Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
VALENTINA DENTONI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[70/82]  INGEGNERIA ELETTRICA [82/00 - Ord. 2020]  PERCORSO COMUNE 6 60

Obiettivi

Obiettivi formativi
Obiettivo generale dell’insegnamento di Salute e Sicurezza sul Lavoro (SSL) è far acquisire allo studente conoscenze, competenze e abilità coerenti con gli obiettivi formativi dei Corsi di Laurea Magistrale in Ingegneria.
Il corso contribuisce al raggiungimento dei seguenti obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development goals): SDG 3 (Good health and well-being); SDG 8 (Decent work); SDG 9 (Industry, innovation and infrastructure); SDG 12 (Responsable consumption and production); SDG 15 (Life on land).
Nel seguito sono declinati in dettaglio gli obiettivi formativi specifici del corso attraverso i cinque Descrittori di Dublino.
Conoscenze e capacità di comprensione
Lo studente acquisisce conoscenze generali in merito alle problematiche di gestione della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro, alle attribuzioni previste per legge a carico delle figure coinvolte nella gestione della sicurezza in azienda e alle relative responsabilità. Comprende i concetti fondamentali in materia di sicurezza e igiene del lavoro, gli effetti derivanti dall’esposizione a rischi e i criteri generali di analisi e valutazione dei rischi. Acquisisce consapevolezza in merito alle responsabilità sociali e legali della pratica ingegneristica.
Conoscenze e capacità di comprensione applicate
Attraverso il corso SSL lo studente acquisisce competenze specifiche in merito all’esposizione agli agenti di rischio per la salute (agenti fisici e chimici), con particolare riferimento alle misure strumentali, ai criteri specifici di analisi e valutazione del rischio, alla progettazione di misure tecniche di prevenzione e protezione. Acquisisce la capacità di redigere i documenti/rapporti di analisi e valutazione del rischio e realizzare progetti che soddisfino requisiti specificati.
Lo studente viene esercitato a identificare il modello interpretativo appropriato, individuare le grandezze note, o da acquisire attraverso indagini e misure sul campo, e le grandezze da calcolare o stimare.
Autonomia di giudizio
L’impostazione didattica del corso SLL favorisce lo sviluppo e il rafforzamento dell’autonomia di giudizio, partendo dall’interpretazione delle norme, fino all’individuazione di soluzioni tecnico-ingegneristiche autonome, idonee al raggiungimento di obiettivi prefissati.
Abilità comunicative
Il corso rafforza le capacità comunicative dello studente attraverso l'uso ricorrente di termini tecnici e legali di uso comune in materia di salute e sicurezza sul lavoro e il frequente riferimento ai ruoli e alle responsabilità stabiliti dalla legge per tutti gli autori coinvolti nella gestione della sicurezza.
Capacità di apprendere
L’approccio didattico del corso SSL, mirato essenzialmente allo sviluppo della capacità di comprendere e attuare le prescrizioni normative attraverso soluzioni tecnico-ingegneristiche adeguate al caso in esame, rafforza la capacità di studiare, analizzare e trovare soluzioni adeguate nell’ambito di altre tematiche ingegneristiche non specificatamente trattate nel corso.

Prerequisiti

I prerequisiti si limitano alle conoscenze acquisite nelle materie di base (matematica, fisica, chimica, statistica) secondo quanto previsto dal Manifesto degli Studi.

Contenuti

Programma [60 ore = 44 ore + 16 ore]
Principi generali di sicurezza [12 = 11 + 1]
Principi generali di tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori e delle popolazioni generiche. Sicurezza ambientale. Pericolo, rischio, sicurezza, prevenzione e protezione, esposizione. Agenti di rischio per la sicurezza, per la salute, trasversali. Fattori umani e formazione. Misure dirette, indirette, direttive. Principi e metodi di valutazione dei rischi. Basi legislative e normative della sicurezza del lavoro. Enti di tutela e vigilanza. Sistema di gestione della sicurezza del lavoro (cenni). Tutela assicurativa contro gli infortuni e le malattie professionali. Valutazione retrospettiva del fenomeno infortunistico. Aspetti etici e deontologici.
Rischio chimico [18 = 12 +6]
Nocività delle sostanze chimiche. Sostanze e preparati pericolosi: etichettatura e schedatura. Valori di soglia per la tutela dei lavoratori e della popolazione esterna. Valutazione del rischio chimico. Inquinanti aerodispersi. Generalità su gas, vapori, polveri, fibre, fumi, aerosol. Strategie e metodiche di campionamento. Inalabilità, respirabilità e deposizione delle polveri nell’apparato respiratorio. Campionamento delle polveri totali e delle polveri respirabili. Aerodinamica e respirabilità delle fibre. Campionamento, riconoscimento e conteggio delle fibre di amianto (cenni). Controllo della qualità dell’aria negli ambienti di lavoro. Ventilazione per diluizione negli ambienti di lavoro confinati. Aspirazione localizzata degli inquinanti aerodispersi. Dispositivi di protezione individuale delle vie respiratorie.
Rumore [25 = 17 + 8]
Richiami da corsi precedenti (fisica delle onde sonore, livelli, scala dei decibel, combinazione di livelli, spettri sonori). Psicoacustica. Effetti uditivi ed extrauditivi del rumore. Curve di ponderazione normalizzate. Ponderazione A. Variabilità del rumore nel tempo. Livello di pressione sonora continuo equivalente. Strumentazione e modalità di misura. Livello di esposizione personale. Il rumore negli ambienti di lavoro. Dispositivi di protezione individuale dal rumore. Propagazione del rumore all’aperto e in ambienti confinati. Interventi di bonifica acustica. Applicazioni al controllo del rumore negli ambienti di lavoro.
Vibrazioni [5 = 4 + 1]
Effetti dell’esposizione a vibrazioni. Misura e valutazione delle vibrazioni trasmesse al corpo. Misura e valutazione delle vibrazioni trasmesse al sistema mano-braccio.

Metodi Didattici

Il corso prevede un’attività didattica complessiva di 60 ore ripartite tra lezioni (44 ore) ed esercitazioni (16 ore). Il carico orario è indicato nel programma in corrispondenza delle singole sezioni. L’attività didattica è svolta in presenza, con l’ausilio di slide e materiale reperibili anticipatamente dallo studente sulla piattaforma E-Learning (ex moodle).
Per soddisfare esigenze specifiche connesse alla situazione epidemiologica, è prevista la possibilità̀ di lezioni in diretta streaming o registrazioni delle stesse disponibili on-line. Le esercitazioni potranno essere svolte mediante forme di interazione a distanza con i supporti informatici disponibili.

Verifica dell'apprendimento

La verifica finale è volta all’accertamento delle competenze acquisite in materia di gestione della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro, analisi e valutazione del rischio professionale, progettazione di interventi di controllo della rumorosità degli ambienti di lavoro e della qualità dell’aria. L’esame in presenza (quando possibile) comprende una prova scritta basata sulla risoluzione di problemi e una prova orale basata su domande concettuali relative agli argomenti trattati durante il corso. Per essere ammessi a sostenere la prova orale occorre aver riportato una votazione sufficiente nella prova scritta. La votazione della prova scritta viene effettuata valutando indipendentemente ciascuno dei problemi proposti. L’esame in remoto (previsto in alternativa all’esame in presenza) consiste in una prova orale basata su domande concettuali relative agli argomenti trattati nel corso e su applicazioni risolvibili anche solo attraverso l’uso di espressioni formali (in questo caso si utilizzano lavagne condivisibili/tavolette grafiche/fogli adeguatamente inquadrati dal candidato). Per soddisfare esigenze didattiche specifiche connesse alla situazione epidemiologica, la prova finale può essere svolta a distanza, mediante piattaforma TEAMS.

Testi

Materiale didattico
Il materiale didattico aggiornato è disponibile on line sulla piattaforma e-learning dell’Ateneo e include per ogni argomento: la dispensa, le slide della lezione, esercizi applicativi e link utili per approfondimenti.
Testi di riferimento
R. Spagnolo (a cura di) Manuale di acustica applicata, CittàStudi, 2008 (Disponibile presso la Biblioteca della Facoltà d’Ingegneria)
R. Lazzarin, M. Strada Elementi di acustica tecnica III edizione, CLEUP, Padova, 2001 (Disponibile presso la Biblioteca della Facoltà d’Ingegneria)
B. Marchesini Igiene industriale. Guida alla valutazione e controllo dei rischi fisici, chimici e biologici in ambiente di lavoro II edizione, Maggioli Editore, Rimini, 1999 (Disponibile presso la Biblioteca della Facoltà d’Ingegneria)L. Pozzoli, U. Maugeri Igiene industriale. Campionamento. Gas, vapori, polveri. La Goliardica Pavese, Pavia, 1986 (Disponibile presso la Biblioteca della Facoltà d’Ingegneria)

Altre Informazioni

Certificazione Direttiva cantieri
Il superamento dell’esame SSL è parte di un percorso abilitante ai fini dello svolgimento del ruolo di Coordinatore per la sicurezza e la salute nei cantieri temporanei o mobili (Direttiva Cantieri). La certificazione verrà rilasciata agli studenti che avranno frequentato i corsi di Salute e Sicurezza sul Lavoro e Sicurezza e Organizzazione del lavoro in Cantiere (SOLC), superando gli esami finali, frequentato il Laboratorio di Sicurezza e Organizzazione del Lavoro in Cantiere (LabSOLC) e presentato un Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC) sulla base di un progetto assegnato.

Questionario e social

Condividi su: