Seleziona l'Anno Accademico:     2015/2016 2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021
Docente
CRISTINA VANINI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[70/72]  INGEGNERIA CIVILE [72/00 - Ord. 2013]  PERCORSO COMUNE 4 40

Obiettivi

Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Laurea in Ingegneria Civile, secondo quanto riportato nella scheda SUA CdS, questo insegnamento si propone di far acquisire conoscenze, abilità e competenze di base nell'ambito della Geometria Descrittiva e del Disegno civile, di seguito elencate.
- Conoscenza e capacità di comprensione: dimostrare di conoscere e saper comprendere i fondamenti teorici della Geometria Descrittiva, nel concepire e rappresentare le caratteristiche fisiche degli oggetti attraverso l’utilizzo dei differenti metodi, dei significati del segno grafico e delle norme tecniche del disegno applicate ai diversi livelli di astrazione e alle differenti fasi del processo progettuale.
- Capacità di applicare conoscenza e comprensione: capacità di affrontare e risolvere graficamente, sul piano, i problemi inerenti la geometria dello spazio applicando i principi teorici della Geometria Descrittiva; capacità di utilizzare i metodi proiettivi come strumento di descrizione e comunicazione dello spazio.
- Autonomia di giudizio: capacità di porsi in una posizione critica davanti all'oggetto disegnato, riconoscendone e sapendo tradurne la forma attraverso la sua rappresentazione grafica.
- Abilità comunicative: utilizzare il segno grafico e le norme tecniche del disegno applicate ai differenti livelli di astrazione e alle differenti fasi del processo progettuale; usare il disegno come strumento di analisi e sintesi.
- Capacità di apprendimento: sviluppare le competenze necessarie per intraprendere studi successivi con autonomia.

Prerequisiti

Nozioni fondamentali della geometria euclidea
Sistemi di riferimento

Contenuti

Funzioni del disegno. Funzione del disegno nella professione.
Leggi della percezione e rappresentazione dello spazio.
Metodi e tecniche della rappresentazione.
Disegno manuale e disegno digitale.
Strumenti e materiali per il disegno.
Disegno geometrico: costruzioni fondamentali.
Sistemi di rappresentazione: le proiezioni parallele e centrali.
Proiezioni ortogonali.
Sezioni.
Proiezioni assonometriche.
Proiezioni prospettiche (cenni).
Il linguaggio grafico progettuale.
Disegno tecnico e disegno architettonico.
Norme per il disegno tecnico e progettuale.
Simbologie, convenzioni e sistemi di unificazione.
Piante, prospetti e sezioni.
Scale di rappresentazione.
Sistemi di quotatura.
Impostazione e composizione del disegno e dell’elaborato grafico progettuale.
Nozioni di CAD (Computer Aided Design) e sull’uso di specifici software.
Cenni sul BIM (Building Information Modeling).

Metodi Didattici

Attività di lezione frontale precedono, di volta in volta, le attività laboratoriali, costituite da attività grafiche svolte dallo studente. I contenuti teorici saranno applicati e sviluppati tramite elaborati grafici eseguiti individualmente da ogni studente. Lezioni frontali (circa 20%), esercitazioni grafiche (circa 80%).
La revisione degli elaborati grafici verrà contestualmente svolta dal docente e dai tutor didattici.
La frequenza al laboratorio è obbligatoria.
In riferimento al Manifesto Generale degli Studi, la didattica potrà essere sia in presenza sia telematica, dipendentemente dalle evoluzioni connesse all'emergenza sanitaria.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione dello studente avverrà attraverso una prova orale di discussione degli elaborati svolti durante il corso, con le relative riflessioni teoriche.
La completezza, correttezza e precisione di tutti gli elaborati grafici prodotti durante le esercitazioni, costituisce requisito di accesso alla prova d’esame e concorre alla valutazione finale.
Prima dell’esame lo studente dovrà consegnare al docente una copia digitale di tutti gli elaborati grafici svolti durante le esercitazioni; all’esame dovrà inoltre presentare gli elaborati grafici svolti durante il Laboratorio, appropriatamente raccolti e ordinati.
Lo studente dovrà dimostrare la conoscenza degli strumenti per il disegno, dei fondamenti teorici della Geometria Descrittiva, del disegno architettonico, tecnico e progettuale affrontati nel corso, e la capacità di sviluppare e risolvere sul piano problemi inerenti la geometria dello spazio.
Il punteggio finale, espresso in trentesimi, è attribuito mediante la media delle valutazioni attribuite agli elaborati svolti durante il Laboratorio ed alla discussione inerente gli aspetti teorici.

Nella valutazione continua e nella determinazione del voto finale si tiene conto di:
1) livello di completezza, correttezza e precisione degli elaborati grafici richiesti e realizzati durante il corso;
2) conoscenza dei principi teorici affrontati durante il corso e capacità critica di argomentazione;
3) impiego di un adeguato linguaggio tecnico-scientifico

Testi

Testi fondamentali

Docci M., Gaiani M., Maestri D., Scienza del disegno, Città Studi Edizioni, Novare, 2017
ENTE NAZIONALE DI UNIFICAZIONE, M1 Norme per il disegno tecnico (I. Norme generali, II. Edilizia e settori correlati), Milano.

Testi di approfondimento

Docci M., Manuale di disegno architettonico, Laterza, Bari, 1990
Bertoldo T., Tecnica grafica, Istituto Italiano Edizioni Atlas, Bergamo, 1989
Docci M., Mirri F., La redazione grafica del progetto architettonico, La Nuova Italia Scientifica, Roma, 1989
Yee R., Disegno architettonico. Metodi e strumenti di rappresentazione, Hoepli, Milano, 2014.

Altre Informazioni

Materiali didattici integrativi verranno resi disponibili durante il corso nella pagina web del docente.

Questionario e social

Condividi su: