Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
MARCELLA MARTIS (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[1/31]  GIURISPRUDENZA [31/00 - Ord. 2017]  PERCORSO COMUNE 6 48

Obiettivi

Conoscenza e capacità di comprensione: acquisire conoscenze e capacità di comprensione dei principi generali del sistema tributario, nonché dei singoli istituti positivi e processuali anche ai fini di un inquadramento interdisciplinare con le altre branche del diritto. Acquisire la specifica conoscenza della disciplina di un tributo diretto, indiretto o locale. Conoscere e comprendere, altresì, le dinamiche interpretative ed applicative delle norme di riferimento, anche in prospettiva storica, teorica e critica, al fine di acquisire un’autonoma capacità di ragionamento logico-giuridico sulla materia. Dimostrare conoscenze e capacità di comprensione che consentono di elaborare e/o applicare idee originali, anche in un contesto di ricerca.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: acquisire capacità di applicare le proprie conoscenze, capacità di comprensione e abilità nell’affrontare problemi giuridici inerenti al sistema tributario. Risolvere problemi in ambiti nuovi o non familiari, anche inseriti in contesti interdisciplinari connessi allo specifico settore di studio.
Autonomia di giudizio: sviluppare consapevolezza critica nella gestione delle conoscenze acquisite al fine di formulare giudizi appropriati nella valutazione di problemi giuridici e soluzioni interpretative nell'ambito del sistema tributario. Integrare le conoscenze e gestire la complessità, e formulare giudizi anche sulla base di ragionamenti inferenziali.
Abilità comunicative: capacità di comunicare le conoscenze acquisite in modo esaustivo e convincente, con chiarezza espositiva e correttezza terminologica. Comunicare le proprie conclusioni e conoscenze e la ratio ad esse sottesa, a interlocutori specialisti e non specialisti.
Capacità d’apprendimento: sviluppare capacità di apprendimento e dimestichezza con il sistema delle fonti e la normativa interessata, con la dottrina e con la giurisprudenza, al fine di essere in grado di sviluppare ragionamenti interdisciplinari e ad aggiornarsi in modo autonomo.

Prerequisiti

É preferibile sostenere l’esame di Diritto tributario soltanto dopo aver superato quello di Diritto processuale civile.

Contenuti

Contenuti dell'insegnamento:

Il corso verterà sui principi generali dell'ordinamento tributario con riferimento al sistema delle imposte in Italia.

Parte generale:

I principi generali - Prestazioni imposta, tributi e riserva di legge – Il principio di capacità contributiva – L’efficacia nel tempo delle norme tributarie – Interpretazione, elusione fiscale ed analogia nel diritto tributario - L’efficacia della norma tributaria nello spazio – Le fonti interne del diritto tributario – I soggetti passivi – L’attuazione del tributo – I soggetti attivi – La dichiarazione, la sua liquidazione e i controlli formali – L’attività istruttoria – I metodi di accertamento – L’avviso di accertamento, l’accertamento parziale ed integrativo – L’autotutela, gli interpelli e gli istituti deflativi del contenzioso tributario – La riscossione e il rimborso – Le sanzioni tributarie – Le sanzioni amministrative: i principi generali – La giurisdizione, gli atti impugnabili e l’oggetto del processo tributario

Parte speciale:

L'esame avrà inoltre ad oggetto uno dei seguenti tributi a scelta dello studente:

Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) Imposta sul reddito delle società (IRES) - Imposta sul valore aggiunto (IVA).

Metodi Didattici

La didattica verrà erogata prevalentemente in presenza, integrata e “aumentata” con strategie online, allo scopo di garantirne la fruizione in modo innovativo e inclusivo”.
Il corso si articolerà in lezioni frontali inerenti agli argomenti indicati nella sezione "Contenuti", nonché in esercitazioni in aula e attività seminariali, dedicate ad approfondimenti tematici mediante l'analisi di materiale giurisprudenziale e la discussione di casi pratici e con la partecipazione attiva degli studenti.
Le esercitazioni e le attività seminariali, nel perdurare dell'emergenza epidemiologica, potranno essere svolte mediante forme di interazione a distanza con i supporti informatici resi disponibili dall'Ateneo e indicati all'inizio del corso.

Verifica dell'apprendimento

a) La valutazione dello studente prevede una prova orale in cui vengono proposte domande sulla parte generale, sul tributo e sull’approfondimento giurisprudenziale prescelti.
Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito le conoscenze e le capacità di comprensione dei principi generali del sistema tributario, ivi compreso quello processuale, nonché di saper affrontare i problemi giuridici inerenti al sistema tributario attraverso gli opportuni ragionamenti logico-giuridici.
b) Il punteggio della prova d'esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi.
c) Per superare l'esame il candidato dovrà riportare un voto non inferiore a 18/30. Nella valutazione dell'esame la determinazione del voto finale tiene conto dei seguenti elementi: la logica seguita dallo studente nella risoluzione del quesito; l'adeguatezza della soluzione proposta in relazione alle competenze che lo studente si presuppone abbia acquisito alla fine del corso; l'impiego di un adeguato linguaggio tecnico-giuridico.
Nella formulazione del giudizio finale troveranno applicazione i seguenti criteri di valutazione: •Mancato superamento dell’esame: insufficiente conoscenza degli istituti oggetto del corso;
• Da 18 a 21: conoscenza elementare delle tematiche di cui sopra; presenza di lacune non particolarmente ampie;
•Da 22 a 24: conoscenza degli argomenti non particolarmente approfondita, ma completa;
• Da 25 a 27: preparazione buona, caratterizzata da linguaggio tecnico adeguato;
•Da 28 a 30: preparazione eccellente; linguaggio tecnico e modo di esprimersi puntuale e preciso;
• 30 e lode: ulteriori qualità della preparazione desumibili dalla brillantezza e sicurezza nell’esposizione.

Testi

Testi consigliati:

MELIS, Manuale di Diritto tributario, Giappichelli, III edizione, 2021.

Per quanto riguarda la parte generale, lo studente potrà limitare lo studio alle seguenti pagine del manuale: 15 – 154; 191-231; 269-508 – 521-572.

Relativamente alla parte speciale il candidato potrà preparare il tributo a scelta tra quelli riportati alle seguenti pagine del manuale: 575-600 (IRPEF); 679-727 (IRES); 755-810 (IVA).


Si precisa che il manuale articola la trattazione con numerosi focus giurisprudenziali e dottrinali in appositi box di colore grigio. Tali approfondimenti, che interessano quantomeno il 30% delle pagine indicate, non saranno oggetto d’esame, sebbene se ne consigli caldamente la lettura per una più completa conoscenza della materia.

Approfondimento giurisprudenziale:

Per una migliore comprensione del testo, ciascun candidato dovrà integrare la preparazione basata sul manuale consigliato con lo studio di una sentenza scelta liberamente tra quelle di seguito riportate:

1. Accertamento e integrazione della motivazione in corso di giudizio, Cass., 2 aprile 2020, n. 7649;

2. Autotutela tributaria, nozione, diniego, non impugnabilità, Corte Cost.,13 luglio 2017, n. 181;
3. Litisconsorzio necessario nel processo tributario: Cass., SS.UU.,18 gennaio 2007, n. 1057, in Giurisprudenza italiana, 2007, 1543 ss.;

4. Corte Cost., 25 luglio 2011, n. 247, in GT-Rivista di giurisprudenza tributaria, 833 ss.;

5. L’applicazione dell’art.1306 c.c. alle obbligazioni solidali tributarie: Cass., 25 febbraio 2011, n. 4641, in Giurisprudenza italiana, 2011, 2425 ss.;

6. Metodo sintetico e redditometro: Cass., 19 marzo 2014 (28 gennaio 2014), n. 6396, in GT-Rivista di giurisprudenza tributaria, 2014, 7, 588 ss.

7. La formalizzazione del mancato accordo nell’accertamento per adesione – Conseguenze; Corte Cost., 15 aprile 2011, n. 140, in GT-Rivista di giurisprudenza tributaria, 2011, 557 ss.;
8. Autotutela sostitutiva, accertamento parziale e accertamento integrativo, Cass., 3 dicembre 2019, n. 31467;

Per ciò che concerne nello specifico l’approfondimento giurisprudenziale il candidato potrà reperire il testo delle sentenze dal sito della Facoltà nella sezione “Didattica” – “Materiale didattico” della pagina del docente Prof. Franco Picciaredda. http://people.unica.it/francopicciaredda/

É indispensabile preparare il Corso anche con la consultazione delle leggi tributarie vigenti. All’uopo potranno essere utilizzati i seguenti codici:

Il codice tributario con le norme comunitarie e internazionali, a cura di F. TUNDO, Piacenza, La Tribuna, ultima edizione.

Codice tributario, a cura di M. LOGOZZO, Pacini Giuridica, ultima edizione.

Altre Informazioni

E’ necessario preparare il Corso con la consultazione del testo vigente del D.Lgs. 31 dicembre 1992, n.546 (Disposizioni sul processo tributario in attuazione della delega al Governo contenuta nell’art. 30 della L.30 dicembre 1991, n.413) e successive modificazioni ed integrazioni ai sensi del D.Lgs. 24 settembre 2015, n. 156.

Questionario e social

Condividi su: