto (da 21 a 23/30)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderatamente approfondimento, con poche lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30/30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.

La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Testi consigliati (uno a scelta tra i seguenti testi):
Giavini E, Menegola E. "Manuale di Anatomia Comparata" Ed. EDISES
Kent, Anatomia Comparata dei Vertebrati, Piccin
Liem et al “Anatomia comparata dei vertebrati” Ed. EDISES
Kardong K. V. “Vertebrati. Anatomia comparata, funzione, evoluzione” Ed. McGrow-Hill
Zavanella T. e Cardani R. “Manuale di Anatomia dei Vertebrati” Antonio Delfino Editore
Stingo V. "Anatomia Comparata" Edizioni Edi.Ermes

Altre Informazioni

Strumenti a supporto della didattica, materiali e strumenti di auto-apprendimento
Modelli anatomici a disposizione presso la Sezione di Biologia Animale ed Ecologia del Dipartimento di Scienze della Vita e dell'Ambiente; atlanti e testi di anatomia macroscopica e microscopica disponibili presso la Biblioteca Centrale dell’Area Biomedica; materiale iconografico utilizzato per le lezioni teoriche da richiedere al docente.

Questionario e social

Condividi su: