Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
GIANLUIGI ROBERTO (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Blend/modalità mista, Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[11/75]  ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE [75/15 - Ord. 2017]  AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO 9 54
[11/75]  ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE [75/35 - Ord. 2017]  MARKETING E ORGANIZZAZIONE 9 54

Obiettivi

L’insegnamento di Ragioneria Generale ed Applicata si inserisce nell’ambito degli studi dell’area aziendale come naturale prosecuzione e approfondimento delle conoscenze di contabilità generale introdotte nell’insegnamento di Economia Aziendale. In particolare, gli obiettivi formativi dell’insegnamento riguardano il trasferimento di conoscenze e capacità di comprensione su:
- le rilevazioni in contabilità generale delle operazioni di gestione più complesse (commercio estero, operazioni in titoli, finanziamenti a titolo di capitale proprio e di terzi, contribuzione pubblica);
- il bilancio d’esercizio delle società di capitali secondo la normativa civilistica e i principi contabili italiani (OIC), con cenni ai principi contabili internazionali (IAS/IFRS);
- le norme sull’imposta sul valore aggiunto (IVA) e sulla tassazione sul reddito d’impresa (IRES e IRAP) per gli aspetti strettamente legati alla tenuta della contabilità generale e alla redazione del bilancio di esercizio.
L’insegnamento ha un alto contenuto operativo e prevede la capacità di applicare conoscenze quali:
- la tenuta della contabilità generale in armonia con i principi contabili OIC e con la normativa IVA;
- la formazione del bilancio d’esercizio delle imprese mercantili, industriali e di servizi nel rispetto del codice civile, dei principi contabili OIC e tenendo conto delle norme fiscali vigenti per la determinazione delle imposte dirette gravanti sulle società di capitali.
Lo studente acquisisce autonomia di giudizio nelle scelte tra metodi di rilevazione, valutazione e rappresentazione alternativi, comprendendo le relative conseguenze sul livello informativo del bilancio e sul carico tributario dell’impresa.
Sul piano delle abilità comunicative, lo studente acquisisce il linguaggio economico/aziendale specifico della disciplina di bilancio, necessario per illustrare e commentare l’andamento patrimoniale, finanziario e reddituale dell’impresa e interagire con le parti interessate.

Prerequisiti

Per la proficua comprensione degli argomenti è indispensabile che lo studente abbia familiarità con i contenuti dell’insegnamento di Economia Aziendale. In particolare è necessaria la conoscenza dei seguenti argomenti:
- calcolo computistico,
- nozioni di capitale e di reddito;
- logica di funzionamento della partita doppia;
- rilevazioni contabili delle principali operazioni di gestione e delle rettifiche di assestamento;
- chiusura e riapertura dei conti.

Contenuti

La contabilità generale delle imprese:
- e rilevazioni contabili delle principali operazioni di gestione:
gli acquisti, le vendite e il loro regolamento nel commercio intracomunitario e estero (e relativa normativa IVA); le operazioni in titoli; gli effetti all’incasso e allo sconto; le ricevute bancarie; il factoring; il leasing operativo e finanziario; le operazioni sul capitale netto (costituzione società, aumenti e riduzioni capitale, distribuzione utile, copertura perdite); i prestiti obbligazionari; i contributi pubblici.

Il bilancio d’esercizio delle imprese:
- gli obiettivi del bilancio di esercizio e i destinatari dell’informativa contabile;
- la composizione del bilancio di esercizio secondo la normativa civilistica;
- la clausola generale della chiarezza e della rappresentazione veritiera e corretta;
- i principi di redazione del bilancio;
- gli schemi di Stato Patrimoniale, di Conto Economico e Rendiconto Finanziario;
- cenni ai principi contabili internazionali IAS/IFRS;
- il contenuto della Nota Integrativa e della Relazione sulla gestione;
- il bilancio in forma abbreviata e il bilancio delle micro-imprese.

I criteri di valutazione delle principali poste di bilancio (norme del codice civile, principi contabili OIC e disposizioni del TUIR):
immobilizzazioni material;
immobilizzazioni immateriali;
immobilizzazioni finanziarie (cenni);
crediti;
rimanenze di magazzino e di titoli dell’attivo circolante;
lavori in corso su ordinazione (cenni);
TFR:
imposte correnti, differite e anticipate.

Metodi Didattici

Compatibilmente con la situazione relativa all’emergenza sanitaria, il metodo di insegnamento consiste in lezioni partecipate svolte dal docente, accompagnate dallo svolgimento con il docente o con il tutor di casi applicativi.

Verifica dell'apprendimento

Compatibilmente con le condizioni dovute all’emergenza sanitaria, potrà essere svolta una verifica intermedia durante l’interruzione delle lezioni del primo semestre. L’eventuale verifica è aperta a tutti gli studenti del partizionamento 2. È una prova scritta che si articola in:
a) 1 elenco di conti di cui si deve indicare la natura e la destinazione contabile; b) 1 caso applicativo su rilevazioni d’esercizio, di assestamento (senza aspetti valutativi) e chiusura dei conti.
La verifica finale consiste in una prova scritta articolata in:
a) 1 elenco di conti di cui si deve indicare la natura e la destinazione contabile per verificare la comprensione della logica di rilevazione; b) 1 caso applicativo per verificare il livello di capacità di applicare conoscenze e comprensione e il grado di autonomia di giudizio nelle scelte di rilevazione e valutazione per la tenuta della contabilità generale e la redazione del bilancio d’esercizio. Il caso si articola in rilevazioni di esercizio, di assestamento (con le connesse scelte valutative sulle diverse poste di bilancio e determinazione del carico tributario), chiusura dei conti;. c) una prova orale che potrà riguardare tutti gli argomenti del programma.
In caso di impossibilità di svolgere la prova scritta in presenza, verranno adottate forme di verifica alternative.
Per superare la verifica finale con un voto da 18 e 22 è necessario dimostrare un grado almeno sufficiente di conoscenza e comprensione degli argomenti e relative applicazioni, utilizzando un linguaggio tecnico elementare ma appropriato. I voti da 23 a 26 si raggiungono dimostrando un grado discreto di conoscenza e comprensione e relative applicazioni, utilizzando un linguaggio tecnico vario e appropriato e mostrando un adeguato livello di autonomia di giudizio nell’orientarsi tra le scelte. I voti da 27 a 30 si raggiungono dimostrando un buono/ottimo livello nella conoscenza e comprensione dei temi trattati e nelle relative applicazioni, con una notevole padronanza del linguaggio tecnico. Per la lode è necessario eccellere in tutte le parti oggetto di verifica in termini di conoscenze, comprensione, capacità di applicarle, linguaggio e autonomia di giudizio.

Testi

A Mura, G. Roberto, Il sistema di contabilità generale delle imprese, Giappichelli, 2016 (Capitoli da 1 a 6 consigliati per il ripasso delle nozioni di capitale e reddito, della logica contabile e delle rilevazioni in partita doppia delle principali operazioni aziendali, delle rettifiche di assestamento, della chiusura e della riapertura dei conti; capitoli da 7 a 12 contenenti le parti sviluppate nelle lezioni e indicate nella sezione relativa ai contenuti del corso):
A. Mura, G. Roberto, Introduzione al bilancio di esercizio, Giappichelli, 2019.

Altre Informazioni

Sono disponibili e vivamente suggeriti per la preparazione dell’esame i testi e le soluzioni dei casi applicativi svolti durante le esercitazioni.
N.B. Questi materiali sono pubblicati man mano che gli argomenti sono trattati durante il corso bella pagina personale del docente.
Posta elettronica del docente: groberto@unica.it
Numero di telefono: 0706753336

Questionario e social

Condividi su: